Giustizia Privata

Il Nostro Mondo e' Una Balla

Creato da noncapisciuncazzo il 19/04/2009

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

Stop!!!

Post n°32 pubblicato il 22 Novembre 2012 da noncapisciuncazzo
 

Per fortuna non è il nostro caso, almeno per ora. Ho letto che in Grecia c'è la malnutrizione dei bimbi, questo non accadeva in un paese occidentale dal dopoguerra e pare che il governo ellenico abbia raggiunto un accordo con la grande distribuzione per la vendita di cibi scaduti a prezzi stracciati. Sono incazzato perchè è quello che spetta anche a noi Italiani se continuiamo di questo passo! Forse faccio della retorica ma per quanto stupido sia, perchè noi dobbiamo negare un giocattolo ai nostri bimbi? Per quanto stupido sia, perchè noi dobbiamo negare un ovetto di cioccolato ai nostri bimbi? Per quanto sia, perchè noi dobbiamo negare una gita ai nostri bimbi? Vorrei tutte queste risposte dai politici ingordi che non fanno altro che rubare i nostri soldi, io dico BASTA!!! Non se ne può più, via dalle poltrone senza vitalizi e privilegi, lasciate spazio agli onesti e a chi ha voglia di fare qualcosa senza ingrassare i propri conti in Svizzera. E' ora di cambiare marcia, anzi, auto!

 
 
 

Roma-Tunisi andata e ritorno...

Post n°29 pubblicato il 02 Maggio 2011 da noncapisciuncazzo

Berlusconi, Maroni e Frattini si incontrano una mattina all'aeroporto di pratica di mare, dove si imbarcheranno sull'aereo di stato. Una volta saliti, Maroni si volta verso Berlusconi e dice: "Ci siamo tutti, possiamo partire". Berlusconi risponde con un secco "no" e aggiunge: "Manca ancora qualcuno". Maroni si guarda attorno e non riesce a capire, a questo punto interviene Frattini, che gli comunica che manca Stefania Craxi; Maroni un po' sbalordito chiede: "Lei cosa c'entra? Capisco che è sottosegretaria agli esteri, ma per questioni così delicate lei non ha proprio voce in capitolo". Frattini scuote le spalle e con stupore dice a Maroni: "Ma veramente non hai capito?". Maroni aggrotta la fronte e con un cenno con la testa dice di no. Frattini spiega per bene cosa accadrà a Tunisi: "Vedi Roberto, mentre noi due faremo colazione con i due ministri, Silvio e Stefania andranno a parlare con il primo ministro per la restituzione da parte delle autorità delle proprietà della famiglia di Stefania e cercheranno accordi perchè non accada più una cosa del genere, tanto corrotti erano prima, corrotti sono ora, con la differenza che questi si fanno chiamare governo provvisorio". Maroni esterefatto chiede che ne sarà del popolo Italiano e soprattutto del popolo dei Lampedusani. Frattini sorride e dice a Maroni di non sapere che lui fosse così ingenuo: "Roberto, mi stupisci, faremo le solite cose, prometteremo al governo di Tunisi qualche milione di euro in più per arginare per un breve periodo di tempo l'immigrazione, facciamo vedere a tutti che il problema è risolto, vinciamo le elezioni e poi accada quel che accada, come a Napoli e L'Aquila insomma".

Non so se è andata proprio così, ma da come si comporta la Lega, qualcosa di storto che non è piaciuto a Maroni c'è stato.

 
 
 

Oggi...

Post n°28 pubblicato il 19 Aprile 2011 da noncapisciuncazzo

Oggi, mentre meditavo di dare il mio euro di benevolenza ad un uomo, ho pensato di guardarlo negli occhi per capire per quel poco cosa lui rappresentasse. Un essere che prima d'oggi, per il mio stato mentale di persona superficiale, raffigurava una scocciatura, un reietto-ciuccia soldi fuori le porte della coop. Ma poi vivendo con lui, anche se solo per pochi secondi, ho visto la sua vita e come debba sentirsi quando ogni persona che varca le porte del supermercato cerca di evitarti e, se proprio non ci riesce, ti tende la mano senza neanche guardarti in faccia; ho assorbito la sua umiliazione o forse solo la mia, perchè lui affrontava tutti con un sorriso, anche chi passava accelerando il passo a testa bassa. Un uomo uguale a me, a voi, con una storia da raccontare molto probabilmente più entusiasmante della nostra; se solo qualcuno si fermasse ad ascoltarlo, capirebbe perchè tutti giorni è li' ad "umiliarsi" e a sperare nella "bontà" degli altri per mangiare a fine giornata un pezzo di pane con la mortadella, comprato nello stesso negozio qualche minuto prima della chiusura. Lui vive di quello che la gente ha nelle mani dopo la spesa, quelle fastidiose monetine color rame che a volte sono neri tanto da non riconoscerne il numero inciso sopra e alla prima occasione li abbandonano nelle mani di quel povero uomo, mascherando il loro gesto di disprezzo per buona azione, questo prima di oggi ero anche io. E' incredibile come sia scattato qualcosa solo abbandonando ogni pensiero ed ogni percezione che orbitasse attorno a me stesso; sono uscito dal supermercato e ho porto nella sua mano, guardandolo intensamente negli occhi, un euro e cinquanta, poi mi sono fermato, gli ho sorriso e lui, con un crocifisso in legno tutto usurato, tanto da non percepire bene l'immagine che c'era impressa sopra, mi ha augurato una buona pasqua, gli ho risposto: "Grazie, anche a Lei buona pasqua". Gli ho stretto la mano e di nuovo gli ho ripetuto: "GRAZIE". Quel grazie non era dovuto all'augurio, ma a quello che il suo sguardo ha rappresentato per me oggi: una speranza per il futuro ed una voglia di vivere che penso nessuno provi finchè non vive un'esperienza di questo tipo. Se posso darvi un cosiglio, fermatevi più spesso ed osservate ciò che vi accade attorno.

 
 
 

Ciao Vittorio...

Post n°27 pubblicato il 17 Aprile 2011 da noncapisciuncazzo
 
Foto di noncapisciuncazzo

Molti di noi vestono un abito che gli sta stretto, forse il semplice motivo è quello di non avere la possibilità economica o forse è la mancanza di un briciolo di coraggio per realizzare il proprio sogno. Ma poi per fortuna c'è chi ce l'ha questa possibilità o va a crearsela, c'è chi ha quel coraggio per staccarsi dagli affetti per andare a vivere un sogno, questo era Vittorio Arrigoni, un uomo che viveva nella Striscia di Gaza dal 2008, era li' per aiutare la popolazione e per denunciare con il suo blog e la sua pagina facebook tutto il marcio di un governo che commette crimini atroci di cui nessuno parla. Ma di questo ne parlerò più avanti, ora mi sento solo di esprimere le mie più sentite condoglianze alla famiglia e di rendere omaggio ad un eroe dei nostri tempi.

 

A te dedico questa poesia presa da un blog, poesia di Max Sacchi dedicata a Gino Strada ma ti si addice e per questo la pubblico.

 

Eroe

Figlio, deluso d'Occidente
errante nelle terre martoriate
dall'atroce crudeltà umana
chiamata "GUERRA"

Non armi, ma amore
non ideologia ma coraggio
tra i dannati di questa civiltà
ricca d'armi e di potenti
povera d'amore e solidarietà
con l'unico dovere di sopprimere
i deboli e gli innocenti.

Ma io credo in te
eroe del nostro tempo
profeta di una umanità
distrutta, dal cancro dell'odio

 
 
 

L' Italia che paga..

Post n°26 pubblicato il 09 Aprile 2011 da noncapisciuncazzo

Più passa il tempo più la mia voglia di incazzarmi sale. Mi documento sui fatti a cui prima non davo peso, tipo le auto blu, le province inutili e cose del genere. Ora ho fatto una ricerca su internet e mi rendo conto che noi italiani siamo presi "devo dire con molto stile" per il culo.

90000 Auto blu con rispettive guardie del corpo, benzina, autista e costi annuali per auto pari a 150000 €, per un costo totale di 13.500.000.000 €. 

Ok, facciamo un altro calcolo: diamo fede alle parole del ministro Brunetta - fare una riduzione solo alle auto dei politici che non servono a nulla, - le auto sono circa 20000 per un costo annuale di circa 4.000.000.000 €.

Beh, non serve essere dei matematici o degli economisti per capire che con queste cifre, senza contare quello che potremmo risparmiare con l'abbattimento delle province, andremmo a risanare il debito pubblico in un solo anno, aiuteremmo le famiglie in difficoltà, aiutiamo le aziende in difficoltà, ricostruiremmo l'Aquila e tutte le altre zone disastarte in qualche anno, e si potrebbe promuovere l'imprenditoria giovanile, femminile e dare ospitalità agli immigrati senza tanti patemi d'animo.

Ma i nostri politici, a cosa pensano?

 
 
 
Successivi »
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

noncapisciuncazzoFRANCO.Xlady.eridaniafiltrintemperiepsicologiaforensemelodia_stonatarosa_risiSky_Eaglefimamisuginevrafatadelventotra_dire_e_il_farealba.estate2012tolleranza.zero52astrogoal
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom