Creato da Ladridicinema il 15/05/2007
Blog di cinema, cultura e comunicazione
 

 

« Smetto quando voglio - ...Ave cesare »

Picchiare la moglie in Russia. Come i media inventano una notizia da globalist

Post n°13619 pubblicato il 01 Febbraio 2017 da Ladridicinema
 

Perché non avete capito la Legge russa sul maltrattamento in famiglia? Perché non vi hanno menato abbastanza da piccoli! Anatomia di una manipolazione russofoba

 

 

Proponiamo qui di seguito due articoli che presentano l'assurdo caso della falsa notizia apparsa su tutti gli organi della NATO (chiamati provvisoriamente "grandi media occidentali"), secondo cui "da oggi in Russia si può picchiare la moglie". Vi auguriamo buona lettura e vi invitiamo a dare risorse ad altri media, perché quelli dominanti sono ormai liquame.
[Naturalmente tacciono gli ascari della censura (provvisoriamente autodefiniti debunkers)].


1) Perché non avete capito la Legge russa sul maltrattamento in Famiglia? Perché non vi hanno menato abbastanza da piccoli!

di Massimo Bordin.

Ora, non è che siccome ho scritto un libro sul pensiero filosofico di Putin mi debba andar bene tutto quello che succede in Russia. Anzi, è vero proprio l'opposto, dato che la filosofia si caratterizza per il forte spirito critico. Ma la questione della legge russa che depenalizza i reati di maltrattamento in famiglia merita vendetta. Il solo fatto che una simile bufala abbia riempito le pagine dei giornali e occupato i principali telegiornali nazionali doveva insospettire, e invece niente! Giù strali contro Putin e i russi e la dittatura. I segnali inequivocabili sono due: 1. siamo in guerra fredda con la Russia di Putin e 2. l'occidente la sta perdendo (per fortuna).
 Vogliamo fare la fatica di analizzare la faccenda?
Il parlamento russo, la Duma, sta cercando di risolvere un vulnus legislativo, cioè una contraddizione che persiste nella sua legislazione. Siccome in Russia, come ovunque, alcuni reati allungano a dismisura i processi, anche in Russia è emersa la necessità di DEPENALIZZARE alcune cose. In Italia, se non fosse che cambiamo idea ogni tre per due, siamo campioni del mondo in quanto a depenalizzazione: si pensi al solo reato di offesa a pubblico ufficiale che è un reato a seconda del tempo atmosferico... credo di saperne qualcosa visto il mio trascortso in Polizia Locale. Nel caso russo preso in esame dai criminali giornalisti italiani (e mi denuncino pure, tanto poi arriva Putin che depenalizza tutto); dicevo, secondo i giornalisti italiani, Putin avrebbe depenalizzato la violenza in famiglia. Titoli come "Picchiare la moglie in Russia non sarà più reato", lo stanno a dimostrare. Il vulnus era in pratica questo. Con la legge attuale, se una persona picchia un membro di un'altra famiglia, ad esempio un estraneo che dà una sberla ad un ragazzo di un'altro nucleo famigliare, ora come ora NON inizia un processo penale. Questo avviene anche in assenza di lesioni, poprio il tipico scappellotto, insomma. Ad un certo punto, la Duma ha depenalizzato questo reato perchè tanto tempo fa lo era. Ha fatto bene, ha fatto male? Se io dò un calcio nel sedere al vicino di casa di 17 anni perchè tiene lo stereo a palla devo andare in prigione? Complimenti, adesso mi spiego come sono morti Socrate e Gesù... Comunque, la contraddizione consiste nel fatto che sta cosa di rappresentare un reato è invece rimasta dentro il nucleo famigliare. In altre parole, se io dò uno scappellotto a mio figlio in Russia vado in galera, se invece glielo dà il vicino di casa NO... Vi pare logico? A parte il fatto che se porto mio padre in Russia e vado a deporre alla polizia mio padre non lo rivedrò mai più, la Duma ha giustamente pensato che fosse una contraddizione legislativa bella e buona e che potesse dare adito a lungaggini infinite, ricorsi, appelli ecc ecc. E quindi? Quindi sta cercando di depenalizzare il reato ANCHE dentro il nucleo famigliare.
Ed è come da noi! E' già cari russofobici, perchè in Italia funziona più o meno come vorrebbero fare in Russia. Non ci credete?
Allego quanto magicamente postato da Rolando Dubini su facebook e che ho verificato stamane:
"Il reato di percosse senza lesioni in Italia: nella sostanza è depenalizzato dal 2002
Originariamente il codice penale italiano faceva rientrare il reato di percosse nell'ambito dei delitti contro la persona (artt. 575-623 bis). Il delitto, se dal fatto non derivi una malattia nel corpo o nella mente e se la violenza non è elemento costitutivo o circostanza aggravante di un altro reato, è punito secondo l'articolo 581 c.p. con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a 309 euro.
Il reato di percosse è perseguibile soltanto a querela della persona offesa ma l'arresto, il fermo e le misure cautelari non sono consentite.
Alla fattispecie incriminatrice si applicano, inoltre, le aggravanti ed attenuanti comuni (ex artt. 61 e 62 c.p.).
Pero' a partire dal 2 gennaio 2002, data di entrata in vigore del d.lgs. n. 274/2000, il delitto è passato alla competenza del Giudice di Pace (Cass. n. 30736/2009), il quale applica la pena della sola multa da 258 a 2.582 euro (ex art. 52 comma 2 lett. a), d.lgs. n. 274/2000), salvo che non ricorrano le circostanze aggravanti indicate dall'art. 4 del decreto, poiché in tal caso il reato rientra nella competenza penale del tribunale monocratico e trova applicazione la cornice edittale (reclusione fino a 6 mesi o multa fino a 309 euro) prevista dall'art. 581 c.p."
Dunque, ricapitolando:
  1. la legge non è ancora passata, deve arrivare all'altra camera della Duma, e poi al Presidente per la firma. Ancora non è successo.
  2. la legge vuole risolvere una contraddizione tra comportamenti simili, che porta -  ora come ora - alla prigione una mamma o un papà che percuotono SENZA LESIONI un figlio, mentre non comporta conseguenze penali se a fare lo stesso gesto è una persona estranea alla famiglia.
  3. in Italia, come dimostra la sentenza qua sotto, è già così e pure peggio, perchè se picchi la moglie una sola volta, e senza lesioni, ti becchi una sanzione e non è reato penale, come ben descritto dalla sentenza recente che vi metto per conoscenza:
Gli ermellini  della Corte di Cassazione si sono pronunciati in merito a una vicenda risalente al 2008 e avvenuta a Catanzaro (Catanzaro è in Italia, cari russofobici, ndr) tra una coppia di coniugi. Al tempo, lui nel corso di una lite diede uno schiaffo alla moglie e la minacciò con un coltello. Lei lo denunciò. Il marito, finito sotto processo, aveva avuto in primo grado una condanna a due mesi di reclusione per violenza privata, una sentenza confermata in appello. Da lì, il fascicolo è arrivato davanti agli ermellini, in concomitanza con l'introduzione da parte di Palazzo Chigi nel marzo 2015 del decreto che prevede la "non punibilità per particolare tenuità dell'offesa". Partendo proprio da quel decreto, i supremi giudici hanno ribaltato il giudizio dei colleghi di secondo grado, assolvendo l'uomo.



Fonte: http://micidial.it/2017/01/perche-non-avete-capito-la-legge-russa-sul-maltrattamento-in-famiglia-perche-non-vi-hanno-menato-abbastanza-da-piccoli/.



2) In Russia è legale picchiare la moglie? Oppure in Occidente è legale prendere per i fondelli i lettori?

di Cesare Corda.

Prendo spunto dall'articolo (in realtà non si tratta di "articolo" ma di "velina") rilanciato 2 giorni fa da Repubblica / Corriere / Stampa / Messaggero ecc... secondo cui "in Russia picchiare moglie e figli non sarà più reato", per alcune considerazioni sul livello di attendibilità dei media italiani ed europei.

La titolazione di repubblica.it

 


Innanzitutto i fatti: una legge in effetti è stata appena approvata in Russia: trattasi di legge che parifica il reato di violenza domestica a quello di violenza comune. Prima la violenza domestica era punita più severamente.
Quindi, se un marito dava uno schiaffo (perché di schiaffo si tratta, o di qualsiasi altro intervento che non lasci segni) alla moglie, o viceversa, scattava subito il penale, mentre se era il vicino di casa a dare uno schiaffo, la prima sanzione era amministrativa e solo al secondo caso scattava il penale.
Ora la sanzione è uguale in tutti i casi di violenza. Se è ripetuta o lascia segni o è commessa a seguito di atti di teppismo o che sono stati motivati da razzismo, odio politico, ideologico, religioso o intolleranza verso un qualsiasi gruppo sociale e' comunque penale subito.
(Tra l'altro neanche in Italia esiste una fattispecie di reato di "violenza domestica". E il reato di "percosse" è uguale per tutti a prescindere da chi sia l'autore: parente o estraneo. Quindi perché fare tanto rumore se lo stesso avviene in Russia? )

ORA RITENGO INTERESSANTE STUDIARE IL MECCANISMO PER CUI UNA NOTIZIA DEL TUTTO IRRILEVANTE VENGA MANIPOLATA PER DISINFORMARE IL PUBBLICO:
1) Come e' possibile che tutti i principali giornali italiani (e non solo) contemporaneamente decidano di dare spazio in prima pagina ad una bufala del genere?
Semplicemente perche', quando si tratta di politica estera, quasi sempre gli "articoli" pubblicati dai giornali italiani non sono stati scritti dal "giornalista" che ci mette la firma, ma sono VELINE imposte da chi controlla i media in Europa a tutti i giornali.
La cosa e' facilmente verificabile. Basta confrontare gli articoli di Repubblica / Corriere / Stampa e i contenuti dei TG per capire che in realta' sono stati scritti da una stessa mano, e che il "giornalista" / amanuense che ci mette la firma si e' limitato solo a sostituire qua' e la' qualche sinonimo per evitare che l'effetto copia-incolla sia completo
2) Per prima cosa, per trasformare la non-notizia in una notizia che abbia un minimo di interesse per il pubblico, bisogna in qualche modo barare, magari sradicando la notizia dal suo contesto.
Ecco che se scrivi: "In Russia il reato di violenza domestica viene incorporato nel piu' generale reato di violenza generica" a nessuno interesserà leggere l' "articolo".
Quindi falsifichi la notizia, eliminando volutamente la seconda parte, per lasciare credere che da adesso in poi la violenza domestica resterà impunita.
3) Fai ampio uso di titoloni fuorvianti:
Repubblica: "In Russia picchiare mogli e figli non sara' piu' reato"
Corriere: "Russia: picchiare la moglie non e' reato"
Stampa: "Russia, picchiare le mogli non sara' piu' reato"
Messaggero: "Depenalizzazione delle violenze domestiche"
4) Condisci il tutto con dati palesemente falsi:
Repubblica: "40 donne al giorno vengono uccise dai mariti"
40 donne x 356 giorni fa 14.600 donne in un anno (Praticamente la popolazione di Vimodrone!!)
Peccato che il tasso di omicidi annuo in Russia sia di 8 x 100.000 abitanti.
145.000.000 abitanti x 8/100.000 fa 11.600 omicidi l'anno
Cioe' meno delle presunte 14.600 donne di cui sopra. (Senza considerare che l'80/85% delle vittime di omicidio sono uomini, e del restante 15/20% di vittime donne solo una quota minore e' assassinata dal marito o dal compagno, mentre la maggior parte periscono in altri atti di violenza non domestica)
Anche questo dato fasullo e' fornito ai "giornalisti" da chi ha scritto la velina.
Guardate dunque come se la cava l'amanuense del Corriere (evidentemente piu' scafato del grullo di Repubblica) che, accorgendosi della totale non attendibilita' della statistica che deve pubblicare, scrive: "In Russia le statistiche non sono affidabili, ma su 143 milioni di abitanti 14.000 donne sarebbero state uccise dai mariti in un anno" ... Cioe' scarica sul calunniato la responsabilita' dei dati fasulli utilizzati per calunniarlo. 

E cosi' la VELINA sulla presunta legalizzazione delle botte domestiche in Russia alla fine ha trovato sui giornali italiani molto piu' spazio, ad esempio, della notizia (purtroppo in questo caso vera) che pochi mesi fa Renzi ha regalato alla Francia una porzione di acque territoriali Italiane grande come la Valle d'Aosta, (comprese tutte le risorse che vi sono contenute e i relativi diritti di pesca) o addirittura del dibattito su TTIP e CETA.
Leggete LERCIO, e' piu' attendibile dei TG e dei giornali di regime.



Di seguito, un elenco dei reati depenalizzati da Renzi.

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/Cinemaparadiso/trackback.php?msg=13498216

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
gas.o0
gas.o0 il 06/02/17 alle 11:22 via WEB
Complimenti... Ottimo post
 
smsdgl11
smsdgl11 il 06/02/17 alle 20:24 via WEB
COMPLIMENTI! chi ha scritto questo Post merita il Premio Nobel! Complimenti! Siamo veramente in pessime mani in europa, e particolarmente in Italia. Renzi e soci continuano a imperversare. Adesso anche i grillini hanno dimostrato di non essere da meno dei loro facinorosi predecessori. Stessa brutta pasta. Speriamo che il povero Trump riesca a debellare questa mafia europea del malaffare e della malavita a tutti i livelli dal piu infimo a quello delle poltrone d'oro dei governi Europei Tutti!!! Grazie, mariano
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

sito   

 

Monicelli, senza cultura in Italia...

 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

tutto il materiale di questo blog può essere liberamente preso, basta citarci nel momento in cui una parte del blog è stata usata.
Ladridicinema

 
 

Ultimi commenti

Buongiorno, mi piace l'indipendenza di giudizio e...
Inviato da: Quivisunusdepopulo
il 02/07/2017 alle 13:09
 
la Russia non è più l'Unione Sovietica con vasto...
Inviato da: fubabcash777
il 02/07/2017 alle 09:25
 
awesome!
Inviato da: تفسير ال
il 15/02/2017 alle 07:19
 
COMPLIMENTI! chi ha scritto questo Post merita il Premio...
Inviato da: smsdgl11
il 06/02/2017 alle 20:24
 
Complimenti... Ottimo post
Inviato da: gas.o0
il 06/02/2017 alle 11:22
 
 

Contatta l'autore

Nickname: Ladridicinema
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 33
Prov: RM
 
Citazioni nei Blog Amici: 29
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

FILM PREFERITI

Detenuto in attesa di giudizio, Il grande dittatore, Braveheart, Eyes wide shut, I cento passi, I diari della motocicletta, Il marchese del Grillo, Il miglio verde, Il piccolo diavolo, Il postino, Il regista di matrimoni, Il signore degli anelli, La grande guerra, La leggenda del pianista sull'oceano, La mala education, La vita è bella, Nuovo cinema paradiso, Quei bravi ragazzi, Roma città aperta, Romanzo criminale, Rugantino, Un borghese piccolo piccolo, Piano solo, Youth without Youth, Fantasia, Il re leone, Ratatouille, I vicerè, Saturno contro, Il padrino, Volver, Lupin e il castello di cagliostro, Il divo, Che - Guerrilla, Che-The Argentine, Milk, Nell'anno del signore, Ladri di biciclette, Le fate ignoranti, Milk, Alì, La meglio gioventù, C'era una volta in America, Il pianista, La caduta, Quando sei nato non puoi più nasconderti, Le vite degli altri, Baaria, Basta che funzioni, I vicerè, La tela animata, Il caso mattei, Salvatore Giuliano, La grande bellezza, Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Todo Modo, Z - L'orgia del potere

 

Ultime visite al Blog

antonio.natoniLadridicinemaalogicoannaincantorobiiiiiLayerCakelacky.procinowinters34Sky_EagleGothMakeUptosoni1954pacininicoleshiva_robymipiace1956a.sacchitell
 

Tag

 
 

classifica 

 

classifica 

 

FILM PREFERITI

Detenuto in attesa di giudizio, Il grande dittatore, Braveheart, Eyes wide shut, I cento passi, I diari della motocicletta, Il marchese del Grillo, Il miglio verde, Il piccolo diavolo, Il postino, Il regista di matrimoni, Il signore degli anelli, La grande guerra, La leggenda del pianista sull'oceano, La mala education, La vita è bella, Nuovo cinema paradiso, Quei bravi ragazzi, Roma città aperta, Romanzo criminale, Rugantino, Un borghese piccolo piccolo, Piano solo, Youth without Youth, Fantasia, Il re leone, Ratatouille, I vicerè, Saturno contro, Il padrino, Volver, Lupin e il castello di cagliostro, Il divo, Che - Guerrilla, Che-The Argentine, Milk, Nell'anno del signore, Ladri di biciclette, Le fate ignoranti, Milk, Alì, La meglio gioventù, C'era una volta in America, Il pianista, La caduta, Quando sei nato non puoi più nasconderti, Le vite degli altri, Baaria, Basta che funzioni, I vicerè, La tela animata, Il caso mattei, Salvatore Giuliano, La grande bellezza, Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Todo Modo, Z - L'orgia del potere

 

Ultimi commenti

Buongiorno, mi piace l'indipendenza di giudizio e...
Inviato da: Quivisunusdepopulo
il 02/07/2017 alle 13:09
 
la Russia non è più l'Unione Sovietica con vasto...
Inviato da: fubabcash777
il 02/07/2017 alle 09:25
 
awesome!
Inviato da: تفسير ال
il 15/02/2017 alle 07:19
 
COMPLIMENTI! chi ha scritto questo Post merita il Premio...
Inviato da: smsdgl11
il 06/02/2017 alle 20:24
 
Complimenti... Ottimo post
Inviato da: gas.o0
il 06/02/2017 alle 11:22
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Contatta l'autore

Nickname: Ladridicinema
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 33
Prov: RM
 

Ultime visite al Blog

antonio.natoniLadridicinemaalogicoannaincantorobiiiiiLayerCakelacky.procinowinters34Sky_EagleGothMakeUptosoni1954pacininicoleshiva_robymipiace1956a.sacchitell
 

sito

 

blog.libero.it/cinemaparadiso 

 

 

 

 

Monicelli, senza cultura in Italia...