Creato da fabioasturi il 15/12/2014
per tutti

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

estempora_neawoodenshippsicologiaforensestrong_passiondepascapaoloanimabilecinieri.cinieripietroiaffaKahirilsognodiunadonna1gryllo73street.hasslelubopolumil_0giansagi55
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Eliminare la muffa dalle nostre case

Foto di fabioasturi

La muffa purtroppo è un problema sempre piú frequente che invade in modo rapido e silenzioso i muri delle nostre abitazioni. Prolifica in tutte quelle zone della casa dove c´é un tasso di umiditá elevato, poca luce e prive di areazione, infatti é proprio questo l´habita preferito dai funghi che la compongono.

 

Il vapore acqueo, in ambienti poco ventilati, ristagni di acqua, la particolare esposizione degli ambienti della casa, perdite delle tubazioni, lesioni nei muri e impiego di materiali da costruzione poco adatti, creano l’habitat ideale perché le muffe colonizzino e si diffondano rapidamente in alcune abitazioni, mettendo in pericolo la nostra salute a causa delle spore che rilasciano nell´aria per moltiplicarsi.

Eliminare muffa dai muri, vistose macchie dai soffitti e gli sgradevoli odori provocati dalle spore che volano per tutta la casa, richiede un’accurata pulizia con prodotti specifice professionali, e successivamente un trattamento con efficaci pitture antimuffa. La pulizia dovrà essere eseguita adottando le dovute precauzioni, atte a salvaguardare la salute di chi le porrà in essere, poiché inalare le spore della muffa significa esporre il proprio organismo a rischi non indifferenti. Le spore della muffa possono infatti far scatenare episodi di asma negli individui predisposti, e far insorgere una serie di malattie e complicazioni nei soggetti piú vulnerabili.
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso