Creato da max68dgl3 il 07/10/2007
 

ANIMALIFE natura

fauna tutela

 

 

« EUFORISMI E VERITASFRUTTAMENTO DI ANIMALI »

PELLICCE? NO GRAZIE. SCUOIATI VIVI

Post n°4 pubblicato il 02 Marzo 2008 da max68dgl3
Foto di max68dgl3

LE PELLICCE MADE IN CHINA,COMMERCIATE ANCHE IN ITALIA. N.B. IL CANE NELLA FOTO.........E' ANCORA IN VITA..........clicca sulla foto per ingrandirla.Milioni di animali allevati in condizioni brutali e scuoiati vivi: accade in Cina per il mercato internazionale della pellicceria, in particolare quello di Italia, Europa, Stati Uniti, Giappone, Corea e Russia. Un’investigazione e un filmato, realizzati nel 2004 e 2005 nelle principali province cinesi in cui è praticato questo tipo di allevamento (Shandong, Heilongjiang, Jilin, Hebei),resi pubblici oggi dalla LAV insieme all’Associazione Svizzera per la Protezione degli Animali e East International che hanno condotto l’indagine, denunciano orrori inimmaginabili: sul web dedicato www.nonlosapevo.com è possibile vedere una breve sequenza video, invitare altre persone a visitare questo sito e firmare la petizione della LAV al Governo italiano per chiedere un bando nazionale all’importazione e al commercio di pelli e pellicce provenienti dalla Cina e l’obbligo di un completo sistema di etichettatura per questi prodotti.

La Cina è diventata la più grande produttrice ed esportatrice al mondo di pellicce e di manufatti in pelliccia: nel 2004 il valore del commercio di questo tipo di prodotti made in Cina ha raggiunto i 2 miliardi di dollari statunitensi. La Cina produce più di 1 milione e mezzo di pelli di
volpi e visoni l’anno, equivalenti all’11% della produzione mondiale di visoni e al 27% della produzione mondiale di volpi, mentre il numero di procioni allevati e uccisi in un anno è di oltre 1 milione e mezzo. Milioni anche i cani e ai gatti uccisi per la pelliccia. Più del 95% dell’abbigliamento prodotto in Cina è venduto in particolare a Europa e Italia, USA, Giappone, Corea e Russia, con l’80% di pellicce esportate da Hong Kong verso Europa, Stati Uniti e Giappone. La Cina importa 5 milioni di pelli di visone e 1,5 milioni di pelli di volpe l’anno: questo corrisponde al 40% di quanto venduto attraverso le aste di tutto il mondo. Molte di queste pelli sono tinte in Cina e poi riesportate.
Il giro d’affari mondiale derivante dalla vendita di pellicce ha raggiunto, nel biennio 2001-2002, l’importo di 11 miliardi di dollari statunitensi. L’Unione Europea è la più grande consumatrice di pellicce di tutto il mondo; nel biennio 2002-2003, il commercio di pellicce dei Paesi dell’Unione Europea, è stimato in circa 4,5 miliardi di dollari statunitensi.


 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

NON CHIUDIAMO GLI OCCHI

 

EMERGENZA!!

UNISCITI A ME E AL TEAM

ORSIPOLARI PER AIUTARCI

A SALVARE L'ARTICO:

 

 

SPERANZA..






 

RISPETTIVAMENTE DALL'ALTO ORSO & ZEN






 

NO!! ALL'ABBANDONO

 

 

ALF


 

DOG SAVES GIRL FROM SNAKE


 

TORTURE


 

GRIFO & WISKY, 2 CARI AMICI CHE NON CI SONO PIU'

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

ULTIME VISITE AL BLOG

meddydgl3semplicementeromydiletta.castellirasty83beppeandmariaemilfra1970madisoncounty1gira_e_rigiralaurab1970pensierioltreamiklyfantadivisione2012dragonfly_73massim.agostiniClasseLA
 
 

 

free counters

 

 

 
 
Template creato da STELLINACADENTE20