Blog
Un blog creato da dexter76 il 16/06/2006

LAJUVENTUS SIAMO NOI

LA JUVE AGLI JUVENTINI

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

 

Del Piero Golden Foot 2007

Post n°18 pubblicato il 04 Settembre 2007 da dexter76

Sono giornate intense quelle che sta vivendo Alessandro Del Piero: domenica ha timbrato il secondo gol nella vittoriosa trasferta di Cagliari, da lunedì sera è a Coverciano per il ritiro della Nazionale e, tra i due importanti impegni, il capitano bianconero ha dovuto assolverne un altro, quanto mai piacevole e prestigioso. Oggi infatti, a Montecarlo, Alex ha ricevuto, alla presenza del Principe Alberto II di Monaco, il Golden Foot 2007.

Il riconoscimento organizzato da World Champions Club di Montecarlo, giunto alla quinta edizione, ogni anno premia i giocatori in attività, di almeno 29 anni, che si siano distinti nella loro carriera per i risultati sportivi ottenuti, per la correttezza e la personalità mostrata, per la fama raggiunta, ma soprattutto per la capacità di entrare nel cuore della gente.

E Del Piero nel cuore della gente è entrato con forza, tanto che gli oltre 150.000 appassionati che hanno votato via Internet da tutto il mondo, hanno preferito lui ad altri nove candidati eccellenti come Beckham, Cafu, Cannavaro, Roberto Carlos, Figo, Giggs, Henry, Maldini e Raul.

Alex è il secondo bianconero a lasciare l'impronta del proprio piede sulla Champions Promenade di Montecarlo, la strada situata sul lungomare del Principato di Monaco: nel 2004 fu infatti Pavel Nedved ad aggiudicarsi il riconoscimento, dopo Roberto Baggio, vincitore nel 2003, e prima di Shevchenko e Ronaldo, premiati negli ultimi due anni.

 
 
 

TREZEGUET BIANCONERO FINO AL 2011

Post n°17 pubblicato il 26 Giugno 2007 da dexter76
Foto di dexter76

Un altro colpo del mercato bianconero. Dopo i rinnovi di Zebina e Buffon, dopo gli acquisti di Iaquinta, Tiago e Almiron ecco la conferma di David Trezeguet, lo straniero più prolifico nella storia del club, il centravanti da 145 gol in bianconero. Per lui un rinnovo fino al 2011, altri quattro anni alla Juventus per battere nuovi record.
La firma è arrivata in serata, nella sede della Juventus, dove ad accogliere il giocatore francese c’erano il presidente Cobolli Gigli, l’amministratore delegato Blanc e il direttore sportivo Secco.

"Sono orgoglioso di legare il mio nome per altre quattro stagioni alla Juventus. Oggi – ha detto Trezeguet – ho fatto una scelta decisiva per la mia carriera e per la mia vita: questo è un club che mi ha dato tanto e con il quale voglio continuare a vincere. Negli ultimi quindici giorni ho apprezzato l’impegno della società e la considerazione che i dirigenti hanno dimostrato nei mie confronti. Un atteggiamento che mi ha convinto a mettere da parte le incomprensioni e a pensare solo al futuro, per ricominciare al più presto a regalare emozioni ai tifosi".

La soddisfazione della Juventus è stata espressa dall’amministratore delegato Blanc: "Con David abbiamo discusso a lungo e alla fine abbiamo trovato un punto di equilibrio che soddisfa entrambi. Da parte nostra c’è sempre stata l’intenzione di confermare un campione che in sette anni ha scritto la storia della Juventus, segnando tantissimi gol e contribuendo a raggiungere traguardi importanti. Abbiamo chiarito in modo definitivo le reciproche posizioni e adesso non possiamo che essere soddisfatti per un accordo che rende la squadra competitiva ai massimi livelli".

Tratto da: www.juventus.com

 
 
 

Grazie Bettega!!!!!!!

Post n°16 pubblicato il 22 Giugno 2007 da dexter76





La Juventus e Roberto Bettega comunicano che nei prossimi giorni
giungerà a scadenza il rapporto di collaborazione che per molto tempo è
stato fonte di reciproche soddisfazioni.

Roberto Bettega saluta con il cuore la Famiglia, la Juventus e i suoi tifosi, parti indimenticabili della sua vita.

La
Juventus ringrazia con sincero affetto Roberto Bettega per l’impegno e
per la passione con cui si è dedicato alla Società e gli augura per il
futuro ogni successo.






 
 
 

Tiago e Almiron Bianconeri fino al 2012

Post n°15 pubblicato il 22 Giugno 2007 da dexter76
Foto di dexter76

Forze nuove nel
centrocampo della Juventus. La società bianconera ha ufficializzato un
doppio acquisto: dall’Empoli arriva l’argentino Sergio Bernardo Almiron
e dal Lione il portoghese Tiago Cardoso Mendes. Entrambi hanno firmato
un contratto quinquennale fino al 2012.

Due ingaggi che
permettono alla squadra (ma in particolare al reparto) di crescere
sotto tutti gli aspetti: qualità, quantità, esperienza e apporto in
zona gol.

Tiago Cardoso Mendes ha compiuto 26 anni lo scorso 2
maggio. Nativo di Viana do Castelo, è il quarto portoghese ad indossare
la maglia bianconera dopo Rui Barros, Dimas e Paulo Sousa. Vanta un
curriculum di tutto rispetto. Ha militato in club importanti, abituati
a lottare per il vertice: Benfica, Chelsea e Lione, oltre alla
nazionale portoghese. Nelle ultime tre stagioni, ha conquistato
altrettanti titoli, uno in Inghilterra (con il connazionale Mourinho in
panchina) e due in Francia. Ora è in Italia con la voglia di
proseguire: “Sono qui per vincere altri titoli – sono state le prime
parole dopo la firma. Sono felice della scelta. La Juventus è un grande
club europeo, arrivarci era un sogno e ora l’ho realizzato”.



Chi invece il campionato italiano lo conosce molto bene è Almiron. A
27 anni (nato a Santa Fè l’8 novembre 1980), una fetta importante della
sua vita l’ha passata nel nostro paese, dove è giunto nel 2001,
ingaggiato dall’Udinese che lo prelevò giovanissimo dal Newell’s Old
Boys. Udine e Verona sono state tappe per la sua crescita, fino alla
consacrazione ad Empoli, dove ha contribuito (anche con i suoi gol, uno
fatto a Buffon!) ad una promozione, ad una salvezza e ad una storica
qualificazione alla Uefa. Ritrova Iaquinta e le sue prime parole
assomigliano molto a quelle del compagno: “Sono qui per mostrare a
tutti il mio valore, sono pronto ad affrontare ogni difficoltà. Ce la
metterò tutta, come ho sempre fatto. E’ un nuovo punto di partenza
della mia carriera, lo aspettavo da tempo”.

 
 
 

Post N° 14

Post n°14 pubblicato il 22 Giugno 2007 da dexter76
Foto di dexter76

“Se tutti sono colpevoli nessuno è colpevole”
Ecco perchè nel nostro calcio regna l’ingiustizia

di Xavier Jacobelli

Breve promemoria d’inizio estate: nel calcio italiano si può fare qualunque cosa perchè, se tutti sono colpevoli, nessuno è colpevole. Nulla ci è stato rispamiato negli ultimi dodici mesi: Calciopoli, le partite taroccate, gli arbitri condizionati, i bilanci truccati, i pedinamenti di arbitri e calciatori, il mercato falsato, le plusvalenze di portieri che manco giocano più, una giustizia sportiva che celebra processi sommari ed emette sentenze sistematicamente ribaltate da un grado di giudizio all’altro, seminando iniquità a ogni piè sospinto. Per non parlare della credibilità di un sistema che se ne infischia della Nazionale campione del mondo e, pur di sfamare l’egoismo dei club, ritarda la partenza del campionato così le società possono incassare più soldi con le teleamichevoli d’agosto. E Donadoni? E gli azzurri? Chissenefrega. Lo scandalo più grave nella storia del nostro football doveva essere la sua palingenesi: è stata una grande occasione perduta. Non c’è giorno che non ne abbiamo una riprova. Il giudice di Milano scrive nero su bianco che l’Inter non si sarebbe potuta iscrivere al campionato 2005-2006 e che anche il Milan ha sbagliato? Il presidente della Lega manco si preoccupa: siamo vaccinati, passerà anche questa. Già. E’ lo stesso signore che in morte di Raciti disse: le vittime fanno parte del sistema, lo spettacolo deve continuare. E il presunto falso in bilancio? E’ tutto a posto, è tutto in ordine, tagliano corto gli interessati. Sicuramente avranno ragione loro, ma, intanto, non si può non ripensare alla Covisoc svuotata di ogni potere alla fine degli Anni Novanta, quando il prof. Uckmar se ne andò sbattendo la porta perchè aveva capito tutto. Poi arriva l’archiviazione del procuratore Federale sui pedinamenti di un arbitro e di alcuni giocatori (è normale no? ) mentre impazza il dibattito se sia più grave condizionare gli arbitri o taroccare i bilanci. Come se anche nel campionato dell’illiceità esistesse una zona Champions e l’area salvezza. Mentre bisognerebbe stabilire una volta per tutte che, chiunque sbagli, deve pagare. Che le regole sono fatte per essere rispettate. Ma vaglielo a dire a quelli che non cambiano il calcio.

 
 
 
Successivi »
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

scenicleongaetanopuglisi1969esistrofiche74dexter76juventinopartenopeocaspy2000flormarinavitacisterninoicebergxxxsfulgoricomodo1965uoppymagicjuvesTravis64limpi.limpi
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom