Creato da gianor1 il 07/01/2005
Da qualche parte una farfalla batte le ali e mette in moto un meccanismo irreversibile dalle conseguenze imprevedibili.
 

 

« Cronaca irriverenteVolontà ereditaria »

Si chiama Elsa

Post n°799 pubblicato il 13 Febbraio 2018 da gianor1
 

Lei dice di chiamarsi Elsa e sempre, quando sorride, ha il viso lumeggiato da occhi grandi e cerulei. Solitamente  La incontro sotto i portici di Via Roma, affaccendata nella sistemazione delle sue piccole cose tutte stipate in un carrello di qualche supermercato. Un ammasso di buste di plastica e di tela stipate di chissà cosa, come il suo modo di vestire, fatto di gonne, sovragonne, strati e strati e strati. La cute invecchiata, sporca e inscurita, la bocca con pochi denti, le spalle arcuate e la pulizia, immagino insufficiente, non riescono a darmi di Lei le sembianze di una vecchia megera. E' una sensazione che verifico,quando Le rivolgo la parola. Lei risponde sempre con affabilità e letizia, tenendo in considerazione ogni oblazione (che non chiede mai), ma per la quale dimostra gratitudine con le parole e con l'espressione colma di bontà. Desidero offrirle un panino, una focaccia, una brioche, meglio ancora se alla crema. Però debbo industriarmi ad immaginare i suoi gusti, perché all'interrogativo mirato a sondarli risponde: "Come le pare. Va bene qualsiasi cosa."
Perché viva così non so, non riesco a capacitarmi di come sia finita per la strada, nonostante  i racconti letti o ascoltati quotidianamente. Mi piacerebbe sentirLa parlare più a lungo, ma ho sempre il timore di risultare inopportuno o invadente. Piano piano, magari.

Commenti al Post:
donadam68
donadam68 il 13/02/18 alle 08:22 via WEB
...e dal tuo racconto la storia di tanti, coloro ai margini del mondo, ammassati tra le loro cose, tra quel fare rispettoso e a tratti silenzioso, occhi che parlano stando zitti, gesti significativi di chi si è ritrovato a viver in tal modo, scelta o chissà, ma in quel non chiedere e " come le pare" , il vero senso di quanto vien celato a tal punto di donare, senza nulla osare, alcun domanda, non invadenza, ma la costanza, filo tenace invisibile d'amore e di rispetto che solo il tempo aumenta.
 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 13:31 via WEB
La solitudine che porta all'emarginazione volontaria o meno, è una condizione da affrontare obbligatoriamente, per esempio quando si perde una persona cara: è il momento più duro, che coglie alla sprovvista nonostante le preparazioni mentali, illusorie, cui ci si sottopone. Lasciarsi andare al disinteresse, all’apatia è fin troppo facile, le reazioni positive sono tutte frenate. Chissà quando la nostra società, in toto, si avvierà verso una soluzione.
 
mariagrazia_5
mariagrazia_5 il 13/02/18 alle 09:14 via WEB
La solitudine è un fatto personale, individuale e come tale viene vissuto. A volte l'indagine può anche essere sconcertante e inaspettata per tanti motivi. Parole dolci, collegone. Un saluto caro. Grazia
 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 13:28 via WEB
Nelle grandi città, si possono osservare i risultati dell’emarginazione più estrema e della solitudine: i senza tetto (clochard, barboni, homeless), i poveri assoluti. Grazie per le belle parole. Gian
 
gabbiano642014
gabbiano642014 il 13/02/18 alle 10:03 via WEB
Sembra impossibile eppure nell'enormità della globale metropoli esistono gli invisibili.Le dimensioni che li hanno portati sui marciapiedi,nelle panchine dei giardini è quella solitudine che non sono riusciti a colmare negli eventi delle incomprensioni famigliari,nella mancanza di lavoro,nell'indifferenza della società.Nelle esperienze personali ti scrivo che nella disponibilità della tua volontà umana,il tempo vi permetterà di conoscervi.Sono esperienze che ti arricchiranno molto e nei loro occhi leggono la storia di chiunque si avvicina...
 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 13:27 via WEB
La solitudine è lo stare da soli, l’essere da soli, in un arco temporale, presso uno o più luoghi fisici. Le persone che si isolano o vengono isolate ricevono dagli altri un’identificazione negativa: “lui è quello strano che sta sempre da solo”, oppure “ha delle idee poco belle, sta sempre da solo”, “nessuno vuole parlare con lui…” eccetera. L’esclusione dal gruppo sociale più grande non è priva di conseguenze. L’esclusione trancia i legami con gli amici, con i conoscenti. L’essere esclusi o emarginati può portare anche a esiti nefasti sul luogo di lavoro, fino al licenziamento. Solitudine ed esclusione sociale hanno forti intercorrelazioni reciproche. E’ facile capire che se si perdono gradualmente amici e conoscenti, subendo l’emarginazione, aumenta il senso di disagio legato alla solitudine. Il tema del disagio nella società moderna è da sempre non considerato dalla comunicazione di massa, seppure costituisca una fonte di difficoltà e degrado urbano sempre più considerevole.
 
gabbiano642014
gabbiano642014 il 13/02/18 alle 10:03 via WEB
Ti auguro una buona giornata Gian...Gabbiano
 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 13:23 via WEB
Anche a te deliziosa "Gabbianella". *_* Gian
 
starseablu
starseablu il 13/02/18 alle 10:37 via WEB
Giacome Leopardi interpreta la solitudine come una lente d'ingradimento: se sei solo e stai bene stai benissimo, se sei solo e stai male stai malissimo. Facile interpretazione. Valentina
 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 13:21 via WEB
La frase anche se detta da Leopardi mi appare ovvia. Ciao. Gian
 
fataeli_2010
fataeli_2010 il 13/02/18 alle 11:26 via WEB
Mi mancherà il tuo spazio perché sarò assente per un po'....Un abbraccio Gian a presto :(
 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 13:22 via WEB
Nin ripeto il commento sul tuo blog. Però ti abbraccio forte e a presto! Gian
 
divinacreatura59
divinacreatura59 il 13/02/18 alle 12:11 via WEB
Oggi ti auguro semplicemente una buona giornata...non mi va di leggere.Un abbraccio...Diana.
 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 13:20 via WEB
E' sempre un piacere averti nel mio piccolo salottino. Grazie e tanta serenità. Gian
 
the_oracle73
the_oracle73 il 13/02/18 alle 12:26 via WEB
E' bello ciò che fai Gian. Si apre una finestra su questo martedi: cogli l'attimo per accogliere questo meraviglioso giorno, non te ne pentirai. Un abbraccio ed un bacio colmi di tenerezza, Cinzia ^_^
 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 13:19 via WEB
Direi, piuttosto, giusto ma anche liberatorio. Forse perchè il problema della povertà, del disagio rimangono ai margini del nostro agire. Un caro saluto. Gian
 
Spiky03
Spiky03 il 13/02/18 alle 12:36 via WEB

Ah..il potere delle storie di vita, a me affascina da sempre. Ma quelle di strada, avviliscono, sconcertano, deprimono. Quali storie si nascondono dietro la decisione di vivere ai margini della società?
**** Poveri e nudi, ovunque voi siate
a sfidar scrosci spietati di tempesta,
come potrete senza un tetto a ripararvi,
con i vostri fianchi affamati,
i vostri stracci tutti buchi e finestre,
difendervi da un tempo come questo?
William Shakespeare
Un saluto a te.

 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 13:15 via WEB
"O mondo! Com’è facile per i poveri mostrare dell’orgoglio!" Sempre di Shakespeare. Non ne potevo fare a meno, gentile Interlocutrice. Buon pomeriggio. Gian ^_^
 
molto.personale
molto.personale il 13/02/18 alle 15:21 via WEB
Magari pian piano si confiderà e aprirà il suo mondo perchè son sicura che anche a lei farebbe piacere che qualcuno le dia ascolto e le faccia un pò di compagnia..la solitudine fa male a tutti e nessuno se la cerca..dolce serata prof e un abbraccio
 
 
gianor1
gianor1 il 13/02/18 alle 15:31 via WEB
Penso che l'insistenza diventerebbe una violenza morale e psichica. Lei ha necessità dell'approccio sincero e non compassionevole. Il suo coraggio, perchè è questo che anima la sua esistenza, deve essere ripagato con il rispetto della sua dignità, della sua scelta. Un caro saluto. Gian
 
aforismadamore
aforismadamore il 13/02/18 alle 16:08 via WEB
"Se voi avete il diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri allora io reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall'altro. Gli uni sono la mia patria, gli altri i miei stranieri". (Don Milani). Giulia
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:10 via WEB
Alle parole di Don Milani, aggiungo solo un sorriso di acconsiscendenza. Gian
 
filoderbaromantico
filoderbaromantico il 13/02/18 alle 20:27 via WEB
Quanto dolcezza nella descrizione umana dell'emarginazione, della povertà! Ti abbraccio col cuore.Silvia
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:11 via WEB
La dolcezza è nella dignità di Elsa. Gian
 
viscontina17
viscontina17 il 13/02/18 alle 20:39 via WEB
E' strano come alcune persone, di buona natura ed educazione, possano trovarsi in una situazione vitale di disagio...ma la nostra vita è una vera e propria avventura, e spesso, scelte errate o vera e propria sfortuna, possono cambiare completamente il resto dei nostri giorni. Credo che nella situazione che descrivi, in questo articolo, avrei il tuo stesso tipo di atteggiamento, Gianor. Buona serata e un saluto, silvia
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:14 via WEB
Solitudine ed esclusione sociale hanno forti inter-correlazioni reciproche. E’ facile capire che se si perdono gradualmente amici e conoscenti, subendo l’emarginazione, aumenta il senso di disagio legato alla solitudine. L'emarginazione è dovuta alla povertà materiale, ma anche a quella morale indipendente,ente dal ceto socile di appartenenza. Buondì Gian
 
das.silvia
das.silvia il 13/02/18 alle 21:05 via WEB
Mi piace questo tuo soffermarti, con attenzione, sul contorno della tua vita.Un caro saluto,silvia
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:23 via WEB
Nella vita ciascuno di noi non solo è una parte qualsiasi del creato ma ne è il compendio e l'interprete. Buon pomeriggio. Gian
 
maresogno67
maresogno67 il 13/02/18 alle 21:51 via WEB
ascoltare, incontrare queste persone è importante non tanto per i gesti che possono nascere, ma per un sguardo al mondo che sentiamo...
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:24 via WEB
E’ un argomento di solito preso alla leggera, sottovalutato, salvo poi averci a che fare in prima persona, in una stanza vuota e buia, forse prima occupata da amici e parenti.
 
neopensionata
neopensionata il 14/02/18 alle 01:03 via WEB
Dateli i baci! !
Dateli a chi amate,
dateli a chi è triste e a chi non li sa dare.
Dateli a chi non se li aspetta.
Dateli sempre. Dateli all'improvviso !
Dietro un bacio dato all'improvviso ci sono parole meravigliose.
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:29 via WEB
Come non ubbidire alla tua dolcezza? Grazie di cuore. Gian
 
gaza64
gaza64 il 14/02/18 alle 10:41 via WEB
Scoprire chi è Elsa sarà senz'altro un'esperienza arricchente per entrambi: è questo il bello della conoscenza e della curiosità che spinge a cercarla.
Un caro ed amorevole saluto, visto il giorno. Gabriella...
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:26 via WEB
La solitudine è una condizione da affrontare obbligatoriamente perchè coglie alla sprovvista nonostante le preparazioni mentali, illusorie, cui ci si sottopone. Sereno giorno anche a te. Gian
 
cuoresereno
cuoresereno il 14/02/18 alle 10:51 via WEB
Oggi è un giorno speciale! Auguri di cuore alla tua anima sensibile. Francesca :)
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:27 via WEB
Grazie. Tanto amore anche a te. Gian
 
elyrav
elyrav il 14/02/18 alle 13:27 via WEB
Alcune volte l'ho pensato anche io guardando tristemente queste persone coi loro carrelloni girare per città. Non ce ne sono molti ma ... mi mettono tristezza. Buona giornata
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:30 via WEB
La tristezza dobbiamo tramutarla in comprensione e sostegno in base alle nostre possibilità. Ti saluto caramente. Gian
 
the_oracle73
the_oracle73 il 14/02/18 alle 13:36 via WEB
Ciao Gian.Che questo mercoledi non solo ti porti gioia e serenità, ma ti conduca alla via della più importante felicità. Buon S. Valentino. Un sorriso ed un bacione da chi ti stima, Cinzia ^_^
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:32 via WEB
Dopo la benedizione sul capo delle ceneri, mi serviva il tuo dolce pensiero. Grazie di cuore e Buon S.Valentino anche a te, gentilissima Silvia. Gian^_^
 
lacartavincente1
lacartavincente1 il 14/02/18 alle 14:21 via WEB
Ciao..con affetto e amicizia.. Buon San Valentino da parte mia!..^_^ @@@ CLIK..@@@
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 14:28 via WEB
Ma che bella immagine!Grazie di cuore per la dedica. Tanto amore durevole anche a te, gentilissima Amica. Gian *_*
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 14/02/18 alle 16:45 via WEB
Con un piccolo gesto può iniziare qualsiasi dialogo. Magari con un dolce e un sorriso Elsa ti darà fiducia. Lieta serata, Grace
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 20:40 via WEB
I piccoli gesti del quotidiano sono semplicemente atteggiamenti di accoglienza e di cura verso il prossimo, Il fare poi nasce in noi, spontaneamente, per sensibilità umana. Ce ne accorgiamo quando siamo attenti al confronto, all’autovalutazione e alla riflessione sul fare. Notte serena. Gian
 
soltanto_unsogno
soltanto_unsogno il 14/02/18 alle 19:02 via WEB
Di solito questa gente preferisce rimanere nella sua solitudine, non ama essere disturbata..e' una loro scelta, pero', come dici tu, piano piano..passettino per passettino..un sorriso puo' aiutarla! Buon San Valentino e buona serata..a domani *___*
 
 
gianor1
gianor1 il 14/02/18 alle 20:44 via WEB
Non sempre è una scelta. Nella maggior parte dei casi si è indotti dalle condizioni sociali, economiche. La povertà non è una scelta, ma una condizione disumana e come tale è necessaria estirparla dalla nostra società cosdidetta "civile". Felice serata anche a te. Gian
 
   
soltanto_unsogno
soltanto_unsogno il 19/02/18 alle 12:49 via WEB
Si..ma avranno dei parenti questi clochard?
 
     
gianor1
gianor1 il 19/02/18 alle 14:40 via WEB
E' una domanda la cui risposta è nelle istituzioni. A me, come essere umano, compete la comprensione, senza pormi "perchè" sociologici.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

Area personale

 







Sono per la salvaguardia del grafema Ch

 

Ultimi commenti

Ultime visite al Blog

Lita890dgl0surfinia60gianor1neopensionatacoloroilcielocuoreserenoEMMEGRACEambradistellefiloderbaromanticothe_oracle73das.silviaveramoredivinacreatura59donadam68
 

Come eravamo



 
Citazioni nei Blog Amici: 240
 

 

 

 

Spigolature

AFORISMA
L'educazione è una cosa ammirevole,ma è bene ricordare,
di tanto in tanto,che nulla che valga la pena di conoscere
si può insegnare.
Oscar Wilde



PROVERBIO SARDO
Nen bella senza peccu,nen fea senza tractu.
Non c'è una bella senza difetto,nè una brutta senza grazia.


"Il lavoro del maestro è come quello della massaia, bisogna ogni mattina ricominciare da capo: la materia, il concreto sfuggono da tutte le parti, sono un continuo miraggio che dà illusioni di perfezione. Lascio la sera i ragazzi in piena fase di ordine e volontà di sapere - partecipi, infervorati - e li trovo il giorno dopo ricaduti nella freddezza e nell'indifferenza. Per fare studiare i ragazzi volentieri, entusiasmarli, occorre ben altro che adottare un metodo più moderno e intelligente. Si tratta di sfumature, di sfumature rischiose ed emozionanti.Bisogna tener conto in concreto delle contraddizioni, dell'irrazionale e del puro vivente che è in noi. Può educare solo chi sa cosa significa amare".

 

Armonia delle forme

 



 

 

Solidarietà


 
,

,

,



 

Contatore per siti

 

 
 



 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28