... Cariddi...

E tutto ho sentito del cielo e della terra. Anche dell'inferno ho sentito parecchio

 

CINEMA

Qui riporterò alcuni dei film che ho visto...DIciamo qulli più belli ed intensi che mi hanno emozionato di più...
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

bal_zacbradford0doublellemade04bipbipjefalco58dglpsicologiaforenseCariddi10AnimeMagichenanyaunoDOLCIOLAfernandez1983Fantaemorfeo704cambiarepaginaa
 

ULTIMI COMMENTI

Buona giornata :)
Inviato da: bluewillow
il 02/12/2008 alle 09:10
 
tvttttttttttttttttttttttttttttttttttttttb!!tnt bacioni=P
Inviato da: acida1a
il 03/07/2007 alle 20:13
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Via col Vento

Post n°7 pubblicato il 11 Maggio 2009 da Cariddi10
 
Foto di Cariddi10

Io adoro Rossella O'Hara. Forse è una stronza, un'arrivista, una scaltra, ignorante e presuntuosa, con la civetteria nel DNA. Però a me piace tantissimo, perchè si gode la vita, anche se alla fine è ababndonata da Rhett. Che poi adoro anche quest'ulimo: non sapete quante volte ho fantasticato di averlo come fidanzato. Anche lui è un figlio di buona donna, ha ucciso, rubao e speculato e, come direbbe la signora Merriwether (leggetevi il libro) è un RINNEGATO.Però è l'unico che ami veramente Rossella, anche quando la abbandona con la celeberrima frase "francamente me ne infiskio".

 

 
 
 

Piccolo sfogo "teatrale"

Post n°6 pubblicato il 12 Marzo 2009 da Cariddi10
 

Su questo blog io non scrivo mai e un po'mi dispiace, perchè a me piace scrivere (non sempre, ma mi piace). Tuttavia ho già un altro blog da gestire e non riesco  ad aggiornare nemmeno quello con puntualità. Oggi, però, mi è venuta voglia di fare una piccola capatina qui dentro.

Durante questo periodo a scuola stiamo preparando una commedia da rappresentare alla fine dell'anno. Io amo molto recitare  e il mio desiderio più grande è quelo di frequentare l'accademia d'arte drammatica una volta uscita dal liceo scientifico in cui sono iscritta attualmente. Ancora un anno e poi me ne andrò da questa scuola!
Dicevo, stiamo preparando la commedia. Tuttavia non mi piace il teso, non mi piacciono i personaggi, non mi piace la storia. Io devo interpretare un ruolo che non mi si adatta, non riesco ad "entrare nel personaggio". Mi sembra di essere rimasta impigliata nel ruolo che interpretavo nella commedia dell'anno scorso e di non riuscire più a scrollarmelo di dosso. Mi sento come Anthony Perkins, che dopo aver interpretato Norman Bates in "Psycho", rimase per sempre legato al ruolo dello psicopatico.
Io voglio essere un'attrice, non una caratterista. E gli attori sono figure più complesse, dalle personalità multicolori. Un attore deve essere in grado di impersonare qualsiasi ruolo, di dar vita a qualsiasi carattere. Proprio in questo sta la grandezza dell'attore.
L'anno scorso mi divertii molto ad interpretare la cameriera diabolica di un Lord inglese al quale viene predetto che deve commettere un omicidio. La commedia era tratta da un racconto di Oscar Wilde intitolata "Il delitto di Lord Arthur Savile"ed io ero la co-protagonista, che aiuta il lord a compiere il delitto. La storia era carina, divertente, la mia parte diabolica, ma al tempo stesso carica di humor (quello che si chiama humor-nero). Probabilmente il mio ruolo mi era tanto più gradito perchè lavoravo in una bella atmosfera, con ragazzi simpatici e bravi, intelligenti e ironici. Quest'anno, invece, mi pare che l'organizzazione lasci a desiderare e che il tutto sia un po'forzato. Quello che non va è proprio la commedia, che ha come base davvero una brutta storia. Il testo che a giugno dovremo mettere in scena è stato scritto da un ex alunno del mio liceo ed è in dialetto napoletano. Credo che la trama non sia per niente avvincente. All'inizio la mia professoressa, che è la "regista"della commedia, aveva penstao di rappresentare Pirandello, con "Sei personaggi in cerca d'autore". Ma poi il nostro preside, pensando che Pirandello sia troppo pesante, troppo difficile, insomma, TROPPO UNA PALLA (scusate la volgarità e, soprattutto, mi scusi Pirandello, ma, per fortuna, queste non sono parole mie), ha suggerito (o quasi imposto) alla mia prof di cambiare genere. E siamo finiti col rappresentare una commedia decisamente mediocre, che fa sicuramente ridere, ma che non è per niente profonda, ma sfrutta una lunga sfilza di luoghi comuni sulla commedia napoletana. E, personalmente, non amo questo genere e credo che di testi teatrali in dialetto napoletano ne abbiamo tutti la pancia piena (a cominciare dalle commedie di Eduardo De Filippo). Forse pretendo troppo, dato che comunque siamo tutti ragazzi con un'età compresa tra i 14 e i 18 anni, ma credo che, se non proprio Pirandello, almeno un altro testo "classico", ben scritto, con personaggi forti, concreti, si poteva scegliere!
Molti di voi si chiederanno perchè non ho abbandonato il mio ruolo e non mi sono ritirata dal corso di  teatro. Eh bè, la passione per la recitazione è troppo forte e mi adatto anche a rappresentare personaggi che non mi piacciono in commedie che non mi interessano: del resto, se voglio "coltivare"il mio hobby devo accontentarmi di poco, dato che dalle mie parti abbondano le scuole di ballo e di canto, ma, quanto alla recitazione, nessuno se ne cura e, credo, nessuno la considera un'arte.
Spero di cimentarmi in qualcosa di meglio nel futuro. Scusate per il mio sfogo lunghissimo.

Alla prossima!

CAriddi-

 
 
 

Mamma mia da quanto ci manco!

Post n°5 pubblicato il 30 Luglio 2008 da Cariddi10

Salve a tutti! Lo ammetto, sono un'incredibile pigrona e non ho più scritto sul mio secondo blog per indolenza e per essere sempre a corto di idee (il che è anche una fantastica bugia). Comunque oggi ho deciso di aggiornare quest'angolo polveroso, il più polveroso di tutto Libero (mi hanno già assegnato il premio e sono entrata nel Guinnes dei Primati). Scherzi a parte, ho davvero deciso di prendere 1 po' più sul serio il blog e iniziare a parlare dei miei interessi, e in particolare dei film e dei libri che mi piacciono (o che non mi piacciono, fa lo stesso). Inizio col dirvi che proprio ieri ho comprato un libro interessantissimo, un saggio sul Cinema e, più precisamente, il libro che racchiude la storica intervista fatta da François Truffaut ad Alfred Hitchcock, il mio regista preferito. E' riduttivo affermare che tale libro parli dei film girati dal cosiddetto "architetto dell'angoscia", poichè esso si configura come una riflessione approfondita sul Cinema e le sue tecniche, la sua incisività, il suo fascino...Questa riflessione prende forma nei lunghi dialoghi che vedono protagonisti due dei più grandi registi del secolo scorso, dialoghi che vanno ben oltre le semplici "domande/risposte" di una normale intervista. Ancora devo finire di leggere il libro, perciò mi riservo di scriverne una recensione più dettagliata e degna di qst nome in un secondo momento. Nel frattempo posso darvi il titolo del libro, così almeno potete già comprarlo (vi dico che x chi è appassionato di cinema, qst libro deve rappresentare un MUST, una sorta di Bibbia cinematografica da leggere ABSOLUTELY).
Vabbè, per il momento è tutto, spero di tornare prest con un altro post più divertente. Per il momento vi lascio e vi auguro una fantastica giornata. Ciao ciao..

 
 
 

Pensare a te (una mia poesia)

Post n°3 pubblicato il 01 Luglio 2007 da Cariddi10
Foto di Cariddi10

Pensare a te mi apre il cuore,
mi illumina la mente,
tasforma i miei occhi in due stelle.
Pensare a te mi dona gioia,
dolore, ragione, pazzia,
paura, sicurezza.
Pensare a te mi fa vedere
il mare in tempesta,
il cielo purpureo,
i giorni di festa.
Pensare a te mi trascina nell'infinito,
mi fa passeggiare nel'universo.
Pensare a te mi fa cambiare,
in meglio e in peggio.

 
 
 

Sento... (poesia scritta da me)

Post n°2 pubblicato il 01 Luglio 2007 da Cariddi10
Foto di Cariddi10

Sento il tuo viso vicino al mio
e un brivido mi percorre la nuca...
Sento i tuoi occhi così profondi
che cercano i miei per circondarli
di un abbraccio muto...
Sento le tue mani che stringono le mie
per comunicarmi il tuo amore...
Sento che sono a un passo dall'averti,
ma tu, d'un tratto, scivoli via silenzioso...
Allora mi sveglio e so che le mie sensazioni
erano vane come un sogno...

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Cariddi10
Data di creazione: 01/07/2007