Creato da: bb034rl il 21/06/2011
"Chi ha paura di sognare è destinato a morire." (Bob Marley)

Test di Eysenck

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

NON LI RICORDIAMO MAI!

I SETTE NANI

Dotto
Brontolo
Pisolo
Mammolo
Gongolo
Eolo
Cucciolo

---------------------------------

IN SVEDESE

Sju Dvärgarna

Kloker
Butter
Trötter
Blyger
Glader
Prosit
Toker

 

Ultime visite al Blog

aeffearredamentibb034rlPRONTALFREDOmassimocoppacile54MarquisDeLaPhoenixtobias_shufflepanpanpideosoefugadallanimaVittorio_The_Dreamerkaren_71cuoresolitario_2000nirvana2008g
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 

Contatore

 

Area personale

 

HiStats

 

 

 

Baratto, denaro e potere.

Post n°125 pubblicato il 06 Febbraio 2015 da bb034rl
 
Tag: NWO

Ho lasciato in sospeso nell'ultimo post una domanda: "... perché già alle scuole elementari “insegnano” che “il denaro fu inventato per semplificare il baratto?”. La risposta è semplice: il fatto non è vero. 

Il baratto aveva luogo nel momento nel quale i due barattanti si fossero trovati d'accordo sull'equo valore dei beni che avrebbero scambiato (valore che poteva essere culturale, ornamentale, alimentare, etc.); in pratica, nessuno dei due otteneva un guadagno. Invece col denaro il guadagno (o profitto) è ciò che si dà per scontato. Il guadagno, reinvestito, permette ulteriore guadagno arrivando così, dopo un certo numero di “baratti” ad avere il denaro sufficiente per vivere sulle spalle degli altri.
Faccio un esempio: compro un pollo per 5 monete e lo rivendo per 6. Supponendo di effettuare un acquisto ed una vendita alla settimana, supponendo che appena il profitto lo permetta, acquisti uno o più polli sempre a 5 (l'uno) da rivendere sempre a 6 (l'uno), dopo 52 settimane mi ritroverei con 42.512 monete (incluse le 5 iniziali). 

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

A = Acquisto

B = Vendita

C = Profitto netto

D = Quota da reinvestire

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

___________A ___________B _________C __________D

5610
5620
5630
5640
5655
101220
101240
101265
151840
151875
202465
253065
303675
354295
40481210
50601210
60721410
70841815
851022020
1051262120
1251502625
1501803130
1802163735
2152584545
2603125250
3103726460
3704447875
4455349290
535642109105
640768132130
770924156155
9251.110186185
1.1101.332223220
1.3301.596269265
1.5951.914323320
1.9152.298386385
2.3002.760461460
2.7603.312553550
3.3103.972665665
3.9754.770795795
4.7705.724954950
5.7206.8641.1481.145
6.8658.2381.3761.375
8.2409.8881.6491.645
9.88511.8621.9811.980
11.86514.2382.3742.370
14.23517.0822.8512.850
17.08520.5023.4183.415
20.50024.6004.1034.100
24.60029.5204.9234.920
29.52035.4245.9075.905
35.42542.5107.0877.085

N.B.: questo è un esempio spicciolo ove non sono considerate le "spese di produzione", ma credo possa dare un'idea.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

E questo non basta. Il denaro permette non solo di comprare beni e servizi, ma anche la giustizia, le leggi, la tutela delle forze dell'ordine, gli eserciti, dipendenti, dirigenti, scienziati, ricercatori, etc. Nel momento nel quale si dispone di molto denaro, non è importante saper fare qualcosa. Si baratterà ciò che si vuole col denaro.

Il denaro (e la proprietà che ne è contemporaneamente origine e conseguenza) è il problema del nostro sistema. Se si dispone di denaro, si ha il diritto di vivere, se non se ne ha, si può morire in conformità alle vigenti leggi.

La proprietà di un bene sancisce il diritto di stabilire chi può disporre dell'uso di tale bene e chi no. Praticamente, il proprietario, rispetto ai propri beni, è una sorta di divinità che può dispensare o meno tali beni agli altri. Peccato che questa divinità, in cambio dei suoi favori (beni), voglia la nostra vita, la nostra dignità, la nostra libertà. E come possono queste "divinità" accumulare tanti beni? Grazie al denaro. Col baratto non sarebbe mai stato possibile. E questo è il motivo per il quale si insegna tale bugia già alle elementari: a 7 od 8 anni non hai ancora esperienze e/o studi tali che ti possano permettere di dubitare e/o confutare questa assurdità. Ed una volta inserita in un cervello, diverrà un fatto "naturale". 

In un post del novembre 2013 definii certi personaggi "parassiti psicopatici". Ultimamente ho trovato post e filmati che confermano quanto pensavo. Ve ne elenco solo alcuni:

psicopatici al potere

Il predatore-psicopatico e la sua guerra contro l'Essere Spirituale Libero

la psicopatia della razza predatoria

NWO & sterminio segreto

Gli psicopatici sono le persone che hanno creato la società nella quale viviamo, inclusi "valori" quali la competizione, la concorrenza, il denaro, la posizione sociale, e via discorrendo. Ci hanno persino convinto che l'essere umano è violento, quando in realtà gli unici pronti ad usare la violenza (senza il minimo rimorso) sono loro ed i loro tirapiedi, mentre i popoli vorrebbero vivere in pace, con ebbero a dimostrare in passato tedeschi, francesi ed inglesi.
Purtroppo lora dispongono di una forza che noi non abbiamo: la forza della totale indifferenza verso la vita altrui. E' per questo che credo vinceranno la guerra delle classi. Peccato che il risultato sarà la totale devastazione del pianeta e forse la cancellazione di ogni forma di vita.

bb034rl 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »