Creato da giumor54 il 25/01/2009
 

LE MIE POESIE

EMOZIONI TRA LE RIGHE....giù

 

 

EMOZIONI A COLORI...giù

Post n°3212 pubblicato il 28 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Emozioni a colori.

La vita non è una gara,

non è un circuito,

bensì una via,

ella va percorsa con chi ha voglia

e desio di ascoltarti,

passeggiando accanto alle tue orme,

non amo confrontarmi con nessuno

per dimostrare ciò che sono,

io mi conosco

e voglio essere così.

Mi ami o no,

poco importa,

ho sempre scritto

e mai smetterò di farlo;

" O mi ami o mi odi,

vie di mezzo non conosco".

Non cambio per nessuno,

troppe volte ho ceduto,

peggio non poteva essere la vita.

Non è paura di perdere un trofeo

o una medaglia,

se parti con questa idea,

hai già perso in partenza.

Le mie emozioni

hanno i colori pastello

dell'arcobaleno,

librano nell'aria

e senza freni alcuno

vanno per la loro via.

Giuseppe Morelli.

Giù 23/08/201617.30

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

VOLARE DI FANTASIA...giù

Post n°3211 pubblicato il 28 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Volare di fantasia.

Tra sogno e realtà

è sempre bello vivere una fiaba,

che nella realtà apre le ali

e nella irreale realtà vola.

Giuseppe Morelli.

Giù 23/08/201612.50

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

UNA CAREZZA...giù

Post n°3210 pubblicato il 28 Agosto 2016 da giumor54

Foro di G.Morelli

Una carezza.

Avevo dimenticato

il rumore sordo della pioggia,

ho aperto la finestra

e mi ha investito

una ventata di freschezza,

ho chiuso gli occhi per un istante

e l'emozione non ha tardato

come una carezza è giunta.

Il cielo è scuro,

ma lei è li,

è solo ricoperta

dalla tristezza del mondo.

Potessi liberare la sua luce

soffiando con tutta la mia forza,

rivedrei la stella

immersa in quel mar

che tanto amo,

ove l'oscuro della notte

l'ha negò agli occhi miei

e al mio cuore.

Giuseppe Morelli

Giù 22/08/201621.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

LUNA...giù

Post n°3209 pubblicato il 25 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Luna.

Nel tuo silenzio mi riconosco,

nella tua luce vedo la via,

sei la compagna ideale da sempre

quando i pensieri sì folli,

si perdono nel tempo delle ore,

mentre osservo il tuo viaggiare

in quel mar che tanto amo.

Giuseppe Morelli

Giù 22/08/201606.30

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

VOLEVO..giù

Post n°3208 pubblicato il 25 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Volevo.

Siamo solo righi scritti

su pagine di vita e nulla più,

colori ancora chiusi nei tubetti,

lontani dalla tela,

ove i pennelli restano puliti,

mai aperti prima.

Chiusi nel mondo che ci circonda

si cerca di avere emozioni che ci portino

a creare colori nuovi sulla tavolozza,

ma per quanto io mi sforzi,

quella tela resta pulita sul cavalletto.

Eppure è li che appare il mio disegno più bello,

sembrano scarabocchi di un bambino,

una mente sì piccina

che trapela dalle righe chiare e scure,

una forma ben precisa.

Come un sogno essa appare

e poi scompare,

riportando la mia tela senza macchia alcuna,

ho stropicciato gli occhi da farli arrossire

come due guance davanti a un emozione.

Questo sogno si contorce nella mente,

mentre l'anima ribelle non si arrende,

ella spinge questo corpo a reagire

e a non demordere.

Quella tela va macchiata,

va creato quel colore che ricorda cielo e mare,

poche nubi,

tanto verde tra colori forti e dolci,

voglio abbracci di colori

e baci da quel mar che tanto amo

da lasciarmi sulle labbra la dolcezza

un po salata.

Volevo e voglio ancor di più,

mentre immergo la mia mente

tra le righe e le parole quel desio.

Voglio la tempesta in uno sguardo,

mentre appare quel sorriso

che riporta un tramonto un po sbiadito,

ad un'alba più serena.

Giuseppe Morelli.

Giù 21/08/201608.30

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

COME IL MARE...giù

Post n°3207 pubblicato il 25 Agosto 2016 da giumor54


Come il mare.

Un soffio giunse dal mare,

si posò innanzi a me,

come mano invisibile

spostò i granelli

lasciando tracce a nuove righe

sulla spiaggia.

Non basta questa dorata distesa scaldata dal sole

a contenere i miei pensieri più profondi,

sono come il mare che amo,

in superficie onde e tempeste

dentro,

un ricco tesoro,

ove antichi forzieri conservano

vita e amore,

solo per chi ama scoprire

i fondali dell'anima.

Giuseppe Morelli

Giù 20/08/201610.15

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

IMPROVVISAMENTE...giù

Post n°3206 pubblicato il 25 Agosto 2016 da giumor54

Improvvisamente la luce.

Amo la notte,

ancor di più la luce

nel mio cuore.

Ho vissuto giornate oscure,

ove il sole si era perso

in un'alba mai iniziata,

era giorno,

sembrava notte,

ogni cosa distorceva i suoi colori,

nulla più apparteneva alla realtà che ricordavo,

sembrava di vivere un brutto sogno,

il peggiore mai vissuto.

Ho iniziato a passeggiare con me stesso e l'anima,

incollata a me come un'ombra senza sole,

lungo la battigia,

ahimè questa spiaggia potesse,

racconterebbe ogni giorno della vita,

scritta tra i granelli,

cancellata dalle onde

e custodita nei suoi fondali.

La luna assente non rischiarava

i miei pensieri,

ne le stelle brillavano in questo cielo,

il buio più completo si era impadronito del mio io.

Non ero più me stesso,

ma la fotocopia più brutta della tristezza in vita.

mi son voltato

e i passi miei lasciati sulla sabbia svanivano nel

nulla,

nemmeno l'orma era accetta dalla battigia,

sono caduto in ginocchio

e ho pianto gocce salate,

il mare che avevo dentro l'ho restituito al mio amore.

Non so quanto tempo sia passato,

i sogni che vivo nella realtà,

non hanno battiti,

ne lancette alcune,

irreali di una realtà vera.

Improvvisamente la luce

e il sogno è diventato realtà,

il vento tra i capelli

e il sole in viso,

illuminava la mia mente

e il cuore mio di gioia.

Un giorno nuovo si apriva

innanzi a me e a questo mare

che tanto amo.

Giuseppe Morelli

Giù 19/08/201611.30

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

PROFUMI E SAPORI...giù

Post n°3205 pubblicato il 23 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Profumi e sapori

di un tempo che fugge.

Non guarderò la stella

con lo sguardo del desio,

continuerò a guardarla

con gli occhi del bambino,

come fu la prima volta

quando illuminò il cuore mio.

Riscoprirla questo dì

avvolta nel suo velo scuro,

ha incollato l'uomo a questo cielo,

un giorno nuovo s'apre innanzi a me,

e io a lui,

ho aperto la mia porta

e la mia vita.

Il tempo non da più scampo,

fugge,

è una discesa ripida,

mi sono perso una parte,

non so dove è finita.

Non userò il freno

per rallentare questa corsa,

ma correrò più veloce

per non perdermi più nulla.

E' iniziato il tempo dei profumi e dei sapori,

mentre questa folle vita corre sì veloce,

verso un traguardo sconosciuto.

Giuseppe Morelli.

Giù 17/08/201617.30

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

LUNA VELATA...giù

Post n°3204 pubblicato il 23 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Luna velata.

Sei apparsa al mio sguardo

ricoperta da veli scuri,

eri bella,

volevo te

e la luce su di me,

se avessi potuto,

ti avrei spogliata,

così ho soffiato si forte nel cielo,

ahimè senza successo alcuno,

ho abbassato gli occhi per non vederti più,

immersa i quei veli neri che tanto amo,

hai capito

e mi hai illuminato,

eri bella più di prima.

Giuseppe Morelli.

Giù 17/08/201621.08

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)


 

 
 
 

LUNA VELATA...giù

Post n°3203 pubblicato il 23 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Luna velata.

Sei apparsa al mio sguardo

ricoperta da veli scuri,

eri bella,

volevo te

e la luce su di me,

se avessi potuto,

ti avrei spogliata,

così ho soffiato si forte nel cielo,

ahimè senza successo alcuno,

ho abbassato gli occhi per non vederti più,

immersa i quei veli neri che tanto amo,

hai capito

e mi hai illuminato,

eri bella più di prima.

Giuseppe Morelli.

Giù 17/08/201621.08

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

PAROLE,PAROLE...giù

Post n°3202 pubblicato il 23 Agosto 2016 da giumor54

 

Ssss non dir nulla,

scriverò poche parole mentre la

musica ricolma la stanza,

semplici come me, ma indispensabili come l'aria che

respiro, come il cuore che batte, senza non potrei

nemmeno pensarle, non potrei nemmeno guardare il profondo

del mare, ove lascerei alle onde i miei più profondi

pensieri. Respiro del tuo nel mio, chiudendo gli occhi e

vivo in te per una notte intera.Giuseppe Morelli.Giù

17/08/201621.08

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

CHE COSA SEI...giù

Post n°3201 pubblicato il 23 Agosto 2016 da giumor54


Che cosa sei !!

Sei quel soffio sì leggero

che di lontano giunge

quando il respiro viene meno

per questa amara vita,

che prende tutto

e nulla da,

nemmeno per scontato,

lasci sulla pelle mia quella frescura

sotto questo ardente sole,

che solo l'amore può bruciare.

Giuseppe Morelli

Giù 17/08/201609.07

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

IL VENTO...giù

Post n°3200 pubblicato il 17 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli


A mio nipote Davide.

Il vento accarezzava la vela

spingendola sempre più veloce

sul mare increspato,

attento a ogni soffio di vita,

mostravi la via e il comando

innanzi a me

e al mondo che osservava.

Giuseppe Morelli

Giù 17/08/201608.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 
 
 

COME UN SOFFIO...giù

Post n°3199 pubblicato il 17 Agosto 2016 da giumor54


Come un soffio.

Non dir nulla,

disse l'anima alla sua stella,

sentirai solo il profumo delle rose,

sarò trasparente come l'aria,

ogni parola scritta

la rivivrai ogni volta

che lascerai lo sguardo tuo

scivolare tra queste righe,

ne resterai coinvolta senza volerlo,

pagine e pagine ho scritto,

ove mi son perso nel silenzio più assoluto,

ti ho dipinta e disegnato nella mente

come ti volevo io,

nulla e nessuno mai potrà cancellare

il mio desio su questo mare,

l'uomo resta al posto suo,

l'anima no,

senza freni volerà da te.

Sarò quel soffio si leggero

che sfiorerà il viso tuo,

guarderai verso l'origine,

ti perderai nel vuoto,

potrò osservare gli occhi tuoi

senza che tu possa nulla,

ascolterò il tuo battito

e il respiro.

Un sospiro eleverai,

perché vorrai sciogliere un nodo

sì difficile senza riuscirci

e capirne i perché.

Mi perderò senza ritegno in quel mar

che vedo innanzi a me,

sarà un dolce sogno per te

al tuo risveglio,

io l'ho vissuto accanto a te

mentre sognavi.

Giuseppe Morelli.

Giù 16/08/201618.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)


 

 
 
 

POVERO D'AMORE...giù

Post n°3198 pubblicato il 17 Agosto 2016 da giumor54


Leggendo ciò che segue, pubblicato da un'amica, ho

avuto un'emozione, più leggevo, più vedevo un'altra

storia,

sono andato oltre quella linea di confine

e ho scritto altro.

Giuseppe Morelli.

"Conosco un bambino così povero

che non ha mai veduto il mare:

a Ferragosto lo vado a prendere

in treno a Ostia lo voglio portare.

"Ecco, guarda, gli dirò

questo è il mare, pigliane un po'!"

Col suo secchiello, fra tanta gente,

potrà rubarne poco o niente:

ma con gli occhi che sbarrerà

il mare intero si prenderà".

(Gianni Rodari)


 

Ho conosciuto un uomo

così povero d'amore,

perché quello vero

non l'aveva mai conosciuto,

gli ho detto seguimi

e ti mostrerò l'amore vero,

dapprima non voleva,

poi si è deciso

e mi ha seguito incuriosito,

fin sopra la collina della vita.

L'ho guardato mentre osservava

il mondo intorno,

ma non vedeva altro ciò che era

nella sua realtà,

restando dell'idea

che l'amore non esisteva.

Voleva andar via,

urtato del tempo

che aveva perso appresso a me,

gli ho detto aspetta

e guarda oltre il cuor tuo,

vedrai altro,

vedrai l'amore vero,

poco dopo mi ha sorriso,

andando oltre aveva visto

il mondo sconosciuto.

Non si è mosso più

da quell'idea della vita,

ove l'amore,

aveva messo casa

nel cuor suo.

Giuseppe Morelli.

Giù 15/08/201620.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

ASSORDANTE SILENZIO...giù

Post n°3197 pubblicato il 17 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Assordante silenzio.

Ho confuso la notte con il giorno

per starti accanto,

non ho più le ore che avevo,

ho perso ogni cognizione del tempo,

quando apro la finestra

e mi affaccio,

fa più rumore il silenzio della notte

che il cuor mio,

l'aria fresca mi avvolge

e le stelle illuminano i pensieri,

i petali dei fiori sono chiusi

attendono la luce e il calore,

il silenzio dei grilli e i volatili

è assordante,

incredibile questo silenzio come è forte,

così come incredibile il tuo essere qui,

l'assenza sì forte,

diventa presenza assoluta,

se il cuore è ciò che vuole,

ho scrutato il cielo per ore

alla ricerca di un messaggio luminoso,

solo il mare ha riflesso la tua luce,

quello specchio naturale ove spesso

rifletto la mia anima

e ritrovo il mio io ogni dì,

in quella luce che illumina il cuore

e la mente mia,

li mi abiti tu.

Giuseppe Morelli.

Giù 15/08/201618.10

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

LA VOCE...giù

Post n°3196 pubblicato il 17 Agosto 2016 da giumor54


Le fiabe tanti anni fa

iniziavano con un

" Cera una volta "

e finivano con un"

Vissero felici e contenti "

Oggi se lo racconti,

ti fanno un sorriso

e passi per un credulone

d'altri tempi,

sarà vero ?

avranno pure ragione

ma noi sognavamo

e ci addormentavamo felici con poco

e tanta semplicità.


La Voce.


Sì dolce la voce giungeva

e il piccino ascoltava,

gli occhioni sbarrati,

un brivido a volte correva

rendendo la pelle rugosa,

in altre un sorriso,

una sfida di dolci emozioni.

Il tempo fuggiva tra una riga

e una figura pastello,

fuggiva accanto alla fiaba

e lo sguardo del bimbo

ascoltando la voce sì dolce

perdeva la via

e con essa la lucidità,

mentre il regno dei sogni

lento si apriva,

lo prendeva per mano

e insieme iniziavano il viaggio

in quel luogo lontano.

Così la voce materna

scivolava anch'essa

in quel luogo fatato

calando di tono,

ove il sogno

prendeva per mano il piccino.

Un dolce sorriso illuminava

quel viso già stanco

di una intera giornata,

guardando il piccino intascato,

tra calde coperte

di un inverno sì freddo.

Volevo una carezza

ancora una volta,

una parola

e quel bacio sì dolce,

mentre un ultimo sguardo mi davi,

e invece era solo un vecchio ricordo

tornato alla mente di un tempo che fu.

Giuseppe Morelli.

Giù 13/08/201608.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

AMATO SILENZIO...giù

Post n°3195 pubblicato il 17 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Amato silenzio.

Ho sposato il silenzio,

amando i pensieri

e le mie emozioni più belle,

nessuno mai potrà capire

se non ami questa mente.

Solo tu potrai,

se andrai oltre lo sguardo,

dovrai attraversare questo ponte

che flette al vento,

scosso dalle onde.

Non è facile,

lo so di mio,

anzi al contrario,

ti troverai a navigare

tra scogli e mareggiate,

mentre l'anima libera di volare

tra un'alba e un tramonto,

sfiorerà il mare e le sue onde

in cerca d'emozioni

che solo gli occhi tuoi

potranno dare.

Giuseppe Morelli.

Giù 13/08/201618.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)


 

 
 
 

ROVENTI MONTI...giù

Post n°3194 pubblicato il 17 Agosto 2016 da giumor54


Foto di G.Morelli

Roventi Monti.

Il rombo sì forte penetra l'anima,

l'ombra è un attimo innanzi a me,

il grande alato scivola a mare

come un giocattolo,

pesante riprende il volo

e va verso i roventi monti,

ove le fiamme divorano la natura

per mano di chi

la stessa non ama

e non ha mai amato.

Giuseppe Morelli.

Giù 13/08/201615.10

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)


 
 
 

L'ATTESA...giù

Post n°3193 pubblicato il 13 Agosto 2016 da giumor54


L'Attesa.

Quando i pensieri

affollano la mente,

l'anima si assenta,

il corpo resta inerme,

vuoto,

lo sguardo si perde

nei meandri del nulla,

la vita si annulla,

non prova sete,

non prova fame,

non prova nulla,

il corpo si rilassa,

la vita scorre senza

la sua presenza,

tutto diventa attesa

e nell'attesa la vita vive

il suo più dolce istante.

Giuseppe Morelli.

Giù 12/08/201617.51

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 74
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giumor54antoniettaalessiStolen_wordsSpirit_OneEightromio.rosvirgola_dfdonatonatolaFlautoDiVertebrapsicologiaforensenancyperry4145LolieMiuchristie_malryReBlu9pierinolapeste7GiuseppeLivioL2
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20