Creato da ambretta2009 il 24/10/2009

Spiragli di Luce

La Speranza nel Cristo Risorto

 

PrPeghiera a Gesł Bambino.

Post n°516 pubblicato il 21 Dicembre 2014 da ambretta2009
 

Natale

Preghiera a Gesù Bambino.

O mio piccolo, dolce Gesù poggiato nella mangiatoia, appena nato già diffondi il significato della tua presenza in terra: nutrire l’uomo col tuo amore! Sei bello, vispo, sorridente pur nella povertà! Sei splendente come stella tra la paglia ed il tuo sguardo innocente brilla di luce divina! Dormi pure nel tuo giaciglio, piccolo Gesù! Noi veniamo a mirarti silenziosi, per non disturbare il tuo sonno e a rendere omaggio alla tua venuta sulla terra. Miseri doni possiamo offrirti, misere vesti indossiamo, anche se siamo ricchi di beni materiali. Davanti a te diventiamo tutti uguali: i re Magi e il pastore,  il contadino e il proprietario di terre, il sapiente e l’ ignorante. Io mi unisco a loro e depongo ai tuoi piedi tutto ciò che ho e tu, mio re, gradisci questo mio poco, perché te lo dono col cuore. Sei appena nato e già pesa su di te il destino  dell’uomo! Ancora non sai di essere dimora dello Spirito del Padre, non sei consapevole della tua grandezza, ma tutti quei semi preziosi che tuo Padre ha nascosto in te, irrigati dallo Spirito Santo germoglieranno come piante vigorose e rigogliose nella tua anima divina, man mano che crescerai in età, grazia e sapienza. Caro Gesù bambino, ti presento tutti i bambino del mondo, in particolare quelli sofferenti e abbandonati, quelli sfruttati e maltrattati. Prendili per mano ed unisciti a loro nel meraviglioso girotondo della vita! Caro piccolo e grande amico Gesù, in modo speciale ti dono quelle creature che non hanno visto la luce per cause naturali o per scelta nostra, rendendoci colpevoli di fronte a te e di fronte al Padre. Ti dono tutti quei bambini che sono vittime innocenti della guerra, della povertà, costretti a subire gli errori degli adulti. Accogli il loro dolore nel tuo tenero cuore e prega il Padre tuo e nostro che gli renda giustizia e lenisca le loro pene. Infine accogli tutti quei bambini che, a motivo di gravi malattie, non possono vivere nella gioia come gli altri. Aiutali a sopportare i loro limiti e apri le porte della scienza per guarirli. Chiama a te le anime di tutti quei piccoli che hanno lasciato questa terra e colmali di quella felicità che non hanno avuto qui. Siano angeli che popolano e illuminano il regno di Dio! Divino pargoletto, tu che sei nato in una famiglia unita e santa, fa che tutti i  neonati del mondo abbiano questa gioia e siano fiore profumato nel giardino della famiglia, crescano curati, protetti e guidati dai genitori, dalla società, dalla Chiesa nella via che tu lasci loro come traccia sicura e indelebile. Noi adulti, assieme ai nostri figli appena nati o già cresciuti o in attesa di venire alla luce, veniamo innanzi alla tua dimora sostando in adorazione, consapevoli che soltanto a te, segno tangibile di amore, consolazione e guida possiamo affidarli. Tu passeggerai e griderai di gioia con loro, amerai stare in letizia nelle loro case , mangerai e canterai con loro, li accompagnerai nel cammino della loro vita all’incontro con il “Papà di tutti”, perché loro saranno i futuri difensori  del regno di Dio ed andranno ad aumentare le file del suo popolo. Caro Gesù bambino, prega affinché, crescendo, trovino il giusto inserimento nella società per proseguire, dignitosamente, nel sentiero della Volontà di Dio. Piccolo Gesù, con umiltà ti prendo fra le mie braccia, ti bacio sulla fronte, ti canto la ninna nanna e, mentre dormi, ti contemplo con amore. Attendo il tuo risveglio, osservo i tuoi occhi lucenti, le tue piccole mani mi sfiorano il viso, sorridi ed io ti sorrido. Poi, dolcemente, ti adagio nella mangiatoia, che è già trono  regale della tua carità e ti consegno alle amorevoli cure della tua mamma benedetta. Grazie Gesù di essere nato, nostro unico salvatore, perché la tua nascita, rinnovata ogni anno nel ricordo, dona al mondo un momento di unità e di universale dolcezza.

 


 

 
 
 

Dio Padre.

Post n°515 pubblicato il 17 Dicembre 2014 da ambretta2009
 

La preghiera

Mio Dio, Creatore e Padre nostro, ti ringrazio di avermi creato e reso vivo con il tuo Spirito. Come Maria voglio magnificare il tuo nome, perché solo in te trovo la risposta al senso della mia vita. Guardo il sole e vedo Te, guardo il mare e vedo Te, osservo le stelle e vedo Te! Ammiro gli uccelli del cielo e vedo Te, ammiro  la formica e ritrovo Te! E monti e alberi e pioggia, tutto mi parla di Te! E animali e piante e fiumi, tutto mi parla di Te! E luna e giorno e notte, tutto mi avvicina a Te! E luce e ombra, e cielo e terra, tutto mi avvicina a Te! E uomini e donne e bambini dell’uno e dell’altro emisfero, tutti mi avvicinano a Te! Io sono tuo, Tu mi crei e mi annulli, mi fai forte e mi annienti. Niente è di me, ma tutto è di Te. Ti lodo e ti ringrazio, mio Dio, per avermi donato la vita! Ti lodo e ti ringrazio per avermi donato cibo, case, strade, mezzi di trasporto, ospedali, scuole e tutto ciò che è per il mio conforto e per la mia sopravvivenza, perché senza il dono dell’intelligenza e della scienza, l’uomo nulla può. Ti onoro e ti esalto, mio Dio, perché, dopo averci creati,tanto ci hai amati da renderci tuoi figli in Cristo Gesù e non colore di pelle o diversità di lingua o di costume, ci separerà mai da Te. Ti chiamo “Padre mio” e che suono dolce ha per me questa parola! Basta ripeterla con amore e devozione e subito rispondi, riempiendo la nostra anima della Tua paterna presenza. La Tua mano creatrice niente lascia al caso, tutto controlla e su tutto vigila, anche quando vogliamo cambiare i ritmi naturali del Cosmo, causando danni al suo equilibrio. Alla Tua mente onnisciente nulla è nascosto, nulla è impossibile, nulla è inspiegabile e per questo ci hai creato a Tua immagine e somiglianza: ci vuoi tutti figli Tuoi, uniti da un unico sentimento: l’Amore! In Cristo Gesù, vero uomo e vero Dio, ci doni l’esempio vivente della perfezione dell’amore. Grazie, splendido Dio nostro, Dio mio! Come candela voglio bruciare d’amore per Te. Getto lo sguardo All’orizzonte e Ti amo, Padre mio! Alzo gli occhi al cielo e Ti adoro, mio diletto Creatore! Glorifico la Tua presenza eterna godendo delle meraviglie che mi circondano. Io credo in Te e che tutto proviene da Te; dalle Tue mani sono nato e nelle tue mani voglio ritornare. Di fronte a Te io sono come un granello di sabbia di fronte al Cosmo. Tu sei la speranza del nostro presente e del nostro futuro. Ti canterò inni di gioia e di letizia ed esulterò danzando per esprimere la mia letizia. Amo il passero e il gatto, amo la pecora e il lupo, perché mi parlano di Te. Chiamo sorella l’acqua e il mio prossimo, chiamo fratello il sole e il mio prossimo, perché tutto è parte della Creazione e Ti rendi visibile in essa. Mio Dio, Creatore e Padre nostro, niente avvenga di me,di noi, del mondo, che Tu non voglia, perché Ti apparteniamo e vogliamo ritrovarci tutti nella casa comune: la Tua. Padre buono, Tu conosci le nostre debolezze, la pochezza della nostra fede, le nostre vicissitudini. Spesso il nostro piede vacilla, la nostra anima diffida e l’insicurezza ci pervade; per questo abbiamo bisogno che Tu ci sostenga nella lotta, perché Tu sei l’unico con il quale si vince. Padre Nostro, a gloria del Tuo infinito Amore, getta nuovamente sul mondo i semi di quei frutti che abbiamo stoltamente eliminato dal nostro terreno spirituale, per riportarli nel concreto della nostra vita quotidiana. Grazie, Padre, di aver ascoltato le mie parole e nella certezza che le accoglierai, Ti chiedo perdono per ogni cosa che non ti rende lode. Padre Nostro, voglio vivere per portare sempre più onore al Tuo Nome e alla Tua Parola. Amen.

 

 
 
 

Silvialuce..vive!

Post n°514 pubblicato il 06 Dicembre 2014 da ambretta2009
 

Sivlia

Sempre, l'otto Dicembre si rinnova una festa in cielo! L'Immacolata ha preso con sé Silvia, già sua figlia prediletta in terra e l'ha condotta nella sua casa. Sono sette anni di vita in cielo, anzi di vita nuova, dove l'anima gioiosa di Silvialuce attende di riavere il corpo nella risurrezione di Cristo. Sono sicura che Maria avrà chiamato in casa sua tutti i Cherubini e Serafini per festeggiare la nuova nascita di Silvia nella luce di Dio, quel Padre Nostro che noi invochiamo nella preghiera, ma di cui Silvialuce ne gode tutto l'amore. Io spero con tutto il cuore che il Signore scelga qualcuno che possa prendere a cuore la vita di Silvia e condurla sulla via della santità, perché il suo amore sincero, semplice, fatto di totale affidamento a Gesù, possa essere di esempio a tanti bambini e e adolescenti, che non hanno ancora avuto la fortuna di incontrare questo meraviglioso amico e fratello di nome Gesù. Questo grande amico non vuole altro che "sentirsi cercato", perciò, anche noi adulti, seguiamo l'esempio di Silvia Tassone ed apriamogli la porta! Lui non ci lascerà soli nel dolore e nella sofferrenza, ma ci darà tanto coraggio per affrontare ogni difficoltà e gioirà con noi quando saremo felici! Silvia aveva capito che la vita va vissuta fino in fondo, anche nella sofferenza e questa certezza ha illuminato tutto il suo breve percosro sulla terra, fino a renderla "Luce" per chi le stava vicino. Silvia aveva inoltre capito che la morte non era un ostacolo alla vita, ma un salto di fiducia trale braccia di Gesù, il Vivente. Oggi, infatti, Silvialuce è viva più che mai!!!

 
 
 

Resta con noi.

Post n°513 pubblicato il 23 Novembre 2014 da ambretta2009
 

La compagnia.

Resta con noi, Signore, a farci compagnia, abbiamo bisogno di un amico sincero, che ci aiuti a scegliere il bene in questa caotica vita che tutto propone come giusto e indispensabile, escludendo Te dai veri bisogni. Resta con noi, Signore, e donaci il tuo radioso sorriso, perché abbiamo bisogno di fiducia e di speranza. Resta con noi, Signore, oggi, in questo momento ed aiutaci a viverlo alla tua presenza, perché tu sei il nostro domani. Resta con noi, Signore, sempre, perché abbiamo bisogno del tuo consiglio ogni volta che la società ci attira verso idoli da consumare frettolosamente, per dare spazio ad altri che arriveranno, nuovi, più attraenti, più confortevoli dei primi, in un susseguirsi continuo. Resta con noi, Signore, e prestaci i tuoi occhi per non essere ingannati dalle false luci del potere, della vanità, dall'autoaffermazione insistente, dal prepotente bisogno di consumare anche con lo sguardo. I tuoi occhi sono potenti fari che penetrano il buio, vanno oltre i muri che nascondono la verità e ci sveleranno i tranelli, le illusioni, gli inganni, i falsi amici. Resta con noi, Signore, e stendi le tue mani per sollevarci dalle cadute, guarire le  nostre ferite  corporali, morali, psicologiche e spirituali, trattenerci quando stiamo imboccando una strada sbagliata, ma anche per sentirle sulle nostre spalle come gesto della tua rassicurante vicinanza, per avere la certezza che non camminiamo da soli o semplicemente per sentire il calore della tua mano nella nostra, che ci incoraggia ad andare avanti, nonostante le difficoltà, le delusioni, le sofferenze, le privazioni, le umiliazioni, le malattie. Resta con noi, Signore, quando siamo felici e gioiosi, quando abbiamo ottenuto ciò che desideravamo, quando la vita raddrizza i suoi sentieri e ci permette di camminare speditamente nel benessere e nella comunione con i prossimi. Resta con noi, Signore, e prestaci i tuoi piedi, affinché possiamo andare a testimoniare che Tu sei il Risorto, il Dio vivo, il Dio in mezzo a noi, il Dio con noi, offrendo il nostro servizio dove c'è bisogno. Prestaci la tua voce, Signore, perché possiamo annunciare la tua Parola consolatrice, che apre le porte dei cuori, delle menti e delle anime. Parola di vita che ama chi non ama, perdona chi non perdona. Parola di sapienza divina, che si oppone alla sapienza del mondo senza Dio, ma che non rifiuta di indicare la soluzione migliore alle nostre necessità quotidiane, ai nostri interrogativi bisognosi di risposte concrete e coerenti alla nostra realtà. Resta con noi, Signore, altrimenti rischiamo di sbandare, di perdere l'equilibrio, di perdere di vista l'unica meta che è la vita eterna in Dio. Tu l'hai detto, Signore, che andavi a prepararci un posto in cielo, ma che saresti rimasto con noi tutti i giorni della nostra vita. Per ora siamo sulla terra, perciò, Signore, resta con noi, qui, ora e donaci la tua benedizione.

 

 
 
 

Il coraggio.

Post n°512 pubblicato il 20 Novembre 2014 da ambretta2009
 

Il buio


Quando sembra che la notte non finisca mai, non scoraggiarti! In un angolo della tua vita c'è lo spazio giusto per acccogliere la luce! La luce, per entrare, ha solo bisogno di un piccolo angolo di te...libero da te! Le tenebre rimangono tali quando oscuriamo la nostra anima e la nostra mente con la sfiducia e la paura.  La speranza, infatti, va oltre la durezza del nostro presente, è quel sole che fa capolino nel buio del nostro tempo. Anche quando non riusciamo ad elevare il nostro sguardo verso l'alto, anche quando sembra che Dio non risponda, anche quando ci sentiamo soli e abbandonati, il Signore vive l'abbandono con noi e mentre soffriamo, Lui soffre con noi. Anche il buio nella nostra vita ha un senso, solo se vogliamo fortemente venire alla luce! Cerchiamo la luce nei nostri deserti non solo interiori, ma anche di vita concreta, chiediamo aiuto quando ne abbiamo bisogno, senza vergogna, cerchiamo Dio e lasciamoci trovare da Lui.

 

 
 
 
Successivi »
 

Un esempio

Uniti si vince!

Dalle parole di Silvialuce.


 

L'amore

L'amore e la gioia regnino sempre nei nostri cuori!

 

Primavera

Primavera è la gioia nel cuore, la nota che canta la speranza!

 

Evviva la vita!

Il salto

 

 

I colori.

I colori della natura rallegrano il cuore!

 

La luce

Lasciamo che la luce entri ad illuminare il buio della nostra vita!

 

 

La luce

Teniamo sempre accesa la fiaccola della speranza!

 

 

 

Costruttori

Beati i costruttori di pace...

 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lumil_0ambretta2009pepedgl16christie_malrysempre_sul_marestreet.hassleladymaria45deteriora_sequorlubopopsicologiaforenseMarianneWerefkinAngelaUrgese2012moseserussifrancesca632
 

ULTIMI COMMENTI