Creato da elisar_81 il 10/04/2006

Anima di cristallo

"Infilerò la penna ben dentro il vostro orgoglio perché con questa spada vi uccido quando voglio" Francesco Guccini

 

« L'uomo non cambia. »

Sinagoga

Post n°424 pubblicato il 10 Novembre 2009 da elisar_81
Foto di elisar_81

Domenica per la prima volta sono entrata in una Sinagoga, erano tanti anni che lo desideravo ma non ci sono mai riuscita.
Mai come domenica, la Sinagoga mi ha attratta a sé. Davanti al cancello chiuso il mio cuore si è spalancato,la mia anima ha emesso un grido e non ho potuto evitare di oltrepassare quel cancello.

Incontrare e parlare con gli ebrei è stato per me un incontrare e parlare per la prima volta con i miei fratelli, con le radici di ciò che sono, con l'essenza della mia cultura.
L'anno scorso ho studiato l'Antico Testamento e ho passato l'esame a pieni voti credendo di sapere "qualcosa" a riguardo ma domenica pomeriggio mentre ero li, avvolta nel silenzio con la Torah arrotolata, ho capito che io non so ancora nulla del pentateuco.
In quel momento tutti i miei sensi erano attivi: vedevo la luce del lumino acceso davanti ai testi sacri, respiravo l'odore di antico e sentivo il suono dei sandali sulla sabbia nel deserto. 
Ma non è solo questo. La Sinagoga racchiude tutti i misteri e le sofferenze del popolo d'Israele e li dentro puoi udire il pianto degli ebrei, puoi respirare l'odore del fumo dei camini di Auschwitz, sentire i fischi dei treni e l'odore del carbone, puoi toccare le fredde mura delle prigioni.
In un secondo, la presenza della Torah ti fa attraversare più di 5000 anni di storia.
In un secondo tu sei quella storia.
Nella Sinagoga ho compreso che il tempo non è quello che segue l'orologio, non è il giorno che nasce e il giorno che muore, è sempre,  è eternità.
Tutto ha inizio con il Principio e da li in poi tutto continua, è come se oggi fosse soltanto un decimo di secondo di quel tempo.
La vita improvvisamente cambia il suo senso, comprendi che tu non nasci e non muori, TU SEI esattamente come LUI E'. Lui chi? Gli ebrei non rivelano il Suo nome tant'è grande, o meglio è tutto in tutto e pertanto come si può chiamare?
L'essenza, il principio il flusso continuo; tutto scorre, tutto è.
E io ora non mi sento più donna, essere umano o materia.
Io sono parte di un tutto.
La Sinagoga è la vera dimora di ogni cosa poichè è li, dietro quella luce , dentro al mobile avvolto di seta che tutto ha avuto inizio.
I cattolici hanno trovato quella pienezza con un uomo, con un nome: Gesù e li si sono fermati.
Oltre Gesù non vedono e non sentono. Gesù basta.
Ma Gesù è anch'egli parte del tutto, è come me, è come un fiore, come un albero, come una stella. Egli E' poichè Qualcuno, il Principio di ogni cosa gli ha permesso di essere. 
Questa cosa ai cattolici è sfuggita....troppo presi dalla bellezza esteriore non siamo entrati dentro, ci siamo fermati a contemplare la soglia.
Gli ebrei hanno aperto i miei occhi e il mio cuore e hanno messo luce nuova sui miei passi.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

DAL CORANO:

"Se soffri dove ti trovi, se la terra dove vivi non ti da serenità e gioia, parti, ti ho dato un mondo grandissimo,ovunque è la tua terra!"

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 61
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

anastasia_55carmelina59_2009ewanescente1sidopaulelisar_81GnothiTautonelisa.r79marinela68sgiudice58Lord_Of_ShadowsdeborabdSOUL2007DJ_Ponhziinevasalubopo
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI