Community
 
alfazulu31
   
 
Creato da alfazulu31 il 06/07/2011

AlfaZulu

.

 

Risveglio

Post n°142 pubblicato il 22 Aprile 2014 da alfazulu31

 

 

Mi addormentai subito dopo l’ultima nota.

Il trucco nel rossetto ancora intatto.

Chi è stato a mettermi vicino il violino di rosso laccato, offerta nell’assolo della mia arte?

Il riposo fu lungo pareva non finisse mai.

Note di ciglia accordavano il mio silenzio.

La pelle d’avorio, il rosso di labbra non diedero segni di cedimento per intere settimane.

Mi nutrivano il sonno o i sogni.

Sogni di sonno forse!

Poi il tuo raggiungermi, fresco, sereno, spontaneo. L’archetto, sconosciuto strumento fra le tue mani, mandò in risonanza le quattro di crine.

Il suono giunse diritto dentro le mie visioni. Si posò sul battito del cuore e con lui ballò.

Graffi, carezze, gemiti, messaggi, baci

…m’agitavano.

Mi risvegliai dal sonno e ancora musica uscire dai tuoi occhi. Intonavano quella romanza, la ricordi vero? “non sarai più sola”

Ci saremmo presi cura l’uno dell’altra, avremmo suonato insieme solo la nostra musica.

Un pentagramma su cui deve ancora essere posato il prossimo arpeggio

 

AlfaZulu31

 
 
 

HEAVEN ON THEIR MINDS

Post n°141 pubblicato il 20 Aprile 2014 da alfazulu31

 

Da sempre Carl Anderson mi dà i brividi in questa lirica che apre l'Opera Rock

 

 

* La traduzione in italiano ne rileva l'attualità


"Non vedi che dobbiamo stare al nostro posto?

Siamo un paese occupato - dimentichi come siamo sottomessi?

La folla mi fa paura

Perchè stiamo diventando troppo rumorosi

E ci annienteranno se andiamo troppo oltre

...........

Per favore ricordati che voglio che noi sopravviviamo

Ma è triste constatare che le nostre possibilità diminuiscono di ora in ora

............

E' stato bello ma ora tutto si sta deteriorando"

 

 

AlfaZulu31

 

 

 
 
 

Estas Tonne un formidabile chitarrista

Post n°140 pubblicato il 22 Marzo 2014 da alfazulu31

 

Desidero farvi conoscere questo straordinario chitarrista

 

 

Ascolto mentre aspetto della primavera i suggerimenti

 

 

Respiro la rinascita

 

 

 

(davanti alla Commerzbank!!! geniale)

 

AlfaZulu31

* dedicato

 

 

 

 

 

 
 
 

Tra poco torneranno le rondini

Post n°139 pubblicato il 17 Febbraio 2014 da alfazulu31

E sarà primavera

La tua primavera

Il tempo si prenderà cura di te

il vento soffierà tra i ricci

il sole scalderà la pelle

Primavera senza fine per te

che hai donata la primavera a me.

.

            .

                       .

 

due rondinelle

AlfaZulu31

* nel cuore e nella mente, non è previsto inoltrarsi nella dimenticanza, deposito il tuo battito d'ali intercettato per un attimo e rimiro il tuo volare acrobatico ed elegante che viola le leggi del tempo e del cielo.

 

 

 

 
 
 

E’ un pentolone che bolle questa Europa

Post n°138 pubblicato il 05 Febbraio 2014 da alfazulu31

 

Ieri il presidente Napolitano ha fatto un discorso al parlamento europeo, l’ho sentito alla radio in auto. Resta un presidente che non mi piace, ma non mi è dispiaciuto di primo acchito. Avrebbe potuto essere più incisivo, avrebbe potuto disegnare una scena che può incendiarsi da un momento all’altro, avrebbe potuto dire che se “l’Europa non  compie una sterzata davvero comunitaria e rivolta alle politiche dei popoli, gli italiani, e non solo loro, potrebbero lasciarla”. Insomma avrebbe potuto essere meno diplomatico, meno convenzionale, meno legato allo stile che solo noi italiani abbiamo, alla faccia di quei quattro leghisti ignoranti che continuano a farci fare figure di merda.


Alcuni passaggi che ho apprezzato:

“I cittadini-elettori non sono dinanzi a una scelta fuorviante tra stanca, retorica difesa di un'Europa che ha mostrato gravi carenze e storture nel cammino della sua integrazione, e agitazione distruttiva contro l'Euro e contro l'Unione.” [avrei tralasciato la particella "non"]

…Infatti, poste di fronte a una drammatica crisi finanziaria, economica e sociale, le istituzioni europee si sono mosse a fatica, fra troppe esitazioni, divergenze e lentezze, ma si sono certamente mosse nel senso della correzione di comportamenti precedentemente tenuti.

…L'Euro ha rappresentato una innovazione di valore storico. Ma è rimasta per troppi anni monca, priva di complementi essenziali ; il che può essere spiegato solo con anacronistiche chiusure e arroccamenti nazionali in campi che dopo l'introduzione dell'Euro non potevano rimanere presidiati dalla sovranità nazionale. [direi che qui le ha cantate, ha un destinatario ben preciso il presidente, anche se non lo ammetterà mai]

…E bisognerà dunque giungere, come chiede il Parlamento e come prevede lo stesso "fiscal compact" a "collocare la governance di un'autentica Unione Economica e Monetaria all'interno del quadro istituzionale dell'Unione". Perché passa di qui la questione di un deciso rafforzamento della legittimità democratica del processo decisionale in seno all'Unione : questione che si è aggravata nella percezione generale, politica se non tecnica, dell'opinione pubblica, concorrendo al diffondersi tra i cittadini di fenomeni di distacco e diffidenza verso le istituzioni europee.

…Voglio dire che - nella crisi di consenso popolare di cui l'Unione europea e il processo di integrazione stanno soffrendo - c'è tutto il peso del malessere economico e sociale che l'Unione non è stata in grado di evitare ; ma c'è anche il peso di una grave carenza politica, in varie forme, sul piano dell'informazione e del coinvolgimento dei cittadini nella formazione degli indirizzi e delle scelte dell'Unione.

…Ieri la molla del porre fine ai nazionalismi economici e politici, generatori di conflittifatali, era una molla potente per conquistare consensi alla causa dell'unità europea.” [Questa è copiata è parte dell'antico progetto europeista fine anni 50...]

…Molta strada dal 1984 ad oggi è stata dunque fatta. Ma restano da vincere ancora dure battaglie politiche, se non contro possibili ritorni di nazionalismi aggressivi, certamente contro persistenti egoismi e meschinità nazionali, contro ristrettezze di vedute, calcoli di convenienza e conservatorismi anacronistici, quotidianamente riscontrabili nelle classi dirigenti nazionali.

…La "vista lunga" : una politica europea, uno spazio pubblico europeo egoismi e meschinità nazionali, contro ristrettezze di vedute, calcoli di convenienza e conservatorismi anacronistici, quotidianamente riscontrabili nelle classi dirigenti nazionali.

Una politica europea, uno spazio pubblico europeo, dei partiti politici europei, che cos'è l'Unione politica di cui si parla, se non si fa vivere su scala europea il confronto politico democratico, la competizione tra le diverse correnti ideali e forze politiche organizzate ? "

Non riporto i passaggi che mi sono piaciuti meno, ma sono riferibili spesso al modo di esporre troppo morbido.

Il presidente ha toccato l’attualità in un modo puntuale senza tralasciare nulla, non è uno che sbraita lo sappiamo. Non sono d’accordo su tutto, anche solo per il fatto che non sono un europeista anzi un antieuropeista convinto, la mai posizione è legata al tempo, non siamo pronti e auspico come sempre il Superorganismo che riesca a lasciarmi libero però. L’unico appunto che mi sento di fargli, la mancanza di verve che trasporta dove il cuore della gente batte. Standing ovation alla fine del discorso, ma si diciamo meritata, bandiere sventolanti ed inno d’Italia fuori ordinanza!

Ha preso subito la parola quell’antipatico di Schulz che ha preso le distanze dalla protesta leghista: ". "Sappiamo che non tutti condividono la sua opinione", ha proseguito Schulz rivolgendosi in italiano al presidente della Repubblica, ma quella piccola minoranza di contrari "non bloccherà il processo di integrazione". Falso non sono solo quegli idioti della lega ad essere contro, o quelli del M5S,  e stamane sappiamo bene chi lo è, che nome ha, che interessi difende.

Stamane presto sempre alla radio, sempre in auto, sotto la pioggia ascolto le reazioni ancora prima di comprare i giornali (ci sono giorni che sento di comprarne un mazzo, oggi ne ho presi 6). Non c’è ancora nessuna ANSA in rete, la sto cercando come un folle niente di niente.

Reazione della Merkel (la culona intrombabile, per quel cafone del Nano che ci ha fatto fare altre immense figure di merda come seduttori e corteggiatori per cui eravamo famosi…) che riassumo:

“Non se ne parla nemmeno di eurobond, banche centrali vere, politiche di politici davvero comunitari, di fermare l’austerità (che tale non è, stavolta si chiama fame!). La Germania ha superato anche l’export della Cina, quindi significa che il modello funziona. Si va avanti così.”


Domani acquisterò ancora 6 giornali, magari ho capito male.

Mi sono rotto i coglioni di sentire screditare il mio Paese, a dirla tutta mi sono rotto i coglioni che continuino a romperli a me!


AlfaZulu31


* Per Lei che forse mi leggerà. Sono anche questo, ho bisogno del confronto, prendere o lasciare, resti la mia unica Regina ed io non sono il tuo Re.

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

o3radovickawoodenshipil.lordnerolacey_munroalice_insonnefrancesca632datum_per_formamComPensAzioneColitaaalfazulu31capt.sensible61psicologiaforenseKatartica_3000cancro.6600
 

ULTIMI COMMENTI

Citazioni nei Blog Amici: 61