Community
 
eric65v
   
 
Creato da: eric65v il 12/09/2008
LA SOCIETA'

A TE AMICO MIO...

22/7/2008

IERI... UN ANNO FA

Stavamo lavorando insieme. Decidemmo di smettere alle 11.30. Era sabato. Io dovevo andare ad un laghetto di acqua sorgiva con degli amici. Tu...tu eri invitato a pranzo da amici.

Ci lasciammo erano le 11.35.

Alle 11.57 una telefonata.....Enzo vieni....-Carmine ha fatto un incidente-

Arrivai sul posto. La moto era nel campo. La... mia moto... era nel campo... Tu...tu eri in terra coperto da un lenzuolo.

Il poliziotto non voleva farmi avvicinare. Mi arrabbiai molto e lo feci da parte.

Mi avvicinai e tolsi il lenzuolo. Sul tuo volto era abbozzato un mezzo sorriso. Non un segno, non una escoriazione. Un mezzo sorriso.

Mi voltai verso il poliziotto e dissi -è svenuto, ma non si è fatto niente- il poliziotto....rimise il lenzuolo sul tuo corpo e mi spostò da parte.....dicendomi... - mi dispiace....-

Non capivo....non potevo capire.

20 minuti prima stavamo ridendo e scherzando insieme...

Addio amico mio. Hai lasciato questo mondo con un sorriso

Addio amico mio....mi hai lasciato....mi hai lasciato ed io avevo bisogno di te.

Addio amico mio...hai sempre chiamato me per risolvere le tue questioni, ora...ora io avrei bisogno di te e....tu non ci sei più.

Ieri....un anno fa.

A te.... AMICO MIO


 

 

COME SI VA?

 

COME SIAMO MESSI OGGI?

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 47
 

Ultime visite al Blog

ninokenya1c.faggieric65vsemplicementeio130elizabeth_castromareprofondo01joe_strellobalimbalopsicologiaforensesera84dglossimoramisteriosa982elgaceroperfettamenteamorebresca2007
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

HEHEHEHE VI TENGO D'OCCHIO

 
 

IN QUANTI SIETE?

 
 

L'AMORE...

Gli amori più duraturi sono quelli
non corrisposti: ti restano nel
cuore, conficcati come una
scheggia, per sempre. E ad
ogni respiro ti mozzano il fiato.
E ad ogni battito ti straziano
il cuore. E se anche poi col
tempo possono fare meno
male, ogni volta che vedrai la
pioggia battere sui vetri, quella
scheggia che dà lì non se ne
mai andata ti ricorderà con
una fitta che il tuo cuore
non ha mai smesso di sanguinare
 per quel dolce sogno svanito.
 

 

 
« CHE BELLA MAIL APPENA RI..."la debolezza ha diritt... »

E' SENTIMENTALISMO...?

Post n°727 pubblicato il 04 Luglio 2012 da eric65v

La capacità dell'essere umano di manifestare sentimenti è veramente notevole.

A differenza degli animali che agiscono sotto la spinta del sentimentalismo, l'uomo può usare una caratteristica dei sentimenti che va oltre il sentimentalismo.

Cosa intendo?

Gli animali agiscono per istinto e sono guidati da una forma disentimentalismo.

Per esempio: se un cane vede il proprio padrone che in modo palese sta violentando o facendo del male a qualcuno indifeso che cerca di difendersi, il cane, o qulasiasi altro animale, non si chiederà se il suo padrone ha torto o ha ragione, interverrà sicuramente in difesa del suo proprietario: agisce per istinto, per la forte forma di sentimentalismo priva di ragione con cui è legato al suo padrone.

L'istinto, non richiede razionalità, ragionamento, conoscenza o saggezza.

I sentimenti di giustizia, amicizia, amore, fratellanza, onestà, amore per la verità ed altro ancora, possono definirsi sentimenti, quando sono accompagnati da una buona conoscenza; senza di questa diventano sentimentalismo e cieco istinto.

Un esempio recente dovrebbe aiutarci a capire.

Nel ferrarese, sono stati condannati i 4 agenti di polizia che causarono la morte di un giovane ragazzo massacrandolo di botte e abusando così della loro autorità e della divisa che indossavano.

Ora io potrei avere una forma di amore per la giustizia rappresentata dall'autorità espressa dai poliziotti e pensare, istintivamente che hanno compiuto il loro dovere.

Conoscendo, invece i fatti, mi lascio guidare dai sentimenti e non dal cieco istinto e quindi non approvo per niente i poliziotti ma, anzi, li condanno.

Si tende a pensare che l'amore di una madre nei confronti dei propri figli è grande e unico, ed è vero.

L'amore che una madre nutre per i propri figli è istintivo e questo la indurrà a proteggere suo figlio anche se fosse resa evidente la sua colpa e/o cattiva condotta.

L'amore della madre, in questo caso è viscerale, istintivo è: sentimentalismo.

Tendenzialmente e, ripeto: tendenzialmente, le persone che per lo più agiscono spinte dal sentimentalismo e quindi dal cieco istinto, sono quelle persone che non possono fare appello ad una loro cultura. Le decisioni che prendono sono prese senza l'apporto di ragionamento conoscitivo della materia o della situaziomne contingente.

Molti poi sono così abituati ad agire dietro la spinta dell'emotività e, quindi del sentimentalismo, che pur ricevendo conoscenza in merito al soggetto in questione, sono talmente accecate che faranno emergere il loro istinto nelle scelte che faranno o nelle decisioni che prenderanno.

In Italia, nella stragrande maggioranza dei casi, il popolo agisce sotto la spinta del sentimentalismo e non per dei nobili sentimenti di lealtà, amore per la giustizia, onestà ecc.

E' evidente dalle vicende politiche e religiose.

E' palese la disonestà dei politici eppure tutti corrono ad ascoltarli.

Ci vanno per sentimentalismo, come farebbe un animale che aiuterebbe il suo padrone anche se avesse torto marcio.

La quasi totalità del popolo è al corrente della corruzione del clero cattolico, del loro attacamento al denaro e delle nefande occasioni di pedofilia di cui si è macchiato.

Eppure, pur condannando, a parole, queste cose e dicendo che ne sono contrari, lo stesso corrono per sentire il papa o i vescovi e vari prelati, ma chi di voi vorrebbe per proprio Dio, uno che nella sua chiesa annovera centinaia e migliaia di casi del genere? Le persone agiscono così a causa del loro cieco istinto.

Quello emerge...

E' sentimentalismo, quello che causa ingiustizia, corruzione, slealtà, disonestà ecc.

Gli animali farebbero lo stesso...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog