Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

Random

Cose a Caso

 

« A feste finiteAspettando il 4 marzo... »

Come un figlio, più di un figlio

Post n°605 pubblicato il 12 Gennaio 2018 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

Negli States esiste già da tempo.
Google e Amazon non sono da meno.
Mai sia che noi potessimo non fare altrettanto!

Fino all’altro  ieri, esisteva  il "Pet Friday"  istituito dalla Nintendo Italia : si trattava di giornate in cui tutti i dipendenti potevano  portare i loro animali domestici in azienda e una volta al mese succedeva  anche nella sede di Mars Italia di  Assago.

Da ieri, grande svolta.
Negli uffici dell'assessorato alla Cultura del Comune di Genova è concesso portare il proprio cane.

Si tratta di uffici pubblici, ma non a diretto contatto con il pubblico
Unica condizione: che si ci sono persone allergiche o cane-fobiche .


























La scienza dice che  lavorare in un ambiente pet friendly ridurrebbe lo stress e renderebbe più produttivi.
Addirittura la presenza di Fido in ufficio porterebbe benefici all’umore e  incrementerebbe l’attaccamento all’azienda perché diminuirebbe il senso di colpa di lasciare l’amico che nulla chiede e tanto dà a casa da solo.

Per cui Fido starà fermo sotto la scrivania del padrone o s’accuccerà sulle gambe , magari dormirà o girerà fra fili di pc in cerca di qualche carezza o di una grattatina.
Nessuno si deconcentrerà, anzi!
E lui berrà solo in pausa mentre elemosinerà qualche briciola di brioche o di cracker.
E poi, tutti insieme,  bipedi e quadrupedi, andranno in pausa pranzo  e sarà di rigore  la passeggiatina che tanto fa bene al padrone  quanto  è fondamentale per l’amico a 4 zampe.

Dicono i pionieri di questa esperienza che il loro cane non ne soffre affatto: a lui interessa solo stare con il padrone, non importa dove.


 

Come un figlio, più di un figlio, vien da dire.

Eccesso o sintomo di civiltà questa nuova sperimentazione che a primavera arriverà anche nei musei genovesi?

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/Edelweiss12/trackback.php?msg=13597961

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
chiedididario66
chiedididario66 il 12/01/18 alle 21:49 via WEB
Posso prendere una frase fantozziana? Ma si me la prendo senza permesso.per me è una cagata pazzesca.si litiga già cosi,manca pure le battaglie fra cani e cani e gatti.un po' di sale nella zucca no?
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/01/18 alle 13:56 via WEB
:) No, Dario, non puoi: devi! ^___* L'intramontabilie Fantozzi spesso viene in aiuto.
Non è tanto il fatto di litigare in ufficio, secondo me, quanto l'idea stessa che è una c@g@t@ pazzesca! Un sorriso e buona domenica
 
diogene51
diogene51 il 12/01/18 alle 22:51 via WEB
Mah! Ci può stare se si vuole, ma io questi cani scodinzolanti per l'ufficio non li vedrei benissimo. Magari i gatti... Ma immagino che tu sei amante dei cani e mi odierai a morte...no scherzo! Un caro saluto, Elena!
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/01/18 alle 13:58 via WEB
Ecco, in realtà, Renato, nè ti odio ^__* nè, pur amando tantissimo i cani, vedrei bene codine scodinzolanti, guaiti e ciotole negli uffici: questione anche di professionalità.
Una bellissima domenica pomeriggio!
 
nina.monamour
nina.monamour il 13/01/18 alle 11:56 via WEB
Esprimo grande ammirazione per un provvedimento innovativo sia pur con doverosi limiti che consentirà a molti amici dell'uomo di non restare sempre soli. Mio figlio ha un cagnolino che starebbe vicino a lui in azienda senza dare il minimo disturbo. Purtroppo è costretto a stare molte ore da solo, speriamo che altri seguano questa bella iniziativa. Buon fine settimana Elena.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/01/18 alle 14:05 via WEB
Mi piace, Nina, leggere opinioni completamente diverse dalla mia. E' un modo anche per rifletterci su. Ma per quanto ci rifletta no, non riesco proprio a capire nè a giustificare questa scelta.
Perchè se portiamo il cane in ufficio, verrebbe loigico portare anche il bimbo magari raffreddato, o semplicemente perchè il costo della baby sitter vanifica i nostri compensi a fine mese. Non so se a te sia mai capitato, a me sì: quanto avrei volouto, certe volte, portarli con me...ma giustamente il luogo di lavoro non deve mai interferire con il privato. Nè per i figli nè tanto meno per i cani che invece non vanno lasciati lungo le autostrade o ingabbiati nei canili freddi a Ferragosto quando gli hotel non li accettano.
Un sorriso e una buona domenica
 
monellaccio19
monellaccio19 il 13/01/18 alle 17:33 via WEB
Orbene, a prescindere di come abbiano saputo lavorare bene la Brambilla e Berlusconi con gli amici degli animali, solo in Italia si riesce a intraprendere soluzioni di questo genere. Stai a vedere che siamo a posto su tutto, non abbiamo bisogno di altro e il paese funziona alla perfezione. Io non sono contro gli animali, ho posseduto due cani e sono di cosa parliamo, ma questa è proprio una boutade politica che porterà voti al Cav. Andiamo su, volgio vedere se entro in un ufficio dove ci sia Fido. Oppure l'impegato che non voglia l'animale del collega in stanza con loro. Devono lasciarli in luoghi appositi e andarli a trovare negli intervalli. Tutto qui, il mondo cntinuara ad andare male? Ekkisenefrga, ci siamo occupati di cani però. "E' la Liguria una terra leggiadra, il sasso ardente e l'argilla pulita...". Buon w.e. Elena.
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/01/18 alle 14:15 via WEB
Mica succede solo da noi, eh! Anzi, noi siamo il fanalino di coda in questa iniziativa.
Da ottobre, comunque, è stato riconosciuto per legge un permesso retribuito al dipendente per curare il proprio animale domestico. Esattamente come avviene per e con i figli.
E ancora, fuori confine il dipendente ha diritto fino a due settimane di permesso retribuito se adotta un cane.
Non so se porterà voti al Cav. e dubito fortemente visto lo spessore della proposta a confronto con altri spessori labili e già visti cui siamo costretti ad assistere in questa patetica campagna elettorale. Ma so che siamo all'assurdo! E lo dico da amante dei cani , che in vacanza sceglie l'hotel che accoglie Fido e che ogni volta che s'ammalava e moriva si riprometteva che mai e poi mai avrebbe sofferto ancora per un cane...e puntualmente mi sono ricreduta.
Una stupenda domenica pomeriggio, Carlo!
 
   
monellaccio19
monellaccio19 il 14/01/18 alle 17:00 via WEB
Oliviero Toscani la definisce una cattiveria! "Questo non è altro che un modo di approfittare della fedeltà del cane. Una speculazione sull’amore incondizionato che gli amici a quattro zampe nutrono verso i loro padroni. Il cane è talmente generoso verso di noi che accetta persino di stare in un ufficio, dietro a una scrivania". E aggiunge: "Il problema è che il cane capisce benissimo il suo padrone, mentre il padrone non capisce il cane. Questa storia ricorda tanto una vecchia barzelletta. Ve la racconto: un tempo cane e uomo si parlavano, ma quando l’uomo ha deciso di dare la caccia agli altri animali e ha preteso l’aiuto del cane il loro rapporto si è rovinato. Il cane voleva rifiutarsi, ma rischiava di diventare vittima come gli altri animali e così ha accettato di collaborare. Ma ha deciso di non rivolgere più la parola al suo padrone". E conclude: "Io vieterei di portare i cani in città, perché il loro sogno è vivere e correre all’aria aperta, in campagna. Questa idea di Genova ha un solo aspetto positivo: molti impiegati si occuperanno del cane invece che stare su Facebook sul computer dell’ufficio". Un punto di vista come altri!!! Ciao cara, bella serata.
 
     
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/01/18 alle 18:51 via WEB
Un'amara quanto vera barzelletta, Carlo!
E' una cattiveria. Una ignobile cattiveria. Un cane, secondo me ha bisogno di 4 C: coccole, carezze, cibo, corse. Non di essere 'umanizzato' davanti a un pc in un ufficio. Certo, proprio perchè Fido dal padrone accetta tutto e perdona tutto, accetterà anche questo ma non sarà mai felice.
Che gli impiegati siano su Facebook o che coccolino il cane in ufficio, secondo me, poco cambia: l'orario di lavoro è orario di lavoro. Questione di responsabilità!
Buona serata :)
 
surfinia60
surfinia60 il 14/01/18 alle 07:51 via WEB
Constato, con una punta di amarezza, che l'argomento divide gli utenti in due gruppi: coloro che acclamano il provvedimento perché amanti degli animali, coloro che lo snobbano millantando manovre politiche atte a portare una fetta di elettorato dalla loro parte a conforto del semplice fastidio per la presenza di una bestiole, magari innocua, carina e affettuosa. Gli animali fanno parte della nostra vita, anche di quella di coloro che non li amano.. Se il lavoro è più sostenibile e ne trae giovamento, con i dovuti accorgimenti, perché non permettere ai nostri amici di prenderne parte, chiaramente con una gestione responsabile della cosa? Un saluto
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/01/18 alle 14:20 via WEB
E proprio il confronto fra pensieri diversi è il motivo per cui sto qui. E secondo me è anche il senso di un blog.
Il mio punto di vista alla tua domanda è: perchè in un ufficio la qualità richiesta è la professionalità e un cane scodinzolante non dà certo l'idea di professionalità. Però se accettiamo il cane perchè non potremmo accettare l'idea di portarci il figlioletto? A parità di diritti mi pare equa soluzione.
Grazie della tua opinione. Ciao
 
xy21zjw69k
xy21zjw69k il 14/01/18 alle 15:57 via WEB
Con tutto il cuore ti anguro un buon inizio settimana con caldo sole...Wr
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/01/18 alle 18:52 via WEB
Con tutto il cuore, mi auguro che il tuo augurio si avveri, Wr. ;) un po' di sole non guasterebbe...una bella serata e una splendida settimana per te
 
EMMEGRACE
EMMEGRACE il 14/01/18 alle 16:51 via WEB
Non so se potrebbe essere una buona idea che i cani siano negli uffici pubblici. Tenerli forzati in quel luogo per tante ore, forse li terranno sedati? :))))) E poi a che PRO portarseli in ufficio? A me sembra più una tortura per quei cagnolini. Magari sarebbe meglio che il Pubblico entrasse con il suo cane in quei luoghi (momentaneamente) e non viceversa, averli tutti i giorni lì dentro. Ovviamente sono ragionamenti di Grace che ama gli animali. Un salutone ciaoooo:)
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 14/01/18 alle 18:57 via WEB
Condivido del tutto il tuo pensiero, Grace. A che pro? Non certo pro-cane! Il cane fa molto e dà tutto per il padrone, ma da qui a sostenere che non soffra ce ne passa, secondo me.
Sono con te anche sul fatto di non imbattersi sempre in vetrine che espongono la targa con un musetto di cane e la scritta"Io qui non posso entrare". Però comprendo anche che ad alcune persone il cane non piace, ad altre crea paura e c'è pure qualcuno che è allergico. Chi ha un cane sa che deve rispettare queste 'leggi'.
Una stupenda serata a te, ciao ^__^
 
woodenship
woodenship il 15/01/18 alle 23:20 via WEB
Quel che mi chiedo è: se ci siamo tanto evoluti da arrivare a rinchiuderci in uffici alienanti per lavorare e sopravvivere, perchè dobbiamo arrivare a rinchiuderci pure altri animali che nulla di male hanno fatto, se non quello di provare affetto ed attaccamento per noi?Pure in un ambiente del genere dobbiamo arrivare a portarceli.Insomma,l'egoismo umano non conosce limiti...........Un abbraccio di stelle............W..........
 
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/01/18 alle 17:35 via WEB
Ecco, ...W..., perchè? E non c'è risposta. Forse l'egoismo può essere una ragione. Non è aver a cuore il proprio cane portandolo in ufficio, obbligandolo a stare fermo, rinchiuso fra 4 mura.
Una splendida serata :)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

hrc.rossanomondofantastico1e_d_e_l_w_e_i_s_sdonadam68Nuvola_volaQuivisunusdepopulocardiavincenzoEMMEGRACESmeraldo08monellaccio19woodenshipdiogene51titta_silviaxy21zjw69k
 

 




 

 

 

 

 

BIANCOLUNGO