Blog
Un blog creato da artchoker il 22/01/2009

Choke

ovvero Il Cuore Del Carciofo

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

artchokerITALIANOinATTESAforever_green3antropoeticolacey_munrosifabriblogxx1mgf70Dr.Uoltre.lo.specchiofcmsdielektraforliving1963donadam68belladinotte16
 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 57
 

TAG

 

 
 

 

COME STAI?

Post n°442 pubblicato il 17 Novembre 2014 da artchoker

 

Succede spesso di essere coinvolti in un dialogo a seguito di un incontro improvviso, sia per strada piuttosto che in altri luoghi, in casa o in un locale.

In questi casi si può assistere alle varie declinazioni della locuzione "Come stai?".

Specialmente l'essere femminile sfoggia mille sfumature tonali, e teniamo presente che si tratta, in fondo, di sole due parole composte da sole otto lettere.

La domanda può suonare come una semplice domanda pronunciata con un sorriso abbagliante e la mano tesa. Se rivolta ad un bambino può essere accompagnata da una carezza sulla testa a scompigliare i capelli, pratica che i bambini odiano oltremodo.
E anche i cani, ma questa è un'altra storia.

Ma qualche volta avrete sicuramente avuto occasione di sentire un "Cooooome staaaaaiii?" pieno di significati, a seconda dello stato d'animo risultato dall'incontro. Può voler dire "Ma sei ancora viva?" oppure "Stai ancor con quel tizio?", oppure ancora "Come cavolo ti sei combinata?"

Per l'uomo è necessariamente diverso, vista la limitata dotazione di sfumature. Il più delle volte grugnisce un "Ehi, com'è?" senza troppi sottintesi.
A meno che non si tratti di un tifoso della stessa squadra di calcio che non vede da tempo, oppure che non incontri una ex amante. Che non scopa da tempo.
In entrambi i casi gli si illuminerà il volto e, sfoderando un sorriso smagliante, pronuncerà la fatidica domanda "Cooooomeee staaaaaiii..." seguito da "...vecchio porco?" se si tratta dell'amico tifoso oppure da "...tessssoro?" se si tratta dell'ex amante.

Niente di nuovo sotto il sole, basta saperlo...:o)

 

 
 
 

RESTART

Post n°441 pubblicato il 14 Novembre 2014 da artchoker

 

 

Bene.

Istigato da pensiero improvviso e insano, ho deciso di cancellare tutti i post, tanto più che da moltissimo tempo erano congelati in attesa di eventi.

Ora dovrei scrivere qualcosa, altrimenti che senso ha un blog su cui non c'è scritto nulla?
Una specie di rinascita, di ripartenza. Anche se in fondo non so esattamente se ho voglia di ripartire, sto benissimo come sto.

Un msg alle vecchie amicizie: non è successo nulla, non sono morto, ho solo staccato la spina, e non mi ricordo nemmeno il perchè, probabilmente per saturazione.
Chissà poi se a qualcuno importa, qui è tutto così aleatorio. Ho visto amicizie svanire da un giorno all'altro senza battere ciglio, e purtroppo mi rendo conto che ho fatto così anch'io, quasi senza volerlo.
E' il virtuale, baby.

E comunque per adesso credo che basti. Alla prossima, ma non so dire come e quando.

:o)

 
 
 
 


 

NOTTURNO

Per ogni uomo c'è un'area della vita compresa nel perimentro sacrosanto dei cazzi suoi.