Community
 
ambretta2009
Profilo
Blog
Sito
Foto
   
 
Creato da ambretta2009 il 24/10/2009

Spiragli di Luce

La Speranza nel Cristo Risorto

 

L'Amore di Dio.

Post n°489 pubblicato il 20 Aprile 2014 da ambretta2009
 

L'amore di Dio

Nel destino dell'uomo tutto può cambiare, essere scelto, abbandonato e nuovamente scelto, fino al confine della nostra vita terrena. Niente è immutabile, neanche la fede, perché l'uomo la può perdere, ma la può ritrovare, la può scoprire e poi riscoprire, la può combattere per poi difenderla. Dio ha concesso all'umanità un beneficio evolutivo che poggia, però, sulla libertà, grazie al quale tutto si può modificare a motivo del raggiungimento della perfezione della coscienza. Ciò che è immutabile è l'amore di Dio, che è una potenza incontrastabile nella sua misericordia. Arrivati a quel confine, tutto si ferma ed opera soltanto la magnificenza di Dio, la grazia del suo perdono, avvolta nel silenzio divino. Non meravigliamoci di certi destini umani e non cerchiamo spiegazioni e giustificazioni, ma lasciamoli abbracciati nella silenziosa e inspiegabile volontà di Dio.

 
 
 

Il ritorno di Gesł.

Post n°488 pubblicato il 12 Aprile 2014 da ambretta2009
 

 

La forza

Fratelli e sorelle, non dobbiamo avere timore dei nostri dubbi o incertezze riguardo alle nostre scelte e convincimenti, ma rivolgiamoci a Gesù, che ci consiglierà, ci guiderà, ci rassicurerà, perché lui è la nostra forza, il nostro muro difensivo, il porto sicuro in cui riparare, è armatura indistruttibile che ci fa sentire sicuri e protetti.

Gesù, aspettiamo il tuo ritorno, verrai nello splendore della tua potenza! Userai l'aria, le nuvole, l'acqua, il vento, la neve, il fuoco, tutto l'Universo sarà a tua disposizione. Non c'è direzione che l'uomo possa controllare o prevedere, non c'è temperatura o luce o luogo o tempo programmabile, perché il tuo ritorno sarà il sorgere di un nuovo sole, la cui potenza in luce, calore, bellezza e melodia non sarà stimabile dalla mente umana e non sarà tollerabile dagli occhi e dalle orecchie di chi non ama Dio. Perciò non preoccupiamoci del quando, del come, del dove, ma solo del modo in cui ci presenteremo al Re dei re. Tu sai che gli intrighi del mondo sono così fitti, che non permettono una limpida vsione dell'orizzonte della nostra vita, perciò, caro Gesù, stendi la tua mano forte e amorevole, per fare pulizia delle nostre scorie e portare luce nel nostro buio, così, con il tuo aiuto, potremo scegliere la strada giusta. Resta con noi, Gesù, sempre e affiancaci in questa lotta contro il male che dilaga vertiginosamente e donaci il discernimento. Grazie. Gesù!


 

 
 
 

Il Volto, ovvero la Persona di Cristo.

Post n°487 pubblicato il 05 Aprile 2014 da ambretta2009
 

Lo sguardo

 

"Il Volto di Gesù: da quello sguardo, la Persona" Introduzione alla mostra del Cardinal Seàn O'Malley,OFM Cap.

(Meeting di Comunione e Liberazione a Rimini)

"Per noi cattolici la venerazione delle immagini di Cristo è parte di una storia lunga e sacra...Le immagini di Cristo hanno il potere di muovere il nostro cuore, c'insegnano senza parole e ci consentono di contemplare il volto di Dio rivelato nel Suo Figlio. Le immagini di Cristo sono anche segni per la chiesa in cammino...Nel corso dei secoli il volto di Gesù è stato rappresentato in modi diversi...Tutte queste immagini hanno lo scopo di accompagnarci e di sostenerci nel cammino, dandoci speranza e forza...Nell'incarnazione Gesù...viene a noi  come uno di noi, come un fratello. Non viene per conoscere noi, ma viene affinché noi possiamo conoscere Lui, nostro Dio...Egli non è venuto per una breve visita, ma è entrato nella storia permanentemente. Egli è con noi, nostro contemporaneo...Guardando al volto di Cristo nella mostra, vi invito a meditare sulle parole dette da Gesù a Pietro:"Chi dici che io sia?" (Lc9,20). Vuole che lo conosciamo, vuole che sappiamo quanto ci ama...e prego che questa mostra trascini quelli che la guardano a scoprire il volto dell'amore e della misericordia, il volto di colui che ci chiama a seguirlo."

Dalla rivista della Basilica del Volto Santo. 

 
 
 

L'esempio di Maria.

Post n°486 pubblicato il 25 Marzo 2014 da ambretta2009
 

Maria

Prendiamo esempio da Maria, che si è fatta serva di Dio ed è sempre vissuta all'ombra di suo figlio Gesù, che pur nutrito dalla sua carne, è stato generato nello Spirito Santo. Maria non ha mai chiesto spiegazioni su questo mistero che si è compiuto in lei e non ha mai chiesto grazie particolari in virtù delle meraviglia che è stata tutta la sua vita. In questo dobbiamo seguire Maria, nell'esempio del suo essere donna come piace a Dio, pienamente consapevole di essere figlia di Dio, creata per donare la vita, per amare ed essere amata. Maria è veramente, per tutti noi, dono di Dio e lei stessa si offre a noi, per amore di Gesù, come dono a Dio. Il Padre Nostro, nella sua bontà e pazienza, ce l'ha lasciata come fiore profumato nella nostra vita, come specchio del suo amore materno oltre che paterno. Maria ci comunica la sua grande capacità di amare e di sopportare il dolore per dare gloria a Dio, accogliendo la sua Volontà. Gesù ci dice che, se vogliamo seguirlo, dobbiamo prendere la nostra croce e portarla con lui, perché in questo modo lo aiutiamo nel suo sacrificio e prendiamo parte alla salvezza dell'umanità. Maria ci dà l'esempio di come portare questa croce e come aiutare Gesù a sostenere il doloroso peso, ci dà consigli su come affrontare questo cammino. Maria ci porta ad amare Gesù, perché lui è il diletto Figlio di Dio nel quale si è compiaciuto. Ma noi abbiamo dimenticato tutto questo, cioè il vero senso del Verbo Incarnato; non abbiamo compreso che Dio, pur di salvare tutti gli uomini, ci ha donato Maria come personale collaboratrice di Gesù, che comunque resta il solo, vero ed unico mediatore nostro con il Padre. In un certo senso Dio si è voluto ancor più avvicinare a noi, permettendo a Maria di assumere un ruolo importante nella storia dell'uomo, soprattutto nella sua crescita spirituale, essendo Maria NUTRICE PER ECCELLENZA.

 
 
 

Amiamo come lui ci ha amati.

Post n°485 pubblicato il 08 Marzo 2014 da ambretta2009
 
Foto di ambretta2009

Gesù  ci rivolge un'esortazione ad amarci come lui ci ha amato, chiaro richiamo a seguire la sua strada. Il suo amore e quello dell'uomo nascono da un'unica fonte:Dio Padre. L'amore di Gesù è, quindi, sentimento accessibile al nostro cuore, che può riempirsi di intenso amore ed essere capace di amare come lui. Dio Padre ha predisposto il cuore dell'uomo all'amore, nella stessa misura in cui Gesù ci ha amato e ci ama, ma la nostra tendenza a sbagliare ha ridotto la misura e la qualità dell'amore, riconducendolo spesso a semplice emozione o ad amore fiscale. E' necessario ricordare che l'amore è diverso dall'emozione, che fa parte dei sensi e non è duratura, ma fine a sé stessa. L'amore che Gesù ci insegna non è dei sensi, ma dello spirito che si serve dei sensi per proiettarsi all'esterno e raggiungere l'altro, nel rispetto di ogni forma vivente che procede da Dio e, per questo, è amore durevole. L'amore che ci insegna Gesù è quello stesso amore che ci spinge ad affidarci a lui, perché in lui è racchiusa la scala dei valori umani e lui stesso è ascensore spirituale dell'uomo.

 

 
 
 
Successivi »
 

I colori.

I colori della natura rallegrano il cuore!

 

Primavera

Primavera è la gioia nel cuore, la nota che canta la speranza!

 

L'annuncio

Con la vostra luce illuminateci...


 

L'infinito

Con le vostre ali proteggeteci...

 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

ULTIME VISITE AL BLOG

tamy.1977psicologiaforensedatum_per_formamambretta2009nichivrocchibluvogliolamiaalbaSeria_le_LadyAngeloBonardifrancesconapoli_fnDJ_PonhziDueHalzini47mission_impossible.0cile54autumninrom0gsimpianti2007