Creato da righe_di_vita il 01/04/2007

Titoli di coda

Per entrare sotto la pelle, penetrare emozioni con il linguaggio delle immagini adattando le semplici parole!

 

Una bella storia...

Post n°774 pubblicato il 03 Settembre 2014 da righe_di_vita
 

Per ora i tavoli vuoti fra un pò festa grande e la storia 
si ripete...
e mi auguro sia infinita... 

Foto di righedivita

 
 
 

Amarcord

Post n°773 pubblicato il 13 Marzo 2014 da mariluci_17
 

Ho rivisto un suo film qualche sera fa. Steve Mc Queen è uno dei protagonisti della mia gioventù quando ragazza non mi perdevo nulla della sua vita e delle sue interpretazioni.
Un bel ricordo di un attore di cui si parla poco !
Eravamo tutte un pò innamorate dei suoi occhi azzurri e di quel modo di recitare un pò "sbiascicato" anche nei movimenti.
Un pò di tristezza per un tempo passato che non tornerà più!! 

 
 
 

Fiocchi

Post n°772 pubblicato il 28 Novembre 2013 da simonaG.70
 

Senza parole!!

 
 
 

erdogan e il prezzo della sua arroganza

Post n°771 pubblicato il 09 Giugno 2013 da fionamay10
 

Comunque finisca,dopo i giorni di piazza Taksim
la Turchia cambierà.
Perchè la gente si è ribellata alla paura.
E indietro non torna.

L'Opinione Pubblica
è risentita anche per le contine aggressioni al suo stile di vita,
per gli arresti seguiti da reclusione senza processo per la più piccola forma di protesta
da parte di studenti o normali cittadini.
E' esasperata dal fatto che la Turchia compaia al primo posto
nella classifica mondiale dei giornalisti rinchiusi in carcere.
E infine ne ha abbastanza degli abusi verbali, della brutalità della polizia
che ha cominciato a dilagare in tutti gli spazi pubblici e politici turchi.
Non è ancora chiaro se il primo ministro abbia capito o stia capendo questa lezione. Farebbe bene ad apprenderla.
Perchè questo movimento ormai non protesta, o non protesta più,
per il parco Gezi, una piccola area con 606 alberi,
situata nei pressi della più importante piazza di Istanbul.
Ormai questo movimento guarda all'identità futura della Turchia.
E intende dar vita a una repubblica veramente laica e democratica, soddisfatta e a suo agio con tutti gli elementi costitutivi della propria identità,
con l'istituzionalizzazione della legalità, dell'indipendenza del potere giudiziario
e il rispetto della vita privata dei suoi cittadini.
Questa settimana
la Turchia è più vicina di quanto non sia mai stata a raggiungere questo obiettivo.
A prescindere da quanto difficile,
lunga e irta di insidie potrà rivelarsi la strada per arrivarci.

Soli Ozel
Senza Frontiere
L'Espresso

(in foto donne senza paura a Istanbul dal web)

 
 
 

*

Post n°770 pubblicato il 19 Maggio 2013 da fionamay10
 


faceva il palo.........

(foto fionamay)

 

 

 
 
 

Indifferenti

Post n°769 pubblicato il 25 Aprile 2013 da aldobrando_1958
 

Il ragazzino biondo trascina il cane
cinquanta centimetri di libertà e poca pazienza
non si ferma all'impulso dell'animale
Fido ha bisogno ma lui...
il biondo indifferente ha l'Ipod
che suona...gracchia e sibila
c'è un messaggio e il gioco e il video da guardare
non ha tempo per la zampa alzata contro l'albero.
Finito il giro, torna verso casa con Fido deluso
scontento.
E' l'unico mezzo di comunicazione per i giovani?
Debole vento di domani e
rimpiango i miei ieri di pennino e calamaio
fiumi di parole a raccontare sul foglio bianco
l'esperienze di guerra e d'amore.
Peccato biondo virgulto
non mi resta che augurarti
di conquistare 10 in calligrafia
e 110 in espressione!

 
 
 

nella rete della signora Jole

Post n°768 pubblicato il 10 Marzo 2013 da fionamay10
 

 

secondo un allarmante rapporto dei servizi segreti,
il futuro del Movimento 5 Stelle è in pericolo. Si starebbe ramificando nel Paese una rete di resistenza clandestina controrivoluzionaria, pronta a entrare in azione qualora il Direttorio Grillo-Casaleggio prendesse il potere.
Ecco gli stralci più significativi del documento dei servizi.

LA SIGNORA JOLE. Il nome in codice dell'organizzazione segreta è "Jole". Prende il nome da una casalinga di Catanzaro, Jole Lauritante, 84 anni che ha chiesto al nipote di entrare a far parte del Movimento 5 Stelle "perchè mi piace tanto Beppe Grillo", ma si è sentita rispondere "non puoi, perchè non hai il computer. Preparami le polpette, chiudi la porta della mia stanza e lasciami in pace, che sto cliccando per il futuro del mio Paese". Da questa risposta la signora Jole avrebbe elaborato un sentimento di esclusione mai provato prima, nemmeno quando era stata licenziata quarant'anni fa dalla Provincia perchè non aveva votato DC. Di qui un sordo rancore nei confronti del nipote e di Beppe grillo, e il proposito di vendicarsi.

L'ORGANIZZAZIONE. Con il sistema della catena di sant'Antonio, la signora Jole scrive cinque lettere a mano, indirizzate a cinque sue amiche ottuagenarie. Ecco il testo: "Stai attenta! beppe grillo, se non ci hai il computter, proprio non ti considera! Manda ad altre 5 tue amiche questa lettera altrimenti sarai maledetta! Se la mandi avrai la fortuna, i soldi e la benedizione di Santa Lucia!" La signora Jole non lo sa, ma le donne anziane senza computer, e devote a Santa Lucia, costituiscono quasi il 60 per cento della popolazione italiana. Nel giro di una settimana milioni di nemici del M5S sono in contatto tra loro, pronti all'azione.

LA RETE. Origliando alla stanza del nipote, o adottando il pretesto di portargli le polpette mentre è in web conference, la signora Jole intende che per fare politica la cosa fondamentale è "la Rete". Essendo la rete che contiene le cozze l'unica a lei nota, Jole capisce che deve trovare un'alternativa molto più capiente. Con il sistema del passa parola, di pianerottolo in pianerottolo, di casa in casa, di quartiere in quartiere, milioni di anziane si mettono all'opera per costruire, a mani nude, la più gigantesca rete mai vista sotto il cielo. Un'opera al cui confronto la Muraglia Cinese è solo un modesto abuso edilizio. Unico dubbio, che rischia di dividere sul nascere il movimento di Jole:
punto croce o uncinetto?

LA TRAPPOLA. Infiacchiti dalle polpette, ormai sovrappeso di parecchi chili e chiusi nelle loro stanze davanti al cumputer, i militanti e i capi del 5 Stelle non se ne sono ancora accorti: appena fuori dalla porta di casa un'immensa rete (in parte uncinetto in parte punto croce) avvolge capillarmente l'Ialia intera. "sembra un immenso centrino da tavola" commenta inorridito un astronauta americano dalla sua orbita. La signora Jole tiene in mano il bandolo di partenza, appeso al suo davanzale. L'altro bandolo è a Gorizia, nelle mani di Gina Casaleggio, l'anziana zia di Gianroberto Casaleggio diventata l'ideologa del Contro Movimento e autrice del libro:
cento ricette per fare le polpette.

GUERRA DEI NERVI. Dalle telefonate intercettate risulta che la Jole e la Gina non hanno la più pallida idea della funzione della loro formidabile Rete. Non sanno che cos'è e non sanno a cosa serve, anche se una delle due ha l'impressione che si tratti "di una cosa molto simile a un enorme centrino da tavola". Le due decidono di bluffare: contano sulla funzione intimidatoria di una Rete così smisurata. Sperano che nessuno dei grillini si faccia la domanda che, da sola, basterebbe a disinnescare la trappola, e cioè: 
a cosa serve la Rete?

IL FUTURO. Appeso a un filo.

Michele Serra
Satira Preventiva
L'Espresso

(in foto la rete del ragno dal web)

 

 

 
 
 

elettori impresentabili

Post n°767 pubblicato il 28 Febbraio 2013 da fionamay10
 


 chantal pirillo

Fondatrice del club  "silvio tvtb",
la trentenne cubista è diventata celebre
  per il video virale nel quale
danza nuda in ascensore
di fronte al suo vicino di pianerottolo,
un maresciallo dei carabinieri in pensione
che le intima di coprirsi.
Ha saputo delle imminenti elezioni,
ma forse non andrà a votare
perchè non ha ben capito il nesso
tra il voto e gli incarichi politici.
Lei, per esempio
è stata sottosegretario
nell'ultimo governo berlusconi,
eppure
nessuno l'aveva mai votata.

Michele Serra
Satira preventiva
l'Espresso

(foto dal web)

 

 

 
 
 

Sincopato

Post n°766 pubblicato il 19 Febbraio 2013 da PrincipeDistratto
 

Un orologio a muro scandisce il tempo
tic tac tic tac
batto il tacco sul pavimento
che magia tra il suo tic tac
e la mia improvvisata batteria
suona in testa tumtumtum
la canzone arriva
trovo le parole tictac tumtum
a ritmo parte l'indice
come le bacchette sul tamburo
tictac tumtum tutu tutu
il motivetto tra piedi dito e orologio
è pronto qualche piccolo dettaglio
certo...sul pentagramma del cuore
che ritmo non si ferma
e adesso non servono più le parole...

 
 
 

a memoria

Post n°765 pubblicato il 13 Febbraio 2013 da fionamay10
 


Cade a memoria nella notte
perchè
è dal buio che viene,
e
nel buio trasforma.
Sopra,
un cielo denso.
Sotto,
disegni di alberi.
Fittissimi.

(fotoneve di fionamay)

 

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

GUARDIANI DELLA PORTA

 Fionamay10
mariluci_17
Anagoor.ma
Aldobrando_1958
SimonaG70
PrincipeDistratto
Valerio_702013
Valdellatorre1968
Survivor

 

 

 

I disegni di  Fionamay10
 sono tratti da fumetti
ed eseguiti con semplici
matite a mano libera.
E' vietato l'utilizzo
a meno del consenso
dell'autrice.
Chiedere è lecito ed
evita malintesi
.
Inoltre:
E' vietato utilizzare:
le foto personali
i pezzi liberamente
pensati e scritti
i disegni e quanto
altro di proprietà
degli autori del blog
se non su richiesta

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

 

TAG

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

 
 

 
RSS (Really simple syndication)Feed Atom