Creato da FemmeNormale il 20/03/2006

E come Eat Me

immobili e leggere dita di plastica al neon.

 

 

Post N° 528

Post n°528 pubblicato il 06 Febbraio 2008 da FemmeNormale

se ne vanno sempre i migliori, e addio a tutte le mie certezze.
ma d'altra parte, l'alcolismo non è da sempre un -fallimentare- tentativo di sublimare altre dipendenze?

 
 
 

il vuoto e i suoi fratelli.

Post n°529 pubblicato il 07 Febbraio 2008 da FemmeNormale




partiamo una mattina da ubriachi, con l'unico scopo di finire nel burrone con la più sentimentale delle macchine rubate. poi ci deviamo e ci diciamo che: si, un cicchetto prima di morire non può farci male. e allora grattiamo le dita sulla tenda d'acciaio fino a che il primo soggiorno non appaia con tutti i suoi ospiti. c'è chi ci accompagna davanti allo specchio e ci fa attraversare la nostra immagine per andare a scoprire chi le maschere le ha lasciate in casa, e per l'occasione sfoggia un volto senza significato, così giusto per perdersi un po'.
è li che gli accenti si animano e si mescolano, con grande soddisfazione divina, fino a impedirci di comunicare quando ci accorgiamo che l'accento è nel contenuto, non nella forma. ho occhi spenti, ossa annodate e muscoli verdi quando mi accorgo che ho delle macchie di muffa nel sentimento: sono le solite vecchie cose, quelle che sfrega sfrega non se ne vanno mai. e spazzole di ferro non bastano, e i bagni di candeggina non le sfiorano nemmeno. sono le radici delle piccole disperazioni, quelle forti come scarafaggi, sicure del loro perchè.

ma perchè?




 
 
 

Post N° 530

Post n°530 pubblicato il 10 Febbraio 2008 da FemmeNormale



basta veramente poco:
una parola di troppo, un'espressione sgradita, un po' di tempo per interiorizzarla.
e tutto se ne va liberamente a puttane.


non ho più voglia di sopportare.


e urlare, urlare, urlare.

[mutismi].

 
 
 

vita vissuta.ovvero: quando si merita il ricordo.

Post n°531 pubblicato il 14 Febbraio 2008 da FemmeNormale

i miei odori si attaccano decisamente meglio alla mia pelle,
ma anche su quella degli altri, li riconosco bene.
la serata più bella, da quando sono qui.
poligamia-portami-via, bis [=alla faccia di quelli che non ci credono].

non ci voglio pensare, che tra due giorni sarò in italia.
non ci voglio pensare, perchè tutte le volte, prima di partire, succedono delle cose oltre il limite dell'imprevedibile.
come la tonnellata di coccole a trecentosessanta gradi che sono arrivate oggi.

questione di onestà.
questione di quando si raccoglie una busta per terra, e si fatica a deviare il proprio percorso per consegnarla al destinatario: cento metri più in la. e senza figure retoriche stavolta.
trattasi solo di vita vissuta.

I love you all, my happy ballantines.







 
 
 

Post N° 532

Post n°532 pubblicato il 22 Febbraio 2008 da FemmeNormale





sono una curiosa di livello medio,
e a volte mi va di culo.




 
 
 

Post N° 533

Post n°533 pubblicato il 25 Febbraio 2008 da FemmeNormale







cuando salgo por la noche y me encuentro, a caso, un poco drogada, me
importa solo de situarme bien. si estoy colocada, y lo que esta en mi
alrededor me provoca malas sensaciones, no quiero sentirme indefensa, y
tampoco me va a gustar que alguien se ponga a criticar mi posicion
[sobre todo, si en general son drogadictos mas y mejor que mi misma].
si las unicas palabras que consiguen salir no son las mejores en este
momento, serà basicamente porque soy, al fin, colocada. no me gusta
sentirme bajo los ojos juzgadores de quien, ya a un principio, no
quiere admitirme en un mundo que tiene que ser "privado" solo por el puro placer de dejar a alguien fuera.

al final, me lo pasé muy mal. los malos sentimientos de las malas
personas, me han dejado unas manchas de quemaduras en el brazo, y
algunas tambien un poco en el alma. creo que un dia voy a encuentrar
sonrisas mejores, aunque ya pueda reconocer todo el cariño de las semi-desconocidas mas dulces.

pero, si: lo siento todavia para todo lo que he hecho, sin esperarme
nada en cambio. y cuando dico nada, entiendo exactamente nada: tampoco me esperaba
la mierda [que nunca falta de llegar...].

ya, creo que hay que liberarse de algo, y comprometerse con algo diferente.

siguo con mis preguntas ultra-terrenales, y aun me quedo en esta
tierra: quiero un poco de cielo libre por mi vuelo lijero, para mirar
las auras paseantes desde la altura de las aves.





 
 
 

mariconadas de navidad

Post n°534 pubblicato il 03 Marzo 2008 da FemmeNormale







y así, entre una visita de cortesía a una comisaría, una maratona en el medio de toda la ciudad [y de los huevos] y un after de cumpleaño con invitacion a lo último, finalmente mi sabado noche se acaba a las cuatro de la madrugada del lunes. aún aguanto, pero tengo que pararme, ante que algo me vaya a parar.



siguo siendo feliz
, isterica, tonta, deprimida y sexual-mentalmente hiperactiva.


lo unico de que quer
ía quejarme, ya lo he olvidado, y al final conseguimos no hablar de nada. y si en cima quiero que me pegues en el fundo del estomago, me parece incorrecto no satisfacer mis deseos tan violento. mas bien es una violencia brutal. [y dios te pille por tu pereza.]








mi lavadora funciona muy bien, a ver si me aguanta entiera o tengo que destacar trozitos de mi para ponerme finalmente un poco limpia. puede soportar hasta cinco quilos. creo que todavía mi alma no llega a mas que unos docientos gramos, aunque en centrifuga se irá a inflar un poco.

 

[espacio publicitario]


el hostel diana ofrece todas sus cosas tan acogedoras: allì podràs disfrutar con buena musica, gente con sonrisas sencillas, un sofá tan bueno para el descanso y para aprovechar de la buena comida, hecha con tanto amor.


quiero dicir que todavía se me queda solo la tortilla. esto, sobre el tema de mi falta de responsabilidad con el cuidarme de mi misma.

 

otro día: el cansanzio me pone. ahora vuelvo a la masturbación, así que pueda dormir con todas mis ganas muy bien enrolladas entre mi cuerpo, mi higado y mi cama.

ya. mi cama: no mas tan fría como ante, pero todavía no totalmente roja de sudor y orgullo.
quiero mas.




 
 
 

Post N° 535

Post n°535 pubblicato il 04 Marzo 2008 da FemmeNormale




il fatto di impressionare sempre tutto su una superficie di lucine,
ha il solo e semplice scopo di poter rimanere, un giorno, come la
brutale testimonianza delle determinate fasi.

che secondo frankie, mi porteranno presto a fare la taxi driver della situazione.

credo che effettivamente ho sempre desiderato fare la tassista.







solo appunto che: cambio di pornografia. questione di punti di vista, conoscenze e tempo.




 
 
 

orgoglio anticristo+lotta nel fango

Post n°536 pubblicato il 14 Marzo 2008 da FemmeNormale

il pensiero ha preso inizio dalla seguente considerazione:
piaccio in particolar modo ai marocchini e alle americane. quelle degli stati uniti, poi, subiscono particolarmente il mio fascino. sarà l'accento del sud, non so...
poi il pensiero evolve e mi devo dire che no, non è vero: piaccio anche agli egiziani e alle sudamericane. ma non solo: fin da piccola, ho riscosso grande successo anche tra i turchi, le messicane, i sardi e i canadesi [in marocco, a nove anni, la prima storia d'amore platonica della mia vita, con tal Oliviér -canadese, appunto- piccolo nipote diretto dei miei lontani parenti laggiu].
allora potrei dire che piaccio di più nel mondo musulmano e nel continente americano.
[si, la sardegna sta in america]
e allora non sarebbe meglio dire che non vado a genio al cattolico medio [leggi: all'italiana]?
[lA cattolicA mediA non la prendo nemmeno in considerazione]
e da qui, potrei aprire una voragine positiva nella mia autostima.

aspetto un buddista, una giapponese e possibilmente anche una coreana.

altro che chakra.
[scopate senza croce'n'cuoll', che i tempi son cambiati.]

e nonostante tutto, ritorno in terra mia, con tutte le incazzature e le armature del caso.
in biglietteria potrete trovare in omaggio i pass per lo show dell'anno.

si prega portare un secchio di acqua e/o un sacchetto di terra,
per rendere più divertente e personale l'evento.
[vada pure per la bottiglia di mirto...]

strict dresscode: real dirty skin.



 
 
 

tempi paralleli, distanze e type. [caratteri.]

Post n°537 pubblicato il 15 Marzo 2008 da FemmeNormale


a mia sorella, che cinque minuti fa mi ha regalato -incosciente- delle emozioni fortissime, e un ritorno al ricordo di tutti questi ultimi miei ventotto anni, tutti insieme.
a lei che ancora non sa, ma promette addirittura meglio di quello che io posso solo lontanamente immaginare.
a mia sorella, che ancor si cruccia delle sue bruttezze inesistenti, e spero non debba mai rincorrere il tempo perso dietro allo specchio. [ma solo perchè allo specchio bisogna starci davanti, ridendo.]
a mia sorella, il cui percorso è -davvero stranamente, e difficile da vedersi- simile al mio.
a lei, che non ho mai compreso abbastanza -ma forse ci siamo quasi- posso solo dire grazie.

perchè grazie a lei,
d'improvviso mi tornano alla mente le immagini di una
bella bambina, che è rimasta bambina e si rivede finalmente bella negli occhi di
chi la propria bellezza ancora non la può vedere.

il mio sorriso, stellina, è anche il tuo.

 
 
 

il tantra

Post n°538 pubblicato il 16 Marzo 2008 da FemmeNormale

a noi ci fa una pippa.

 
 
 

..alla vita, intendo.

Post n°539 pubblicato il 19 Marzo 2008 da FemmeNormale

ci sono momenti in cui le crisi intestinali hanno la meglio su qualsiasi altro evento.
metto in conto di poter appartenere a qualsiasi e a nessuna categoria, riesco finalmente a passare da una a tutte e finire all'opposto della prima: una forma di liberazione, dunque? le mie contraddizioni non possono essere capi d'imputazione, e nemmeno legacci da quattro soldi.
nell'ultima settimana ho visto due volte dio. la prima volta m'è apparso in sogno. viveva con i suoi due assistenti [a sua fottuta immagine e somiglianza] in una sorta di laboratorio oceanografico immerso negli abissi, e si: aveva una lunga barba bianca, sulla quale giacevano disegnate e vive delle piccole facce dagli occhi chiusi. un dio dalla coscienza dormiente. nel momento in cui iniziavano le catastrofi nel mondo, nella sua barba bianca apparivano delle faccette prive di bocca, ma con gli occhi aperti, rossi, e con le occhiaie luminescenti gialle e arancioni. un dio afono e cosciente.
la seconda volta, l'ho visto per strada: uomo, etnia africana, sulla cinquantina, alto e bello triste, indossava la divisa della società per la pulizia delle strade della città: quella divisa verde acido e giallo trip. la sua scopa e la sua pazienza seguivano meccanicamente quello che i suoi occhi identificavano come sporcizia su questa terra: mozziconi, cartacce, merda animale, bottiglie e sacchetti di plastica, carcasse di piccioni, penne cadute da chissà quale taschino, medicinali scaduti, organicità varia e via dicendo.
io, nella mia acattolicità, nel mio ateismo, nella mia personale disillusione, credo che nessuno di questi era dio, o un dio, o un'immagine di dio. però mi sconforta pensare che la mancanza di fantasia [e sentimento] del cattolico medio, lo porti a non essere in grado di decostruire l'icona standard, e riformularne altre, a suo piacere e gradimento.
dio potrebbe avere le fattezze di mia madre, la sensibilità di marianne sagebrecht, il cervello di enrico ghezzi, la voce di amanda lear, il fegato di daniele luttazzi e il guardaroba di valeria marini. ma dio non esiste, e tutti i precedenti si.
come la mettiamo?
la mettiamo a novanta, come al solito, e speriamo che nessuno ne approfitti mentre siamo impegnati a mettergliela.

 
 
 

que bragas mas bonitas.

Post n°540 pubblicato il 20 Marzo 2008 da FemmeNormale





sono quasi le sette del mattino, e fin qui niente di strano.
ho appena finito di scopare con il barista del bar dove passo almeno un terzo del tempo delle mie giornate. deve avere sui quarantacinque anni. è bassino, pallido, magrolino, spelacchiato in testa e con gli occhi scuri e sporgenti. ha un odore buonissimo. è diabetico, e molto simpatico. mi ha salvato dalle grinfie del non cattolico di turno offrendomi una, due, tre, quattro e cinque birre, e dopo due o tre ore ha iniziato non si sa come a scoparmi a braghe calate in un angolino della strada a mezzo minuto da casa mia.
è anche mio vicino di casa.
ora, a casa mia suona una sveglia, e io non voglio sapere di chi sia.
non voglio svegliarmi da questo non-sogno. non posso immaginare di passare anche solo tre minuti in compagnia di qualcuno che mi sussurra all'orecchio "follame...follame...", però una di queste notti che precedono il mio ritorno in penisola italica -forse domani stesso- concederò a me e a lui il piacere di scopare per una mezz'oretta, o due giorni, in un letto.
è molto che non concedo a un uomo di trattarmi come una troia.
lui sostiene di non riuscire ancora a crederci.
forse, domani, quando mi vedrà a bere il solito carajillo de baileys, ci crederà.
sono passate madre e figlia cinesi: ed è stato come se nulla avessero visto.
è passato il fornitore di polli morti della macelleria di fianco a casa, ed è stato come se nulla avesse visto.
ha aperto la finestra la signora del secondo piano, per stendere i panni, ed è stato come se nulla avesse visto.
zoccola lo sono sempre stata. ma fino a questo punto, mai. ma d'altra parte, è anche vero che non c'è limite al peggio, né al meglio.
adesso mi masturbo, e domani mi berrò un caffè, aspettando di entrare al lavoro alle undici. [non succederà mai...]
tutto sommato, ha anche un bel pisello.



ma io rimango fuori dal mondo.




 
 
 

Post N° 542

Post n°542 pubblicato il 02 Aprile 2008 da FemmeNormale







PANICO.



 
 
 

Post N° 543

Post n°543 pubblicato il 26 Aprile 2008 da FemmeNormale

non posso veramente dire che ne sono dispiaciuta,
quando affermo che sono veramente molto più semplice
di quello che si possa immaginare.
per esempio: ho da poco imparato a dire no. un no che sia NO.
sono sicura che un giorno riuscirò anche a distinguere e pronunciare i miei si.

non piango più, non rido più, non sono più quello che pensavo che sarei stata.
semplice e asciutta meccanica, la mia. quella delle sacche lacrimali,
quella delle labbra, degli occhi e delle guance, quella della memoria.

e tutto segue, e tutto scompare.

baci lunghi ore, e chilometri e chilometri di sguardi.

 
 
 

Post N° 544

Post n°544 pubblicato il 02 Maggio 2008 da FemmeNormale




non so voi, ma r* s'é presa un altro dei suoi svarioni.
e come al solito, speriamo che non finisca mai,
almeno per le prossime due settimane.

i fratelli crescono, e le mamme emigrano.
(vale anche la proprietà commutativa.)

ammorbidiamoci un po': iniziamo eliminando gli spigoli.


(((((((((((((brrrrrrrrrrrrr)))))))))))))



 
 
 

Post N° 545

Post n°545 pubblicato il 09 Maggio 2008 da FemmeNormale



non ho nemmeno perso tanto la coscienza da poter scrivere certe porcate.
tipo qualcosa sulla perdita del tutto nella vita.
fottiti.
stasera più che mai, mi rimane la sensibilità.
fosse anche solo quella della superficie.




 
 
 

Post N° 546

Post n°546 pubblicato il 16 Maggio 2008 da FemmeNormale




qualcuno mi spieghi perché, dopo proprio due settimane,
é tutto scivolato nell'ennesima colonna della spazzatura.
il motivo c'é (mi manca giusto il perché.
fuori dalla reale importanza che ha.)





 
 
 

purezza, mezza bellezza.

Post n°547 pubblicato il 23 Maggio 2008 da FemmeNormale





via la scala di grigi, torno a sognare in bianco e nero.




 
 
 

igienica, evidentemente.

Post n°548 pubblicato il 27 Agosto 2008 da FemmeNormale





non è che in tutto questo tempo non stia succedendo qualcosa.
è che non lo capisco tanto bene neanche io.
porto le mie testimonianze, semplicemente, su carta.




 
 
 
Successivi »
 

NODI AL PETTINE




enseña tus
cippas
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

venere_privata.xsechetviveremeglio2006mtgardenstrong_passionmarco.leoni91biancoelefantedolceponysymos0andreasemprini2011misonpersonelboscounamamma1FemmeNormalepieroangela666piras02
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31