Creato da DgVoice il 20/11/2008

RADIO DgVoice

I love my web radio !

 

staff radio

 
 

      migliori motori di ricerca

 

YOUTUBE CHANNEL BY CELEBRTYELITE

 

Entra nell'area aiuto
dei servizi di LIBERO !

Per qualsiasi problema troverai semplici FAQ che possono aiutarti, se non bastano clicca su NO alla fine della FAQ e compila la form, lo Staff di Libero Risponde ti aiuterà !

 

 

Clicca sul logo e leggi il Blog
 per scoprire come difenderti dalle loro truffe !

 

 

Scopri PlayVideo! Clicca qui!

 
PLAYLIST!

Scegli la tua playlist da inserire nel blog, trovi i codici cliccando sui nomi degli artisiti: copia il codice in un box personalizzabile, salva e il gioco è fatto!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

tangoleonwolf80fcmagro53aslan2012disponibiledgl1brunorobertodinuccigianluca.lanarifantasiosa.srobealessDIAMANTE.ARCOBALENOokkiblu65ferbo0blueyedragonbano58blackdream2
 
 

CANALE YOUTUBE BY DGVOICE

 

PRC

 

 

« JENNY McCARTHY, SI SPOGL...TARANTOLA COME APERITIVO... »

"BLADE RUNNER" COMPIE 30 ANNI, MA NON LI DIMOSTRA.

Ray Bradbury, il geniale autore di Fahrenheit 451 e di Cronache Marziane, di recente scomparso, sosteneva che la differenza tra il genere fantasy e la fantascienza è che quest'ultima è fatta di storie che potrebbero realmente accadere in un futuro non troppo remoto, mentre il fantasy non ha nulla a che vedere con il futuro possibile. Ecco perché Guerre Stellari, nonostante i robot e i raggi laser, non è un vero film di fantascienza: e difatti dichiaratamente non è ambientato nel futuro, bensì in un mitico passato remoto come le antiche saghe epiche e le fiabe della buonanotte ("Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana...").

Blade Runner è invece proprio il nostro futuro: il futuro così come vogliamo che non sia. Perché questo è ciò che con rara maestria Philip Dick ha sempre narrato: la nostra paura, ciò che temiamo il nostro mondo divenga. Il futuro come incubo. La megalopoli disumanizzante, l'inquinamento, la decadenza, la tecnologia al servizio di qualcosa o qualcuno che non sei tu.

Era entusiasta come un ragazzino Philip K. Dick dopo aver visto l'anteprima di Blade Runner, il film tratto dal racconto "Do Androids Dream of Electric Sheep?" che egli aveva scritto tredici anni prima, nel 1968. Eppure quando aveva letto il copione aveva espresso tutto il suo dissenso: "non avrà nulla a che vedere con il mio racconto, verrà fuori una gigantesca schifosa collisione di androidi che esplodono, androidi che uccidono esseri umani, confusione generale e ammazzamenti...". Invece quando nella primavera del 1981 gli mostrarono alcune sequenze di ciò che Ridley Scott stava producendo, se ne innamorò. Non avrebbe mai visto il film finito, in un cinema: morì di infarto nel marzo del 1982, appena cinquantaquattrenne. Il film uscì nelle sale poco dopo, nell'ultimo weekend di giugno: esattamente trent'anni fa. Lì per lì ebbe un successo discreto ma non enorme. Il pubblico gli preferì l' E.T. Di Spielberg, più in sintonia con il ritrovato ottimismo di quei nascenti anni Ottanta. Il film di Scott, così tetro ed inquietante, pareva più legato alle inquietudini ed al pessimismo degli anni Settanta che la gente non vedeva l'ora di lasciarsi alle spalle. Solo con il passare degli anni sarebbe divenuto sempre più una pellicola di culto.

Hollywood avrebbe poi attinto molte volte dai suoi racconti terribili e meravigliosi: con Atto di Forza (di cui sta per uscire un remake con Colin Farrel nel ruolo che fu di Arnold Schwarzenegger), con Screamers, con Minority Report e con molti altri. Ma quella fu la prima volta, e ne uscì un film perfetto. Non tanto per via della trama, per la verità: quella risultava poco chiara, e il fatto stesso che il protagonista, un poliziotto incaricato di "uccidere" i replicanti umanoidi che, ribellatisi, andavano ritirati come prodotti difettosi, alla fine si scoprisse essere lui stesso un replicante, si sarebbe compreso solo una volta uscito il "director's cut" nel 1992 e il "final cut" nel 2007. A decretarne il lento ma inesorabile successo sarebbe stato tutto il resto: gli effetti speciali mozzafiato (ancora senza l'ausilio del computer), la musica di Vangelis, le architetture avveniristiche (talvolta attinte dalla realtà, perché in un futuro credibile ci deve pur essere qualcosa di già visto da qualche parte), lo sguardo magnetico di Harrison Ford, il divo del momento reduce dal successo di Guerre Stellari e de I Predatori dell'Arca Perduta. E c'erano quei dialoghi rarefatti e quei monologhi surreali che suggerivano sensazioni di un altro mondo, di un'altra dimensione.

Una curiosità: il monologo più celebre, quello dell'androide morente interpretato dal glaciale Rutger Hauer ("io ne ho viste di cose che voi umani non potete nemmeno immaginare"), si deve in parte alla improvvisazione dell'attore. Nella sceneggiatura originale non era previsto perché il personaggio non veniva ucciso. Venne inserito in un secondo momento, ma era troppo lungo e l'attore provò a sintetizzarlo improvvisando. Solo l'ispirazione del momento gli mise in bocca la frase struggente e perfetta "tutti quei momenti andranno persi nel tempo, come lacrime nella pioggia".

Può non piacere il genere ma è indiscutibilmente un gran bel film che, oggi come allora, porta a chiedersi: Distopia fantascientifica o probabile ipotesi di mondi non tanto futuri?...

Pubblicato da Staff Radio DgVoice, Rossella.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/DGVoice/trackback.php?msg=11412483

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
sergio566
sergio566 il 27/06/12 alle 10:58 via WEB
Carissima Rossella, scrivi sempre cose interessanti. E' un piacere leggerti. Le Tue analisi sono sempre profonde anche se sono scritte con apparente leggerezza. Buona giornata e un abbraccio affettuoso Sergio
 
raffav56
raffav56 il 27/06/12 alle 11:08 via WEB
ogni volta ke lo ri-trasmettono in tv lo ri-guardo con la stessa emozione solo una cosa..nn ho mai capito ke Harrison Ford fosse a sua volta un replicante... lo era l'assistente del suo capo, ke lui poi se ne innamora e le salva la vita fuggendo con lei... buona giornata,raffa
 
nonna.fra
nonna.fra il 27/06/12 alle 12:10 via WEB
buona giornata cara Rossella...un bacione grosso..
 
massimocoppa
massimocoppa il 27/06/12 alle 13:00 via WEB
è un classico intramontabile
 
fatamatta_2008
fatamatta_2008 il 27/06/12 alle 13:49 via WEB
Ciao Ross, come al solito super brava!! Un post esaustivo ma anche di piacevole lettura... Un film che ho veduto molte volte e che sempre mi ha rivelato qualcosa di interessante che nelle visioni precedenti mi era sfuggito... è ricco di messaggi contro lo sconsiderato sfuttamento delle risorse della terra in modo massivo e a uomini e che stanno sempre di più rinunciando alla propria umanità in cambio di una tecnologia esasperata...Ciao carissima un kiss..al ghiacciolo visto il caldo che fa...:)))) Lilly*
 
rickytre
rickytre il 27/06/12 alle 14:03 via WEB
Un carissimo saluto e grazie per la segnalazione! ( Oggi si schiatta dal caldo...e sarà ancora peggio! ) Un fresco sorriso...Ricky AUGURI..Blade..
 
xavier1962
xavier1962 il 27/06/12 alle 14:25 via WEB
Ottimo post, brava Rossella! (anch'io non avevo capito che il protagonista era un replicante).
 
gryllo73
gryllo73 il 27/06/12 alle 14:39 via WEB
sempre di straordinaria attualita grande film ...Ma che caldo fa @__@ clicca?
 
dorismaria1
dorismaria1 il 27/06/12 alle 15:19 via WEB
viviamo in un mondo che niente e nulla di ciò che accadrà...ci potrà sorprendere o meravigliare... viviamo nell'attesa di osservare il prevedibile purtroppo :( abbraccione Rossella cara.
 
francoroiter
francoroiter il 27/06/12 alle 15:30 via WEB
BEL FILM ROSSELLA, KISSSSSSSSSSSSSSSSSSS ,PAOLO ROITER
 
lauraocchineri2
lauraocchineri2 il 27/06/12 alle 17:03 via WEB
SEI STRAORDINARIAMENTE IN GAMBA,UN ABBRACCIO DALLA NOSTRA NAPOLI CHE ..RESPIRA
 
savino.metta
savino.metta il 27/06/12 alle 18:23 via WEB
..un saluto un sorriso...ed un ciau..neh...
 
gattachicca1
gattachicca1 il 27/06/12 alle 21:33 via WEB
Ciao Rossella! X conto mio è 1 dei + bei film di fantascenza mai prodotto - Futuro possibile?....temo proprio di si....se non peggio :o( - Smack =^..^=
 
ochidea_blu
ochidea_blu il 27/06/12 alle 22:38 via WEB
Ciao Rossella, brava come sempre … dalla community manco da un po’ … adesso piacevolmente mi sono soffermata e ho letto i post non letti … tutti molto belli e interessanti … un caloroso abbraccio a te, Eleonora e a tutto lo staff … siete tutti bravissimi. Una felice serata, con stima Sofia
 
serena_sempre_88
serena_sempre_88 il 28/06/12 alle 14:11 via WEB
Gran Film, Mitico!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
 

di voce in voce

farenait,fahrenheit

girotondo

dgv news

nero vero

caffè letterario

spicy

vendesi aria fritta

 

history chart

di cotte e di crude

musica dalla capitale

Tandem

niente di serio tranne la musica

shadows light

C'mon & Rock

Stereobus

 

DGVOICE SUI VOSTRI CELLULARI !

Seguimi su Libero Mobile

 

ULTIMI COMMENTI

Ciaooooooo! Un carissimo saluto a te! Un...
Inviato da: aslan2012
il 30/10/2014 alle 19:07
 
Chiuso?
Inviato da: Redendacc
il 17/10/2014 alle 16:09
 
Buona giornata,smackkkkkkkkkkk. ti regalo questa...
Inviato da: giramondo595
il 17/10/2014 alle 05:02
 
Un caro saluto a tutto lo staff. Sofia
Inviato da: ochidea_blu
il 08/09/2014 alle 22:59
 
Ne so molto perché ho subito io stessa delle violenze !
Inviato da: semplicelucrezia
il 29/08/2014 alle 19:44