Community
 
Calypso.P
   
 
Creato da Calypso.P il 15/03/2010
Colei che comincia a piedi nudi.
 

 

Causalitą (gr. aitia; lat. Causa; ingl. Causality; franc. Causalité; ted. Kausalität).

Post n°448 pubblicato il 25 Gennaio 2011 da Calypso.P
 

Citando una frase pronunciata da Benjamin Disraeli: "E' molto più facile essere critici
che essere corretti".

Nicola Abbagnano Dizionario di Filosofia
TEA-UTET, Torino 1970, pp.117-123.

Causalità (gr. aitia; lat. Causa; ingl. Causality; franc. Causalité; ted. Kausalität). Nel suo significato più generale, la connessione tra due cose, in virtù della quale la seconda è univocamente prevedibile a partire dalla prima. Storicamente questa nozione ha assunto due forme fondamentali: 1° la forma dì una connessione razionale, per la quale la causa è la ragione del suo effetto, che è perciò deducibile da essa. In questa concezione l’azione della causa viene spesso descritta come quella di una forza che genera o produce immancabilmente l’effetto; 2° la forma di una connessione empirica o temporale, per la quale l’effetto non è deducibile dalla causa, ma è tuttavia prevedibile in base ad essa per la costanza e uniformità del rapporto di successione. Questa concezione elimina dal rapporto causale l’idea di forza. Ad entrambe queste forme è comune la nozione della prevedibilità univoca cioè infallibile dell’effetto, a partire dalla causa, e perciò pure la nozione della necessità del rapporto causale. Questo concetto continua nella filosofia moderna ad essere partecipato sia da dottrine idealistiche o aprioristiche, sia da dottrine materialistiche meccanistiche. Fichte identifica la C. con l’attività creativa dell’lo infinito che si dispiega e realizza  secondo un’assoluta necessità razionale (Wissenschaftslehre, 1794, § 4, C-D).

Hegel considera la causalità come la sostanza stessa «in quanto è riflessa in sè (Enc., § 153) cioè internamente articolata nella sua necessità. «La causa va perduta nel suo altro, nell’effetto; l’attività della sostanza causale va perduta nel suo operare », egli dice (Wissenschaft der Logik, III, 2, 1 B). Hegel prendendo lo spunto dall’etimo della parola Ur-sache (causa) vede nella causa la «cosa originaria» (Enc., § 153) cioè la cosa che è l’origine o il principio delle altre o da cui le altre derivano: derivano, s’intende, razionalmente in modo da costituire, insieme con essa, il sistema totale della ragione.Qui è anticipato chiaramente il punto fondamentale della critica di Hume, cioè l’indeducibilità dell’effetto dalla causa. Hume comincia infatti col negare proprio che ci sia tra causa ed effetto un tale rapporto.

Noi ci illudiamo, dice Hume, che se fossimo condotti all’improvviso su questo mondo potremmo subito dedurre che una palla di biliardo può comunicare il movimento ad un’altra. Ma in realtà «anche supponendo che mi nasca per caso il pensiero del movimento della seconda palla quale risultato del loro urto, io potrei concepire la possibilità di altri mille avvenimenti differenti, per es., che entrambe le palle rimanessero ferme o che la prima se ne tornasse indietro diritta o scappasse da uno dei lati in una direzione qualsiasi. Tutte queste supposizioni sono coerenti e concepibili; e quella che l’esperienza dimostra vera non è pi coerente e concepibile delle altre». La conclusione è che «tutti i nostri ragionamenti a priori non potranno mostrare alcun diritto a questa preferenza»; e che «invano pretenderemmo di predire qualche singolo avvenimento, o inferire qualche causa o effetto, senza l’aiuto dell’osservazione e dell’esperienza» (Inq. Conc. Underst., IV, 1).

 

 
 
 

Un uomo il mio.

Post n°445 pubblicato il 24 Gennaio 2011 da Calypso.P

Ed oggi finalmente una giornata tutta mia.Ho oziato, ho dormito tanto, ho pulito casa ed ho cucinato ed abbiamo già fatto cena, weil Il mio Amore, aveva fame. Ed il dolore alla spalla con creme ed ibuprofen lo sto curando.

R.La tua macchina non è del tutto morta, ha ancora qualche battito, è riparabile.

Rosa. Cosa ha?

R. Die cilinder ed il ventilatore rotti.Quando il signore (del concessionario) ha aperto il motore ha urlato( chi guida questa macchina)?Io ho risposto:-Una piccola pestifera Italiana.

Rosa.E lui?

R. Ha riso, ma ti aiuto io  a pagarla..

Rosa:-Ma no Rassù...

R.Siamo una famiglia, la tua macchina è nostra, abbiamo superato il trasloco(che stata una fatica che nessuno puo'immaginare)abbiamo superato un anno di preparazione matrimonio( che veramente fino alla fine ci ha snervati, mancava sempre qualche documento mio )abbiamo superato di peggio, superiamo anche un cilindro rotto di una macchina e vedrai..te la pulisco anche,( un caos dentro la mia  macchina) che quando te la riporto dietro ti sembra di guidare una Porsche.

Lo dico che io che amo quest'uomo.

Generalmente si ritiene che la coppia sia fondata su una diade, l’Io ed il Tu. Niente di più errato. La coppia nasce da una diade, ma per sopravvivere nel tempo necessita di evolversi in una triade: l’Io, il Tu ed il Noi. Il Noi è la relazione stessa, inteso come spazio di condivisione e progettualità reciproca. Senza di esso la diade o diventa una monade fusionale o permane in una dualità senza nessun fine.

 

 
 
 

Penso.

Post n°444 pubblicato il 24 Gennaio 2011 da Calypso.P

Avevo scritto un chilometrico post.Se cancellato. E come ogni cosa che si cancella, non so ..mi sembra deciso dal "fato" non lo riscrivo. Ho la cena già preparata. Pollo alla siciliana al forno, con patate, pomodori, cipolle e profumo di origano e tortiglioni al pesto di rucola. Volete la ricetta del pesto di rucola?

Rucola, noci, noce moscata, parmiggiano e pecorino ed un pizzico d'aglio,e dimentico olio extra vergine di oliva.

Io lo faccio così.

Ho creato una nuova ricetta nel menù al ristorante .Cappelletti ripieni di barbabiettole e noci, con crema di burro con semi di papaveri e semi di sesamo..squisita ricetta.

Oggi sento il freddo della solitudine delle persone in modo  pesante.Qui. Sarà il dolore alla spalla che oggi non vuol andar via...Ma volevo chiedervi .

Dove finito il vostro coraggio di rivalsa, di ricominciare?

Mi fate un sorriso?

 
 
 

Ho bisogno.

Post n°443 pubblicato il 24 Gennaio 2011 da Calypso.P

http://www.tantobenessere.com/wp-content/uploads/2010/11/caff%C3%A8.jpg

Ho bisogno di caffe.

Ho bisogno di star poco qui.

Il dolore lancinante alla spalla destra( ormai cosa da mesi) è calmo.

Ho bisogno di stirare, di stendere le magliette bianche, di preparare con calma la cena con un po' di musica, maritino arriverà stanco, che ha portato durante pausa"Caterina" al concessionario ed arrivera tardi..mi serve un bagno caldo...e rilassarmi.

Giorno Mondo.

 
 
 

Terra della insenature.(terra sinus)

Post n°442 pubblicato il 23 Gennaio 2011 da Calypso.P

Stasera ho voglia di scrivere qui. Non mi va di far login su  Demetra. Oggi è stata una giornata di lavoro e sole, ma freddo tanto. Mi ha accompagnata Rainer a lavoro. La mia auto è morta in salita.Vedevo affianco  a me un uomo in bici che con un sorriso piacente , mi sorpassava..ho capito allora che ormai la mia " caterina" aveva preso l'ultimo respiro.

Ecco ma non volevo raccontarvi della storia della mia macchina che si è rotta.

Ma se sono oggi così come  sono "io"lo devo alla mia terra dove sono nata e dove ho vissuto per 14 anni..e dove ogni tanto torno . Deve ringraziare il mio cuore dic io' che sono oggi io, per i bellissimi posti dove ho vissuto.

 
 
 

Auto e donne.

Post n°441 pubblicato il 23 Gennaio 2011 da Calypso.P

Ho finito adesso adesso di lavorare...e non vi dico neanche quanto ho corso oggi. Ma domani sono libera,  solo perchè la mia "polo " Vw è morta ieri in salita, ha avuto un HerzInfart. Adesso si vedrà come fare, Rainer vorrebbe una piccola auto per me, una Ford Ka.Tanto paga maritino.Ma perchè a noi donne dicono sempre" Una macchina piccola va bene per te"?Ed io che sognavo questa.Cliccare il link.

http://www3.mercedes-benz.com/mbcom_v4/de/f800/de.html

 

 
 
 

Antiche cittą Alseatiche e Babel

Post n°440 pubblicato il 23 Gennaio 2011 da Calypso.P
 

 

 

http://static.sftcdn.net/de/scrn/59000/59814/3_Babel_wallpaper.jpg

 
 
 

Ciauz.

Post n°438 pubblicato il 22 Gennaio 2011 da Calypso.P

Sono arrivata adesso da lavoro. Meglio così che ho lavorato questa mattina...così stasera sono libera. Avevamo una "cresima", una trentina di persone, menù alla Carte...non sono stanca... ma ho dovuto preparare per il buffet che bisognava portar via ad una festa privata...stasera.Un riposino adesso( una pennichella con Rassù ),ho sonno, ho mangiato oggi solo una pizza  ed una cioccolata solubile della Milka.

Che sonno..sbadiglio! Gute Nacht! Buon Fine Settimana a tutti:-)

http://www.wakeupnews.eu/wp-content/uploads/2010/03/piedi_letto1.jpg

 

 

 
 
 

Cittą e volti.

Post n°437 pubblicato il 21 Gennaio 2011 da Calypso.P


2

 
 
 

Corro:-)

Post n°436 pubblicato il 21 Gennaio 2011 da Calypso.P

Oggi è un'altra giornata corri o perdi il treno. Ringrazio a tutti dei commenti,( che leggo scrupolosamente) ma non ho tempo di rispondere. Perdonatemi.

Ho una marea di roba da fare  a casa.

Ho avuto coraggio finalmente di mettere alla gogna quel " il mio chef" ..con oppure  così oppure io vado..poichè ho nuove offerte interressanti, ma ha fatto tante promesse, ne avesse mantenuta una...Allora sudava..Ma no Rosa..ti giuro dopo le ferie di Marzo..eheheh .Gli ho presentato le due lettere ( ospedale e Ristorante importante)che mi sono arrivate, che mi vorrebbero subito..eheheh sudava:-)

Un caffè, un bagno caldo, una serata con mio marito e un post serio su Demetra.

Mica questi sono post seri..sono solo segnali della mia esistenza.Io vivo, io ci sono, io sento, io percepisco, io sorrido ed io posso anche soffrire.Dove? in un puntino del centro europa.

Buona serata a tutti.VolareLiberi.

 
 
 
Successivi »
 

Area personale