Creato da: je_est_un_autre il 04/11/2008
Date la colpa alla mia insonnia

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Guarda, a dir molto siete in:

 
Citazioni nei Blog Amici: 115
 

Ultime visite al Blog

lisaliberaje_est_un_autrepa.ro.leWeb_LondonSignorina_GolightlyFanny_Wilmotolgy120Paintedonmyheartpaneghessaoscardellestellepoison.deemoschettiere62neimieipassimission_impossible.0
 

Ultimi commenti

Grazie, Olga. Buona serata.
Inviato da: je_est_un_autre
il 09/12/2017 alle 18:25
 
Bello il titolo e la descrizione del lavoro del tuo...
Inviato da: olgy120
il 09/12/2017 alle 18:11
 
Eh, l'avevo sospettato che fossi una da ascolti...
Inviato da: je_est_un_autre
il 28/11/2017 alle 12:25
 
titolo magnificamente teatrale, i tortellini della Mother...
Inviato da: emma01
il 28/11/2017 alle 10:49
 
E' proprio vero. Mi dimentico sempre.
Inviato da: je_est_un_autre
il 28/11/2017 alle 08:54
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« Ti faccio un nastro/2I Dialoghi Reali: Io & i... »

Albe

Post n°298 pubblicato il 09 Aprile 2017 da je_est_un_autre

Mi sveglio prestissimo. A prescindere dall'orario in cui mi metto a letto o dagli impegni che posso avere, mi sveglio prestissimo. Ho sentito dire che è un po' una consuetudine dell'età senile. Insomma dovrò farmene una ragione.
C'è una cosa che mi dà un pocolino di sollievo, ad avere gli occhi sbarrati già nelle prime ore azzurrine, ed è uscire in terrazza. Questa mia terrazza è incassata nel tetto e dà su un piccolo parco pubblico, al centro del quale c'è un laghetto, minuscolo, proprio piccolino, a forma di mezzaluna. Durante il giorno il parco è chiassoso, si anima di voci, gridi di bambini, persone che passeggiano col cane, è naturale che sia così.
Ma è all'alba che diventa bello.
Il parco in quelle ore è deserto. A volte c'è un  anziano, anche lui insonne evidentemente, cammina su e giù da un piccolo monticello costruito dietro al laghetto, fa avanti e indietro sul pendio, deve essere la sua ginnastica mattutina. Alzo lo sguardo dalle tegole ancora umide, sul laghetto aleggia solo in queste ore una tenue nebbiolina, forse troppo timida per uscire di giorno.
Silenzio.
Non l'ho vista per un sacco di anni, ma adesso che la guardo non è tanto male. E' l'alba, qui, in un paesino di campagna.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog