Creato da celticwolf1968 il 12/01/2007

MAGIC CLUB

Il Generale, l' Arma che torna sulla strada, che diventa invisibile ed imprevedibile, che ritorna schiava solo del dovere, che riconosce un solo padrone, il popolo di cui si compone e quella Patria rivendicata e ritrovata nelle fabbriche, nelle campagne, nelle scuole, dovunque aleggi il senso d' umanità. “ultimo”

 

 

« Messaggio #245Messaggio #247 »

Post N° 246

Post n°246 pubblicato il 14 Giugno 2007 da celticwolf1968
 

VOGLIO PUBBLICARE QUESTO COMMENTO FATTO DA UN BLOGGHER PERCHE' PENSO SIA DI INTERESSE PER TUTTI..

NON PARLA DI PEDOFILIA MA DI SICUREZZA STRADALE X I NOSTRI FIGLI LEGGETELO!

Inviato da mpvitruvio il 13/06/07 @ 22:46 via WEB
da http://www.mpvitruvio.blogspot.com/............. “maxi-lezione” di sicurezza stradale per gli alunni del Vitruvio di Castellammare di Stabia (Na). In realtà, presso il “Supercinema” della città delle acque, si è tenuto il convegno conclusivo del progetto “Strade Amare, strade da amare- campagna sulla sicurezza stradale”. Il percorso formativo, ideato dal prof. Antonio Sicignano e coordinato dal dirigente scolastico, dott. Sebastiano Piccolo, consisteva in una serie di conferenze tenute da personale esperto e qualificato a vario titolo. In particolare sono intervenuti nei vari incontri previsti: il dott. Diego Marmo, Procuratore Generale presso il tribunale di Torre Annunziata, la dott.ssa Stefania Trotta, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Torre Annunziata, il dott. Luigi Riello, magistrato già componente del C.S.M., il dott. Giovanni De Angelis, dirigente del tribunale di Gragnano, il dott. Luigi Petrillo, dirigente del commissariato P.S. di Castellammare, la dott.ssa Valeria Moffa, vicequestore della polizia stradale di Napoli, il cap. Giuseppe Mazzullo, comandante dei Carabinieri di Castellammare, il sen. Luigi Bobbio, relatore della legge sulla confisca dei ciclomotori, l’on. avv. Sergio Cola, relatore della legge sulla patente a punti, con i suoi giovani collaboratori l’avv. Andrea Imperato ed il p. avv. Gaspare Jucan Sicignano. Tuttavia il fiore all’occhiello del progetto era proprio il convegno conclusivo, in cui i ragazzi hanno potuto ascoltare le tragiche testimonianze del Maggiore dei Carabinieri Giuseppe Mari, padre di Catello noto calciatore deceduto lo scorso anno a causa di un incidente stradale, e di Alessio Tavecchio da Monza, ragazzo disabile per una caduta dalla moto e presidente dell'omonima fondazione, oltre che autore del libro "Cronaca di una gurigione in-possibile". In una gremita sala del “Supercinema”, davvero toccante si è rivelato l’intervento del Maggiore Giuseppe Mari, che ha esordito con espressioni, molto commoventi: «quando ti muore un figlio, ti muore l’anima e preferiresti che i fiori al cimitero fossero gli altri a portarli a te», ed ancora: «ai genitori consiglio di non aver paura di essere petulanti, insistete con i ragazzi in frasi del tipo “metti il casco”, “metti la cintura” e “vai piano”, io questa mattina sono in veste di genitore, un genitore sfortunato». Sempre all’insegna delle raccomandazioni si è espresso Alessio Tavecchio aggiungendo un particolare agghiacciante alla sua tragica storia: «io sono caduto con la moto su una buca non sufficientemente segnalata, ad una velocità di 50 Km all’ora. I comuni, le provincie e le regioni dovrebbero avere maggiore attenzione alla struttura del manto stradale ed tutti quei pericoli ad esso connessi, perché dopo è sempre troppo tardi». Infine, dopo un breve saluto di tutti i relatori del progetto, il preside del Vitruvio ha ringraziato gli stessi, omaggiandoli con un quadretto ricordo dell’evento, e ricordando che «al Vitruvio chi si presenta senza casco a scuola non entra».
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/CLUBMAGIC/trackback.php?msg=2847250

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
gaereal
gaereal il 23/06/07 alle 20:06 via WEB
Testimonianza interessante... ma c'è ancora molto da fare anche per quanto riguarda la sicurezza stradale. Ga.
 
mpvitruvio
mpvitruvio il 17/08/07 alle 10:40 via WEB
Visitate il blog sulla sicurezza stradale edito dalla Scuola "M.P. Vitruvio" di castellammare di Stabia all'indirizzo http://mpvitruvio.blogspot.com/ oppure all'indirizzo http://blog.libero.it/stradeamare/
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

Scorpions - Wind Of Change

 

ATTENZIONE

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Rappresenta semplicemente gli Ideali e i pensieri delle persone che sono stanche di guardare le ingiustizie senza reagire..

Tutti potete postare su argomenti inerenti a ciò di cui tratta il blog, ringrazio fin da ora chi non farà della paura e dell'omertà il suo vessillo..

Celticwolf1968

 

" A coloro che potendo intervenire  non sono intervenuti, tutto il nostro disprezzo"

Ultimo

 

FACEBOOK

 
 
immagine
 

 nightwish - sleeping sun

 

ULTIME VISITE AL BLOG

carollopeppewolfang0infoidrostargelsominomariannacristy129saramixlucenera2.71sanmartinovallecaudistefi.mianastrong_passionWIDE_REDgosth_insideulisse.61semprepazza
 

ULTIMI COMMENTI

Citazioni nei Blog Amici: 10
 
 
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

NOMI ANCESTRALI

immagine
 
tutto nero
postato da La mamma 
cinziamascagni@libero.it
 Domenica 4 Febbraio 2007 ore 11:28:20
Oggi sono triste, è dalle 8 che scrivo e-mail, mando fax, telefono (anche se poi è domenica e mi rispondono in pochi), ricevo tante promesse ma nessun fatto. Possibile che a nessuno importi di una bambina di 4 anni che se non potrà curarsi morirà nel giro di 1 o 2 anni; io mi chiedo come possono le persone comportarsi così. La vita di mia figlia non fa odiens; meglio la morte perché se muori ci sei se vivi sei invisibile.
Che modo di merda
.Per una donazione
Banca Nazionale del lavoro:
cc 6433 - Abi 1005 - Cab 13974
intestato a : un aiuto per Azzurra

 http://www.striscialanotizia.mediaset.it/