Creato da giumor54 il 25/01/2009
 

LE MIE POESIE

EMOZIONI TRA LE RIGHE....giù

 

 

HO SEMPRE EVITATO...giù

Post n°3442 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da giumor54

Ho sempre evitato

il baratro del cuore,

diventai roccia per amore,

le onde mi hanno investito

più volte

senza mai scalfirmi,

consumando solo la parte

più esposta di me,

finché qualcuno

decise di scrivere nuove righe

sulla pagina della mia vita,

spingendo il mio io oltre il consentito.

La morte per quanto dolce sia,

ti libera dalle pene in vita,

ma ti allontana dall'amore,

preferisco le pene dell'inferno

in questa vita tra le sue braccia,

mentre labbra e occhi

si perdono nei suoi.

Giuseppe Morelli.

Giù 09 02 201710.15

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

CERTI SGUARDI...giù

Post n°3441 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da giumor54

Certi sguardi ti entrano

e restano incastrati,

diventando colore

e forma che tanto ami,

nemmeno il mare porrebbe

innanzi ad essi,

ne la luna riuscirebbe

a distogliere lo sguardo

di chi dello stesso

ne fa poesia d'amore.

Giuseppe Morelli.

Giù 09 02 2017 11.57

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 
 
 

AMAVA PASSEGGIARE...giù

Post n°3440 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da giumor54

 

Amava passeggiare

al solo rumore dell'onda,

lì ove la sabbia cedeva

e lasciava un orma sì profonda,

amava pensare che un giorno

gli sarebbe sbucata davanti

lasciando libero quel sogno di volare.

Gli occhi suoi sapevano di mare,

ma davano una luce che ricordava il sole,

illuminavano mente e cuore,

ma al tramonto sapevano di luna,

rischiaravano il cielo che aveva dentro

quando lei parlava,

solo il cuore ribatteva più forte,

oltre era il silenzio più assoluto,

Quelle parole riempivano spazi

mai aperti prima,

sentiva il respiro

e chiudeva gli occhi,

quando smetteva lasciava un vuoto

senza sapere

quando lo avrebbe riempito ancora

e ancora,

ne sentiva l'assenza da sempre,

come l'avesse già conosciuta

in altra vita.

Lentamente era diventata parte di se,

lei era ovunque lui andasse,

era quel battito più forte

e il respiro più tenue innanzi all'amore.

Giuseppe Morelli.

Giù 08/02/201717.54

Opera di Giuseppe Morelli.

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

INNAMORARSI...giù

Post n°3439 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da giumor54

Foto di G.Morelli

Innamorarsi è meraviglioso,

amare oltre ciò che sono cose terrene

è unico,

andare oltre le apparenze

osservando attraverso gli occhi l'anima,

è sublime.

Giuseppe Morelli.

Giù 08/02/201713.54

Opera di Giuseppe Morelli.

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

UN'ONDA D'AMORE...giù

Post n°3438 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da giumor54

Foto di G.Morelli

Un'onda d'amore.

Quando il mare è ricolmo di desio

per la sua spiaggia,

lo dimostra in tanti modi,

la dolcezza dell'onda

che a volte nemmeno mostra,

è impercettibile,

si espande su di essa

la bacia,

la sfiora

e ritorna attraverso i suoi granelli

ripetendo senza sosta

quel desio di accarezzarla.

In altre è una tempesta,

quel desio sale,

cresce

e lo mostra con le onde,

mostra la sua forza contro gli scogli

che l'uomo mette per proteggere l'arenile.

Quando la tempesta insorge,

nulla può contro il mare,

ti puoi solo godere lo spettacolo

di quell'amore che dura dalla sua nascita,

le onde si espandono su di lei fino a ricoprirla tutta,

penetra la sabbia

e ritorna dove è nato,

il ciclo della vita lo mostra ogni giorno

Quell'amore è indissolubile,

non ci saranno muri

ne furbizie che l'uomo possa

per allontanare l'amata spiaggia

dall'onda e dal mare dove nasce.

Così è l'amore,

se nasce

è perché un'onda vi ha travolto,

lei ha rigirato la vostra vita,

che siate spiaggia oppure onda,

non ha importanza alcuna,

vi cercherete con il sole

o con la pioggia,

fino a ricoprirvi l'uno sull'altra

senza stancarvi mai,

a giorni di secca seguiranno

giorni assolati,

ove l'onda sarà nulla

o quasi,

ma tornerà la tempesta,

senza il vento,

senza pioggia,

e sentirete il desio

di essere avvolti dalle sue braccia,

si espanderà su di voi fin dove vorrà,

nulla potrete,

e tutto sarà un desiderio voluto,

una parte entrerà attraverso i granelli,

mentre l'altra scivolerà

fin dove la risacca avvolge

e l'onda torna,

per quel bacio

e quell'amore eterno,

che si ripete da milioni di anni

sotto i nostri occhi.

Giuseppe Morelli.

Giù 07/02/201705.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

UNA DOMENICA...giù

Post n°3437 pubblicato il 20 Febbraio 2017 da giumor54

Foto di G.Morelli

Una domenica come tante

si ripeteva nel silenzio della stanza,

ma in cuor suo sapeva che non era così,

si era ripromesso

di non dir mai più bugie a se stesso,

aveva fallito nell'attimo in cui

lo aveva solo pensato.

Quella spessa coltre

che aveva impedito al sole

di illuminare il giorno,

era ancora li,

più fitta di prima,

il cielo e il mare era dello stesso colore

e l'orizzonte era svanito,

o meglio era li da qualche parte,

ma non si vedeva ad occhio nudo.

A tratti piovigginava a tratti no,

si sentiva l'assenza di quel sentore di primavera

respirata con tanta gioia giorni prima,

mancava tutto,

anche il cielo,

quell'azzurro era solo un ricordo,

faceva parte solo dei sogni,

quelli color pastello,

dei libri di una volta,

era svanito,

inghiottito da un nebbiale sì fitto

da perdere se stesso sulla spiaggia,

l'aria sembrava immobile,

la vita era svanita anch'essa tra i piumati,

così il loro coro che allietava le sue ore.

Aveva passeggiato ovunque il ricordo era dolce,

mai così profonda fu la solitudine,

mai si era sentito più solo della stessa.

Mancava nell'aria,

nella mente

e nel cuore,

mancava il sorriso adornato da un battito veloce,

quella gioia che nasce dentro,

ma nessuno accanto la percepisce,

solo tu puoi,

solo tu sai,

solo tu.

Se allo spazio togli il tempo,

cosa resta della vita,

il nulla rispose a se stesso.

Così si sentì e nel silenzio più assoluto,

macchiò righi per non dimenticare

che un giorno senza sole,

per quanto triste possa essere,

bastava sognare quel raggio di luce

e la primavera lo avrebbe avvolto

improvvisamente.

Giuseppe Morelli.

Giù 05/02/201717.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 
 
 

LE ANIME...giù

Post n°3436 pubblicato il 09 Febbraio 2017 da giumor54

Le anime sono più libere

degli esseri umani,

che della loro libertà

ne hanno fatto schiavitù,

esse si cercano,

nulla e nessuno può

contro di esse,

nemmeno la legge

potrà ostacolare

un'anima innamorata.

Giuseppe Morelli.

Giù 04/02/201722.10

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

IL TOCCO DELL'AMORE...giù

Post n°3435 pubblicato il 09 Febbraio 2017 da giumor54

Foto di G.Morelli

Il tocco dell'amore

Desio di te,

desio di scrivere

e descrivere l'amore

attraverso gli occhi tuoi.

Lascio le orme

su questa spiaggia,

le mie vedo impresse,

ma l'onda le portava via,

ho chiuso gli occhi innanzi al mare

per rivedere te anima mia,

mentre una stilla birichina fuggiva via,

rigando le guance fin su le labbra

e li si è adagiata con dolcezza,

salata anch'essa come il marino

che ho respirato,

respirando te anima mia.

Dolce soffiava sul viso mio,

sembravano dita giocare

tra i capelli miei,

m'accarezzavano,

ho immaginato te,

vedevo solo te,

su questi scogli conosciuti.

Ci si perde per le cose materiali,

senza senso alcuno,

mi son perso attraverso gli occhi tuoi,

ho sfogliato accanto a te

le tue pagine più belle che hai voluto

ch'io vedessi,

come un angelo mi hai mostrato

la tua anima si dolce,

sei quel tocco dell'amore

che ha donato luce al cuore mio.

Giuseppe Morelli.

Giù 04/02/201715.00

Opera e foto di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

RIFLETTENDO...giù

Post n°3434 pubblicato il 09 Febbraio 2017 da giumor54

Foto di G.Morelli

 

Riflettendo strada facendo.

Abbiamo una vita così breve

che dal primo vagito che fai,

ti ritrovi seduto ai bordi della tua vita

e ti chiedi cosa ne hai fatto del tuo tempo,

è volato così velocemente,

che non ti fai capace di ciò che hai fatto,

di ciò che ti resta da fare,

di guardi intorno

e tutto quello che hai fatto

spesso non è servito a nulla o a poco,

ti sei preoccupato di cose che sono li

nemmeno si sono consumate

e invece tu hai i primi dolori,

i primi fastidi dell'età,

hai perso cose che mai avresti voluto perdere,

ti preoccupi ancora se oggi piove

o se tira vento,

ma la tua vita scorre

preoccupandoti di cose inutili molto spesso

e te ne rendi conto quando è troppo tardi

che hai trascurato quello di cui non dovevi,

sostituendolo con cose inutili sì grandi.

La grandezza non è mai sinonimo di importanza

o unicità, le grandi cose posso risiedere

nelle più piccole dimensioni

e farti volare così in alto,

ove mai nessuno ti porterà.

Giuseppe Morelli.

Giù 04/02/201700.10

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

QUANTI PASSI HO EVITATO...giù

Post n°3433 pubblicato il 09 Febbraio 2017 da giumor54

 

Quanti passi ho evitato,

quante volte ho sbagliato,

quante orme ho lasciato

e quante volte il mare

me le ha portate via,

ritorno sempre su i miei stessi passi,

forse per incontrare

vecchie orme del passato

che non ho incontrato più,

quel desio che silente nasce dentro

e non te ne liberi più.

Giuseppe Morelli

Giù 03/02/201716.56

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 
 
 

ASCOLTANDO...giù

Post n°3432 pubblicato il 09 Febbraio 2017 da giumor54

 

Ascoltando a mezzodì

tra i rumori della sola forchetta nel piatto,

le dolci note che nella mente frullano

di una musica ascoltata,

mi viene in mente tu,

i tuoi sorrisi,

le onde e il tuo mare,

arrivi tu in ogni ora del giorno,

sei il sole quando l'ombra mia manca,

sei la luce quando gli occhi non guardano il cielo,

sei la stella che osservo alla sera prima di addormentarmi

e al mattino appeno sveglio esco fuori

e follemente la fotografo,

perchè vedo te in quella stella,

rinasco quando appari tu e spengo il mio io quando vai via.

Non smettere mai di riportarmi in vita,

sei l'emozione,

sei ossigeno per mente e cuore.

Giuseppe Morelli.

 

 
 
 

SOLO PER TE...giù

Post n°3431 pubblicato il 09 Febbraio 2017 da giumor54

Foto di G.Morelli

Solo per te.

 

Perso lo sguardo nell'azzurro

e nel verde dell'onda ricolma,

respiro te amore mio.

L'aria salmastra riempie i polmoni

e il fragore sullo scoglio giunge,

solo i gabbiani immobili al sole stanno

a dar presenza loro su questa spiaggia,

adoro sentire il vento sul viso

mentre all'orizzonte

lascio scivolar la palpebra.

Al vento che mi accarezza

dono il volto e dita sul mio viso,

la primavera non tarderà

con essa la vita

riprenderà il suo colore più bello,

ne sento già il profumo ovunque vada

e al mattino un coro di piumati,

mi dona la dolce compagnia.

Amo te vita mia,

mai sarà ostacolo la stessa,

mi dissolverò nel vento

e lascerò allo stesso

che mi trascini via,

lasciando alle mie spalle

il profumo d'amore,

immerso nelle righe scritte

solo per te.

Giuseppe Morelli.

Giù 02/02/201710.04

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

L'AMORE E' ALBA...giù

Post n°3430 pubblicato il 09 Febbraio 2017 da giumor54

 

L'Amore è un'alba.

 

Appartengo a quel mondo

in cui il Romanticismo

era l'alba di un amore unico,

un'alba attesa con desiderio,

vissuta con brividi sulla pelle,

al solo pensiero di lei,

fino al tramonto,

da vivere

e respirare insieme,

mano nella mano innanzi al sole

che arrossiva

e arrossisce tutt'ora,

per amore del suo mare.

E' un perdersi in quel labirinto

dei suoi occhi,

ove una volta entrati,

non ne esci più

e se per caso ne trovi l'uscita,

ti giri dall'altra parte,

facendo finta di non averla mai vista,

annegando tra quelle onde

di un mar che tanto ami.

L'amore è una carezza unica,

quando le tieni la mano

la baci senza stringerla troppo,

dita che si accarezzano mentre

gli occhi si fondono all'unisono

respirando l'uno dell'altro.

Il Sole compie il suo percorso in cielo

da milioni di anni,

senza chiedere al mare nulla

tanto meno alla sua Luna,

continua a farlo riscaldando

il pianeta e dando vita allo stesso

e chi lo abita,

anche se non merita tale meraviglia,

visto che per il suo egoismo l'uomo

lo sta uccidendo giorno dopo giorno.

Così farò io a chi si vorrà riscaldare

l'anima attraverso le parole,

i pensieri e le mie fantasie,

l'amore non si elemosina mai

e mai tenderò la mano

per avere in dono affetto

o altro,

ho sempre scritto

e mai per nessuna al mondo

cambierò idea,

l'amore è un dono,

non una pena da scontare,

mai dovrà esistere

per nessun essere della terra.

Giuseppe Morelli.

Giù 01/02/201705.15

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

PENSIERO LIBERO AD ALI APERTE...giù

Post n°3429 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da giumor54

Pensiero libero

ad ali aperte.

Il giorno s'apre a nuova vita

libero il pensiero va

per queste impervie vie,

mentre volge al termine

il freddoloso mese

trascinando seco brutti ricordi.

S'affaccia il mese delle maschere

per festeggiare chi ne fa uso

tutto l'anno,

stolto è colui che crede di darla a bere

quando le gocce non giungono nemmeno

sulle mie labbra.

Non tutto nuoce, non tutti tacciono le ore

di un cuore silenzioso e innamorato,

è il mese dell'amore che dona

il suo respiro innanzi a chi ti ama,

è il mese dei perché

e dei percome,

il mese delle verità sempre taciute

il mese degli sguardi,

del brillio degli occhi increduli,

di labbra che attendo mordendosi,

il mese che rappresenta in un giorno solo

quello che si dovrebbe respirare ogni mattino,

ogni sera,

ogni ora,

ogni istante che consente in questa vita all'uomo,

non eterna,

ove consumare le ore quando la vita lo consente,

navigando nei suoi occhi immersi ai tuoi.

Ahimè,

quante parole ho scritte,

su queste ore nel tempo dei miei silenzi,

sotto una luna innamorata,

o in pieno giorno ai raggi di quel sole

che scalda l'anima,

mentre lasciavo l'orma

su questa spiaggia tanto amata.

Ogni giorno l'onda cancella tutto,

portando via quei granelli che parlano d'amore,

portando via quelle speranze dell'attimo vissuto

innanzi al mare sognando lei

e il suo sguardo immerso nel tuo.

Seduto sullo scoglio osservo l'onda

e il sole che macchia quel dolce movimento,

lasciando il cielo a quello spicchio sì chiaro

che tanto amo.

Giuseppe Morelli.

Giù 31/01/201705.45

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

E POI ARRIVI TU...giù

Post n°3428 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da giumor54

E poi arrivi tu

nei sogni miei,

e risvegli con dolcezza

ciò che si era addormentato

già da tanto,

mi sembra di essere rinato

da un sogno mai finito,

ieri ero un ricordo di me stesso,

oggi sono il futuro

dei miei sogni più belli.

Non smettere mai di affacciarti

nei sogni miei,

vivere in quel luogo ricolmo di emozioni

non ha prezzo alcuno.

Sogno ad occhi aperti di giorno

nell'attesa di incontrarti la notte

al chiarore della luna.

T'amo stella mia,

dammi la mano anche questa sera,

portami ove le stelle brillano di più,

nella loro luce vivrò il sogno mio

insieme a te.

Giuseppe Morelli

Giù 30/01/201722.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

AMATA SOLITUDINE...giù

Post n°3427 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da giumor54

Amata Solitudine.

Amo la mia solitudine,

in essa mi riconosco,

quando mi allontano da lei

è per farla riposare,

poverina le sto sempre addosso,

ma lei non si lamenta mai,

la sento quando mi cerca,

mi chiama,

non sa stare senza me,

amo le amicizie

son belle se vere,

sono spontanee,

donano senza voler nulla in cambio,

solo per esse lascio la mia solitudine riposare,

altrimenti non cambio amore,

se non sono amato allo stesso modo.

Giù 30/01/201716:05

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

L'AMORE E'...giù

Post n°3426 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da giumor54

L'amore è un sentimento

così impietoso

che quando accade

non guarda in faccia nessuno,

c'è,

esiste,

non vuole scuse,

ti travolge senza scampo alcuno

senza mezze misure ti trovi

innanzi a quel cuore

e non vuol sentir ragione

egoista fino in fondo.

L'amore vuole,

chiede senza se

e senza ma,

ti ritrovi due labbra

innanzi alle tue

e due occhi che brillano

innanzi a te,

poche volte nella vita accade

e quando avverti tale sensazione,

puoi solo lasciarti andare,

lasciandoti travolgere da un'onda

sulla spiaggia della vita.

Giuseppe Morelli.

Giù 29/01/201705.40

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©

 

 
 
 

TI MOSTRERO'...giù

Post n°3425 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da giumor54

Foto di G.Morelli

Ti mostrerò l'amore

attraverso gli occhi miei,

così nei tuoi giorni scuri,

quando la mente

è colma di ogni dire,

vedrai quell'angolo di vita

quando ti voltasti

e incontrasti gli occhi miei

nei tuoi.

Ti mostrerò il mare

e i suoi tramonti quando il sole

bacia il mare prima di svanire,

in tutto il suo splendore,

sentirai la brezza sulla pelle

mentre il sole ti riscalda

e asciuga sul tuo seno

le gocce sì salate dell'amore.

Giuseppe Morelli.

Giù 29/01/201707.40

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©

 

 
 
 

AMATO ORIZZONTE...giù

Post n°3424 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da giumor54

Foto di G.Morelli

 

Amato orizzonte.

Amo i tramonti

più dell'alba,

perché la mia vita

è un continuo andare

verso l'orizzonte,

lo inseguo ogni giorno

ovunque esso sia,

sono così veloce a rincorrerlo,

che ho superato il mio tramonto

in questa vita.

Giuseppe Morelli.

Giù 29/01/201618.30

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 

IL GUARDIANO DEL FARO...giù

Post n°3423 pubblicato il 29 Gennaio 2017 da giumor54

 

Il Guardiano del faro

Come il faro

guida il pescatore

oltre gli scogli

e lo riporta casa,

così il cuore

illumina le emozioni

e indica l'amore

ove risiede.

Quanti naviganti in porto

sono giunti scampando

i pericoli,

adesso è spento,

nemmeno le sirene

danzano innanzi alla sua luce,

le lune vanno e vengono

come i tramonti e le albe

che si susseguono,

lì in quel luogo alto

non c'è più vita.

Il mare urla questa sera

e fa sentire la sua voce

sugli scogli,

nemmeno un gabbiano osa,

anch'essi sono svaniti innanzi

a tanta forza.

La sua voce

l'ho fusa alla mia

per raggiungere te,

potessi divenire l'onda

travolgerei la tua anima

e ne farei tempesta

fino all'alba anima mia.

Giuseppe Morelli

Giù 27/01/2017.00

Opera di Giuseppe Morelli

Copyright registrato(siae)

(Tutti i diritti riservati ®©)

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 74
 

ULTIME VISITE AL BLOG

LolieMiuocchi_che_sorridonogiumor54misteropaganovirgola_dffrancesca632thesunshiine0simona_77rmalbachiara.besmeralda.carinimarlow17call.me.IshmaelElemento.Scostantemareblu.rpamorino11
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20