Creato da associazionedacia il 08/05/2007
associazione culturale

contatti

Associazione Italo/ Romena "DACIA"

c/o CISL - Unione Sindacale Territoriale di Bergamo
via Carnovali, 88/a - 24126 Bergamo (BG)
e mail :
associazionedacia@alice.it

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

ulisse.fvsexydamilleeunanotteemiltabuscaangela.macoveivaleriusajinrafnoetortoricasancarlo1953ionvasilescuiwann77adrian.novaccavalleria2005ecoemmegiancarlobelfiore
 

Chi puň scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Visite

Statistiche gratis





 

 

Bergamo 21-23 ottobre 2011. Italia-Romania, andata e ritorno"

Post n°155 pubblicato il 20 Ottobre 2011 da associazionedacia

Tre giorni tra storia, cultura, cinema, festa e intrattenimento con prodotti tipici romeni ed italiani, volta a sostenere l'attività dei Padri Giuseppini in Romania a favore dei bambini e i giovani in dfficoltà economica e sociale.

 

“Italia Romania, andata e ritorno: tre giorni tra cultura, festa e intrattenimento” per sostenere l’attività dei Padri Giuseppini in Romania.

Italia-Romania, tre giorni di festa e beneficenza”. Il 21, 22 e 23 ottobre 2011 Engim Lombardia terrà  una serie di eventi tematici finalizzati a “scoprire” i lati positivi e affascinanti della cultura romena. Il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto alla Fundatia Leonardo Murialdo di Popesti per sostenere l’attività dei Padri Giuseppini a favore dei bambini che si trovano in condizioni di forte disagio sociale ed economico.


Gli allievi Engim di Valbrembo e Brembate di Sopra hanno scoperto negli ultimi due anni, insieme ai
colleghi degli Istituti Professionali “Turoldo” di Zogno e “Betty Ambiveri” di Presezzo - nell’ambito dei progetti Learning Week finanziati da Regione Lombardia e progettati da ENGIM Lombardia - la ricchezza della Comunità di Popesti, alle porte di Bucarest, dove i bambini vengono accompagnati nei
compiti, ricevono interventi di alfabetizzazione e di recupero mirato nelle discipline. Si può dire che Popesti e Bucarest sono oramai nei nostri cuori e vorremmo tanto che queste emozioni diventino anche le vostre.

Nel programma vi sono:

Venerdi 21 ottobre 2011: auditorium piazza della Libertò, ore 21.oo proiezione del film “A Est di Bucarest” di Corneliu Porumboiu. Uno sguardo sulla Romania dopo Ceausescu vincitore del premio Camera d'Or al festival di Cannes 2006. A seguire rinfresco con vini e prodotti tipici.

Sabato 22 ottobre 2011 il convegno “La Romania con R maiuscola”, CISL via Carnovalli 88, Bergamo, ore 9.00: Interveranno: dott. Marco Baratto, vicepresidente Associazione italo-romena Dacia di Bergamo “Il legame storico, culturale tra I due paesi dall'antichita fino alla contemporaneità”;

dott.ssa Violeta P. Popescu, presidente del Centro Culturale Italo-Romeno di Milano “Personalità romene nella cultura italiana”


Domenica 23 ottobre 2011- Festa finale Parco Cornelle dalle ore 11.00; festa finale con pranzo tipico romeno al parco delle Cornelle. L'accompagnamento musicale e affidato al gruppo folkloristico romeno “Balada”.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Regime transitorio 2010 per i cittadini bulgari e rumeni. Disciplina per l’acesso al mercato del lavoro

Post n°152 pubblicato il 11 Dicembre 2009 da associazionedacia

Oggetto: Cittadini della Repubblica di Bulgaria e della Romania. Disciplina per l’accesso al mercato del lavoro subordinato.

Con riferimento alla tematica relativa all’ingresso in Italia per lavoro subordinato dei cittadini romeni e bulgari, si comunica che il Governo Italiano ha deciso di mantenere immutato, anche per l’anno 2010, il regime transitorio già adottato negli anni 2007, 2008 e 2009, prima di liberalizzare l’accesso al mercato del lavoro italiano.

Tale regime transitorio, analogamente a quanto previsto negli anni precedenti, non si applicherà per i seguenti settori:Agricoltura e turismo alberghiero; Lavoro domestico e di assistenza alla persona; Edilizio; Metalmeccanico; Dirigenziale ed alimentare qualificato;  lavoro stagionale;

Per tali settori sarà previsto un regime di libero accesso al mercato del lavoro interno mentre per tutti i restanti settori produttivi, l’assunzione dei lavoratori rumeni e bulgari avverrà attraverso la presentazione di richiesta di nulla osta allo Sportello Unico per l’Immigrazione, utilizzando i moduli appositi

Fonte : Ministero dell' Interno

Si precisa che La richiesta di nulla osta riguarderà comunque solo le prime assunzioni e non invece quelle successive. Infatti in caso di cambiamento di occupazione non sarà richiesto alcun nulla osta

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Alegerile pentru Preşedintele României şi referendumul naţional

Post n°151 pubblicato il 10 Novembre 2009 da associazionedacia

 

duminică, 22 noiembrie 2009, între orele 07.00 – 21.00 ! Secţiile de votare din Italia se află

*        Acilia – Piazza Capelvenere n. 13, Roma  (Sede municipale di Acilia)   Alessandria – Via Teresa Michel n. 17        Ancona - Via M.Fanti, n. 9 (Palazzo Camerata) Arezzo - Piazza Giotto, n. 2Asti – Via San Secondo n. 1Bari – Via Cairoli n. 2  (locali del Servizio Elettorale)  Bergamo - Largo Roentgen n.2 Bologna - Via Guelfa, n. 9  Brescia - Vicolo del Manzone n. 18Catania – Via Castello Ursino n. 10 (Sala Matrimoni)Como - Via Varisina (piazza Connellatti)Cosenza – Via Bengasi n. 1 (Ufficio Elettorale del Comune)  Cuneo - Via A. Rossi n. 22Fermo - Via Mazzini, n.2    Firenze - Lungarno Amerigo Vespucci, n. 30  Fonte Nuova – Via Brennero snc (Istituto Comprensivo Eduardo De Filippo)Genova – Piazza de Ferrari n. 4Grosseto - Via De Amicis, n. 1Guidonia – Via Baden Powell snc (Sala Consiliare)Ivrea – Via Varmondo Arborio n. 22 (Doicesi D’Ivrea)Ladispoli – Piazza Falcone snc (Palazzo Comunale)Latina – Viale XVIII Dicembre n. 124 (Cooperativa Il Gabbiano)Lecco - Corso Martiri della Liberazione n. 54 (în vecinătatea Gării Centrale)       Livorno - Scali Finocchietti, n. 8Lodi - Via A. Negri n.19 (autobuz QC1 Fer 6)Marcellina – Via Europa n. 34 (Biblioteca Comunale)Milano - Via Gignese n. 2Napoli – Via De Giaxa n. 5 (Comando della Polizia Municipale)Novara – Via Perazzi n. 5EOlbia – Via Macerata (Poltu Quadu) (Palazzo Comunale)  Padova - Via Alsazia n. 3 (Sala Ugo Pisani)Perugia – Via Umberto Gnoli, San Marco (Sala del Consiglio)  Pescara – Piazza Italia n. 1, primo piano (Sala Consiliare del Comune)Piacenza - Via Martiri della Resistenza, n.8 / A (Zona Stadion, autobuz 8)Pordenone - Via Carducci n. 1Reggio Calabria – Via S. Anna II° Tronco (Sala Polifunzionale del CE.DIR)     Rimini - Via XXIII Settembre, n. 124 (Centro commerciale I PORTICI alle Celle)Roma 1 - Via del Serafico n. 69 (Sezione Consolare)Roma 2 - Piazza Jose de San Martin n. 1 (Accademia di Romania)Roma 3 - Via F.Conti n.11 (Sala Cinema Municipale - Municipio VIII)Roma 4 - Via Canterano n.12, (Centro Anziani di Settecamini - Municipio V)Roma 5 - Piazza Jose de San Martin n. 1 (Accademia di Romania)Sezze – Via Garibaldi (Auditorium S. Michele Arcangelo)Sondrio - Largo Sindelfingen (Centro Commerciale, piano rialzato – Auditorium)Terni – Via Aminale n. 22 (Centro Socio-Culturale Augusto Romagnoli)Torino – Via Ancona n.7      Trento - Via Romano Guardini ,31 Treviso - Via Terraglio n. 140 (Centro Conferinze - Hotel Maggior Consiglio Trieste - Via Udine n.11Udine - Via Pradamano n. 11 Varese - Via Sacco n. 9/11 (Palazzina della Cultura  Venezia - Cannaregio 2215 – 2216 (Istituto Culturale Romeno - Verona -Via Dogana n. 2/A (Palazzo Toniolo)Vicenza - Via Vaccari n. 107 angolo Via Rismondo n. 2, primo piano (linia 4)  Viterbo – Piazza dei Caduti n. 19 (Centro Sociale Polivalente “Sacrario 

*        Pot vota toţi cetăţenii români aflaţi în străinătate (inclusiv turiştii), pe baza următoarelor documente prevăzute de lege, aflate în termenul de valabilitate: cartea de identitate; cartea de identitate provizorie; buletinul de identitate; paşaportul simplu; paşaportul simplu electronic; paşaportul simplu temporar; paşaportul diplomatic; paşaportul diplomatic electronic; paşaportul de serviciu; paşaportul de serviciu electronic; titlul de călătorie (acesta se eliberează în cazul în care documentele de identitate menţionate mai sus nu mai sunt valabile sau au fost pierdute).

Vă rugăm să contactaţi din timp misiunile diplomatice sau oficiile consulare ale României

 pentru actualizarea documentelor de identitate.

Pentru mai multe informaţii, vă punem la dispoziţie „Ghidul alegătorului român din străinătate”,  site-ul MAE, secţiunea „Alegeri prezidenţiale/referendum 2009”: http://www.mae.ro/index.php?unde=doc&id=40633.

Alte detalii: site-ul Autorităţii Electorale Permanente: http://www.roaep.ro/ şi al Biroului Electoral Central: http://www.bec2009p.ro/.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I ROMENI NON SONO STRANIERI

Post n°150 pubblicato il 30 Ottobre 2009 da associazionedacia

 

La Lega Romeni d’Italia, in relazione al comunicato stampa emesso al termine della presentazione del 19° Dossier Statistico 2009 sull'Immigrazione redatto da Caritas-Migrantes, vuole precisare che impropriamente la comunitŕ romena viene inserita e accomunata nella categoria “stranieri” . Tale collocazione, certamente pratica ed intuitiva rischia di creare forti problematiche dal punto di vista giuridico. Infatti, ai sensi e per gli effetti del art 1 del decreto legislativo n. 286 del 1998 il concetto di “stranieri” č da applicarsi esclusivamente ai “ai cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea e agli apolidi”. I cittadini di stati aderenti all’Unione Europea , infatti , sono titolari della cittadinanza dell'Unione Europea , istituita con il Trattato di Maastricht che completa e non sostituisce la cittadinanza nazionale. Tale cittadinanza, entro l'ordinamento di altri Stati membri UE, garantisce alcune libertŕ fondamentali quali, a titolo esemplificativo : Libertŕ di circolazione e di soggiorno di ogni cittadino europeo nel territorio di uno Stato membro, Diritto di voto attivo e passivo nelle elezioni comunali nello Stato membro in cui risiede, alla pari dei cittadini di tale Stato e nelle elezioni europee e la possibilitŕ di partecipare ai concorsi pubblici a paritŕ di condizioni dei cittadini della nazione di residenza.

Emilia Stoica
Presidente Lega Romeni d’Italia

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »