Creato da alfredo.decclesia il 17/08/2010

Luce rossa

Viaggi, attualità ,politica,e altro

 

Emilia P. i gioielli foggiani più belli del mondo

Post n°168 pubblicato il 14 Marzo 2015 da alfredo.decclesia
Foto di alfredo.decclesia

 

  • Emilia P. è un'azienda italiana operante nel settore della gioielleria. Nasce nel 2002 dall'estro e dalla fantasia di EmiliaPolignone, gemmologa e discendente da una nota famiglia di gioiellieri giunta alla quarta generazione.

    L'azienda che si caratterizza da subito per il fascino del suo design no - logo, produce gioielli artigianali a tiratura limitata realizzati prevalentemente in oro, brillanti e pietre semi preziose.
    Negli anni successivi Emilia P. introduce nuove categorie di prodotto, la ricerca e la sperimentazione di nuovi materiali permettono di specializzarsi nella produzione di gioielli realizzati con la tecnica del soutache. Pizzi raffinati, merletti e ceramiche tutti rigorosamente realizzati a mano si sposano con perle e pietre dure trasformandosi in orecchini, collane e bracciali. 

    Tradizione, ricerca e innovazione sono oggi i caratteri distintivi delle produzioni artigianali Emilia P.

    Emilia P. it's an italian company that works on jewellery sector.

    This company born from Emila Polignone's fantasy, gemologist and descending from a renown jewellery family arrived to fourth generation

    The company is characterized by charm and desing no-logo, it produces handcrafted jewellery in limited edition created in gold, diamonds and semi-gems cutting.

    In the next years Emilia P. introduced new category of products, reserch and sperimentation of new materials authorize to specialize in jewelly production realized with soutache technique. Perfect lace, laces and ceramic all severly handmade which are perfect with pearl and stone trasformed in earring, necklace and bracelets.

    Tradition, reserch and innovation are today the distinctive characters of artigianal production of Emilia p.
  • Sito Webhttp://www.emiliap.com/

 

 

 
 
 

DENUNCIA - QUERELA, CONTRO> GIULIA CAMMILLETTI Avv. INFEDELE DEL FORO DI ROMA

Post n°167 pubblicato il 18 Giugno 2014 da alfredo.decclesia
Foto di alfredo.decclesia

DENUNCIA - QUERELA, CONTRO> GIULIA CAMMILLETTI Avv. INFEDELE DEL FORO DI ROMA, Come si evince io la DENUNCIO PURE PUBBLICAMENTE,! allego atto di prove della mia accusa, GRAZIE mille
Signor Presidente della Repubblica, istituzioni, Ordine dei avv. del FORO di Roma, AMICI, MONDO, UDITE, UDITE, l'essenziale:
**** Nell'anno 2005/6, il CRIMINALE e FUORILEGGE il avv. De TOMMASO Giuseppe ha portato tutti atti FALSI E FALSIFICATI in Tribunale di Roma per la sentenza di divorzio (che io ho osato chiede di allora mio marito Vito MARCHETTI generale dell'Esercito,). la mia di allora avv. ovviamente INFEDELE era la Ornella GREGANTI,. La GREGANTI lavorava nello stesso studio con la avvocatessa Giulia CAMMILLETTI, (penalista e che io ovviamente ho conosciuto, sia lei che SUO MARITO...Giulio). La CAMMILLETTI vede atti di DE TOMMASO e naturalmente li riconosce come FALSI/FALSIFICATI, mi propone di fare questa denuncia - querela (vedi foto), la CAMMILLETTI la scrive con le sue osservazioni da legale penalista, (trascura pure delle voci e disse in udienza le presentiamo).
**** Io porto in procura denuncia - querela, e deposito, purtroppo come tanti miei documenti spariscono, pure di questa vista denuncia nessuno ha mai fatto nulla, anzi e proprio sparita. Naturalmente informo sempre la GREGANTI di ogni cosa, ma essa non fa mai nulla, anzi....
**** La sentenza viene emessa su atti falsificati e pure la corruzione in atti giudiziari tutto ciò era commesso con permesso della legge al criminale avv. De TOMMASO GIUSEPPE,. (con quel decreto FALSO/NULLO Mi distruggono tutta la vita i tre giudici dal tribunale civile di Roma, (molto amici di De Tommaso e non solo lui), tre giudici sono: M. CRUCIANI, Alberto BUCCI e Dr. Massimo CORRIAS.
**** Ora, visto che io ho pubblicato- denunciato pure in quanto al riguardo (e credo che molti di vuoi signori, amici siete a conoscenza), ho denunciato pure anche i miei tanti avv. infedeli, ho fato loro nomi e pure quello delle mie avv. infedeli GRGANTI, Roberta NUCCIO, Cosmo BASSO, Michele DEL RE, Giorgio OLMI, ecc.
**** UDITE: nell'anno 2012 la avv. GREGANTI e LA NUCCIO pur avendomi creato danni gravissimi per tutta la vita hanno avuto pure il coraggio di denunciarmi per diffamazione tramite internet, ovviamente io non ho mai diffamato nessuno, io scrivo solo la pura verità e oltre tutto allego sempre atti di prova della mia verità. EVENTI: dopo mesi di indagini (e io indagata) il P.M. Dr. LUCA PALAMARA fa la richiesta di archiviazione per le loro denunce,(il P.M. informa le 2 avv. della sua richiesta di archiviazione e quindi che loro due se vogliono possono presentare la loro opposizione,. Naturalmente le due criminali (anzi tre) non presentano nessuna opposizione, pero...io ho avuto altre intimidazioni di morte e che devo stare zita ecc. ecc. ).
**** Dove e il problema o il dilemma...se preferite, io desidero informarvi, e si, già, la avv. della GREGANTI e della Roberta NUCCIO non e nulla di meno che la (era mia) avvocatessa GIULIA CAMMILLETTI, essa sa che tutto e vero in quanto da me e da lei era denunciato (leggi atto per favore), essa la CAMMILETTI sa che la Greganti mi era pure infedele, ora? ora la CAMMILLETTI e diventata il avv. dalla parte a me avversa, ma dico io, chiedo a vuoi amici avv. vi sembra una cosa conforme con la legge,? certamente no,!! vergogna, commentate per favore, (questi giorni allego pure la difesa della avvocatessa GIULIA CAMMILLETTI che ha scritto per la difesa delle due criminali infedeli (e lei e la terza), la GREGANTI e LA NUCCIO, naturalmente pure essa la CAMMILLETTI non solo che si e dimostrata infedele a me come legale ma gravità sta pure che essa e INFEDELE anche al FORO dei avv. di ROMA. Ovviamente io informo tutte le istituzioni, il FORO di Roma e spero che, a chi di dovere prenda quanto prima dei provvedimenti del caso. Grazie mille. In fede Milica CUPIC

 

 

 
 
 

Marò,intervista al gen Termentini

Post n°166 pubblicato il 11 Febbraio 2014 da alfredo.decclesia
Foto di alfredo.decclesia


Caro generale Termentini si aspettava l'indignazione della Bonino? E che tipo di indignazione è dopo che l'unica azione che ha prodotto è stata quella di dire che avranno un processo equo rapido e veloce,insieme al suo vice Pistelli. A leggere le loro parole e sopratutto le azioni che hanno prodotto vengono molti dubbi. Aiuti a capire ai nostri lettori il ruolo di questo ministro.
La risposta non é sicuramente semplice in quanto nella vicenda dei due Fucilieri di Marina il ruolo del ministro degli Esteri é stato almeno fino ad ora totalmente marginale. Non credo che questa affermazione possa essere considerata azzardata in quanto la Ministro stessa in piú di un'occasione ed anche recentemente ha avuto modo si dire che la vicenda era nelle mani del dott de Mistura Commissario di governo e che come tale riferiva direttamente al Presidente del Consiglio e che tutto sarebbe stato deciso dal Premier.Una distanza forse anche determinata dall'antica allergia che affligge la Bonino per chi indossa un'uniforme militare. Forse sarebbe stata piú presente se le persone interessate fossero state due Cooperanti come le due Simona in Iraq o giornalisti in cerca di scoop come la Sgrena in Iraq o più recentemente Quirico in Siria.
Ciò premesso ritornando ad alcune dichiarazioni del Vice ministro Pistilli con le quali parlava di "regole di ingaggio (invece che dire soluzioni) condivise con l'India fatte proprie dal Ministro in apertura del Thread della sua pagina di FB Dedicato ai Marò e durato alcune ore e poi scomparso, possiamo azzardare che proprio la strada di una condanna seppure pesante potrebbe rappresentare uan soluzione concordata, pur di mettere fine ad una vicenda che piú va avanti e piú fa emergere resposnabilitá forse anche poco piacevoli" perngli amici degli amici" .Naturalmente se ciò fosse vero per il Ministro i dieci anni di galera rappresentano una "pena equa" come ha piú volte detto, i non meno dei trenta mesi che complessivamente ci dividono presumibilmente dalla fine della vicenda rappresentano "un tempo breve" come la Bonino ha ripetuto, ed il ritorno dei due Fucilieri di Marina in Italia con uan condanna inflitta indebitamente un rientro con "onore" . Ebbene se é così non condivido le aggettivazioni del Ministro e sicuramente abbiamo una concetto assolutamente diverso della parola onore.Naturalmente il massimo rispetto delle reciproche opinioni ma il concetto di onore legato all'etica professionale é qualcosa di non interpretabile a seconda dei proprio concetto di morale, ma sono valori universali.
Anche il Presidente Letta definisce indiana ,ma ha fatto qualcosa oltre a prendere in giro tutto e tutti . Mi dica un azione sensata fatta da questo governo,una sola azione generale.
Ha solo seguito alla lettera le indicazioni e la strada tracciata dal precedente Governo con un un'unica differenza che nel Governo Monti il ministro Terzi si è dimesso quando si é accorto che le decisioni dell'Esecutivo potevano danneggiareni due ragazzi. Nell'attuale il Ministro bonino sembra orientata a tutto meno che a dimettersi.
Il Ministro della difesa Mauro sembra che si sia smarcato dalla Bonino ,che subito ha voluto precisare che è Letta che decide la linea non lei che ne pensa generale Termentini?
Concordo. Il Ministro Mauro é l'unico che ha sempre anteposto la parola "onore" al rientro dei due Marò, che ha parlato di innocenza mentre tutti gli altri auspicavano solamente "equitá e rapiditá " ed il ministro Bonino ha anche messo in dubbio lo Stato di diritto dichiarando a Repubblica il 19 sett. 2013 " Non é provata l'innocenza dei due Marò". Quasi un'anticipazione la sua delle decisioni indiane nel momento che fosse applicata come è orami quasi certo la SUA Act che impone ai due Marò di provare la loro innocenza di fronte al Giudice.
De Mistura sta ancora la a sparare cavolate,ma qua nessuno paga?
Direi meglio de Mistura è ottimisticamente convinto della sua potenzialitá di mediatore e dopo che ha scoperto Machiavelli si sente vincitore nei confronti degli indiani, e questo é il suo errore. Forse ha fatto comunque il suo tempo visti anche i modesti risulati che sta ottenendo.
Un altro campione che ha ritrovato la parola è il Presidente della Repubblica Napolitano,lei ha capito dove vuole andare a parare ?
Assolutamente no, lo interpreto solo come un obbligo di uscire allo scoperto dopo tanto silenzio sulla scia delle iniziative prese dalParlamento improvvisamente svegliatosi dal letargo e di fronte alla comunitá internazionale che sembra si stia accorgendo del problema.

 
 
 

Latorre e Girone, la farsa continua ! di Fernando Terementini

Post n°165 pubblicato il 03 Febbraio 2014 da alfredo.decclesia
Foto di alfredo.decclesia

Appena due giorni orsono il nostro Governo aveva assicurato che in  caso di perdurare l'assenza dei capi d'imputazione entro oggi, 3 febbraio,  i due Marò sarebbero rientrati in Italia. Un'altra speranza sfumata nel nulla con l'India che continua a fare bello e cattivo tempo. 
 
Una serie di annunci a cominciare da quello del Presidente Napolitano che ha  telefonato ai Marò dicendo loro "ritornerete con onore", come ci ha riferito Gasparri dopo un incontro al Quirinale, notizia riportata sul Fatto Quotidiano.
Anche il Ministro degli Esteri Bonino in questi giorni ha abbandonato il suo silenzio che ha caratterizzato dal 28 aprile u.s. il suo approccio alla vicenda specifica e incita l'Italia ad essere unita.
Il 28 gennaio partecipando alla trasmissione radiofonica Zapping 2.0 ci dice "Tutto il paese e' teso ad affermare che siano applicate le regole dello Stato di diritto ai due maro '". Aggiunge nella stessa occasione "Credo che su questo dossier ciò  che e' molto importante è l'unita' italiana, lasciando per dopo la ricostruzione di quanto è accaduto".
Un Ministro improvvisamente loquace dopo tanto tempo che aggiunge "E' stato fissato per il 3 febbraio il termine  per presentare il capo d'imputazione, "punto sostanziale" fatto valere con un nuovo ricorso alla Corte Suprema,  dopo che una delegazione di parlamentari italiani appartenenti a tutti i gruppi è andata a Nuova Delhi per riportare l'attenzione sulla vicenda diMassimiliano Latorre e Salvatore Girone.
Ed ha concluso  "Tutto il paese  è teso ad affermare la dignità e lo Stato di diritto applicato ai nostri due marò",  dimenticando però che Lei stessa aveva in precedenza parzialmente negato questa garanzia con la frase "Non è accertata l'innocenza dei due Marò", pubblicata da Repubblica il 19  settembre 2013.
 Il 1 febbraio, appena due giorni orsono e proprio rispondendo ad una domanda sull'udienza della Corte Suprema indiana di oggi,  la dottoressa Bonino a Monaco, informa anche la comunità internazionale riunita per discutere di sicurezza, che "I nostri maro' erano in servizio quindi non si può applicare la legge antiterrorismo", che prevede la pena di morte. Sottolinea anche "è "sconcertante" che non ci siano ancora i capi di imputazione nei confronti dei maro' italiani, dopo due anni e di fatto riprende le parole del Capo dello Stato del 31 gennaio sottolineando "escano almeno i capi d'accusa", ma dimentica di dire il perché l'Italia non pretende che sia garantito ai due Fucilieri di Marina il diritto dell'immunità funzionale.
Oggi, nonostante le ottimistiche previsioni, l'ennesimo rinvio, forse il 26° da quando è iniziato tutto. Il giudice della Corte Suprema Bs Chauhan, ha rimandato  l'udienza a lunedì prossimo, ponendo alla pubblica accusa un limite non estendibile di una settimana per presentare una soluzione sulle modalità di incriminazione dei Marò.
Il Commissario di Governo de Mistura presente all'udienza ci dice da Delhi "La Pubblica accusa non può più giocare con i tempi. Abbiamo ricordato tramite il nostro avvocato che ci sono stati 25 rinvii giudiziari senza un pezzo di carta".
Aggiunge anche  "Prima l'unica linea rossa era il non utilizzo del Sua Act. Ora anche lo sono diventati anche i ritardi". Alla domanda su cosa farà se si dovesse rinunciare al Sua Act, sorridendo ha risposto "ve lo dirò lunedì ", dopo aver precisato che sarà di nuovo nell'aula della Corte Suprema. 
Dichiarazioni e solo parole che si aggiungono alle tante finora dette, ma che non chiariscono perché ancora non si ricorra all'Arbitrato internazionale, unica via per costringere l'India ad una comportamento improntato al rispetto reciproco della sovranità di due Stati.
 L'Italia invece continua sulla strada dei "messaggi criptati" che come i fatti dimostrano non impensieriscono assolutamente l'India e continua ad applicare  una strategia confusa e completamente contraddittoria, lasciando  tutto in mano alla Giustizia indiana, con il risultato che potrebbero presentarsi delle sorprese non proprio piacevoli !
Fernando Termentini,fonte http://fernandotermentini.blogspot.it/2014/02/latorre-e-girone-la-farsa-continua.html 

 
 
 

E la lega Nord porta in Senato i baschi dei marò

Post n°164 pubblicato il 12 Dicembre 2013 da alfredo.decclesia
Foto di alfredo.decclesia

 

La lega Nord è cambiata,è cambiata in meglio,da quando il contaballe Umberto Bossi,e beneficiario  numero 1 del cerchio magico,dove tutto ciò che si poteva arraffare si arraffava,ora è guidato da uomini concreti,intelligenti che di fatto senza proclami ,hanno trasformato il partito ,e hanno creato i presupposti per porsi alla attenzione nazionale.

Grazie a Tosi,a Maroni e al neo segretario Matteo Salvini  la lega la si percepisce in maniera diversa,Matteo Salvini è l'unico leader dei partiti presenti in parlamento che dice chiaramente di uscirsene dall'euro e dall'Europa,nemmeno i cinque stelle lo fanno,stiamo ancora agli eurobond e ai referendum,sanno benissimo che il 99%degli italiani vuole il ritorno della lira e dell'Iri,nessuno ha dimenticato che la settima azienda per fatturato del mondo è stata svenduta per fare un favore ai gruppi forti,gli stessi che hanno acquisito tutta l'industria agroalimentare italiana,e in attesa di spazzarla via,l'hanno trasformata.

Dietro la bottiglie di extravergine di oliva non troverete olive italiane ma comunitarie,che tra l'altro sono extracomunitarie importate da qualche paese europeo e vengono etichettate come comunitarie,con l'Italia primo produttore di olio e con l'Italia che produce il miglior olio di qualità.

Le passate di pomodoro sempre più immangiabili e ricche di acidità ,per coprire lo schifo del concentrato di pomodoro proveniente dalla Cina.

Potremmo continuare all'infinito,prodotto per prodotto,diciamo che questa globalizzazione è un atto criminale,per far finire tutte le risorse nella mani dei soliti noti,e il killeraggio e l'unica via che conoscono.

Su queste cose essenziali la lega ha fatto scelte chiare,scelte italiane per la difesa del made in Italy,e scelte italiane nel giorno della fiducia al governo Letta,gli unici che hanno ricordato i nostri marò detenuti ingiustamente e senza motivo sono stati i leghisti.

Durante l'intervento di Massimo Bitonci sulla fiducia al governo Letta ,i senatori leghisti hanno esposto sui loro banchi i baschi simili a quelli dei due marò e Massimo Bitonci ha detto nel suo intervento:" "Il vostro  - è solo un tentativo di vivacchiare con la scusa del semestre europeo"."Vi siete dimenticati non solo gli

italiani, ma anche i nostri marò in India. Abbiamo appoggiato sul banco il simbolo di chi si sta battendo per l'Italia, i nostri marò, e non voteremo la fiducia al governo".

Da notare che tutti gli altri partiti,avevano ben altro nella testa che pensare ai nostri marò,dovevano scegliere se partecipare direttamente dando la fiducia,o indirettamente alla distruzione dell'Italia.

Sicuramente molti cittadini italiani hanno apprezzato il gesto e le parole dei leghisti e guardano con altri occhi e con fiducia al nuovo corso della lega nord,aspettandosi azioni concrete e alleanze con altri partiti e movimenti ,per riportare la Sovranità monetaria all'Italia.

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

puoidirloquimarella7lavoro_in_retesilvanofabbianpesciolina834atelierantenoremomdgl1tyjtjytjtcercatesorociop73itcomitato_tettivalfrezebmakeymax6420sceccarelliscarlina47
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom