Creato da giusidng il 26/06/2010

Giusi Dangelico

E' nei libri che gli scrittori custodiscono le loro verità

 

 

Contro la depressione o momenti difficili della vita

Post n°278 pubblicato il 25 Gennaio 2016 da giusidng
 

 

Questa storia è raccontata in prima persona da Milton Erickson, psichiatra e padre della ipnosi moderna, vissuto fra il 1901 e il 1980,  il cui nome e le cui terapie hanno fatto il giro del mondo. Ma prima di tutto un uomo che ha fatto della sua malattia l'opportunità per imparare ad osservare le persone e aiutarle a guarire. Ecco un metodi con cui ha aiutato una donna a curare la sua depressione.

 


Una volta, quando ero a Milwaukee per una conferenza, William mi chiese: "Qui a Milwaukee vive la sorella di mia madre. È ricca, molto religiosa, non le piace mia madre e a mia madre non piace lei. Ha una cameriera, che viene ogni giorno a fare i lavori di casa, a cucinare, e lei vive tutta sola in quella grande casa, va in chiesa, non ha amici. Va a messa e si addormenta silenziosamente. Adesso sono nove mesi che è terribilmente depressa. Sono preoccupato per lei, vorrei che ti fermassi un po' e facessi qualcosa per lei. Sono l'unico suo parente che le piaccia, ma non mi può sopportare. Dunque chiamala e vedi quello che puoi fare". Dunque, una donna depressa ... io mi presentai e mi immedesimai completamente ... le chiesi di farmi vedere la casa. Guardandomi attorno vidi che era una donna molto benestante, che viveva da sola, pigra, che andava in chiesa ma pensava solo a sé, e feci il giro della casa, stanza dopo stanza ... e a un certo punto vidi che aveva piantato in un vaso tre violette africane, che stavano germogliando una foglia. Così seppi cosa fare per lei come terapia, le dissi: "Voglio che lei compri tutte le piante di violette africane che trova ... e le tenga per sé. Poi voglio che lei compri un paio di centinaia di vasi in cui trapiantare le nuove violette africane, e che compri un paio di centinaia di vasi da regalo. Non appena i germogli avranno attecchito per bene, per ogni annuncio di nascita lei manderà una violetta africana; per ogni Cresima, per ogni fidanzamento, per ogni matrimonio, per ogni malattia, per ogni morte, per ogni festa di beneficenza della parrocchia". E così a un certo punto lei aveva duecento violette africane ... e se vi dovete prendere cura di duecento violette africane avete lavoro a sufficienza per tutta la giornata. E divenne la regina delle Violette africane di Milwaukee, con un innumerevole numero di amici. Solo quell'unico piccolo colloquio. Non feci altro che girarle il muso nella direzione giusta, e dire: "Hop! Hop! ". E lei fece tutto il resto della terapia. Ed è questa la cosa importante della terapia ... trovare le possibilità alla portata dei vostri pazienti e spingerli a metterle in atto, e prima o poi saranno completamente presi dalla cosa. Quando morì sulla sua tomba i cittadini le dedicarono la scritta "Alla regina delle violette africane di Milwaukee".


Quando perdiamo autostima, o la nostra missione di vita o un ruolo, può capitare di ammalarci e perdere entusiasmo per la vita. C'è chi definisce la depressione un male oscuro, chi una esperienza emotiva, chi un passaggio verso la luce. Cambiano le definizioni come cambiano anche gli approcci verso il problema e i risultati. Un medico, uno psichiatra leggendario come Milton Erickson avrebbe potuto prescrivere farmaci e affidare a loro la risoluzione del caso. E invece, ha agito direttamente sulla causa, più che sui sintomi, e ha fatto sì che la ricca signora accedesse alle sue risorse, ai suoi talenti, e impegnasse il suo tempo sfruttando ciò che meglio sapeva e poteva fare. Impariamo ad ascoltare e decifrare i messaggi che ci invia il nostro corpo, la soluzione del problema è già dentro di noi. Non saremo immortali ma possiamo vivere questa vita nel modo migliore che possiamo, imparando e soprattutto passando parola...

 

Per intraprendere un potenziamento della tua autostima, puoi contattare il numero 392 920 14 03

 
 
 

Ottobre benessere psicologico

Post n°277 pubblicato il 06 Ottobre 2015 da giusidng
 

 

Durante il cammino di questa breve o lunga vita che sia, a ognuno di noi è dato il tempo per sperimentare gioie e dolori, emozioni e tensioni, felicità e disperazioni.

Fa parte di un percorso naturale. La sofferenza a volte ci mette alla prova ma ci fortifica, ci dona consapevolezze e rende più disponibili e umani.

Altre volte invece può renderci più vulnerabili e farci reagire nel modo meno efficace possibile. O non farci reagire affatto.

Rabbia, frustrazione, ansia, tristezza. E anche quando pensiamo di non aver bisogno di niente e di nessuno perchè capaci di dominare le nostre emozioni e far fronte a qualsiasi evento, allora proprio quelle emozioni, represse, si trasformano in malesseri che il corpo urla quando la bocca tace.


Comprendere, accogliere, utilizzare le proprie risorse e cambiare fonti di tensioni è la strada per trasformare ogni difficoltà in opportunità. Anche quando non vediamo una via di uscita e tutto sembra così difficile da affrontare. A questo serve il Counseling. Una relazione d'aiuto sempre più diffusa.

Spesso è necessario un percorso più lungo, altre più breve e a volte anche un unico incontro può essere sufficiente.


Per questo TUTTO IL BENE CHE TI VUOI il mese di ottobre offre un colloquio gratuito a chi ha bisogno nella zona di BARI.

Per info e prenotazioni contattare il numero  392 920 14 03




 

 

 
 
 

Quando soffri per amore… come reagisci?

Post n°276 pubblicato il 19 Settembre 2015 da giusidng
 
Foto di giusidng

 

Lucrezia, 44 anni, architetto. Dopo la fine di una relazione durata tre anni con Francesco, dorme tutte le notti sul pianerottolo del suo ex, pur di vederlo per qualche istante, anche quando lui è accompagnato da altre donne. E’ massacrante quel momento. Lei piange e si dispera, ma nulla è più forte della speranza di ricevere qualche carezza e un po’ di comprensione quando lui ne ha voglia.

 

Gianluca, 38 anni, odontoiatra, dopo essere stato lasciato da Mariangela, ha iniziato a collezionare avventure e a provare il vero piacere, più di quello fisico, nel vedere le sue vittime umiliarsi di fronte a lui, quando capiscono di non avere alcun valore ai suoi occhi.Quante Lucrezia e quanti Gianluca conosciamo?

Quante donne EMOTIVAMENTE dormono sul ciglio dell’anima di un uomo che ha volto lo sguardo altrove? Quanti uomini si sentono traditi, abbandonati e reagiscono con le peggiori delle intenzioni chiudendosi nel narcisismo? E questi sono solo due esempi.

Quante altre situazioni analoghe, più lievi o più tragiche, abbiamo ascoltato dalla voce di amici e parenti e quali soprattutto abbiamo vissuto in prima persona? Non soffriamo per il dolore che infliggiamo agli altri. Al massimo possiamo dispiacerci o provare un minimo rimpianto o rimorso quando ci viene rinfacciato. Soffriamo invece e molto quando subiamo una mancanza di rispetto o di attenzione o di cura … e questo sì che può trascinarci negli abissi dell’inferno.

Come reagiamo all’abbandono, al rifiuto e al tradimento? E in che modo affidiamo agli altri la responsabilità di certe emozioni capaci di devastarci l’anima?

C’è chi perdona continuamente,

chi si vendica,

chi fugge,

chi si chiude in se stesso.

Ogni reazione ha sempre alla base un vantaggio secondario, conscio o inconscio che sia, ma che non sempre fa star bene .In amore prima di assegnare le colpe al partner è DOVERSOSO chiederci quanto ci amiamo, rispettiamo, e che valore diamo alla nostra libertà.In una società che per tradizione religiosa e culturale tende a creare nuclei familiari c’è confusione fra “essere soli “ e “sentirsi soli”.

Si può stare bene da soli e godere delle propria autonomia e si può stare male in coppia, in famiglia, in gruppo, sentendosi incompresi, dipendenti, frustrati , incarcerati.

Il modo in cui reagiamo alle delusioni d’amore racconta di noi, dell’ambiente in cui siamo cresciuti, delle esperienze della nostra vita, di quante emozioni e TENSIONI abbiamo bisogno e di come sta la nostra autostima. A seconda dei periodi della vita, in tutti noi ci possono essere squilibri dell’autostima e un percorso di Counseling può aiutare chi è in una fase di scarsa autostima a ritrovare risorse, talenti e strumenti per ritrovare forza in se stessi.

Per info Giusi Dangelico 392 920 14 03

 
 
 

Un rimedio contro la depressione e "cose simili"

Post n°275 pubblicato il 15 Settembre 2015 da giusidng
 

 

 

Questa storia è raccontata in prima persona da Milton Erickson, psichiatra e padre della ipnosi moderna,  vissuto fra i 1901 e il 1980 , il cui nome e le cui terapie hanno fatto il giro del mondo.

Ma prima di tutto un uomo che ha fatto della sua malattia l'opportunità per imparare ad osservare le persone e aiutarle a guarire.

 

Ecco uno dei tanti metodi con cui ha aiutato una donna a curare la sua depressione.

Risultati immagini per milton erickson

 

Una volta, quando ero a Milwaukee per una conferenza, William mi chiese:

"Qui a Milwaukee vive la sorella di mia madre. È ricca, molto religiosa, non le piace mia madre e a mia madre non piace lei. Ha una cameriera, che viene ogni giorno a fare i lavori di casa, a cucinare, e lei vive tutta sola in quella grande casa, va in chiesa, non ha amici.

Va a messa e si addormenta silenziosamente. Adesso sono nove mesi che è terribilmente depressa.

Sono preoccupato per lei, vorrei che ti fermassi un po' e facessi qualcosa per lei. Sono l'unico suo parente che le piaccia, ma non mi può sopportare. Dunque chiamala e vedi quello che puoi fare".

Dunque, una donna depressa ... io mi presentai e mi immedesimai completamente ... le chiesi di farmi vedere la casa. Guardandomi attorno vidi che era una donna molto benestante, che viveva da sola, pigra, che andava in chiesa ma pensava solo a sé, e feci il giro della casa, stanza dopo stanza ... e a un certo punto vidi che aveva piantato in un vaso tre violette africane, che stavano germogliando una foglia. Così seppi cosa fare per lei come terapia, le dissi:

"Voglio che lei compri tutte le piante di violette africane che trova ... e le tenga per sé.

Poi voglio che lei compri un paio di centinaia di vasi in cui trapiantare le nuove violette africane, e che compri un paio di centinaia di vasi da regalo.

Non appena i germogli avranno attecchito per bene, per ogni annuncio di nascita lei manderà una violetta africana; per ogni Cresima, per ogni fidanzamento, per ogni matrimonio, per ogni malattia, per ogni morte, per ogni festa di beneficenza della parrocchia".

E così a un certo punto lei aveva duecento violette africane ... e se vi dovete prendere cura di duecento violette africane avete lavoro a sufficienza per tutta la giornata.

E divenne la regina delle Violette africane di Milwaukee, con un innumerevole numero di amici. Solo quell'unico piccolo colloquio. Non feci altro che girarle il muso nella direzione giusta, e dire: "Hop! Hop! ". E lei fece tutto il resto della terapia.

Ed è questa la cosa importante della terapia ... trovare le possibilità alla portata dei vostri pazienti e spingerli a metterle in atto, e prima o poi saranno completamente presi dalla cosa.

Quando morì sulla sua tomba i cittadini le dedicarono la scritta "Alla regina delle violette africane di Milwaukee".

 

 

 

 

Quando perdiamo autostima, o la nostra missione di vita o un ruolo, può capitare di ammalarci e perdere entusiasmo per la vita.

C'è chi definisce la depressione un male oscuro, chi una esperienza emotiva, chi un passaggio verso la luce. Cambiano le definizioni come cambiano anche gli approcci verso il problema e i risultati.

Un medico, uno psichiatra leggendario come Milton Erickson avrebbe potuto prescrivere farmaci e affidare a loro la risoluzione del caso. E invece, ha agito direttamente  sulla causa, più che sui sintomi, e ha fatto sì che la ricca signora accedesse alle sue risorse, ai suoi talenti, e impegnasse il suo tempo sfruttando ciò che meglio sapeva e poteva fare.

Impariamo ad ascoltare e decifrare i messaggi che ci invia il nostro corpo, la soluzione del problema è già dentro di noi.

Non saremo immortali ma possiamo vivere questa vita nel modo migliore che possiamo, imparando e soprattutto passando parola...

 

Risultati immagini per violette africane

 

Giusi Dangelico

Appunti di Counseling

Su facebook vedi la pagina TUTTO IL BENE CHE TI VUOI

Per info 392 920 14 03

 

 
 
 

OPEN DAY SULLA DEPRESSIONE

Post n°274 pubblicato il 12 Settembre 2015 da giusidng
 

Tante le definizioni di questo disagio: il male del secolo, il cancro dell'anima, il tunnel senza uscita. Può riguardarci personalmente o coinvolgere parenti e amici . Per scoprire cos'è realmente la depressione, e quale messaggio nasconde.Vi aspettiamo il 14 all'IKOS, in via Andrea da Bari 157 dalle 16,00 alle 20.00 . Tel 080 5212483.Evento Gratuito, aperto a tutti.

 
 
 
Successivi »
 
 

 Chi sono

Scrittrice, opinionista e redattrice di articoli in magazines e riviste nelle seguenti lingue: italiano, inglese, portoghese. 
In Italia:

da gennaio 2013 http://www.vanityfair.it/author/Giusi%20Dangelico

-scrittrice di storie vere per Confidenze, Mondadori, da gennaio 2012
-collaborazione con RCS group nel 2012

dal 2011 Responsabile Relazioni pubbliche Per IKOS, scuola di psicoterapia per medici e psicologi. 

da febbraio 2011 Blogger.

http://www.dimarsicolibri.it/ellenica.html

C'è una tipografia-casa editrice  "La serenessima" che vende i miei libri senza autorizzazione. Vi prego di astenervi, grazie

Grazie a tutti coloro che mi seguono, che partecipano attivamente lasciando commenti e acquistano le mie opere.

 

I post che avete più apprezzato e votato

attraverso l'icona Mi piace di Fb  sono sin'ora risultati:

-E tu vorresti saperlo?

(di Febbraio 2011 e riproposto il 28 giugno 2011 con circa 365 preferenze)

-Ho visto uomini andare in Brasile per...

(del 20 gennaio 2011, con 272 voti circa)

-Hai raggiunto il successo?

(del 12 agosto 2011 con 265 voti)

-L'amica che pugnala alle spalle

  (del 23 agosto con 262 voti circa)

 -Mi manchi

(del 21 agosto ha ottenuto il massimo delle visite 2750 in un giorno e 182 voti)

Grazie mille per il vostro contributo, per i suggerimenti e i commenti, sono strumenti preziosi per la realizzazione dei miei prossimi libri.

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ilducadaOstiaVirtual.Cheatingarequiliberrima0joeblack1963maxprotgattoselavaticomuscalanz54r.catuognomic.carmotorshow.pesaroProfondicus1Aliserurinorace69giusidng
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31