Un blog creato da ernben il 04/09/2008

SOPRAVVIVERE

per affermare il MIO diritto all'ODIO di classe

 
 
 
 
 
 

IL VECCHIO SAGGIO

gandalf2.jpg

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

RIVOLUZIONE FRANCESE

"Per mandare via i criminali dal POTERE
la storia ci INSEGNA che occorre pagare sempre il conto con un necessario
BAGNO DI SANGUE
nel quale ogni società che ha PECCATO dando le CHIAVI della propria LIBERTA' in mano a un TIRANNO deve immergersi per purificarsi"

 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

LA NOSTRA STORIA

Sono morto il 30 settembre del 1978 e avevo da vivere una vita ancora, ma qualcuno, in un posto dove c'era anche il futuro sindaco ha pensato che no, non era il caso che io la vivessi. E mi chiamavo Walter.

Sono morto il 7 aprile del 1976 e avevo da vivere una vita ancora, ma qualcuno mi ha colpito alla nuca con un colpo di idiozia senza pensare se era il caso che io vivessi. E mi chiamavo Mario. 

Sono morto il 5 settembre del 1974 e non avevo ancora 20 anni ed ero soltanto un povero e a nessuno importava della vita che avrei potuto vivere, in fabbrica, sfruttato uno dei tanti nulla di cui nessuno si cura. E mi chiamavo Fabrizio.

Sono morto a MIlano il 15 dicembre del 1969 in una serata di caldo a Milano (ma che caldo, che caldo faceva?) cadendo da una finestra di un commissariato senza che a nessuno venisse voglia di sapere chi mi ha spinto. E mi chiamavo Giuseppe.

Sono morto a Reggio Emilia  il 7 luglio 1960 perchè un fascista aveva voglia di far vedere di saper fare il ministro e della mia vita non si sa nulla. E mi chiamavo Lauro, Ovidio, Emilio, Marino e Afro.

Sono morto l'8 marzo del 1908 insieme con 128 amiche operaie rinchiuse in una fabbrica da Mr. Johnson perchè volevo, volevamo dire che la vita era un nostro diritto e non era solo per un suo uso. E come mi chiamavo non se lo ricorda nessuno...ero solo donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna, donna...fino a 129 volte.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ernben
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 67
Prov: RM
 
 
 
 
 
 
 

IL MONELLO

 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 

 

 

f.

Post n°843 pubblicato il 27 Novembre 2016 da ernben

Quando meno te lo aspetti,

qualcuno bussa alla tua vita

dondolando al ritmo di immigrant song.

E mi sovviene ancora un sorriso,

e mi ricordo di una esistenza trascorsa,

sommersa di ragnatele nella memoria.

Perché stampata nella mente ho ancora

l’immenso sorriso di una teppista ora per bene

che aveva lo stesso sorriso, lo stesso passo, la stessa voglia di vita

da trasmettermi.

E quando sarebbe ora di finire con la vita,

mi viene la voglia di continuare.

Perché il tuo sangue è anche il mio,

perché è nato da lontano dal migliore errore della mia vita,

perché è nato da un testardo che non ti ha voluto aspettare ed è volato via,

perché è quello che scorre nelle favole già raccontate altre due volte

anche da una meraviglia con un solo grande neo bianconero.

 


 
 
 

RENZI: IL NEMICO DI TUTTI I LAVORATORI

Post n°842 pubblicato il 02 Gennaio 2015 da ernben

UN NEMICO DEI LAVORATORI,

KILLER DI OGNI DIRITTO CHE SI STA AGGIRANDO TRA DI NOI CON LO SCETTRO DEL POTERE PARLANDO A VANVERA DALLE SUE VACANZE DORANTE DI COURMAYER DI GENTE COSTRETTA CON LA FORZA PER €. 14 A STARE PER STRADA A ROMA NEL FREDDO. 

VIGILI INSULTATI E VITUPERATI DA QUESTI GIOVANI PIEDDINI DI MERDA.

QUELLO DETTO DA MARINO (sindaco), CLEMENTE (comandante), NIERI (vicesindaco), MADIA (ministro) E' STATO AGGRAVATO DA QUESTO DELINQUENTE CHE SI E' IMPADRONITO DELL'EX PARTITO DEI LAVORATORI SPARANDO CONTRO I LAVORATORI COME FACEVA FARE LO ZAR A SANPIETROBURGO.

LA STORIA PERO' INSEGNA CHE IL PUNTO D'ARRIVO DI CRIMINALI DEL GENERE E' IL PLOTONE DI ESECUZIONE, E' PIAZZALE LORETO O AL MINIMO UNA VILLETTA UN TUNISIA.

QUEL GIORNO, CARO MATTEO SAREMO IN TANTI A BALLARE SULLA TUA TOMBA, QUALSIASI ESSA SIA.

 
 
 

CITTADINANZA

Post n°841 pubblicato il 27 Novembre 2014 da ernben
 

Spesso confondiamo le parole ed il loro significato. E non è un caso. Ci hanno sempre fottuto con i luoghi comuni per farci RIPETERE senza capire quello che NON PENSIAMO.

Ad esempio il razzismo. E' solo un luogo comune, un'ancora per quelli che devono guardare più in basso di loro per sentirsi qualcuno. E non capiscono che il razzista è la prima vittima del "razzismo", perchè non lo sa spiegare o giustificare, e quindi non gli appartiene ma è lui ad appartenere al razzismo.

Intendiamoci, razzismo peggiore del 'buonismo' della sinistra, della sua tolleranza non tanto al diverso ma alla sua delinquenza (quando c'è), non esiste. Espellere chi delinque non è razzismo, non perseguitare chi delinque solo per la sua pelle o la sua provenienza è vero razzismo.

Ma una società dove TUTTI vengano AIUTATI per star meglio TUTTI la vogliamo davvero? Oppure nascondiamo dietro ideologie ridicole i nostri egoismi e le meschinità?

BISOGNEREBBE AVERE CORAGGIO. Coraggio di andare oltre a tutte le false barriere che ci interpongono sia da destra che da sinistra. Coraggio di vivere in una società dove ad esempio la CITTADINANZA non sia un diritto ma un merito.

E quindi levare ad ogni evasore, ad ogni inquinatore, ad ogni ladro politico e non, a Marchionne, a chi delocalizza, a chi sfrutta i clandestini, a chi gestisce droga e usura, ai mafiosi, LA CITTADINANZA ITALIANA, con tutti i diritti che ne conseguono, il voto, la politica, le cariche pubbliche, le partecipazioni bancarie, le esenzioni, e negargli i condoni, i vantaggi giudiziari, il diritto alla proprietà. 
Ridurli ad Apolidi Erranti proprio come quelli che perseguitiamo.

Insomma la domanda essenziale è:
CHI E' PIU' ITALIANO: MARCHIONNE CHE PORTA LA FIAT E I SUOI GUADAGNI ALL'ESTERO O L'IMMIGRATO CHE DENTRO UNA FABBRICA LAVORA, SI AMMALA e MUORE (talvolta) CONTRIBUENDO ALLO STATO ITALIANO? 

 
 
 

UCCIDERE RENZI

Post n°840 pubblicato il 24 Novembre 2014 da ernben
 

...oppure no?

bel dilemma.

Da un lato abbiamo RENZI un cicciobello che ci sta sterminando attuando il genocidio delle opposizioni, dei deboli, dei lavoratori.

Dall'altro abbiamo LA MORTE che sappiamo che storicamente non ha mai prodotto che vendette ed altra morte.

Facile risposta si potrebbe pensare, perchè se la morte indotta non produce cose positive allora si deve scartare e quindi ci teniamo RENZI.

Al tempo. Ragioniamo.

Questo ammasso di luoghi comuni, è riuscito:

  • a riportare in vita politica Berlusconi (politico del cazzo in senso stertto e non figurato), 
  • ad esautorarci il Diritto al Sindacato (non confondiamo il diritto con le s.p.a. CGIL-CISL-UIL-USB),
  • a renderci definitivamente invisibili con una legge elettore ad-coglionem (cioè per lui),
  • a prendere 18 miliardi di tasse regalandole agli imprenditori (olè!!), 
  • da sinistra (quale??) a distruggere il diritto dei lavoratori (che dovrebbe invece proteggere) levandogli addirittura l'articolo 18
  • eccetera, eccetera

Le sue leggi ricordano le leggi di Norimberga sugli ebrei. Solo che l'oggetto sono diventati i lavoratori.

La STORIA avrebbe avuto lo stesso corso se gli ebrei fossero riusciti ad uccidere HITLER (Quentin Tarantino docet)?

ah, saperlo...

a noi resta il dilemma: UCCIDERE RENZI oppure no??

 
 
 

GUERRA

Post n°839 pubblicato il 24 Agosto 2014 da ernben

ogni guerra ha un suo nemico.

ogni nemico deve essere giustiziato.

ogni giustizia può essere calpestata nella guerra.

...tre frasi del cazzo che chiudono il cerchio guerra-nemico-giustizia e fanno capire molto, ma molto bene come siamo disponibili a subire tante frasi vuote per potere mettere la nostra testa al macero...

COME PERMETTIAMO DI CHIAMARE  LO STERMINIO DEI PALESTINESI PER MANO DI ISRAELE COME GUERRA PER COLPA DI HAMAS?
MA ALLORA CHIAMIAMO ANCHE GUERRA QUELLA CHE GLI EBREI HANNO 'DICHIARATO' ALLA GERMANIA NAZISTA!!

COME PERMETTIAMO DI CHIAMARE NEMICI I BAMBINI LE DONNE ED I CIVILI IN GENERE CHE SONO LE SOLE VITTIME DEI BOMBARDAMENTI USA O ISRAELIANI CHE SIANO E DELLE GRANDI VITTORIE 'MILITAR-RELIGIOSO' DELL'ISIS, DEI SUNNITI ECCETERA?
ALLORA IL VERO NEMICO E' L'UOMO (inteso come genere animale) E LA CACCIA E' UFFICIALMENTE APERTA, LECITA E DIVERTENTE!!

COME PERMETTIAMO DI PARLARE DI GIUSTIZIA AD UN PREGIUDICATO (plurimo) COME BERLUSCONI ED AL SUO VASSALLO RENZI CHE NON FA NULL'ALTRO SORRIDERE INEFFABILE?
D'ALTRONDE SE PERMETTIAMO AD UN'ALTRO PREGIUDICATO COME GRILLO DI FARE IL MORALISTA, ALLORA IL NOSTRO FUTURO PREMIER SARA' TOTO' RIINA!!!

 

se per caso mi leggi
se per caso mi capisci,
se forse sorridi con sufficenza
ricordati che sei come me la prossima vittima designata,
e cerca di esistere invece,
PERDIO ESISTERE,
non contro di me o contro il tuo vicino,
ma con ogni uomo normale,
ogni uomo...
...e solo allora sarai vivo!

 
 
 

CHI 'GRILLA' AVVELENA ANCHE TE....

Post n°838 pubblicato il 24 Marzo 2013 da ernben
 
Foto di ernben

....DIGLI DI SMETTERE!!!

cosa vogliamo ancora aspettare per capire la serpe a 5 stelle che sta cercando di avvelenarci?

non sta facendo altro che cercare di far fallire l'italia solo per il suo gusto personale del potere:

si occupa di BANDA LARGA non di DISOCCUPATI

insulta tutte le ISTITUZIONI ma non ammette CRITICHE

non vuole GOVERNARE ma DISTRUGGERE...

quando riuscirà lui e SUE SCIMMIETTE (non vedo non parlo e non sento) ELETTE a farci tornare al voto dovremmo fargli causa per i 390 MILIONI CHE CI COSTERA'.

 

IO NON HO NIENTE CONTRO LE IDEE DIVERSE, MA CONTRO GLI STRONZI SI'!!!!!

 
 
 

capire

Post n°837 pubblicato il 02 Marzo 2013 da ernben
 
Foto di ernben

aiuto...

siamo in mano ai GRILLAZZISTI, tanti piccoli automi, soldini pronti ad ubbidire al loro capo duce che ordina solo per la sua personale goduria di mandarci tutti nel baratro.

ma come ci siamo finiti?

COSA CI POTEVA ESSERE DI PEGGIO DI BERLUSCONI?

MA DUE BERLUSCONI PERDIO!!!

E  con il riccio beppe ci siamo riusciti. Fateci caso, basta mettere in testa una parrucca riccio tipo peli di cazzo e i due sono uguali, ma proprio gli stessi.

Entrambi non hanno rispetto per nessuno. Entrambi insultano vigliaccamente senza confrontarsi. Ad entrambi non interessa l'antifascismo. Entrambi vogliono chiudere LA7. Entrambi metterebbero i sindacalisti in galera. Entrambi odiano i giornalisti non asserviti. Entrambi odiano i giudici che li vogliono giudicare. Entrambi di Genova 2001 non gliene frega niente...

MA IL GRILLO SPARLANTE NON E' DI GENOVA?? EPPURE GLI HANNO AMMAZZATO UN CONCITTADINO SOTTO CASA E NEANCHE SE NE E' ACCORTO...(questo per tutti i c.d comunisti che sono rimasti affascinati dai discorsi hitleriani di grillo pensando che sia di sinistra).

ma in fondo la colpa non è neanche sua e non solo di quelli che lo hanno votato disponibili a regalare il culo da un silvio ad un altro...

che ne dite di Veltroni? del PD post-ideologico? del monte dei paschi?

siamo nella merda e lo dobbiamo ancora capire.

 
 
 

19/01/2011

Post n°836 pubblicato il 13 Febbraio 2013 da ernben
 

  
 
IO SONO

io sono oggi
non voglio diventare un domani senza nessun passato.

io sono e voglio essere.
io non voglio sparire tra le pieghe di una società che tutto spiana.

io sono e voglio sopravvivere
a tutte le puttane di berlusconi
a tutte le sue ministre in calzeautoreggenti
a tutte le sue scondinzolanti deputate
che non è che non capiscono un cazzo, ma solo quello capiscono.

io sono e resterò me stesso.
io sono e non cambierò solo
perchè il 50% + 1 di quelli che mi si accostano come concittadini
si divertono alle scopate altrui
e scondinzolano servi felici
mentre leccano il loro padrone.

io sono e devo
diventare ancora di più
ancora più incazzato
ancora più forte ed ancora più cattivo
perchè solo è questo il modo giusto di sopravvivere.

io sono e cerco di non essere calpestato
da un marchionne
o una marcegaglia
o un sacconi
o un brunetta
o una gelmini
o una brambilla.

io sono e non accetto di sparire.
io sono e penso.
io sono e rimarrò comunista
perchè il partito postideologico di fattura piddina
e di veltroniana memoria è solo una contraddizione nei termini
perchè il legame di un partito è l'insieme delle idee
che gli fanno individuare nella società la classe referente
e quindi forma proprio una ideologia
che è l'unica ragione per la qula debba esistere un partito.

io sono ma non sarò mai piddino
perchè il PD non è un partito
non è di sinistra
non è dalla mia parte.

io sono e sputerò in faccia a tutti sempre e comunque
la mia meravigliosa e dignitosa diversità di uomo
da un mondo di sudditi schifosamente sottomessi.

io sono e sarò ancora e ancora.
io sono e sarò nelle scarpe di ogni mio compagno
di ogni mio amico
di ogni comunista incazzato come me.

io sono perchè
sono nato a piazzale loreto con i partigiani
con mussolini impiccato come un maiale a testa in giù.

io sono perchè
sono cresciuto per la strada
schivando le bombe di stato e i manganelli fascisti
la repressione democristiana e le ruberie craxiane.

io sono perchè
la mia esperienza
le mie ossa si sono formate sulle barricate
tra gli scontri
nella ribellione.

io sono e potete pure mandarmi contro 
tutti i vostri ministri scagnozzi
i vostri deputati stragisti
i vostri senatori mafiosi
i vostri presidenti pedofili
i vostri traditori sindacali 
il vostro braccio armato blupoliziotto
il vostro verde razzismo di bassa lega
perchè io resisterò sempre e comunque 
restitiurò colpo su colpo
e sarò pronto a colpirvi anche più duramente di voi.

io sono. 


 
 
 

MACCHE' TECNICI SONO DEGLI INCAPACI!!!

Post n°835 pubblicato il 12 Dicembre 2011 da ernben
 

E CI HANNO FREGATO UN'ALTRA VOLTA!!!

ci hanno spacciato un branco di criminali incompetenti come TECNICI!!!

ma tecnici di che?

hanno bloccato le pensioni, anzi no, solo alcune...ottenendo che chi prende 980 euro avrà l'aumento e chi ne prende 1000 no con il fantastico risultato del sorpasso della pensione!! Perchè con l'aumento, chi aveva meno diritto prenderà in assoluto di più di quello che aveva più diritto...

sono solo dei cazzari, che si pavoneggiano a salvatori della patria con la spocchia di chi sa tutto e invece non sa un cazzo!!!

hanno eliminato l'ENPEDEP da subito, dal 1 gennaio, inglobandola nell'INPS. Ma come si fa a pensare di spostare casse di contributi eterogenei come fossero bruscolini? Ed adesso? Chi ha versato i contributi all'ENPEDEP per una vita, a gennaio a chi li verserà? Secondo quali parametri? In quale cassa?

sono solo dei cazzari che aumentano la IVA e benzina senza neanche sapere che cazzo di risultati porterà.

Intanto però gli investitori ( e non solo i sindacati9 hanno capito e lo spread è rischizzato verso l'alto, perchè nessuno scommette su uno stato con un governo di criminali incapaci come il nostro

 
 
 

NESSUNA NUOVA...GOVERNO LADRO

Post n°834 pubblicato il 05 Dicembre 2011 da ernben
 

...forse, forse ho confuso i proverbi, forse ho mischiato qualche cosa tra loro, ma dopo aver sentito Monti e Passera, mi sono convinto che "nessuna nuova buona nuova" non fa proprio al caso nostro!!!
Anche se è proprio il caso di scriverlo a caratteri cubitali:

NESSUNA NUOVA PAGANO SEMPRE I POVERI

...ma questa proprio non mi pare di chiamarla buona nuova, anche perchè NON SO QUANTI SE NE SONO ACCORTI, ma hanno colpito OGNI aspetto della nostra vita in un sol colpo. Ecco, la novità sembra proprio questa: non lo stillicidio berlusconiano che si estrinsecava in una sorta di furto continuo, ma una botta sola, unica che assomilia tanto al colpo di grazia, dato alla nuca del condannato a morte.
Eccola l'immagine giusta:
Berlusconi ci ha torturato e Monti ci ha giustiziato.

Niente più speranze di miglioramento, niente di niente.
ci ha aumentato le tasse (IRPEF Regionale e Comunale) tagliando la Sanità regionale, ma senza toccare i ricchi (per carità) o i parlamentari
ci ha tassato la prima casa (confermando del resto quello che tremonti aveva levato sottovoce, cioè la deducibilità dei mutui) ma aumentato la vecchia ICI del 60%, fregandosene di chi non ha più neanche la forza per pagare il mutuo, ma senza fare patrimoniali (per carità) o far pagare l'ICI alla Chiesa (che Dio lo fulmini!!!)
ci ha fottuto il passato, bloccando la reintegrazione dell'inflazione ai pensionati oltre i mille euro, tra le lacrime di COCCODRILLO della ministra
ci ha fottuto il futuro trasformando I DIRITTI ACQUISITI dai pensionandi in carta straccia (ma non dei parlamentari) e la stessa pensione in una chimera da allontanare sempre più nel tempo portando l'età pensionabile a 66, 68...70 anni!!
e l'anzianità a 42 anni, così, come se niente fosse....

CAZZO, MA SONO ANNI DELLA VITA DELLA GENTE, NON NUMERI!!!

e la Mercegaglia gongola e Marchionne gongola...e Monti sorride con quella sua faccetta da cazzo di primo della classe che ha fatto bene il suo compitino, perchè i numeri sono giusti, i conti tornano...poco importa se la gente muore...

E LA CRESCITA?

la crescita c'è, questo è vero, ma è LA LORO CRESCITA, quella cegli sgravi fiscali per le imprese, quella della deducibilità dell'IRAP, quella della deducibilità della ricerca.

Mantenendo
il licenziamento libero
il precariato stabile
la ricerca pubblica scomparsa

D'altronde che ci si poteva aspettare da un governo di banchieri?
Ovvero quelli che la crisi finanziaria l'hanno creata?
Ovvero quelli che hanno preteso di essere salvati dallo Stato dalla crisi creata da loro?
Ovvero quelli che affamando gli Stati hanno trasformato la crisi da finanziaria a reale?
Ovvero quelli che dalla recessione stanno traendo il massimo profitto mascherato da spread che gli ha permesso di comprare attraverso il debito pubblico, creato per colpa loro, direttamente gli Stati?

...cazzo, è se fosse stato un colpo di Stato mondiale ordito dalla Finanza?!?

Ma in Italia, grazie alla nostra SINISTRA interna (?!?) siamo riusciti nel capolavoro di passare da futuri governanti a opposizione di sè stessi.
Con quale faccia, oggi, può il PD opporsi?
Con quale faccia Bersani può SOLO cercare di NON far passare questo DECRETO? (che per presa per il culo finale hanno chiamato SALVA ITALIA?)

Se anche ci riuscisse, anche un imbecille qualsiasi (Alfano?) potrebbe vincere le elezioni parlando di sinistra irresponsabile.
Capito?
Come la Lega che si sta cercando come una vecchia puttana di farsi ricucire una verginità persa nel rapporto incestuoso con Berlusconi, anche il PDL potrebbe erigersi a paladino dell'Italia!!!

E la gente ci crederebbe. Se un 20% crede ancora alla nipotina di Mubarak, la destra ha ancora tante e tante speranze, non ultima quelle del rinsaldamento d posizioni tra un PDL (senza Berlusconi) e un TERZO POLO affamato di Potere (meno male che con loro c'è Rutelli...lui perde sempre...).

Bel capolavoro.

E adesso in COSA possiamo sperare?

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 
IO SONO

io sono oggi
non voglio diventare un domani senza nessun passato.

io sono e voglio essere.
io non voglio sparire tra le pieghe di una società che tutto spiana.

io sono e voglio sopravvivere
a tutte le puttane di berlusconi
a tutte le puttanate di renzi
a tutte le giovani incompetenti ministre
che non è che non capiscono un cazzo, ma solo quello capiscono.

io sono e resterò me stesso.
io sono e non cambierò solo
perchè il 50% + 1 di quelli che mi si accostano come concittadini
scondinzolano servi felici
mentre leccano il loro padrone.

io sono e devo
diventare ancora di più
ancora più incazzato
ancora più forte ed ancora più cattivo
perchè solo è questo il modo giusto di sopravvivere.

io sono e non accetto di sparire.
io sono e penso.
io sono e rimarrò comunista
perchè il partito postideologico di fattura piddina
e di veltroniana memoria  e di renziana attualità
è solo una contraddizione nei termini

io sono ma non sarò mai piddino
perchè il PD non è un partito
non è di sinistra
non è dalla mia parte.

io sono e sputerò in faccia a tutti sempre e comunque
la mia meravigliosa e dignitosa diversità di uomo
da un mondo di sudditi schifosamente sottomessi.

io sono e sarò ancora e ancora.
io sono e sarò nelle scarpe di ogni mio compagno
di ogni mio amico
di ogni comunista incazzato come me.

io sono perchè
sono nato a piazzale loreto con i partigiani
con mussolini impiccato come un maiale a testa in giù.

io sono perchè
sono cresciuto per la strada
schivando le bombe di stato e i manganelli fascisti
la repressione democristiana e le ruberie craxiane.

io sono perchè
la mia esperienza
le mie ossa si sono formate sulle barricate
tra gli scontri
nella ribellione.

io sono e potete pure mandarmi contro 
tutti i vostri ministri scagnozzi
i vostri deputati stragisti
i vostri senatori mafiosi
i vostri presidenti pedofili
i vostri traditori sindacali 
il vostro braccio armato blupoliziotto
il vostro verde razzismo di bassa lega
perchè io resisterò sempre e comunque 
restitiurò colpo su colpo
e sarò pronto a colpirvi anche più duramente di voi.

io sono. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ITALIANOinATTESAoscar.foDJ_PonhzinotedamoreStolen_wordspepedgl16MAITREYIpeppe_randazzo2015sognatric3gigliodamoreernbenI.am.Laylastefania.roccatagliamm.massarelliferroni.m
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

 
 
 
 
 
 
 

PER I NOSTRI FIGLI

Crescete come buoni rivoluzionari. Studiate molto per poter dominare la tecnica che permette di dominare la natura. Ricordate che l’importante e’ la rivoluzione e che ciascuno di noi, da solo, non vale niente.

Soprattutto siate sempre capaci di sentire nel più profondo del vostro cuore qualsiasi ingiustizia commessa contro chiunque in qualsiasi parte del mondo.

Questa è la migliore qualità di un buon rivoluzionario.

 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
I Have a Dream
Io Ho Davanti a Me Un Sogno
Martin Luther King, Jr.

Discorso Pronunciato da Martin Luther King Washington, 28 Agosto 1963.

 Sono felice di unirmi a voi in questa che passerà alla storia come la più grande dimostrazione per la libertà nella storia del nostro paese. Cento anni fa un grande americano, alla cui ombra ci leviamo oggi, firmò il Proclama sull’Emancipazione. 
 
....Io ho davanti a me un sogno, che un giorno sulle rosse colline della Georgia i figli di coloro che un tempo furono schiavi e i figli di coloro che un tempo possedettero schiavi, sapranno sedere insieme al tavolo della fratellanza.

Io ho davanti a me un sogno, che un giorno perfino lo stato del Mississippi, uno stato colmo dell’arroganza dell’ingiustizia, colmo dell’arroganza dell’oppressione, si trasformerà in un’oasi di libertà e giustizia.

Io ho davanti a me un sogno, che i miei quattro figli piccoli vivranno un giorno in una nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per le qualità del loro carattere. Ho davanti a me un sogno, oggi!.

Io ho davanti a me un sogno, che un giorno ogni valle sarà esaltata, ogni collina e ogni montagna saranno umiliate, i luoghi scabri saranno fatti piani e i luoghi tortuosi raddrizzati e la gloria del Signore si mostrerà e tutti gli essere viventi, insieme, la vedranno. E’ questa la nostra speranza. Questa è la fede con la quale io mi avvio verso il Sud.

Con questa fede saremo in grado di strappare alla montagna della disperazione una pietra di speranza. Con questa fede saremo in grado di trasformare le stridenti discordie della nostra nazione in una bellissima sinfonia di fratellanza.

Con questa fede saremo in grado di lavorare insieme, di pregare insieme, di lottare insieme, di andare insieme in carcere, di difendere insieme la libertà, sapendo che un giorno saremo liberi. Quello sarà il giorno in cui tutti i figli di Dio sapranno cantare con significati nuovi: paese mio, di te, dolce terra di libertà, di te io canto; terra dove morirono i miei padri, terra orgoglio del pellegrino, da ogni pendice di montagna risuoni la libertà; e se l’America vuole essere una grande nazione possa questo accadere.

...Risuoni la libertà da ogni monte e monticello del Mississippi. Da ogni pendice risuoni la libertà.

E quando lasciamo risuonare la libertà, quando le permettiamo di risuonare da ogni villaggio e da ogni borgo, da ogni stato e da ogni città, acceleriamo anche quel giorno in cui tutti i figli di Dio, neri e bianchi, ebrei e gentili, cattolici e protestanti, sapranno unire le mani e cantare con le parole del vecchio spiritual: "Liberi finalmente, liberi finalmente; grazie Dio Onnipotente, siamo liberi finalmente".