Fat Sick Nearly Dead

Post n°224 pubblicato il 30 Novembre 2016 da pekkle73

“Fat, Sick & Nearly Dead ” documenta la trasformazione di Joe Cross che, oltre 40 kg sovrappeso, decide di impegnarsi in una dieta on the road basata sul consumo esclusivo di succhi di frutta e di verdura preparati da lui stesso. Il risultato sarà sorprendente al punto da modificare radicalmente le sue scelte di vita future.

Questo docufilm ha il pregio di mostrare un altro lato del benessere,usando un semplice elettrodomestico chiamato estrattore o centrifuga.

Metto in questo post solo la prima parte di questo interessantissimo documentario.( il resto se interessati lo trovate nel mio canale youtube)
Non entro nel merito del discorso medico, non ne ho le competenze e tanto meno sono un nutrizionista o un vegano, ma ritengo che qualche spunto di interesse o di maggiore approfondimento lo dia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

La Scimmia Spagnola di Pokemon Go

Post n°223 pubblicato il 29 Novembre 2016 da pekkle73

Ormai di questo pokemon go ne parlano ovunque : dal panettiere, dall’estetista, dal raddrizzatore di banane…

Per i due o tre che vivono su Marte, e non sono amici dei meganoidi, Pokemon Go e’ una applicazione Ios e Android che permette di giocare ai famosi personaggi dei Pokemon, dovendoli cercare su un sistema basato sul gps del cellulare e che tramite la fotocamera del proprio dispositivo, permette integrazione con l’ambiente circostante.
Ebbene,questo giochillo ha scalato in pochissimo tempo le classifiche dei download, tutti ci giocano …
E ovviamente in Spagna non potevano esimersi.
Qui appena e’ stato ufficialmente rilasciato, scene di isterismo collettivo : internet point presi d’assalto , gente che pezzentamente girava col proprio cellulare alla ricerca di un wifi libero , a mo’ di cercatore d’oro, per poterlo scaricare, altri che con enorme boria mostravano fieri su facebook e nei gruppi creati il loro favoloso pokemon appena cacciato.
Ma e’ dal secondo giorno, quando hanno preso potentemente coscienza del gioco, che lo spagnolo emerge.
Noi ci reputiamo dei discreti arraffoni, ci si arrangia diciamo, ma questi sono livelli avanti a noi …anni (dell’istituto) luce proprio.
Lo spagnolo, di ogni eta’ sesso e preferenza , appena gli bussa la scimmia nel cervello, impazzisce…pensa all’eterna lotta tra barcellona e real madrid, al torero camillo e alla sua nemesi, si sente un po’ come preso in mezzo tra chorizo e jamon…e quindi deve primeggiare.
E allora vedi per strada decine di persone , coi riflessi come zombie alla ricerca di pokemon, con sto cellulare in mano che vagano, stancamente non staccano mai gli occhi dal dispositivo e hanno un sussulto di eccitazione non quando vedono la cerveza in offerta, ma quando sulla mappa appare un pokemon.
Allora l’andamento lento si trasforma, muta e diventa mutua , inizia ad accellerare per timore che arrivi l’italiano di turno e gli freghi il pokemon…lo ha visto prima lui e deve esser suo.
Quando poi nel suo peregrinare incontra dei cosiddetti punti Pokestop ( brevemente son dei punti in cui ogni 5 minuti girando la ruota (eeee ooo) il sistema ti elargisce delle sferette o delle uova da far poi schiudere camminando ( ecco perche’ fanno i walking dead )allora lo spagnolo e’ come se trovasse l’acqua nel deserto…prova un rilassamento pari alla sigaretta post coito , si siede e per almeno una oretta, non si schioda, aspettando nervosamente i 5 minuti che passino per girare la ruota e mentalmente urlare: cento cento cento cento !!! In realta’ poi passa Sgarbi che sentendo le urla mentali di questi soggetti si aggrega, gli urla contro : capra capra capra!!! e vanno avanti cosi fino all’ora della siesta.
Ma la scena migliore dello spagnolo modalita’ pokemon e’ quando incontra nella mappa una torre palestra ( praticamente luighi dove far scontrare tra loro i pokemon per livellarli e prenderne il potere)…li proprio si sente come il protagonista della sfida all’ok ( il prezzo e’ giusto) corral : inizia a sudare freddo, si guarda attorno con fare sospetto, controlla 322 volte se le tacchette della connessione del suo cellulare sono a cannone e inizia a sfidare…via alla frenetica interazione con lo schermo per conquistare il potere.
Se poi nel mentre arriva qualcuno, che ha avuto la sua stessa idea, ecco che si guardano in cagnesco…si studiano, uno sbircia con finta indifferenza lo schermo dell’altro e mentalmente pensano : ne restera’ soltanto uno.
Se poi gli scontri diventano letali, ecco che arrivano le claques…amici degli amici, mio cuggino mio cuggino con il pokemon di milleemillelivelli che lo ha fatto livellare nel fine settimana quando e’ andato a trovare la nonna che aveva preparato 52 kg di lasagne, e sapendo che il nipote si era portato un amico ( il pokemon) ne ha preparate altrettante porzioni per lui.
Alla fine, esausti, quando stanno per effettuare la mossa finale , la mossa del giaguaro…ecco che ovviamente il server cade…allora i due nemici hanno un denominatore comune : maledetti quelli che hanno creato pokemongo…lo hanno programmato col culo…non e’ possibile che cada sempre ( anche se ci han giocato di fila per 23 ore senza un problema) e iniziano a correre a casa per ricaricare il cellulare ( consuma un fottio sto giochino) e intasare twitter con hastag : #pokemongohecaido… e dall’altra parte dell’europa, c’e’ un italiano che legge questo tweet, e tra un #escile a belen rodriguez, un #bellalatettadidilettaleotta, legge il tweet : #pokemonhecaido, e gli risponde subito : #pokemonhecaido, mare forza nove , andare si ma dove…zazzaaaaaaa

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il Pranzo Spagnolo

Post n°222 pubblicato il 24 Novembre 2016 da pekkle73

Oggi vorrei provare a raccontare gli spagnoli mentre si cibano.
Io sono milanese ( ue testina te capi?? ), e ammetto, ho fame sempre abbastanza presto.
Arrivan le 13? ho fame…arrivano le 19 ??? ho fame…arrivano le 21 ?? ci vuole una birretta…
questi no…il collega ad esempio, che Dio lo abbia in gloria o se lo prendesse sotto la sua ala protettrice e me lo levasse dalle scatole, questo pranza alle 15.30 !!!
quando l’italiano medio ha gia’ fatto il ruttino, ha violato ogni centimetro dei denti con lo stuzzicadente…e gia’ pregusta il caffe’ delle 16 alla macchinetta per guardare il culo della stagista o della segretaria, qui si dirigono verso il bar.
E attenzione…in pausa pranzo in Italia c’e’ sempre quello che dice : ehhh oggi non posso, sto a dieta, posso concedermi solo una insalatina…qui proprio senza ritegno si buttano nei tavolini dei bar, appena il camarero porta il pane, tipo piccioni nella piazza centrale di venezia si buttano a capofitto…e regolarmente iniziano la diatriba interna per cosa mangiare e cosa bere.
Un classico e’ la coca zero, certo perche’ e’ zero caloria…certo certo…e non fa male no no…ti buca solo fegato polmoni e le animelle delimortacci del collega, oppure la classica cerveza doble ( che in pausa pranzo ti vuoi fare una piccola?? ma che disadattato sei??’ poi come non fai un cazzo nel pomeriggio senza la birretta in corpo che ti anestetizza meglio…qualche sadico o puritano prende l’acqua…rigorosamente con 322 cubetti di ghiaccio perche’ a lui piace leggermente fredda…cosi poi passa meta’ del tempo al bagno e poi stupito dice : oh ma son gia’ le 18 ? andiamo a casa che oggi la giornata e’ volata.
Poi si parte con i primi…qui come in Italia, ci sono circa 3 primi, cambiano solo le porzioni…qui son gigantesche…prendi una paella? va bene…eccone qui per un reggimento…tanto e’ riso…fa piu’ scena che altro dicon loro…vuoi un gazpacho che e’ leggero leggero e ti tiene in forma? eccone qui 1 litro…e mangialo tutti che senno’ la nonna si arrabbia.
Poi i secondi…un fisso e’ il pollo all’asado ( chicchirichi e alla faccia del cuoco che mette spezie che sicuro cura nel suo orto tra un po’ di mariuana e un po’ di valeriana giusto per non dare nell’occhio) , un entrecot che praticamente per farlo hanno terminato una mandria di bufali afghani rigorosamente mezza bruciacchiata…perche’ al cuoco che tu la voglia al sangue o altro, non gliene importa una cippa…lui ha deciso per te…e te che fai polemizzi? naaa
E poi , dopo tutto sto cibo, ti propongono il postre, il dolce.
e quindi via di strani dolci misti tra crostata e torta della nonna, tiramisu che in realta’ tiran solo su la panza e il colesterolo, budini che per levarli dal contenitore tanto son ghiacciati devi usare tutti gli accendini degli altri tavoli…
e infine il caffe’…per digerire certo…e come fanno qui il caffe’…ehhhh ne sanno…
beveroni tipo borraccia usata da fausto coppi ricolmi di liquido simil nero, addolcito con leche fria e leche caliente, ovviamente in due contenitori differente…perche’ fare un latte tiepido e’ troppo intelligente ovviamente…oppure c’e’ sempre quello che si vede che ha studiato, che ha girato l’europa ed e’ un gourmet…che dice…no no para mi cafe’ corto…perche’ vuole assaporarne l’essenza proprio del chicco…gli portano sto caffe’ che di corto ha solo il nome ( praticamente una tazza da te come quantitativo) e poi tutto fiero dice : no zucchero, per me saccarina…e se ne butta dentro 3 bustine.
Poi simil gabibbi, gorditi e felici, leeeeeentamente, dopo tipo 80 minuti di pausa pranzo, il responsabile del gruppo dice…dai dai abbiamo gia’ perso troppo tempo per la pausa…torniamo a lavorare…e nel tragitto dal bar all’ufficio, iniziano a perdere per strada gente : chi telefona al figlio, chi all’amante, chi al gatto…poi che …vuoi davanti all’ufficio non farti una bella sigaretta che fa tanto digestivo e team building? e via di altri 15 minuti di sigarette…poi sempre piu’ stravolti entrano in ascensore…e inizia la processione al bagno…e li altri 10 minuti a turno ce li passano…
Infine quando il sole praticamente ormai sta calando, tornano tronfi alla postazione, si lamentano perche’ non e’ possibile che uno si assenti 10 minuti per mangiare in fretta e furia un boccone e siano gia’ arrivate 5 mails e di sta cosa tengono comizi.
Arrivano quindi agilmente le 18, e quando il collega europeo medio del gruppo, dato e’ arrivato puntuale al mattino, ha fatto la pausa manco di 60 minuti ma di 50 minuti e in questa ha fatto tutto da cibo, visita al cesso, fumato e telefonato al triceratopo, si alza per andarsene stanco dopo questa giornata di lavoro, ecco che lo spagnolo sorridendo maliziosamente verso il collega dice : eh vedi, dovremmo far come lui…lui si che vive bello sereno.
Alche’ un meteorite un giorno colpira’ gli uffici di sti maledetti!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il Collega

Post n°221 pubblicato il 23 Novembre 2016 da pekkle73

Oggi niente racconti della citta’ di Madrid, analizzo il vero fenomeno con cui mi interfaccio quotidianamente nella mia esperienza madrilena…Il collega.

Il collega, diciamolo subito, e’ un tabbozzo, e’ il figlio segreto di Amanda Lear e Giucas Casella, e ha la parlata di Luca Laurenti.

Il collega e’ anche un TUNZ., di nome fa Jose’ Luis R.
Ebbene si, e’ un tunz.

Nella sua fiammante autovettura, una poderosa Leon, ha le cinture da rally della recaro, ascolta mentre va alla velocita’ del suono , in autostrada a ben 80 km orari, RADIOLE’.

Radiole’ una emittente che trasmette praticamente canzoni nazional popolari di pippobaudiana memoria, ma mentre il nostro parrucchinoso nazionale a Sanremo salvava improbabile finti disperati dalla balconata e con la stessa eleganza dava il la alle Lollipop che stonavano con Batte forte ( prego agevolare il servizio), Radiole’ trasmette l’equivalente della discografia allegrissima dei tazenda, di Pierangelo Bertoli e di Mimmo Cavallo, mixandoli con energia con Dario Baldan Bembo e talvolta, proprio per strafare, ci regala qualche perla memorabile come Su di Noi , del pupone Nazionale ( non totti per carita’ ), cantata da qualche alter ego di Bombolo della terra del jamon.

Il collega dicevo che e’ pero anche un Tunz, inequivocabilmente un tunz!

In un indimenticabile viaggio che abbiamo fatto assieme 3 giorni orsono, in un attimo di pieta’ nei miei confronti dopo 250 km di Radiole’, ha pensato bene di rivelare le sue doti da Dj, rallegrando il viaggio con una chiavetta usb di brani imperdibili , tra cui spiccava l’orecchiabilissima Lucha di tale Maki ( penso sia un parente del sushi che ha avuto trascorsi garibaldini e fraudolenti), Dj Marta ( probabile ex tronista o ex prestinaia , nel senso che la prestava a tutti quanti ) e un imperdibile Bertin Osborn, di cui si eran perse le tracce dopo una sua apparizione sanremese ( le leggende narrano di una liason tormentata con Luis Miguel. Ahh i ragazzi di oggi noi !!!)

Tutti sti capolavori in un viaggio di 400 km…Madrid Valencia.

Alla  mia espressione di disgusto verso i suoi gusti, e alla mia richiesta di mettere piuttosto qualcosa di pornografico come che ne so, la diretta live del parlamento oggi, si e’ chiuso in un omertoso silenzio nei miei confronti, chiamando nell’ordine al telefono : la fidanzata Mignottona ( tale Luci ) che incurante della presenza mia in viva voce, lo continuava a chiamare Carinoso e a spiegare che il piercing alla lingua le faceva male e che sarebbe stato un problema per le prossime due settimane, proprio quando si dovevano vedere ( ehhh il magnetismo fa piu’ vittime della strada ), sua madre che gli ricordava che il dentista doveva estirparle due denti ormai marci, e il suo amico, tale Andy, che non trovava nessun coinquilino perche’ la casa era troppo piccola per 5 persone ( praticamente sto Andy penso si riproducesse numericamente come i conigli ).

Ci sarebbe spazio anche per parlare degli orari del cibo del collega, e degli spagnoli, ma questa e’ una altra storia, e come disse qualcuno : c’era una volta un re, che disse alla sua serva: raccontami una fiaba, e la serva incomincio ‘ : c’era una volta  un tunz che ascoltava radiole’.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'ingrifone

Post n°220 pubblicato il 10 Novembre 2016 da pekkle73

Ogni promessa e’ debito.

Ah no…non parlo di equitalia, non fuggite, non gettate gli hard disk con dentro la contabilita’ farlocca nel forno a microonde.

Oggi si parla di INGRIFONE

Chi e’ costui o costei? Che vuole? Ma chi la conosce? Vattene via brutta bertuccia.

Nei bar, qui in spagna, e’ facile vedere gruppi di amiche che tranquillamente sorseggiano del tinto de verano per ORE !!!, stanno li sedute al bar invece che studiare o lavorare, parlano e parlano e parlano…ridono, talvolta piangono, alcune si alzano di scatto come se avessero chissa’ che da dire, e invece corrono al bagno per l’abuso del tinto de verano.

Capita frequentemente di vedere gruppi misti, di ragazzi e ragazze, noii ragazzi di oggi noii canterebbe luis miguel, che cazzeggiano

Ma ancora piu’ facile da trovare seduti al tavolo sono gruppi di 2 donne e 1 uomo.

Eccalla’, ora ci parli della friendzone…banale !!!

Questo e’ ancora oltre la friendzone…questo e’ L’ingrifone.

In pratica e’ il malcapitato di turno, spesso elegantissimo con tuta ascellare grigia, scarpe da tennis in tela nere e la felpa tipo best company di paninara memoria che tiene banco verso le due povere malcapitate.

Questo essere mitologico spagnolo, e’ il playboy dei poveri…un misto tra ingrifato e marpione…ingrifone appunto

Con la sua parlantina…tiene contemporaneamente in scacco le due donzelle, non tace mai

Ride, scherza, ammicca, ogni tanto le tocca ( con una mano una mano ti sfiori…tu dentro la stanza e tutto il mondo fuoriii), e sempre e dico SEMPRE nei momenti di inevitabile stanchezza dei monologhi…tira fuori il cellulare ( dilettante…rocco avrebbe tirato fuori ben altro !!! )

Tira fuori sto cellulare che e’ SEMPRE piu’ grosso del cellulare delle due poverette…e inizia a far sentire video, spesso esilaranti come quelle barzellette del c’erano un francese un italiano e un tedesco, poi per fare atmosfera tira fuori youtube e mette filmati allucinanti, tipo la scimmia che ruba la macchinetta fotografica ai poveri turisti oppure per far vedere che lui e’ un cuore d’oro, qualche filmato di gatti che vedono per la prima volta il figlio dei padroni che portano a casa la nuova creatura…e regolarmente gli piscia nella culla o ci si fa le unghie per poi correre a vomitare pelo sul tappeto persiano.

L’Ingrifone ha un cell talmente grosso, che io per non sfigurare, dovrei portarmi al bar la mia tv 40 pollici e fingere che e’ il nuovo modello smartphone della apple, che permette di videoCHIAVARE con chicchessia al costo di una tibia di ibrahimovic.

Cmq sia, costui prende le sue prede per sfinimento…lui SA TUTTO…la tizia porta con se’ un libro di scienze? Nessun problema…ha fatto un intervento a cuore aperto alla rana in spagna che gracidava in campagna…l’altra tizia legge dragonball? Figuriamoci…lui sa che in realta’ goku era il figlio segreto di rocky rambo e sting,poiche’ spinti da renato zero, il triangolo no…non l’avevano ancora considerato…d’accordo ci provero’…la geometria non e’ reato !!!

Se poi…e dico se poi…una tiene con se’ il libro 50 sfumature di grigio…ingrifone da il meglio di se…sempre con modi garbati ma molto melliflui…da del dilettante a mr grey…e citando il signore degli anelli…gandalf il grigio era niente…gandalf il bianco ne sapeva…le sfumature le vediamo dopo…i preliminari…

 

Alche’ la umana sopportazione delle due poverette e’ ormai capitolata…sorridono…gli si avvicinano…e gli dicono…te si che mi fai sentire donna….si alzano…e in coppia ovviamente vanno al bagno…e fuggono dalla porta di servizio…lasciano ingrifone da solo…a fantasticare la sua serata…e intanto qualcuno dal bar…accende ipod e la colonna sonora parte : con una mano una mano ti sfiori..tu solo dentro la stanza…e tutto il mondo fuoriiii

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

alessio.bonannigibbettinomiomauro.lomazzofalco482gio8115vavalerinadietta_65dbr6312bruce7005lab79pekkle73ciro.alsoulesoulciaobettinaelektraforliving1963
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom