Monna Lisa

pensieri in disordine sparso

 

Foto: sempre più...moderna ^_^

Foto: sente freddo anche lei!  ^_^ <3

 

 

QUESTA ME LA REGALA DODOLO!!!!!!!!

 

MONNA LISA INVERSA

La mia Monna Lisa

per gentile concessione di Salvatore Vito

 

ECCOLA QUA!!!!

 

FA CALDO............

GRAZIE SERENA ......

COSI' STO PIU' FRESCA!!!!!!

 

La Gioconda annoiata,

dono della mia amica Serena

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 41
 

ULTIME VISITE AL BLOG

simonanad18Bridigalagioia58_rCiaoGi_57xxxl_tuttasuifianchicleidfugadallanimavirgola_dfisryfoladasinaicolacky.procinoHannah26.7il_pablo
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Quel che non ti aspetti

Post n°1011 pubblicato il 22 Maggio 2017 da CiaoGi_57
 

E' il pomeriggio della domenica, ho finito di sistemare i piatti, riassettare la cucina dopo il consueto pranzo domenicale con papà, marito e figlio.

Mi sono coccolata un po' papi mio, gli ho sistemato i piedi, che lui non riesce più da solo, poi lui è tornato a casa sua, mi sono riposata un attimo sul divano, poi ho chiesto al amarito se aveva voglia di andare a fare un giretto (piccolo però che mi sentivo un po' stanca).

Prima siamo andati in centro, c'erano un po' di bancarelle in piazza, ho comprato tre piantine aromatiche (basilico, erba cipollina e pepe verde), poi ho detto al marito, andiamo a fare un giro nell'altra piazza, mi sembra di avere sentito che c'è una manifestazione canina. E infatti, nella piazza diversi banchetti di associazioni di volontariato, scuole di addestramento, quella del canile e poi.......... la passerella per la sfilata canina!!!!!!!!! Nel momento in cui ci avviciniamo un istruttore cinofilo sta illustrando una dimostrazione di obedience di uno splendido esemplare di pastore tedesco..... mi si avvicina una ragazza....

"vuole iscrivere il suo cane alla sfilata?????? è gratis!!!"

Sono un po' dubbiosa, che l'ultima volta che ho provato a farla sfilare lei non ha fatto una gran bella figura, sembrava spaventata e ha tentato di scappare..... vabbè dai proviamo.......

Una mezz'ora dopo comincia, prima i cani di piccola taglia che sfilano più o meno consezienti, poi la taglia media ed entriamo nel ring noi insieme ad una decina di altri cani, meticci e di razza..... Niky da un'occhiata ai compagni, si annusa un attimo con il border collie alla nostra sinistra, un'altra sniffatina alla meticcetta alla nostra destra, controlla che abbia in mano un po' di biscottini nel caso le vanisse fame poi si sistema a terra di fianco a me e se ne sta lì tranquilla mentre gli altri sfilano. Siamo rimaste in due, noi e la meticcetta alla nostra destra che da chiari segnali di insofferenza e allora dico alla signora che la tiene al guinzaglio di passare avanti per toglierla da quella situazione che evidentemente non le piaceva.

Rimaniamo solo noi, ci chiamano, comando il "seduta, piede"... impeccabile "andiamo" andatura perfetta e il presentatore ci fa i complimenti, ma noi non siamo soddisfatte e dobbiamo fare vedere di più!!!!

" dammi il cinque" le dico presentandole il palmo della mano, e lei mi batte il piede

"l'altra zampa" e via con il piede sinistro

"terra" e lei si spalma a terra

"seduta" e si tira su

Applausi, poi viene la cigliegina: mi batto il petto con la mano e lei salta su e mi abbraccia!!!!!

Come si dice... vien giù il teatro!!!!!!!!

Usciamo dal ring e io sono orgogliosa, lei è stata bravissima e a quel punto non mi importa del premio, che tra l'altro manco so che cos'è, mi è bastato vedere che la canessa ha capito che cosa mi aspettavo da lei e ha risposto alla grande.

Poi sfilano i cani di taglia grande che non riesco a vedere perchè nel frattempo veniamo circondate da bimbi che vogliono carezzarla e conoscenti che ci fanno i complimenti.

Si arriva alle premiazioni, prima i cagnolini piccoli e vince una meticcetta, poi si passa alla taglia media e io sento chiamare il mio nome e quello della principessa, mi ritrovo sul ring con lei, il presentatore mi chiede di farla sfilare per farla ammirare da tutti, mi consegna la targa del premio e una grande busta piena di cibo per cani offerta dal negozio per animali che ha aperto da poco proprio lì nella piazza. Usciamo dal ring, vado dal marito che mi prende un po' in giro..... forse camminavo un po' sulle nuvole, ma insomma sarà un mio diritto essere orgogliosa della mia cucciola!!!!!

Poi lui guarda dentro la busta e io gli dico: "no, questa non la teniamo, ora la porto al banchetto del canile, che loro ne hanno più bisogno"

Lui scuote la testa, ma io sono convinta di quello che faccio, prendo la busta e la vado a consegnare alla figlia della mia vicina di casa che fa la volontaria proprio in quel canile e che ha sfilato con noi con uno dei loro cani, nella speranza che qualcuno si invogliasse ad adottarlo.

Io sono sono più che contenta, la mia Niky è stata eletta Best in Show e mi basta. 

 
 
 

Come posso darti il mio aiuto?

Post n°1010 pubblicato il 19 Maggio 2017 da CiaoGi_57
 

C'è questo ragazzo, giovane, ha compiuto 28 anni la settimana scorsa, me lo ha detto forse sperando che gli allungassi qualche cosa come regalo di compleanno, e io invece mi sono limitata a fargli gli auguri.

Un bel ragazzo, alto, lineamenti finissimi, arriva dal Senegal non so come e non so quando. Si piazza ogni tanto davanti al forno/bar/pasticceria dove ogni mattina vado a prendere il pane fresco, non sta proprio davanti alla porta, ma lì nelle vicinanze.

Qualcuno passando gli allunga qualche cosa, qualche spicciolo, oppure gli paga la colazione, una signora gli ha regalato dei vestiti. Ogni tanto anch'io gli allungo qualche cosa, lui mi ringrazia con un bel sorriso. Cinque euro in più o in meno a me non cambiano la vita, per lui forse vogliono dire qualche cosa di più.

Come lui ce ne sono diversi, tutti discreti, non insistenti, ti salutano sempre con un sorriso. Onestamente non posso aiutarli tutti, ma se non do qualche cosa ogni tanto mi sento in colpa, cinque euro non sono una cifra che mi possa cambiare qualche cosa, ma se do cinque euro ogni giorno a tutti, alla fine forse diventano una cifra importante, perchè sono davvero tanti, troppi.

Questa mattina però il ragazzo davanti al bar mi ha lasciata di stucco: mi ha fermata prima che entrassi e mi ha detto che ha grossi problemi, che il padrone di casa lo butterà fuori lui, la moglie e la sua bambina se entro lunedì non gli paga l'affitto. Che cosa mai gli ha fatto pensare che io potessi risolvere i suoi problemi? che cosa lo porta a chiedere aiuto ad una donna di mezz'età di cui non sa nulla, se non che ogni giorno va a comprare il pane per la famiglia, che ha una macchina piccola, piccolissima e che ogni tanto gli allunga qualche cosa? Perchè proprio io?

Non posso certo farmi carico di un problema così grande per lui, ma che non posso proprio sostenere, che un conto sono cinque euro, un altro discorso è un affitto per quanto economico possa essere, si parla sicuramente di svariate centinaia di euro.

Ne ho parlato con il titolare del locale, sta pensando di assumerlo, ecco questo mi sembra più giusto: tu hai bisogno, ti faccio lavorare, io non potrei farlo assumere dove lavoro io, occorrono delle competenze specifiche che lui non ha.

Insomma, sono uscita con un peso sul cuore, sono salita in auto senza guardarlo, ma lui è venuto a bussare al finestrino: "Ora non ho nulla con me" gli ho detto, ed in effetti era così, avevo solo pochi spiccioli nel portafoglio. Mi sono detta che io di figli ne ho già due che aiuto ogni giorno, ma lui non ha una mamma che gli possa dare una mano.

Mi sento in colpa anche se razionalmente mi dico che non può essere un problema mio, ma mi sento in colpa ugualmente

 
 
 

Appuntamento annuale

Post n°1009 pubblicato il 18 Maggio 2017 da CiaoGi_57
 

E per fortuna che è solo una volta all'anno!!!!!!!!

Con l'arrivo della primavera e quello prossimo delle zanzare e dei temutissimi pappataci corre l'obbligo di sottoporre la cucciola alla opportuna profilassi, che noi viviamo in una zona endemica, ma prima di iniziare è regola controllare che non ci siano già processi di infezione in corso e quindi occorre fare un prelievo

di sangue

da una delle zampe anteriori

ad una canessa che (pesata un attimo prima di entrare in ambulatorio) ha raggiunto il considerevole peso di 29 chili 29 (ho sempre detto che i cani assomigliano ai loro umani di riferimento, chiatta e culona è diventata)

che ha già capito quello che la aspetta

e non ne vuole sapere

e si ribella

e quando si ribella hai voglia a cercare di tenerla ferma

a fare la voce grossa

a blandirla con il biscottino

Il veterinario, vista la mal parata, ha gettato la spugna, posato la siringa ed è andato a cercare rinforzi.

Quando ho visto il rinforzo mi è scappato da ridere: una dottoressa minutina e piccolina, come può pensare di tenerla, pur con il mio aiuto, che conta poco avendo io notoriamente la forza fisica di un'ameba ubriaca.

Ma il veterinario ha strategicamente invertito i ruoli: io e lui tenevamo ferma la bestia ribelle, mentre la dottoressina provvedeva a toglierle una minuscola fialetta di sangue.

Alla fine dell'operazione, con la cucciola che protestava come se la stessimo scannando il commento del dottore è stato: "E pensare che avevo appena fatto la doccia!!!" " Come abbiamo fatto l'anno scorso?" 

"Dottore l'anno scorso ha fatto un casino che si è sfilato ago e cannula, c'era sangue ovunque, sembrava avessero sgozzato un maiale!!!!!"

Prendiamo fiato, noi, la cucciola ansima ancora per lo sforzo e ancora è in allarme, che lo sa che fintanto che è sul lettino non è ancora finita, e infatti con aria indifferente il dottore si avvicina e senza fargliela vedere e senza che se ne accorga le infila l'ago della siringa con il vaccino antirabbia.

Ok, finito.

Registrazione del vaccino sul passaporto. 

Istruzioni sui tempi di attesa del responso del prelievo, saluti e baci, passa alla cassa e taci.

.... ttttaccccci!!!!!!! Compresa una scatola delle pasticche per la profilassi antifilaria se ne sono andati 156 eurini.........

La cucciola mi ha tenuto il muso per il resto del pomeriggio e per tutta la serata, non mi è venuta vicino per le consuete coccole serali, è venuta a più miti consigli questa mattina ......

alle sei e mezza......

voleva le coccole....

e anche uscire che le scappava la cacca!!!!!!

 
 
 

E che deve succedere ancora?

Post n°1008 pubblicato il 09 Maggio 2017 da CiaoGi_57
 
Tag: crolli

E dopo l'intervento in bocca, che sono ancora qua che mangio, o meglio bevo frullati, vellutate e forse oggi passo allo stracchino, dopo il disastroso epilogo dell'abbuffata di tagliatelle della cucciola (che sono ancora qua che la lavo che fa un odore disgustosto, nonostante il pelo ora sia candido e pulito), ci mancava solo un crollo!!!!!!

Eggià!!!!!!

Ieri sera son lì bella tranquilla che preparo la cena, anzi no la cena era già pronta, aspettavo i miei uomini che si degnassero di rientrare per sederci a consumare (io vellutata di zucca, loro coniglio alla cacciatora e verdure saltate in padella), dicevo ero lì che mentre aspettavo cazzeggiavo per i fatti miei su FB, quando ad un tratto sento un rumore fortissimo, mi ha dato sul momento l'impressione di un carico di pietrame scaricato dal ribaltabile di un autocarro, la cucciola che entra di filata piangendo in casa, mi affaccio alla porta della cucina e........ vedo cadere un pezzo del tetto della palazzina dall'altro lato della strada, nuvole di polvere e sento le urla della mia vicina, tutti che corrono, i poliziotti della vicina caserma della stradale che arrivano di corsa pure loro......

Fortunatamente, visto l'orario, e visto che quella è una palazzina ad uso esclusivo uffici, all'interno non c'era più nessuno, e quindi i vigili del fuoco che ho prontamente chiamato (che io son fredda e lucida nei momenti del bisogno, anche se sentivo che la voce un tantino mi tremava), sono arrivati con comodo, poi è arrivata anche la Protezione Civile, un paio dei dipendenti dell'azienda che ha la sede proprio lì, il titolare della ditta che solo due anni fa aveva ristrutturato la palazzina, il direttore dei lavori..... mancava solo l'amministratore Delegato (presente la pubblicità della Lufthansa, un tipo del genere, temuta da tutti) che è arrivata con comodo questa mattina alle dieci e mezza, mentre un sacco di gente alla luce del giorno cercava di capire come cavolo potesse essere successo.

Il problema che tutte le palazzine della strada e del complesso sono identiche, costruite dalla stessa impresa, nello stesso periodo e con lo stesso sistema.... non ho dormito sonni tranquilli questa notte.

 
 
 

peccati di gola e domenica di m.......

Post n°1007 pubblicato il 08 Maggio 2017 da CiaoGi_57

Fine settimana di pioggia: ha iniziato sabato mattina e non ha più smesso fino a ieri pomeriggio e quindi che si fa??????? Andare in giro con la cucciola non era proprio cosa, che tra l'altro a lei non piace andare in giro sotto la pioggia, è proprio vero che si somiglia si piglia, nemmeno a me piace...... poi sono reduce da un piccolo intervento odontoiatrico , piccolo, ma fastidioso e ho pure una faccia gonfia come un pallone, voglia di andare a zonzo meno che mai; e quindi, dopo aver fatto le pulizie settimanali, bucato, che si fa????? ma si cucina naturalmente!!!!!!!!

E quindi complice una mega fornitura di uova fresche fornitemi dal mio papà mi sono messa a fare pasta fresca. In queste cose io mi faccio sempre prendere la mano e alla fine mi sono usciti quattro grandi  vassoi pieni di tagliatelle. Li ho sistemati sul tavolo di cucina, poi come al solito con Conan siamo usciti lasciando la cucciola in casa con la sua ciotola piena della sua pappa, un'altra piena di acqua fresca. Da dire che non era la prima volta che lasciavo roba commestibile sul tavolo della cucina con la cucciola sola in casa e non è mai successo nulla e quindi ero proprio tranquilla.

E invece.......... rientriamo intorno alla mezzanotte e........ sul tavolo di cucina ci sono ancora i quattro vassoi, ma uno è completamente vuoto!!!!!! Guardo la cucciola e lei fa la faccia indifferente, di quella che l'ha combinata grossa, ma fa la vaga....... Conan non riesce a credere che possa aver fatto una simile marachella e lancia l'idea che forse la Creatura presa da irrefrenabile voglia di pasta fresca se la sia portate in casa........ e come? gli chiedo io? lasciando qua il vassoio????? No, ti dico che è stata lei!!!!!! Ma possibile, che non abbia nemmeno fatto cadere a terra qualche briciola??????

Comunque il giorno dopo la Creatura ci conferma che lui per cena è uscito e quindi niente tagliatelle, se le era proprio mangiate lei e quindi mi aspetto quello che ritengo l'inevitabile.

E infatti, durante la mattina la sorprendo che si mangia l'erba del prato e nel pomeriggio....... vabbè, tralascio i disgustosi particolari, ho dovuto lavarla che il pelo lungo come il suo aveva "trattenuto" una notevole quantità di "residui"...... mi è rimasto l'odore sotto al naso finchè non sono andata a fare una doccia purificatrice. 

Durante la notte mi è venuta a chiamare con il latrato dell'ugenza nella voce e di nuovo......... e oggi dovrò nuovamente farle un bidè!!!!!!!!! 

 
 
 

Aggiornamenti

Post n°1006 pubblicato il 02 Maggio 2017 da CiaoGi_57

Mah, direi che ultimamente non ci sono grandi novità: le cose navigano sempre sulle stesse rotte, lavoro, casa, cucina, qualche giroingiro nei dintorni.

Ieri siamo stati, con gli amici, ad una festa di paese con tanto di corteo di figuranti in costume medioevale e sbandieratori; a dire il vero io me la sarei anche risparmiata, che avrei volentieri passato la giornata a rilassarmi, magari andare a prendere qualche piantina per mettere un po' di colore intorno a casa, visto che sembra che ora la cucciola abbia messo giudizio e non me le strappa più.

Ma tant'è, il gentil consorte non è proprio capace di stare fermo, lui deve fare... andare.... vedere.

Domenica scorsa ridendo e scherzando tra giro al parco e giretto in centro ci siamo sciroppati, a piedi, quasi otto chilometri, e per fortuna che a metà tragitto pure lui era "un po' stanchino" e ci siamo concessi una sosta seduti al tavolino di una delle gelaterie del centro a gustarci un bel gelato, con somma gioia della cucciola che dopo si è mangiata le cestine di cialda.

Ieri ne abbiamo fatti "solo" quasi cinque di chilometri a piedi, ma solo perchè con noi c'era la coppia di amici "anziani" (che se mi sente lei mi ci manda di filato) e allora abbiamo evitato di farli camminare troppo.

La cucciola si è presa un sacco di complimenti da tutti quelli che la vedevano passare e la sua mami si gonfia d'orgoglio, manco mi fosse davvero figlia da me figliata.

Ok, per il momento i ponti di festa sono finiti e ora occorre "darci dentro" con il lavoro, che mi si prospettano delle giornatine non proprio leggere.

E con questo saluto la compagnia, a presto, spero......

 

 
 
 

Improvvisamente

Post n°1005 pubblicato il 21 Aprile 2017 da CiaoGi_57
 
Tag: ricordi

Che sia venuto freddo lo abbiamo constatato tutti, che io troppo tempestivamente abbia tolto dall'attaccapanni le giacche e i capppottti invernali è oramai un prassi (tutti gli anni ci casco).

E allora, per non rimettere in giro le cose che ho già fatto lavare e riposto negli armadi, vado alla ricerca di cose da mezza stagione da mettere una sull'altra: il famoso metodo "a cipolla".

Questa mattina ho messo le mani su una giacchetta trapuntata che anni fa avevo regalato a mia madre e che mi ero portata a casa l'anno scorso insieme ad altri capi, mentre papi mio mi raccomandava: "Mi fa piacere che le prendi tu, però tienile tu, non buttarle e non regalarle". Il discorso era stato fatto perchè mia sorella dopo che mammà se ne era andata voleva fare un repulisti dell'armadio e togliere tutte le sue cose, perchè così, secondo lei, papi a non vedersi le sue cose, avrebbe forse elaborato più in fretta il lutto. Seeeeee, cosa elabora, che ha l'urna con le sue ceneri sul comò e ogni tanto ci parla pure!!!!!!!!

Comunque tornando ai vestiti che avevo preso, a me non fa "strano" indossare le cose che erano di mammà, fin da quando ero diventata "grande" era nostra abitudine scambiarci le cose e una stagione lei indossava un mio abito e io mettevo una sua giacca e viceversa, e questa mattina la giacca l'ho indossata, per la prima volta da quando l'avevo portata a casa, senza particolare emozione.

Ecco, improvvisamente l'emozione mi ha travolta quando infilando la mano in una tasca ci ho trovato uno dei suoi fazzoletti.

 
 
 

Di Pasqua e dintorni

Post n°1004 pubblicato il 18 Aprile 2017 da CiaoGi_57
 

E così anche le festività di Pasqua ancheper quest'anno le abbiamo messe in archivio.

Io ho passato il pomeriggio della vigilia a cucinare, ho portato a fare un giro (piccolo perchè minacciava pioggia e io avevo la messimpiega appena fatta) la cucciola che era relegata tra casa cortile e giardino da una settimana, un po' perchè la sua mami (io istessa medesima) non aveva il tempo materiale per prendersi nemmeno una mezz'ora di tempo, un po' perchè, in anticipo di quasi venti giorni, la fanciulla è andata in calore e quindi, al parco, meglio evitare, in giro per il paese anche....... però sabato un po' di respiro avevo necessità di prendermelo pure io e allora un giretto ce lo siamo concesso.

Comunque appena rientrate mi sono data subito da fare ai fornelli, per portarmi avanti con i lavori e non trovarmi la mattina dopo con l'ansia da prestazione (culinaria).

Poi arrivata sera la solita discussione con il consorte che non riesce ad arrivare mai in orario per uscire, tant'è che quando siamo arrivati al ristorante i nostri amici avevano già cenato e stavano prendendo il caffè!!!!!!!!!!

Poi vabbè, serata animata da un temporale pauroso, è pure andata via la luce per una decina di minuti, al ritorno abbiamo rischiato di annegare in una strada trasformata in torrente..........

Comunque la mattinata successiva è traascorsa velocemente (ai fornelli), fortuna che mia sorella è arrivata prestino a darmi una mano.

Tutta la famiglia riunita, proprio tutta ehhhh!!!!! cibo come se non ci fosse un domani, che non sto nemmeno a fare l'elenco di quello che ho portato a tavola. 

Papi e cognato (il compagno di mia sorella) sono stati i primi a salutare la compagnia, mio figlio e la morosa sono partiti per passare due giorni in Veneto, il mio consorte e la di lui figliola si sono eclissati non ho ben capito dove, e io e mia sorella...... a fare le sguattere, con una montagna di piatti, posate, bicchieri, tegami, annessi e connessi da lavare e sistemare....... e sì che una buona parte erano finiti in lavastoviglie, ma a guardarsi in giro c'era fa farsi prendere dallo sconforto. Comunque noi non è che ci siamo lasciate abbattere e alle cinque del pomeriggio avevamo avuto ragione dei piatti e tegami che erano belli e puliti, pronti da essere rimessi via (fino al prossimo raduno famigliare).

Ho spedito via mia sorella, nel frattempo, visto che ormai il tutto era stato fatto è riapparsa dal nulla figliolina, che però fortunatamente ha pensato bene di togliere definitivamente il disturbo, e mentre suo padre sonnecchiava sul divano io ho rimesso via tutto, spazzato e lavato il pavimento che era inguardabile e poi mi sono "appoggiata" un momento sul divano.

alle sette e mezza il consorte risorge e decide che ha voglia di andare a fare due passi........ lui.......

Gemendo mentalmente vado a cambiarmi ed insieme alla cucciola usciamo, andiamo in centro, giretto, ritorno a casa verso le nove, poi il consorte decide che io devo mangiare qualche cosa, visto che il pranzo di Pasqua per me non è stato altro che un avanti e indietro continuo tra sala da pranzo e cucina e in effetti tutto quello che ho mangiato io è stata una cucchiaita di funghi trifolati e due patate al forno!!!!!!

Comunque è arrivata poi presto la mattina del giorno di Pasquetta e c'era in programma una gita al mare con gli amici, a mangiare il pesce al solito ristorante, poi passeggiata sul lungomare, poi a casa degli amici fino alle otto e poco più quando abbiamo deciso di tentare la sorte e vedere se la coda (inevitabile)  si fosse un po' smaltita. 

Illusi!!!!!!!!!!

Siamo partiti da Cervia che erano poco più delle otto appunto, e siamo riusciti a mettere piede in casa alle undici!!!!!!!!!

Non ci è resto altro che farci una doccia e andarcene a nanna. E così ora aspettiamo il ponte del 25 aprile!!!!!!! E che il cielo ce la mandi buona!!!! anzi che la mandi buona a me!!!!!!!

 

 
 
 

E per una volta.......

Post n°1003 pubblicato il 06 Aprile 2017 da CiaoGi_57
 

...... l'ho spuntata io!!!!!!!

ANTEFATTO:

sabato scorso era il compleanno della mia dolce metà (ebbene sì è un pesce d'aprile!!!) e logicamente la sua devota mogliettina (ahahahhahh) già dalla settimana prima aveva organizzato degni festeggiamenti di cotanto uomo. Quindi sabato sera avremmo festeggiato con gli amici e quindi avevo già prenotato ristorante e torta per venti persone, mentre con la famiglia avremmo festeggiato a pranzo la domenica. Gli ho chiesto se avrebbe preferito un pranzo in casa oppure al ristorante e lui mi ha detto che avrebbe preferito stare a casa e quindi ho organizzato in tal senso.

Senonchè, venerdì poco prima delle sette di sera mi arriva un watzappo da figliolina che mi ricorda che il giorno dopo sarebbe stato il compleanno di suo padre ( e se non me lo ricordi tu cocca...) e che lei gli aveva comprato un bilgietto per uno spettacolo teatrale comico per la sera, utilizzabile solo quella sera e non rimborsabile e finiva con "spero che tu non abbia organizzato nulla".

Molto educatamente le ho risposto che certo che avevo già organizzato (dopo più di trentanni ancora non hai capito che io sono la regina delle organizzaioni) e che prima di fare un acquisto del genere magari sarebbe stato il caso che mi avesse consultata.

Lei mi risponde piccata che ero io a dover dire al lei che avevo organizzato per la serata. Sempre con toni molto pacati e con molta pazienza cerco di farle capire che io non mi posso immaginare che lei ci voglia organizzare anche il nostro tempo libero di coppia, che visto che non l'ha mai fatto, non ritenevo di doverne dare conto a lei.

Lei risponde nuovamente, ma io per non fare precipitare la discussione verso toni meno urbani (che ok che io sono paziente e accomodante, ma tutto ha un limite) non ho aperto i messaggi e non le ho più dato corda.

Sabato alle sette e mezza, si presenta in negozio (in tutto il giorno non era andata a lavorare e suo padre avava tappato il buco) e consegna i biglietti a suo padre con tanti auguri e dicendo che io sapevo tutto, che lei aveva anche parlato con suo fratello e che era tutto organizzato.

Organizzato una cippa!!!!!!!! Suo fratello, interrogato da me sulla questione, le aveva detto chiaro e tondo che gli pareva un'emerita cavolata quella che voleva fare, che lei dovrebbe conoscere suo padre, visto che dice che gli vuole tanto bene, che lui non sopporta di stare seduto per più di mezzora consecutiva e in più detesta gli spettacoli comici, non capisce le battute e non si diverte.

Morale finale, questa volta per fortuna il suo adorato papà non ha abboccato, i biglietti sono finiti nella spazzatura, e meglio ancora lei al pranzo di festeggiamento in famiglia della domenica non si è presentata, doppio regalo!!!!!!!!

 
 
 

E ci risiamo......

Post n°1002 pubblicato il 28 Marzo 2017 da CiaoGi_57
 

E dopo la vicina che mi ha messo un biglietto nella buchetta della posta in cui mi scriveva di non fare abbaiare la cucciola dalle due alle quattro del pomeriggio, e che ora si è presa una canessa pure lei grande un decimo della mia ma che abbaia tre volte tanto; dopo che la vicina del piano terra della casa dall'altro lato mi ha detto a muso duro: "Il tuo cane mi disturba quando abbaia alla mattina alle otto, che tu lavori, ma io no e vorrei dormire..", ora è la volta degli altri vicini, sempre la stessa casa, ma al piano superiore e il marito si è lamentato con la padrona di casa (che ha pure lei il cane), che la cucciola, abbaiando gli sveglia il bambino che fa il sonnellino al pomeriggio, e che prima o poi le darà qualche cosa, cosa non è dato sapere, ma lo posso immaginare. 

Ma il bello è che questo a me non ha mai detto nulla, non si è mai lamentato, poi ha preso di matto una sera che un amico del figlio della sua padrona di casa si è sbagliato e stava per entrare nel suo appartamento...... è arrivato a dire che gli avrebbe tagliato le mani, che si sarebbe messo all'ingresso e avrebbe interdetto l'entrata a chiunque!!!!!!

Ora, uno che dice queste cose, con i tempi che corrono, fa paura veramente, e infatti io sono terrorizzata.

 
 
 

Sorprese

Post n°1001 pubblicato il 24 Marzo 2017 da CiaoGi_57

Era da qualche giorno che lo sentivo "strano" ma non gli avevo dato peso più di tanto, a torto, perchè poi alla fine certi problemi non si risolvono da soli, occorre un intervento esterno che capisca quello che è successo e cerchi di porvi rimedio per quanto possibile.

Così ieri mattina mi sono svegliata con la parte inferiore destra del viso gonfia e dolorante e mi sono data della cretina da sola che lo so che quel dente è particolare e non avrei dovuto far finta di nulla, e così ho chiamato il dentista, ho spiegato il problema alla sua assistente e stendiamo un velo pietoso sulla domanda che mi ha fatto: "ma non riesce a resistere fino a lunedì?" " Eh no, cara, mi dispiace veramente tanto, ma non credo proprio che un ascesso dentale possa resistere quattro giorni senza una terapia antibiotica senza che io nel frattempo non abbia dato di matto e ucciso nell'ordine il cane, marito, magari il figlio lo salvo, anche perchè è svelto e non credo di riuscire a prenderlo.

Così ieri pomeriggio dopo i soliti quaranta minuti di ritardo sull'orario dell'appuntamento, mi sono seduta sulla poltrona del dentista, che consultando la scheda mi ha ricordato che erano tre anni e mezzo che non mi facevo vedere (caspita come passa il tempo!!!!). Mi ha guardato in bocca, ha scosso il capo, mi ha fatto una radiografia, ha sentenziato che il dente è messo maluccio, che l'intervento fatto otto anni prima aveva fatto il suo corso e che le soluzioni erano due: o togliere il dente, o riprovare a fare lo stesso intervento, avvisandomi che però sicuramente non avrebbe "tenuto" altri otto anni, che lo stato del dente era peggiorato, e che anche la mia età non più giovanile mi remava contro.

Dopo averlo debitamente ringraziato per avermi ricordato che non sono più una ragazzina, ho optato per l'intervento, che a togliere i denti c'è sempre tempo, e quindi per ora terapia antibiotica per debellare l'ascesso, poi una seduta preparatoria, e poi, dopo una decina di giorni un nuovo intervento.

Che bel programmino!!!!!!!

E intanto ho trovato qualche cosa da fare per i prossimi due giorni da single: papi mi ha procurato una bellissima e buonissima ricotta di pecora, le uova fresche, la farina l'ho già comprata io: tour de force a fare tortelloni di ricotta!!!!!!!

 
 
 

Week end single mode

Post n°1000 pubblicato il 23 Marzo 2017 da CiaoGi_57
 

Come ogni anno la Creatura ha convinto il suo papà e domani partono per un fine settimana sulla neve.

Conan ha provato a coinvolgere una coppia di amici ad andare, così da potersi portare dietro anche me.

Per una volta ho rifiutato categoricamente!!!!!!!!!

Che per me un fine settimana all'anno in perfetta  solitudine è come una boccata d'aria fresca.

Vuoi mettere?!?!?!?!?!?! non devo preparare pranzi o cene per nessuno, non ho orari, posso buttare all'aria la casa senza dovermi interrompere e senza che nessuno trenta secondi dopo che ho lavato il pavimento debba per forza passare proprio di lì lasciando tutte le pedate sul bagnato. O debba con urgenza andare al bagno cinque minuti dopo che l'ho pulito.

La vita di coppia è bella, ma ogni tanto, una volta all'anno appunto, fa bene ad entrambi un week end single mode.

 
 
 

19 marzo festa del papà

Post n°999 pubblicato il 21 Marzo 2017 da CiaoGi_57
 

Che dire???? è la festa del papà e i figli li festeggiano in diversi modi: chi ce l'ha ancora con un regalino, gli auguri, chi non ce l'ha più con il ricordo.

Quindi domenica scorsa io e mia sorella, che il papà per fortuna ancora l'abbiamo, ci siamo ritrovate a casa sua, lo abbiamo debitamente baciato, abbracciato, gli abbiamo dato un regalino, poi lei è rimasta lì con lui per il pranzo e io me ne sono tornata a casa dove il mio consorte mi aspettava, che dovevamo andare a prendere una coppia di amici e andare poi ad un pranzo, con successiva festa danzante organizzato per raccogliere fondi. Quindi il programma è: fuori tutto il giorno, si mangia tanto, e si rientra a pomeriggio avanzato, per non dire in serata, con la pancia piena e quindi niente cena, e in questo senso io non avevo previsto proprio nulla: frigo semivuoto e nulla di pronto.

Senonchè, essendo appunto la festa del papà, ed essendo figliolina una figliola premurosa, ha ben pensato di autoinvitarsi a cena, e quel marpione di suo padre, quando ha pensato di avvisarmi????? ma mentre eravamo in auto, quindi ormai impossibilitata a prendere qualche cosa fuori dal congelatore, che si potesse scongelare in tempo per l'ora di cena!!!!!!!!

Chiedo alle mie amiche, che sanno, loro sanno...... che cosa avreste fatto voi al mio posto??????

Ecco, io sono sbottata!!!!!! Ecchediamine!!!!!!! ma non me lo potevi dire prima, visto che già lo sapevi prima che uscissimo di casa, che lo sai benissimo che a me le improvvisate piacciono tanto quanto una zuccata contro uno sportello aperto, e se ancora dopo quasi quarantanni di vita insieme ancora non l'hai capito, sei gnucco veramente!!!!!! Grossa discussione, toni accesi, che lui mi accusa di avercela con sua figlia, che lui avrà pure il diritto di invitarla a mangiare con lui, che se mio padre si fosse autoinvitato io che cosa avrei fatto..... insomma si arrampica sugli specchi, sapendo di avere torto marcio, ma cercando a tutti i costi di far passare me come la matrigna cattiva. (ebbene sì, ogni tanto vorrei davvero essere come la matrigna cattiva, almeno le cattiverie sarei io a farle e non a subirle).

Così, io più incazzata che mai, mi sono malignata la festa, che gli avrei tirato addosso tutto il menù, ce ne siamo dovuti andare prima di quanto avrei voluto, che mio marito la fa facile, ma non so davvero come potesse pretendere di arrivare a casa alle otto e trovare la cena pronta per le otto e mezza......

Arriviamo a casa e vado a cambiarmi, e lui quando mi vede in tuta, mi fa: "ma io sarei andato a fare un giro, tu ti sei già cambiata????" "eggià ho la bacchetta magica, la agito un momento e voilà, compare la tavola imbandita di ogni bendidio!!!"

E mi metto ad impastare tigelle(per fortuna che almeno la farina non l'avevo ancora usata tutta), affettare prosciutto, mortadella, speck. e poi cuocere le tigelle, preparare la tavola, mentre lui se ne sta comodamente seduto sul divano a parlare al telefono con l'amata figliolina, che manco a dirlo già si era dimenticata della cena col papino e stava organizzandosi con gli amici, e cerca scuse, come l'impasto delle tigelle: "ma c'è la panna, io la panna non la posso mangiare!!!" Come se non sapesse che io la panna non la uso MAI, per nulla, nemmeno nei dolci la metto.

Comunque alla fine ho chiamato pure il figlio e la morosa, che almeno ci fosse qualcuno che stemperasse un po' il mio nervosismo....... hanno mangiato come se non ci fosse un domani (io no, non ho mangiato per nulla), spazzolato via tutto, e alla fine lei si lamentava che aveva mangiato troppo.........

Una domenica da dimenticare!!!!!!!

 
 
 

RIUNIONE!!!!!!

Post n°998 pubblicato il 17 Marzo 2017 da CiaoGi_57
 

Ieri mattina, ero lì bella (sì vabbè), tranquilla (beh, insomma, preparavo la colazione per tutti, mentre davo i biscottini alla cucciola, facevo il te per Conan, il caffè per la Creatura e intanto provavo a mandare giù qualche cucchiaino di yogurt), e Conan, appunto se ne esce:

"te lo ricordi che questa mattina c'è la riunione vero????"

"no me ne ero completamente dimenticata!!!"

"Ecco, allora adesso te lo ricordi."

E io comincio ad avere l'ansia, perchè quando si fanno queste riunioni con le addette all'ufficio amministrativo, non ne esce mai nulla di buono per noi, quando noi sta per la sottoscritta e ragazzagiovanecherispondealtelefonoefaunsaccodialtrecose.

E infatti:

salta fuori che la scadenza per la consegna delle fatture deve essere tassativamente anticipata di tre giorni perchè è cambiata la normativa fiscale e bla bla bla........

Io la la mia collega (ragazzagiovane....) facciamo presente le difficoltà che avremmo ad ottemperare a questa chiamiamola "cosa", per un sacco di motivi diversi, indipendenti dalla nostra volontà, molto spesso dovuti alla sciatteria e noncuranza di altre persone che ci costringono a correre dietro a dei dati che in teoria dvremmo trovare già bell'è pronti.

E così, invece di porre rimedio ai guasti provocati da altri, il Capo Supremo, con l'approvazione di sua Altezza Serenissima Responsabile Amministrativa, hanno pensato bene di chiudere il mese fiscale il 25 di ogni mese........... bello vero?????

Così, oltre  correre le prime due settimane del mese, correrò anche l'ultima, che non ci crede nessuno che finite le fatture per l'otto del mese non ci sarà qualche cosa d'altro che mi faccia correre. Magari chissà, a furia di correre forse butterò giù un po' di ciccia accumulata... no ehh, vero? che correre con le gambe è diverso che correre con le dita sulla tastiera del PC!!!!!!!!

 
 
 

MALEDUCATA!!!!!

Post n°997 pubblicato il 06 Marzo 2017 da CiaoGi_57
 

Così mi sono sentita chiamare ieri pomeriggio, e forse forse non era del tutto sbagliato, anche se dal mio punto di vista ho risposto con maleducazione ad un provocazione maleducata.

ANTEFATTO:

Domenica pomeriggio, dopo il pranzo domenicale, consumato insieme al mio papà come tutte le domeniche, solo noi tre che il figlio e la morosa erano in montagna a sciare, dopo aver riassettato la cucina (che quando cucino io....), mi sono cambiata, messa in ghingheri (vabbè, insomma, ho fatto il minimo sindacale), messo guinzaglio alla pelosa e insieme al marito siamo partiti per una passeggiata. La meta era quella del parco cittadino, ma grossi e minacciosi nuvoloni neri ci hanno convinti a dirottare la meta per quella più rassicurante del centro città, che con i suoi famisi portici, in caso di diluvio ci avrebbero protetti.

Passeggiatona, privilegiando le stradine meno affollate, con scorci "diversi" dal solito, niente boutique e negozi sfavillanti, ma balconi antichi, affiancati a stabili rimessi a nuovo, un'atmosfera a tratti ancora "medioevale".

Verso le sei la pelosa decide che ne ha abbastanza e dopo avermi tirato verso la fontana che eroga acqua potabile (e lei sa benissimo dov'è e quando ha seta è là che vuole andare), le ho riempito la ciotola "da viaggio" che mi porto sempre dietro, ha fatto la sua bevuta, e si e diretta deciso verso il punto dove avevamo parcheggiato l'auto. Oh, questa, se per caso mi perdessi, o non mi ricordassi dove ho parcheggiato, funziona meglio di un navigatore!!!!!!

Comunque, per finire Conan, prima di dirigersi verso casa, fa un passaggio davanti al negozio di figliolina: "non mi ricordo se questa mattina, dopo che sono passato, ho rimesso l'allarme, lei sta uscendo (durante la passeggiata si erano già sentiti più e più volte) e se passa e non vede la luce rossa dell'allarme...." " ti sgrida????? hai davvero così paura???? ahahhaah!!!"

Poi, non contento, siccome è da due settimane che ha in testa di farle mettere in casa l'apparato per internet e sta girando tutti i gestori presenti sulla piazza per cercare l'offerta più favorevole, si dirige verso il grosso centro commerciale vicino a casa.

Ora, io non è che sia proprio entusiasta di chiudermi in un centro commerciale la domenica, anzi, se posso evito come la peste, se poi c'è la pelosa anche meno; troppa gente, troppo rumore, troppo caldo, ma tant'è, ho abbozzato.

Entriamo e lui si dirige verso il più vicino chiosco di un gestore telefonico e io e la piccola dietro, il marito si mette in fila e la pelosa adocchia un suo simile lì vicino, si avvicina, constata che il piccolo è ancora un cucciolo e dopo un brontolio di avvertimento gli piazza un abbaio a muso duro, un unico e breve "bau", mi metto tra lei e il cucciolo, anche se so che del male non gliene avrebbe fatto comunque e mi scuso con il ragazzo dall'altro lato del guinzaglio, lui ride e con il suo piccoletto al seguito se ne va. A questo punto si gira uno di quelli che erano in fila al chiosco e con fare arrogante e prepotente mi apostrofa: "il suo cane abbaia in modo fastidioso e io non lo sopporto."

Lo guardo stupefatta, lei aveva fatto un unico e rapido abbaio e poi si era messa tranquilla seduta ai miai piedi.....

" e allora????" gli chiedo

"e allora si allontani" e torna a girasi

Sono basita, veramente, credo che una cosa del genere farebbe imbufalire qualsiasi proprietario di un cane e mi parte un sonoro e chiarissimo "mavaffan......." e l'ho terminato ehhhh, l'ho proprio detto, non è mia abitudine, ma mi è proprio uscito dal cuore,e sono ancora convinta che se lo meritasse tutto.

Si gira la moglie inviperita e mi da della maleducata, a me............

Ripeto, non è mia abitudine, non è certo stata una reazione da signora, ma il primo ad essere stato maleducato è stato lui, e io sono davvero stanca di reagire in maniera "soft" alle provocazioni.... mo' basta, se tu sei maleducato con me, io ti pago con la stessa moneta... ecchecaspita!!!!!!

 
 
 

Leggerezza

Post n°996 pubblicato il 23 Febbraio 2017 da CiaoGi_57
 

Sì, davvero sarebbe proprio quello di cui avrei necessità in questo momento, in questo preciso istante: un po' di leggerezza.

- leggerezza sul lavoro, che qua ogni momento diventa sempre più pesante, ogni giorno sempre peggio, ogni mattina sempre più difficile prendere la strada per l'ufficio

- leggerezza in casa, che tra i problemi che ci si porta dietro dal lavoro, i silenzi sempre più lunghi e pesanti, il brontolio continuo per criticare questo e quello, senza capire che l'animo nostro non ci fa vedere al di là del nostro orticello, che tu critichi, ma sei il primo che non fa nulla per cambiare

- leggerezza quando vai per la strada, che basta un minimo e tu e gli altri scattate come molle come se una qualsiasi scorrettezza fosse un delitto di lesa maestà, e se magari ti adiri con quello che ti ha appena tagliato la strada, cento metri più avanti sei tu che scateni le ire di un altro automobilista a cui non hai correttamente segnalato che a quella rotonda no, non vuoi andare dritta, ma girare a sinistra....

- leggerezza nei rapporti umani, che basta un attimo e quella persona che hai amorevolmente e amichevolmente presa in giro, pensando che visti i rapporti capirà lo scherzo, e invece ti si rivolta come una furia offesa come un gatto a cui hai fatto una carezza mentre lui non ne aveva voglia

- leggerezza in ogni cosa, poter svolazzare lieve come una farfalla (che poi magari poveretta quella avrebbe anche voglia di potersi fermare ogni tanto), passare sopra alle meschinerie, alle cattiverie, non vederle, non sentirle, non capirle, voler bene ad ogni persona come se fosse un figlio, un fratello, un padre o una madre e non un potenziale nemico.

Ecco poi, se potessi vorrei un po' di leggerezza anche nel mio corpo, che porca di quella paletta, mi son lasciata andare un attimo e in un attimo ho riacquistato la leggerezza di un pachiderma obeso!!!!!!!!!

 
 
 

Forse questa è la volta buona!!!

Post n°995 pubblicato il 03 Febbraio 2017 da CiaoGi_57
 

Sono ormai diversi anni che chiedo che i miei maschi di casa si attivino per montare un impianto d'allarme a casa nostra, non che li abbia assillati ehhhh, sia mai che io diventi all'improvviso una rompiscatole gnolona e fifona (mi sono trovata in casa tre soggetti con facce molto poco raccomandabili, ma non mi sono persa d'animo), però oramai non si contano più gli episodi di tentati e purtroppo molto spesso riusciti furti nelle case della nostra zona. Diciamo che con il cane mi sento abbastanza sicura, non è certo un cane aggressivo, però se sente un rumore o dei passi estranei si fa sentire e la sua voce si sente eccome se si sente; diciamo che fa da  deterrente, però non sempre è a casa: il pomeriggio, quando sono libera dal lavoro, la porto fuori, la domenica pomeriggio con Conan la portiamo sempre a fare un giro che dura diverse ore. Però io non sono una ansiosa, o fifona, spero che non capiti mai nulla. 

Ora però si sono decisi.

ANTEFATTO

Domenica scorsa con tutta la famiglia eravamo serenamente seduti al desco famigliare a fare la festa ai tortellini e alla faraona arrosto, e mentre noi eravamo sereni e tranquilli, qualcuno lavorava nel retro: hanno tagliato con una tronchese la catena che chiudeva il cancello, hanno forzato il portone e già avevano preparato il materiale (quattro grosse bobine di cavo elettrico) da caricare e portarsi via. Forse sono stati disturbati, forse hanno visto uno dei soci (che entra sempre dal portone posteriore) arrivare, insomma, se la sono data a gambe con poco o nulla, lasciando però danni anche abbastanza rilevanti.

Ecco, il fatto che la cosa sia avvenuta praticamente alle nostre spalle ha convinto l'umano maschio giovane, che finalmente si è attivato, ieri sera mi ha chiesto delucidazioni su come vorrei che fosse impostato, mi ha spiegato anche che posso attivare o disattivare l'allarme dal cellulare, e oggi........... hanno cominciato a fare l'impianto!!!!!!!!!! Forse è davvero la volta buona, si è spaventato il ragazzo, anche perchè se casa mia è vulnerabile, la sua lo è ancora di più e magari è meglio chiudere la stalla prima che scappino i buoi

 
 
 

A lume di candela

Post n°994 pubblicato il 30 Gennaio 2017 da CiaoGi_57
 

A mia memoria non era mai capitato.......

Sono le sette e un po' della domenica sera, io e Conan siamo spalmati sul divano dopo essere rientrati dalla passeggiata pomeridiana insieme alla cucciola che si sta pure lei riposando nel suo posto preferito: spalmata pure lei sul pavimento attaccata alla porta di ingresso di casa.... contenta lei.....

Siam lì, dicevo, che stiamo guardando il tiggì regionale e tutt' un tratto salta la corrente, poi ritorna, poi risalta e ritorna in una sequenza che dura una decina di minuti per poi saltare definitivamente e lasciarci al buio completo........

Aspetto un po', perchè è un classico che dopo che sei andato in cerca delle candele, sbattendo stinchi, ginocchia e tutto quello che ti fa tirare fuori dalla bocca le espressioni meno eleganti, le hai trovate, hai cercato un introvabile accendino, per ricordarti dopo esserti definitivamente scorticato le gambe su tutti gli spigoli di casa, che l'accendino appunto l'hai portato al piano di sopra per accendere le candeline (!!!!!) in camera da letto per l'aromaterapia. Col cavolo che faccio le scale al piano di sopra!!!!!!! Comunque passano dieci minuti e la luce non torna e mi rassegno ad accendere le candele.

Intanto si è fatta l'ora di preparare la cena, ed è lì che ti voglio...... ora lo so che non è poi passato tanto tempo da quando mia nonna preparava la cena tutte le sere a lume di candela, o come dice mio marito, sua mamma cuciva con il fievole lume di una fiammella tremolante, però io non ci sono abituata, e non è stato facile, ma alla fine qualche cosa in tavola ho messo. Già, che cosa c'era nei piatti?????? avevo fatto una minestra di lenticchie (che Conan odia le lenticchie e ogni volta che nelle ceste che ci omaggiano per Natale ne trovo un sacchetto lo regalo a mia sorella), però a lume di candela poteva sembrare un comune passato di legumi e quindi se lo è mangiato senza problemi mentre io ridevo sotto i baffi, che tanto lui alla luce fioca di quattro candele mica poteva accorgersene del mio sguardo malizioso, o magari l'ha scambiato per uno sguardo seduttivo.......... che a lume di candela ci sta tutto. sono passate le otto da un po' e la luce non torna, allora trova il numero del servizio segnalazione guasti e dall'altra parte gli rispondono che sono già a conoscenza del problema, che si tratta di un guasto "grave", che i tecnici sono già al lavoro e si prevede di ripristinare il funzionamento di tutte le utenze entro le ventitre!!!!!!!! E quindi??????? Che fai????? mahhhhhhh!!!! intanto arrivano, aiutati dalla luce delle torce del cellulare la creatura e la morosa, loro a lume di candela proprio non ci pensano e se ne escono a mangiare una pizza.......... io sparecchio la tavola e comincio a pensare a come organizzarmi per poter fare la doccia, che nel serbatorio della caldaia dovrebbe esserci acqua calda a sufficienza per fare entrambi le nostre consuete abluzioni serali.

E continuo a pensare a quanto è importante la corrente elettrica: manca quella e manca la luce, il riscaldamento, l'acqua calda, tutte le comodità a cui siamo abituati e che oramai diamo per scontate, penso ancora a mia suocera e a mia nonna, magari per loro non era un sacrificio, ci erano abituate: fare tutto con la luce del sole, andare a letto presto durante la stagione invernale.... e infatti entrambe hanno scodellato dieci figli!!!!!! Ecco, potrebbe davvero essere il modo per passare la serata!!!!!!! un romantico tetatet, dopo una cena a lume di candela......... comincio a farci sopra un pensierino............ e la luce ritorna!!!!!!!!!!

Sono quasi le dieci, e la serata finisce così come era cominciata: noi due spalmati sul divano a guardare la tivvù!!!!!!!!!

 
 
 

cuccioli o non cuccioli....

Post n°993 pubblicato il 25 Gennaio 2017 da CiaoGi_57
 

..... è un bel dilemma.

Se lasciare la mia canessa così com'è (vergine) o pensare ad una cucciolata.....

Eggià è un bel dilemma, ci sono tanti pro, ma altrettanti contro: intanto ho imparato che l'istinto materno alle femminuccie di cane arriva solo nel momento in cui partoriscono, prima di quello non sentono proprio per nulla la necessità di essere madri, poi quelli che dicono che bisogna far fare almeno una cucciolata per prevenire eventuali malattie dell'apparato genitale, dicono una cosa inesatta: una o nessuna è la stessa cosa. Poi dovrei trovare il maschio giusto, e quello sarebbe forse il meno, ci sono due allevamenti di samoiedo non troppo lontani con  maschi campioni di bellezza, quindi non dovrei nemmeno poi avere il problema di affido per i cuccioli, già sabato scorso sono entrata con lei in un nuovo punto vendita per pet e solo lì ne avrei già collocati quattro tra commessi e amici dei commessi.

Però, però l'impegno di una cucciolata per due mesi non è cosa da poco: mi sono informata, ho letto un po' di cose e francamente sono molto dubbiosa, non so, ci devo pensare ancora un po', non troppo, perchè il tempo passa, il prossimo calore sarà ad aprile e quello sarebbe proprio quello giusto: Niky avrebbe ormai tre anni, quindi matura, la stagione sarebbe l'ideale perchè nascerebbero in estate e quindi sarebbe più facile occuparsi di loro senza temere che possano prendere freddo e ammalarsi. Certo che se lei è come la mamma e la nonna che sfornano otto o nove cuccioli alla volta..... ecco, magari ci penso ancor aun pochino.

 
 
 

Come se avessi bisogno di conferme.....

Post n°992 pubblicato il 23 Gennaio 2017 da CiaoGi_57
 

....... che ti trovi a parlare con una perfetta sconosciuta, mai vista prima, e dopo i primi convenevoli, capisci che è una persona estremamente acuta, intelligente, discreta, preparata.

ANTEFATTO:

Mi ritrovo seduta ad un tavolo con un certo numero di parenti da parte di marito (nipoti e rispettivi mariti), il tavolo è tondo, il mio di marito è seduto dall'altra parte, di fronte a me, ma separato da un massiccio candelabro, per cui tra noi c'è un certo vedo/non vedo.

Ci sono ancora tre posti liberi, e un'altra nipote (che fa parte dello staff organizzativo dell'evento di beneficenza) fa sedere lì con noi la figlia più giovane (15 anni), un amico di lei (16 anni) e la madre, un donnino minuto, magra e piccolina, un po', come dire, a me il primo aggettivo che è venuto in mente è stato "aguzza", in realtà dopo un po' che ci parlavo (che alla fine si è trovata seduta di fianco a me) ho cambiato l'aggettivo da "aguzza" ad "acuta", che sembrerebbero sinonimi, ma hanno in realtà sue significati ben diversi.

La signora si presenta, ci raccontiamo un po' di cose, poi chiede a mio marito dove può averlo visto, lancia un paio di eventi durante i quali avrebbe potuto incontrarlo, ma niente da fare, non si trova la coincidenza, finchè non arriva mio cognato, il fratello del marito, che fa un paio di allusioni e quindi lei capisce dove l'ha visto: nel negozio di figliolina poco prima della festività, dove era andata a comprare qualche regalo su suggerimento di mio cognato che conosceva per aver recentemente acquistato da lui l'auto.

Quindi mi racconta l'impressione che ha avuto da quell'esperienza, cauta all'inizio, che aveva  pensato che figliolina fosse di entrambi, e capisco al volo che la cautela in realtà nasconde un giudizio non proprio positivo, le faccio capire che la fanciulla in questione non è un frutto mio e allora si lascia andare ed è ancora una volta la conferma che non sono io che sono prevenuta, gelosa, matrigna e che vedo solo i lati negativi..... in realtà anche chi la vede dal di fuori e ne ha anche solo una conoscenza superficiale e momentanea, coglie e capisce quello che vedo io, e non solo io.

Che alle volte mi faccio l'esame di coscenza e provo a capire se effettivamente sono io che la guardo dal lato sbagliato, se cambiando prospettiva posso trovare un punto su cui fissarmi a cercare qualche cosa di positivo, ma davvero non riesco a trovare nulla.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: CiaoGi_57
Data di creazione: 14/02/2009
 

GRAZIE SIR

m

 

DOPO IL PRIMO BICCHIERE

n

 

QUALCUNO VUOLE UN CAFFÈ?????!?!!?!!

 

 

FUORI COME UN BALCONE!!!!!!

 

LA GIOCONDA CON LAIFON

 

 

 

UN ALTRO REGALO DEL MIO AMICO PRECICCHIO

n

 

DAGLI AMICI SI ACCETTA QUESTO ED ALTRO

m

 

TAGLIO CORTO!!!!!!