Creato da verdedelta_service il 03/02/2009
Vivere e Gustare il Delta del Po
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 
 

 

IL RISO: SCENARI E PROSPETTIVE PER IL 2009

Post n°12 pubblicato il 11 Febbraio 2009 da verdedelta_service




Esperti e autorità del comparto risicolo italiano si riuniscono a Jolanda di Savoia (Ferrara)
in un convegno promosso da Ente Nazionale Risi

In un contesto nazionale e internazionale segnato da importanti variazioni nei prezzi dei prodotti agricoli anche il riso non fa eccezione.
L’andamento delle ultime annate sta rendendo sempre più difficile azzardare previsioni; prova a fare il punto sulla situazione del comparto risicolo italiano e locale il convegno “Il riso: scenari per il 2009” che si terrà lunedì 16 febbraio presso il Teatro Comunale di Jolanda di Savoia. Organizzato da Ente Nazionale Risi con il patrocinio del Comune di Jolanda, dell’Associazione dei Risicoltori del Delta del Po e il supporto di Cassa di Risparmio di Ferrara, del Consorzio Agrario e di Grandi Riso, il convegno è il quarto di una serie di altrettanti incontri svoltisi nelle scorse settimane a Vercelli, Castello d’Agogna (Pavia) e Novara, ovvero nelle principali zone a vocazione risicola in Italia.

Tra i relatori figurano rappresentanti della scena risicola locale, nazionale ed europea: il presidente dell’Ente Nazionale Risi Piero Garrione, il presidente dei risicoltori europei Martin D’Autriche, e in rappresentanza dell’industria Mario Preve, presidente dell’Associazione Industrie Risiere Italiane (Airi). A seguire gli interventi dei vertici delle confederazioni agricole locali: per Confagricoltura Mario Guidi, per Coldiretti il Presidente Mauro Tonello e per la Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) il suo omologo provinciale Mauro Ferrari.

“La produzione del 2008 resterà sul mercato fino ad esaurimento –spiega Simone Boattin, responsabile della Sezione di Ferrara dell’Ente Risi- e i prezzi del riso nella campagna di commercializzazione in corso stanno conoscendo un continuo rialzo a causa di una richiesta costante dell’industria, soddisfatta solo in parte dall’offerta e per un numero limitato di tipologie commerciali”. Questa tendenza è particolarmente accentuata per le varietà da consumo interno appartenenti al gruppo “lungo A” che sono proprio quelle maggiormente coltivate nel territorio ferrarese come Arborio, Volano, Carnaroli e Baldo. “Il buon livello dei prezzi e il loro eventuale incremento –prosegue Boattin- porterà verosimilmente all’aumento delle superfici coltivate a riso nel 2009, tendenza prevista anche a livello nazionale. Il Ferrarese, essendo caratterizzato da una risicoltura di tipo rotazionale, ha più possibilità di adeguarsi all’andamento del mercato, rispetto ad altre zone a prevalente vocazione risicola in monosuccessione, nel momento in cui questo richiede un aumento delle superfici dedicate al riso”.
“Insomma -conclude Boattin- il riso continua a restare una coltura decisamente interessante per i nostri agricoltori, tanto più a fronte di un crollo dei prezzi di altri cereali”.



 
 
 

IL MINISTRO ZAIA PER 50^ ANNO DI CONFCOOPERATIVE

Post n°11 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da verdedelta_service
 
Foto di verdedelta_service

IL MINISTRO ZAIA PER 50^ ANNO DI CONFCOOPERATIVE

Il ministro Luca Zaia partecipa all’Assemblea
per i 50 anni di Confcooperative Ferrara


Il Ministro delle politiche agricole Luca Zaia sarà l’ospite d’onore all’evento celebrativo per il cinquantesimo anniversario di Confcooperative Ferrara in programma lunedì 1 dicembre alle ore 9.30 presso il Teatro Comunale di Ferrara. Una celebrazione che è stata pensata e organizzata come un’occasione per ripercorrere i 50 anni di storia del nostro paese, alternando la proiezione di immagini al dibattito con gli ospiti.

All’evento, che sarà moderato dal giornalista Franco Di Mare, parteciperanno il Presidente di Confcooperative Ferrara Paolo Bruni, il Sottosegretario alla Salute Francesca Martini, l’Assessore all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna Tiberio Rabboni e il presidente di Confcooperative Emilia Romagna Maurizio Gardini.

La partecipazione del Ministro Zaia sarà l’occasione per fare il punto su alcuni dei più importanti temi di attualità del comparto agroalimentare italiano, anche alla luce della recente conclusione della trattativa sullo stato di salute della politica agricola comunitaria, nella quale è stato deciso, tra l’altro, un aumento delle quote latte per il nostro paese.

Insieme al Ministro Zaia si parlerà inoltre di come difendere e valorizzare l’enorme patrimonio del Made in Italy agroalimentare, di come incentivare la spinta all’internazionalizzazione delle imprese e di come fronteggiare la crisi dei consumi.

“Il sistema cooperativo ferrarese – ha commentato Paolo Bruni – si esprime oltre che nel comparto agricolo, anche in quello della pesca, della solidarietà sociale, dell’abitazione, dei servizi e del turismo e vuole continuare ad essere uno strumento di sviluppo della comunità locale e del territorio in cui è radicato. Le nostre Cooperative vogliono spendersi con nuove proposte e progetti su tutti i grandi temi che riguardano la vita delle persone, anche in un momento economico come questo, difficile e che ha toccato ogni impresa. Durante i lavori della nostra assise – ha concluso Bruni – affronteremo queste attuali e preoccupanti tematiche per mettere a valore il nostro ruolo di cooperatori che si sentono sempre in prima fila a favore dello sviluppo delle imprese e del territorio tramite il lavoro quotidiano di ogni socio”.

 
 
 

S. MESSA NELLA BASILICA DI SAN GIORGIO NEL 50^ DI CONFCOOPERATIVE

Post n°10 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da verdedelta_service
 

S. MESSA NELLA BASILICA DI SAN GIORGIO

S. MESSA NATALIZIA NELLA BASILICA DI SAN GIORGIO
La funzione, che conclude le celebrazioni per il cinquantesimo, sarà officiata dall’Arcivescovo


Una solenne conclusione delle manifestazioni del Cinquantesimo, ma anche un momento forte in cui riaffermare insieme i valori che ispirano il movimento cooperativo cristiano, oggi come ieri: lunedì 15 dicembre alle 18 nella Basilica di San Giorgio l’Arcivescovo di Ferrara-Comacchio, mons. Paolo Rabitti, celebrerà una S. Messa per tutti i soci di Confcooperative Ferrara.
I canti della liturgia saranno eseguiti dal coro della Fraternità di Comunione e Liberazione di Ferrara.
"L’occasione - ha commentato il Presidente Paolo Bruni - costituisce l’appuntamento conclusivo delle celebrazioni del Cinquantesimo della Confcooperative di Ferrara, ricorrenza che ci ha permesso di rinverdire, in questi tempi di crisi, l’importanza della solidarietà e delle radici cristiane della nostra società".

“In ogni momento voi costruite il futuro”
Mons. Rabitti alla S. Messa che ha chiuso le celebrazioni per il Cinquantesimo
di Confcooperative Ferrara


Una basilica di San Giorgio gremita ha accolto lunedì sera l’ultimo e più solenne momento di festeggiamento per i cinquant’anni di Confcooperative Ferrara. Oltre al presidente Paolo Bruni, al direttore Vincenzo Sette, ai vicepresidenti Enrico Tiozzo e Giovanni Rizzo, erano presenti alla S. Messa celebrata dall’Arcivescovo mons. Paolo Rabitti i cooperatori ferraresi. A loro il ringraziamento particolare di Bruni, il quale ha sottolineato come “con la loro presenza dimostrano che Confcooperative non riesce solo a riempire i teatri e le sale delle assemblee ma anche le chiese: un segno forte di continuità con la nostra storia, nella quale le parrocchie sono sempre state punti di riferimento fondamentali per dare slancio ideale e organizzativo alla nascita di nuova cooperazione”.
A tutti, uomini impegnati a vario titolo nel mondo del lavoro (agricoltura, industria, sociale, cultura, etc.) l’Arcivescovo ha rivolto l’appello di Gesù “Vivete in attesa”. “In ciascuna professione -ha sottolineato- voi in ogni ora costruite il futuro. E lo fate con opere di cui non sapete quando vi verrà chiesto conto ma che un giorno verranno alla luce. Questo dunque è il significato pieno dell’Avvento -ha concluso mons. Rabitti-: prepararsi al futuro. Per noi cristiani l’epilogo non è la catastrofe ma il compimento del Regno di Dio, quando Dio sarà tutto in tutti”.

 
 
 

50 ANNI DI STORIA E VALORI

Post n°9 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da verdedelta_service
 
Foto di verdedelta_service

50 ANNI DI STORIA E VALORI

CINQUANT’ANNI DI STORIA E DI VALORI
Solenne anniversario per Confcooperative Ferrara



Era il 6 dicembre del 1958 quando le prime pionieristiche esperienze cooperative di ambito cattolico nate alcuni anni prima sul nostro territorio si organizzarono ufficialmente dandosi una struttura stabile: nacque così l’Unione delle Cooperative di Ferrara, più tardi Confcooperative. Erano anni difficili: la ricostruzione e la ripresa economica coesistevano ancora con povertà, tensioni socio-politiche, fragilità sindacale, specie nel settore agricolo, segnato da un’antica debolezza nei confronti del potere pervasivo della grande proprietà fondiaria.
Confcooperative nacque sulla spinta di un’esigenza –fattasi ormai irresistibile nel mondo cattolico locale- di valorizzare l’iniziativa privata favorendo la crescita civile e sociale del lavoratore nel rispetto delle regole democratiche.
Nel 2008 l’organizzazione ferrarese festeggia dunque i suoi primi cinquant’anni, e lo fa con un ricco calendario di celebrazioni che si inaugurano il prossimo 5 ottobre con la Corsa Podistica “Dieci Miglia” per le vie di Ferrara con arrivo in piazza Castello.
L’8 ottobre invece uno spettacolo della caustica Luciana Littizzetto porterà al Teatro Comunale i soci delle cooperative aderenti per una serata esclusiva all’insegna della comicità e della satira. Una particolare solennità invece caratterizzerà l’assemblea annuale in programma per il 1° dicembre presso il Ridotto del Comunale; il consesso del cinquantenario si annuncia come un momento di bilancio dell’esperienza cooperativistica sul territorio ferrarese, condotto con la partecipazione di autorevoli invitati della scena locale e nazionale. La Messa di Natale del 15 dicembre nella basilica di San Giorgio chiuderà simbolicamente le celebrazioni con la benedizione dell’arcivescovo di Ferrara-Comacchio, mons. Paolo Rabitti. L’esigenza di ripercorrere e approfondire i momenti salienti e i princìpi ispiratori della storia del movimento cooperativo cattolico nel territorio ferrarese sarà affidata al un volume che verrà distribuito ai soci nel corso delle celebrazioni.
Infine, dal prossimo lunedì l’anniversario viaggerà su quattro ruote grazie alla pubblicità realizzata su un autobus della linea C, così come sulle pensiline di trenta fermate dell’area urbana.
“Questi cinquant’anni di storia di Confcooperative Ferrara – ha commentato il Presidente Paolo Bruni – sono stati un percorso irto di sacrifici e fatiche ma animato da sogni e speranze nei quali le cooperative sono state uno straordinario veicolo che ha permesso a uomini, donne e famiglie di raggiungere obiettivi che, senza cooperazione, non sarebbero mai stati raggiunti”.

 
 
 

LUCIANA LITTIZZETTO AL COMUNALE PER IL 50^ DI CONFCOOPERATIVE

Post n°8 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da verdedelta_service
 
Foto di verdedelta_service

LUCIANA LITTIZZETTO AL COMUNALE PER IL 50^ DI CONFCOOPERATIVE

Dopo la Dieci Miglia, Confcooperative Ferrara a teatro con Luciana Littizzetto
Teatro tutto esaurito per il compleanno dell’associazione estense
Di Mare e Giletti ospiti d’onore

Teatro Comunale gremito in ogni ordine per il “compleanno” di Confcooperative.
Ospiti d’onore del presidente Paolo Bruni per lo spettacolo di Luciana Littizzetto di mercoledì 8 ottobre saranno alcuni dei personaggi più noti della televisione italiana come il conduttore Massimo Giletti, il giornalista Franco Di Mare.
Lo spettacolo è riservato ai soci delle cooperative aderenti e rappresenta un momento di festa per celebrare insieme il cinquantesimo anniversario della nascita di Confcooperative nella provincia di Ferrara.
Le manifestazioni del cinquantenario si sono aperte domenica scorsa con la Dieci Miglia, la gara podistica che ha attraversato la città e alla quale ha partecipato lo stesso Paolo Bruni con il pettorale numero 1.
L’assemblea annuale del 1° dicembre costituirà invece il momento più istituzionale delle celebrazioni, che troveranno nella Messa di Natale del 15 dicembre –officiata dall’Arcivescovo mons. Paolo Rabitti nella Basilica di San Giorgio a Ferrara- una simbolica e suggestiva conclusione.

 
 
 
Successivi »
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

phymvise0kerlistcuoca.basiliaHenryVMilleragendanoir1carinodolceperez78dolceshevamaroco1babykeyroberto0153achille42dott.ssaganuccialias1973
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom