Fata Morgana

Associazione Culturale

Creato da ac_fatamorgana il 20/05/2006

Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore.

Peppino Impastato

 

 

FATA MORGANA A VOI

L’Associazione culturale FATA MORGANA nasce nell’autunno del 1995, per la precisione il 7 novembre, grazie alla spinta propositiva di alcuni giovani di Civitella d'Agliano, che sentivano, e sentono tuttora, il bisogno di realizzare qualcosa di diverso nel territorio.

Le attività dell’Associazione hanno cercato di rivalutare gli aspetti, a nostro avviso, più interessanti del paese e le risorse offerte dal luogo. Negli anni l'Associazione ha promosso mostre, concorsi e corsi fotografici, commemorazioni di eventi storici e di figure vissute nel nostro territorio, presentazioni di libri, concerti, proiezioni, spettacoli.

Nel corso della sue iniziative l’Associazione FATA MORGANA ha trovato il sostegno e l’appoggio di altre realtà presenti sul territorio, l’Ass. “la Gattaruga”, l’Ass. “Erinna”, il Gruppo Giovani di Graffignano e la Pro Loco di Civitella d’Agliano, ad esempio, hanno collaborato con noi in diverse “avventure”.

Rammentiamo che FATA MORGANA è aperta a tutti senza distinguo di sesso, etnia o religione, quindi chiunque ci voglia sostenere (Tesseramento Annuale € 10,00 e/o libere donazioni e/o devoluzione del 5x1000) e portare avanti iniziative e progetti ci può contattare... noi ne saremo molto lieti!

Per contattarci
ac_fatamorgana@libero.it

 

 CAMPAGNA
TESSERA
MENTO

2017

TESSERA SOCIO

€ 10,00

Entra nella grande famiglia!!!

 

 

ACCENNI DI CONTEMPORANEO

Festival di Cultura Contemporanea organizzato dall'Associazione Fata Morgana.
Maggiori informazioni su: Facebook nella pagina dedicata ad accenni di contemporaneo


 

Gruppo di Lettura Fata Morgana

Il Gruppo di Lettura Fata Morgana ha iniziato le sue attività nel novembre del 2014, esso si riunisce a cadenza mensile, solitamente di venerdì, presso la Biblioteca Comunale di Civitella d'Agliano ed è aperto a tutti e gratuito.

***********

Informazioni pratiche sul GdL "Fata Morgana"
Un gruppo di lettura permette a tutti i partecipanti di scambiare le opinioni e le emozioni suscitate dalla lettura del libro letto nell’arco del mese. Il gruppo di lettura è composto da persone che possono leggere, amano leggere, amano parlare di ciò che leggono o, molto più semplicemente, vogliono avvicinarsi alla lettura. Non sono critici, non sono esperti, solo appassionati di libri con il desiderio di mettere in rilievo le sensazioni e i pensieri che un libro suscita.
Il gruppo di lettura offre ai vari lettori la possibilità di avvicinarsi e magari di appassionarsi anche a generi letterari o autori diversi da quelli amati, con il rischio e la sfida alla non lettura di un genere che non ci appassiona. Come regola generale vale quella che chi non ha letto il libro scelto deve partecipare comunque all’incontro, proprio per permettere un confronto sul rifiuto o sulla valutazione negativa.
Il gruppo è sempre aperto, gli ospiti sono ben accetti, i nuovi iscritti anche.
La partecipazione è ASSOLUTAMENTE GRATUITA.

 

IL DECALOGO DEL GdL FATA MORGANA

1. Di norma ci si riunisce una volta al mese.
2. Cercare di arrivare sempre puntuali agli incontri.
3. Non si legge ad alta voce, ognuno legge per sé nel proprio tempo libero. Nel corso degli incontri mensili non vengono disdegnate comunque letture ad alta voce di passi del libro che hanno particolarmente colpito il lettore.
Cercare di leggere sempre il libro scelto anche se non piace, se no pazienza!
4. Tutti i membri del gruppo possono partecipare al dibattito. Nessuno è obbligato ad intervenire alla discussioni, ma è comunque gradito sentire il parere di tutti.
5. Tutti i membri del gruppo possono, di volta in volta, proporre dei libri da leggere. La norma vorrebbe che ogni partecipante al GdL proponga un massimo di tre titoli, la pratica dimostra però che non siamo mai riusciti a dire no ad un libro proposto.
6. Il libro da leggere durante il mese viene estratto a sorte dalla totalità dei titoli proposti nel corso degli incontri.
7. Si privilegia la narrativa, sia essa meno conosciuta o più importante dal punto di vista letterario. Si possono proporre libri che abbiamo già letto e vorremmo rileggere o libri che non abbiamo mai letto.
8. Tutti i membri del gruppo di lettura possono partecipare agli incontri con approfondimenti, appunti e note per analizzare al meglio il libro letto.
9. Si può partecipare agli incontri anche se non si è letto il libro.
10. Non è obbligatorio comprare il libro, si può anche prenderlo in prestito o procurarselo in biblioteca. Nella nostra zona segnaliamo come molto fornite e ben organizzate: la Biblioteca Consorziale di Viterbo, la Biblioteca Luigi Fumi di Orvieto ed il Sistema Bibliotecario del Lago di Bolsena.

 

 

Devolvi il tuo 5x1000 a Fata Morgana

DEVOLVI IL TUO 5x1000
a
FATA MORGANA
La procedura è molto semplice, 
è sufficiente apporre la propria firma, a seconda dei diversi modelli di dichiarazione (CUD, 730 o UNICO) nello spazio in alto a sinistra dedicato al “Sostegno del volontariato, delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale, delle associazioni e fondazioni” ed indicare il Codice Fiscale della
Associazione Fata Morgana
CODICE FISCALE
90040120561
 

 

Soundtrack

Post n°482 pubblicato il 24 Marzo 2017 da ac_fatamorgana

OLTRE IL PONTE

Italo Calvino

 

O ragazza dalle guance di pesca

o ragazza dalle guance d'aurora

io spero che a narrarti riesca

la mia vita all'eta` che tu hai ora.


Coprifuoco, la truppa tedesca

la citta` dominava, siam pronti:

chi non vuole chinare la testa

con noi prenda la strada dei monti.


Avevamo vent'anni e oltre il ponte

oltre il ponte ch'e` in mano nemica

vedevam l'altra riva, la vita

tutto il bene del mondo oltre il ponte.


Tutto il male avevamo di fronte

tutto il bene avevamo nel cuore

a vent'anni la vita e` oltre il ponte

oltre il fuoco comincia l'amore.


Silenziosa sugli aghi di pino

su spinosi ricci di castagna

una squadra nel buio mattino

discendeva l'oscura montagna.


La speranza era nostra compagna

a assaltar caposaldi nemici

conquistandoci l'armi in battaglia

scalzi e laceri eppure felici.


Avevamo vent'anni...


Non e` detto che fossimo santi

l'eroismo non e` sovrumano

corri, abbassati, dai corri avanti!

ogni passo che fai non e` vano.


Vedevamo a portata di mano

oltre il tronco il cespuglio il canneto

l'avvenire di un giorno piu' umano

e piu' giusto piu' libero e lieto.


Avevamo vent'anni...


Ormai tutti han famiglia hanno figli

che non sanno la storia di ieri

io son solo e passeggio fra i tigli

con te cara che allora non c'eri.


E vorrei che quei nostri pensieri

quelle nostre speranze di allora

rivivessero in quel che tu speri

o ragazza color dell'aurora.


Avevamo vent'anni...

 
 
 

Gli Incontri con gli Autori del GdL Fata Morgana

Post n°481 pubblicato il 22 Marzo 2017 da ac_fatamorgana

Riprendono gli appuntamenti con gli autori che già negli scorsi anni hanno caratterizzato le attività del Gruppo di Lettura Fata Morgana.
Il primo di questo 2017 si terrà alle ore 16:30 di sabato 25 marzo presso il
Palazzo della Cultura di Civitella d’Agliano (VT):
il giornalista viterbese Pierluigi Vito presenterà il suo libro “Quelli che stanno nelle tenebre” edito nel 2016 per i tipi di Robin Edizioni, coordina l’incontro Emiliano Li Castro.
Nella logica di libero accesso alla cultura che caratterizza il lavoro dell’Associazione Fata Morgana la presentazione è ad ingresso libero e gratuito.

– E ora? Che speranza ci resta?

– Di stare dalla parte giusta.

– Ci stiamo davvero? 

Ora vi racconterò una storia. Una storia vecchia, di quelle che potevano capitare in un paese da poco uscito da una guerra. Una storia strana, tanto che nella sua completezza non la conoscono nemmeno tutti quelli che vi hanno preso parte e che riusciranno finalmente a comprenderla leggendo le pagine che seguono”. Queste le prime righe di una storia che inizia nel Gennaio del 1956, in un paesino dell'Appennino parmense, il 5 gennaio 1956 per la precisione, con "il regionale delle 15.42 da Parma, puntuale nei suoi consueti tre minuti di ritardo". In quel giorno alla locale stazione ferroviaria arrivò la prima locomotrice E.636 che transitava sulla linea e con essa "una valigia a sinistra, a destra l'atra, immobile nella sua divisa" il maresciallo Falcioni. E' un forestiero ombroso, taciturno, che si porta addosso il peso degli anni di guerra e di un amore infelice. Ligio al dovere, riuscirà a farsi apprezzare dalla comunità locale. In particolare dal parroco: forestiero anche lui, un prete decisamente sui generis, attivissimo nel sostenere la causa della giustizia sociale alla luce del Vangelo e mal sopportato sia dai notabili democristiani che dai capi comunisti. Un rapporto carico di tensioni ed empatia affrontando le piccole e grandi traversie che segneranno la vita del paese, nell'intrecciarsi delle vicende personali dei suoi abitanti con quelle della grande Storia. A far deflagrare il corso degli eventi sarà un assassinio dai risvolti oscuri e imprevedibili. L'indagine del maresciallo rivelerà una verità sconcertante, a far da contrappunto alla narrazione, il latino delle narrazioni bibliche del parroco e il francese delle canzoni di Edith Piaf, preziosa memoria per il maresciallo Falcioni, legame con una famiglia che non c'è più.   

 

 
 
 

C'E' CHI DICE NO!!!

Post n°480 pubblicato il 12 Marzo 2017 da ac_fatamorgana

A Civitella d'Agliano è in corso una dura lotta contro le cave.
Riceviamo e pubblichiamo questa lettera inviataci dal "Comitato Tutela Valle del Tevere
Alto Lazio": 
stanno portando avanti una battaglia legale molto costosa per difendere il
nostro territorio ed hanno bisogno dell'aiuto di tutti!

 

 
 
 

Assemblea ordinaria dei soci

Foto di ac_fatamorgana

Cari soci,

è indetta per domenica 12 marzo 2017, alle ore 1:00 in prima convocazione e alle ore 16:00 in seconda convocazione, l’Assemblea ordinaria dei soci dell’Associazione Culturale Fata Morgana, che si terrà presso il Palazzo della Cultura di Civitella d’Agliano (via Marconi) sala Vittorio Brunelli con il seguente ordine del giorno:

- Bilancio consuntivo 2016

- Relazione sulle attività svolte nell’anno 2016

- Discussione sulle iniziative in programma per l’anno 2017

- Varie ed eventuali

Data l’importanza dell’appuntamento si prega di non mancare! :)

 
 
 

QUELLI CHE STANNO NELLE TENEBRE - GdL Fata Morgana

Foto di ac_fatamorgana

Quelli che stanno nelle tenebre

Pierluigi Vito

 

– E ora? Che speranza ci resta?
– Di stare dalla parte giusta.
– Ci stiamo davvero?

Ora vi racconterò una storia. Una storia vecchia, di quelle che potevano capitare in un paese da poco uscito da una guerra. Una storia strana, tanto che nella sua completezza non la conoscono nemmeno tutti quelli che vi hanno preso parte e che riusciranno finalmente a comprenderla leggendo le pagine che seguono”. Queste le prime righe di una vicenda che si sviluppa nel Gennaio del 1956 in un paesino dell’Appennino parmense scosso dall’omicidio di un forestiero che darà filo da torcere all’ombroso maresciallo Falcioni, carabiniere viterbese giunto in queste terre con il fardello di un doloroso passato. Accanto a lui uno strano parroco, forestiero anche lui, che cerca di prendersi cura di tutti nel nome di un Gesù povero e disarmato. A far da sottofondo musicale alla narrazione le canzoni di Edith Piaf, legame inscindibile per il maresciallo Falcioni con una vita che non c’è più, intrecciate con la grande Storia: il “nevone”, il naufragio dell’Andrea Doria, la tragedia di Marcinelle, la rivolta d’Ungheria.

 

L’autore: Pierluigi Vito 
Pierluigi Vito (Viterbo, 1974) è un giornalista professionista e lavora dal 2003 a Tv2000 in forza al Tg e alle rubriche culturali. Ha realizzato i docufilm Miserias Experiri, prima ripresa televisiva al mondo del codice medievale contenente La Vita ritrovata di San Francesco d’Assisi, e Un avvenire di libertà sulla storia della Pro Civitate Christiana. Nel 2009 con la casa editrice Zona ha pubblicato il libro-inchiesta Antenna Proibita.
Un suo racconto è contenuto nella raccolta Si sente la voce: i migliori racconti di 8x8, a cura di Oblique Studio, CartaCanta editore (2012), mentre con Il figlio di Viorel ha ottenuto una menzione al Concorso letterario InediTO 2010, nella sezione Narrativa-Racconti. Quelli che stanno nelle tenebre, pubblicato nel 2014 con Robin Edizioni, è il suo primo romanzo.

 
 
 

Gruppo di Lettura Fata Morgana

Foto di ac_fatamorgana

Nel corso di questo mese il Gruppo di lettura Fata Morgana leggerà "QUELLI CHE STANNO NELLE TENEBRE" (Robin Edizioni, 2016) dell'autore viterbese Pierluigi Vito.

Per il prossimo incontro torna la formula dell'Incontro con l'Autore e sabato 25 marzo, presso il Palazzo della Cultura di Civitella d'Agliano, Pierluigi Vito converserà con noi di questa sua prima prova narrativa. Coordina l'incontro Emiliano Li Castro.

L'appuntamento è alle 16:30. Vi aspettiamo, intanto buona lettura a tutt*! :)

 

 
 
 
 
 

ACCENNI DI CONTEMPORANEO 2017

CONCEPT – Accenni 2017:

LUCE COME FORMA
Inizia tutto così: veniamo dati alla luce. La luce poi gioca con noi e con le superfici, restituendo la forma del mondo nei nostri occhi. Siamo illuminati da ciò che vediamo e nel buio sogniamo.

"La vita è una grande avventura verso la luce" - Paul Claudel

 

LIGHT AS SHAPE
It all starts like this: at birth we are given "to the Light". Then the Light plays with us and the surfaces, shaping the world and giving back to our eyes. We are illuminated by what we see and in the darkness we dream.

"Life is a great adventure towards the light" – Paul Claudel

 

For the XIV edition of the festival "ACCENNI DI CONTEMPORANEO" the theme chosen by the working group is "LIGHT AS SHAPE". We are currently inviting artists to apply to our exhibition. If you are interested in taking part, contact our Art Direction at: accennidicontemporaneo@gmail.com

 
 
 

Gruppo di Lettura Fata Morgana

Nel corso di questo mese il Gruppo di lettura Fata Morgana leggerà "ACCIAIO" di Silvia Avallone.

Il prossimo incontro si terrà alle ore 21:00 di venerdì 24 febbraio presso la Biblioteca Comunale.

Buona lettura a tutt*!  :)

 

******************

Acciaio

di Silvia Avallone

Nei casermoni di via Stalingrado a Piombino avere quattordici anni è difficile. E se tuo padre è un buono a nulla o si spezza la schiena nelle acciaierie che danno pane e disperazione a mezza città, il massimo che puoi desiderare è una serata al pattinodromo, o avere un fratello che comandi il branco, o trovare il tuo nome scritto su una panchina. Lo sanno bene Anna e Francesca, amiche inseparabili che tra quelle case popolari si sono trovate e scelte. Quando il corpo adolescente inizia a cambiare, a esplodere sotto i vestiti, in un posto così non hai alternative: o ti nascondi e resti tagliata fuori, oppure sbatti in faccia agli altri la tua bellezza, la usi con violenza e speri che ti aiuti a essere qualcuno. Loro ci provano, convinte che per sopravvivere basti lottare, ma la vita è feroce e non si piega, scorre immobile senza vie d’uscita. Poi un giorno arriva l’amore, però arriva male, le poche certezze vanno in frantumi e anche l’amicizia invincibile tra Anna e Francesca si incrina, sanguina, comincia a far male.

Attraverso gli occhi di due ragazzine che diventano grandi, Silvia Avallone ci racconta un’Italia in cerca d’identità e di voce, apre uno squarcio su un’inedita periferia operaia nel tempo in cui, si dice, la classe operaia non esiste più. E lo fa con un romanzo potente, che sorprende e non si dimentica.

 

L’autrice: Silvia Avallone 

Silvia Avallone è nata a Biella nel 1984 e vive a Bologna, dove si è laureata in Filosofia e specializzata in Lettere. Nel 2007 ha pubblicato la raccolta di poesia Il libro dei vent’anni (Edizioni della Meridiana), vincitrice del premio Alfonso Gatto sezione giovani. Con il suo romanzo d’esordio Acciaio (Rizzoli, 2010) ha vinto il premio Campiello Opera Prima, il premio Flaiano, il premio Fregene, e si è classificata seconda al premio Strega 2010. Il romanzo è stato tradotto in 23 lingue e in Francia ha vinto il Prix des lecteurs de L’Express 2011. Da Acciaio è tratto il film omonimo, per la regia di Stefano Mordini, presentato alla 69ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. L’ultima fatica letteraria dell’autrice si intitola Marina Bellezza ed è stata pubblicata, sempre con Rizzoli, nel 2013. 

 

ACCIAIO, di Silvia Avallone

 

 

 
 
 
 
 
Successivi »
 

 

Contatta l'autore

Nickname: ac_fatamorgana
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 21
Prov: VT
 

 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Ultime visite al Blog

maresogno67ac_fatamorganasimona_77rmLolieMiulubopooscardellestelleIrrequietaDGoticaDamaafef11silvano.picelliorazio_peterpanEllaVideblaisemodestyfante.59mo
 

 

ERINNA donne contro la violenza alle donne


ERINNA
Donne contro la Violenza alle Donne

ERINNA gestisce il
CENTRO PROVINCIALE ANTIVIOLENZA di VITERBO

Sede: Via Bottalone, n.9 - Viterbo
Attività: Via dei Mille, n.44/46 - Viterbo
Segretaria telefonica H24: 0761.342056 

COME ARRIVARE AL CENTRO ERINNA
Telefonare per prendere un appuntamento è la via più semplice. Se nessuna operatrice è in sede, una segreteria telefonica è attiva H24; non intimoritevi, attendete il segnale e lasciate il vostro numero di telefono scandendo in modo chiaro i numeri, sarete richiamate al più presto. Segnalate anche eventuali orari per voi più sicuri.
L'appuntamento vi da modo di conoscere il Centro e le operatrici, vi garantisce provacy e un tempo di ascolto solo per voi.

Telefono: 0761 342056

Potete anche mandare una mail, se questo vi fa sentire più a vostro agio. Accennate il problema se volete e scrivete il vostro numero di telefono, segnalando anche in questo caso quali ore del giorno possono crearvi problemi, sarà più semplice comunicare.

Email: e.rinna@yahoo.it

C'è violenza ogni qualvolta non c'è consenso.


Il 5x1000 a sostegno dell'impegno
Devolvi il tuo 5x1000 a

Associazione Onlus ERINNA
C. F.  90058120560

 

 
immagine
 

Fata Morgana sta con l'Acqua Pubblica!

 

immagine

 

 

Info e materiali:
www.acquabenecomune.org

 

 

 

Disclaimer

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Le immagini e le notizie pubblicate sono spesso tratte dal web, valutate quindi di pubblico dominio.  Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario a tale pubblicazione, segnalino tale dissenso all'autore che provvederà all'immediata rimozione.
Questo Blog è pubblicato sotto Licenza Creative Commons.

immagine