Creato da: Karembo80 il 10/01/2010
IL DIARIO DELLA REALIZZAZIONE DI UN SOGNO

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

kris80dglfrughina81AMOgliANGELI78avv.francocasteginipsicologiaforenselacky.procinopiterx0lubopodeteriora_sequorsagredo58MarquisDeLaPhoenixM0n_SoleilKimi.777Karembo80
 

Ultimi commenti

ciao piccola mia, so benissimo che non devo essere...
Inviato da: endometrio pincus
il 29/01/2013 alle 15:37
 
Cia nutellina sono tantofelice per te mi manchi tvb bacio b
Inviato da: lori
il 21/01/2013 alle 14:06
 
oh..... che bella cosa... ti avevo detto che la scelta non...
Inviato da: endometrio pincus
il 21/01/2013 alle 11:11
 
cucu!!eccomi qua!!GRANDE!!Quest'anno non ho seguito...
Inviato da: davidsfly
il 15/01/2013 alle 22:57
 
non ho mai detto che non esprimi emozioni sul tuo blog ,...
Inviato da: endometrio pincus
il 11/01/2013 alle 12:34
 
 

Chi puň scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

breve comunicazione :(

Post n°58 pubblicato il 19 Settembre 2013 da Karembo80

Ciao a tutti. 

Volevo semplicemente dirvi che la mia partenza è stata rimandata la prossimo anno a una data ancora imprecisata, per mancanza personale di soldi, ho preferito usare i soldi che avrei impiegato per volo e soggiorno per il ragazzo che seguo, altrimenti non sarei riuscita a farlo. Così invio i soldi tramiti money gram a jean e lui seguirà Romeo (il ragazzo che deve aprire la boutique) e il prossimo anno andrò a controllare come va la sua attività e se riesce ad essere indipendente.

un abbraccio e un sorriso da akossiwa

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DALL'ITALIA ASPETTANDO IL TOGO

Post n°57 pubblicato il 25 Giugno 2013 da Karembo80

Ciao a tutti..rieccomi qua.

Quest'anno a fine settembre ritorno in Togo per due settimane, perchè devo aiutare il ragazzo di cui vi parlavo ad aprire il suo atelier, in modo da renderlo indipendente da me, quindi come vi avevo detto cercheremo il luogo in cui aprire il negozio, gli strumente che gli servono (non ho pubblicato gli strumenti che gli servono perchè mi hanno detto che usati non si trovano e quindi devo solo valutare se mi costa di più comprarli qua e poi spedirli e comprarli in Togo) e una moto usata in modo che possa andare in giro nei vari cantieri per cercare lavoro.

Ma in realtà vi ho scritto perchè da quando sono ritornata dal Togo molte persone mi hanno donato dei soldi, di solito non scrivo chi dona i soldi perchè credo fermamente che chi fa del bene non lo faccia per avere un riconoscimento o un grazie. 

Ma questa volta abbiamo raccolto dei soldi tramite uno spettacolo teatrale di Mohamed Ba, che vi consiglio vivamente di andare ad ascoltare, con l'aiuto del sacro cuore e mi sembra giusto scrivere quanto abbiamo raccolto 551,70 euro...una gran bella raccolta.

In più abbiamo una signora ha pensato che fiori e corone per la mamma (Ferrari Iolanda) che è mancata sarebbero stati sprecati e ha pensato di dire a amici e parenti che preferiva una donazione da dare per l'educazione dei bambini in Togo...e ha raccolto la bellezza di 630 euro.

Inoltre abbiamo avuto un'altra donazione di 350 euro....

 

Direi che quindi è un bel gruzzolo per aiutare i bimbi togolesi

 

Quindi vi ringrazio da parte loro...

 

ci sentiamo dal Togo...

un abbraccio e un mega sorriso

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

5.02.13

Post n°56 pubblicato il 05 Febbraio 2013 da Karembo80

 

Mancano solo 4 giorni...il solo pensiero mi fa male....l'idea di rientrare in Italia...dove tutto e cosi' asettico, finto e triste...mi fa stare male...le lacrime escono da sole...lente..calme...un tristezza infinita mi assale, ma per fortuna sono solo attimi perche' basta guardarmi attorno... vedere i sorrisi, i miei amici, la mia seconda famiglia per stare benissimo...al settimo cielo..

Oggi ho passato la giornata con il mio figlio adottivo di quasi 26 anni...voglio davvero bene a questo ragazzo che ormai conosco da quattro anni, so che in futuro sara' una gran persona e sono sicura che aiutera' tutte le persone che avranno bisogno di una mano...in questi  anni e' davvero cambiato... maturato. Siamo andati a comprare un po di cibo tipo riso, olio, fagioli secchi, pesce essiccato...tutta roba che dura nel tempo..bello andare in giro con lui nel mercato.

Ma soprattutto abbiamo parlato del futuro, presto finira' l'apprendistato e dovremmo pensare di  aprire un atelier, quindi siamo andati un po in giro a chiedere ai vari negozianti della strada nuova che hanno costruito ad Agoe', abbiamo parlato del materiale, degli strumenti che servono per lavorare, il bisogno di una moto....insomma quando ritorno in italia devo cercare un sacco di roba e trovare il modo per inviarla qui in Togo in qualche mdo. Magari in seguito faro' una lista, magari qualcuno di voi puo' aiutarmi..

Ora veniamo a un'argomento molto importante: i lavori alla seconda scuola, ieri sono andata a vedere come procedono i lavori, ormai sono praticamente finiti, abbiamo dovuto aggiungere 4 pacchi di cemento, ovvero 16.000F (meno di 25 euro) per fare le altre tre classi e rispetto al preventivo la sabbia e' costata 10.000F in piu'...ovvero 15 euro. Domani dovrebbero dare la seconda mano di bianco e quindi i lavori finiscono...YEAH!!!!! Sono davvero contenta...cerco di mettere le foto il prima possibile.

Ieri i direttori della scuola mi hanno consegnato una lettera di ringraziamento per voi...per tutte le persone che hanno reso possibili  questi lavori...appena posso faccio uno scanner e cerco di metterla sul blog, ma se non riesco provvedo a mandarvela con una mail.

Ora vorrei spiegarvi come ho deciso di spendere il resto dei soldi, per prima cosa ho deciso di pagare l'apprendistato per diventare sarta a una ragazza volenterosa che vive con la famiglia in una baracca costrutita abusivamente su un terreno dello stato che la famiglia sta coltivando, ma sicuramente presto lo stato decidera' di riprendesi il terreno per costruire un magazzino..mandando via di la un sacco di famiglie. Il costo per 4 anni di apprendistato e' di circa 100.000 F CFA, ovvero circa 150 euro,  74.000 sono i soldi per il vero e proprio apprendistato, ma poi c'e' il maeriale  che deve comprare per  lavorare, tipo forbici, metro... poi la divisa e in piu' le bibite e alcolici...gia' perche' qui in togo si usa comprare bibite e alcoliti qdo si inizia l'apprendistato. In questo caso le chiedono due volte, all'inizio e alla fine. Questa cosa non sapete quanto mi fa arrabbiare, non ha senso.

Gli ultimi soldi ho deciso di usarli per comprare un videoproiettore per l'associazione AFRIACA questo per rendere possibile la proiezione di documentari nelle scuole dei diritti dei bambini. Credo che la sensibilizzazione sia il modo migliore per dare una mano e questa associazione oltre a fare si preoccupa si sensibilizzare adulti e bambini sui loro diritti...credono come me nella sensibilizzazione e quindi ho deciso di aiutarli.

E direi che i soldi sono proprio finiti... ah il proiettore e' costato 330.000F CFA, un vero affare visto che anche su amazon lo stesso modello costa poco piu' di  1000 euro, mentre qui e' costato 500 euro circa.

Poi cos'e' e' successo, in questo periodo c'e' la coppa d'Africa, naturalmente di calcio, la scorsa settimana per la prima volta nella storia del togo sono passati ai quarti di finale...non vi dico la gioia dei togolesi, come se avvessero gia' vinto la coppa...purtroppo domenica il sogno e' finito...la gioia che questo semplice sport donava a 6 milioni di persone e' finito...il togo ha perso con il burkina faso L Non vi dico la tristezza...nelle strade il silenzio piu' assoluto (che qui e' praticamente impossibile anche in piena notte), i negozi chiusi...una tristezza infinita L

E con questa triste notizia vi lascio.....no no non e' nel mio stile....

Ieri quando sono andata a vedere la scuola ho fatto una cosa  di cui  sono molto fiera, una cosa che non farei mai in Italia, ma il potere dell'Africa ha fatto si che sono salita su una scala di legno...tutta storta, in un equilibrio precario...sono solita fino all'altezza della scuola...vedevo tutto il quartiere da lassu'...si si decisamente felice J

Altra sciocchezzuola per lasciarvi in allegria...domani imparo a fare due tipi di biscotti che adoro..una volta che inizi a mangiarli nn ne puoi fare a meno....sono come una droga  J...cosi' quando mi manca piu' del solito il togo me li preparo e se mi sento particolarmente buona ve li faccio assaggiare J ghghgh

 

Un bacione sorridente (si lo so che non ha senso quello che ho scritto, ma chi mi conosce bene sa che io non parlo italiano ma elisese, quindi...tranquilli) a tutti da Akossiwa

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

5.02.13

Post n°55 pubblicato il 05 Febbraio 2013 da Karembo80

Mancano solo 4 giorni...il solo pensiero mi fa male....l'idea di rientrare in Italia...dove tutto e cosi' asettico, finto e triste...mi fa stare male...le lacrime escono da sole...lente..calme...un tristezza infinita mi assale, ma per fortuna sono solo attimi perche' basta guardarmi attorno... vedere i sorrisi, i miei amici, la mia seconda famiglia per stare benissimo...al settimo cielo..

Oggi ho passato la giornata con il mio figlio adottivo di quasi 26 anni...voglio davvero bene a questo ragazzo che ormai conosco da quattro anni, so che in futuro sara' una gran persona e sono sicura che aiutera' tutte le persone che avranno bisogno di una mano...in questi  anni e' davvero cambiato... maturato. Siamo andati a comprare un po di cibo tipo riso, olio, fagioli secchi, pesce essiccato...tutta roba che dura nel tempo..bello andare in giro con lui nel mercato.

Ma soprattutto abbiamo parlato del futuro, presto finira' l'apprendistato e dovremmo pensare di  aprire un atelier, quindi siamo andati un po in giro a chiedere ai vari negozianti della strada nuova che hanno costruito ad Agoe', abbiamo parlato del materiale, degli strumenti che servono per lavorare, il bisogno di una moto....insomma quando ritorno in italia devo cercare un sacco di roba e trovare il modo per inviarla qui in Togo in qualche mdo. Magari in seguito faro' una lista, magari qualcuno di voi puo' aiutarmi..

Ora veniamo a un'argomento molto importante: i lavori alla seconda scuola, ieri sono andata a vedere come procedono i lavori, ormai sono praticamente finiti, abbiamo dovuto aggiungere 4 pacchi di cemento, ovvero 16.000F (meno di 25 euro) per fare le altre tre classi e rispetto al preventivo la sabbia e' costata 10.000F in piu'...ovvero 15 euro. Domani dovrebbero dare la seconda mano di bianco e quindi i lavori finiscono...YEAH!!!!! Sono davvero contenta...cerco di mettere le foto il prima possibile.

Ieri i direttori della scuola mi hanno consegnato una lettera di ringraziamento per voi...per tutte le persone che hanno reso possibili  questi lavori...appena posso faccio uno scanner e cerco di metterla sul blog, ma se non riesco provvedo a mandarvela con una mail.

Ora vorrei spiegarvi come ho deciso di spendere il resto dei soldi, per prima cosa ho deciso di pagare l'apprendistato per diventare sarta a una ragazza volenterosa che vive con la famiglia in una baracca costrutita abusivamente su un terreno dello stato che la famiglia sta coltivando, ma sicuramente presto lo stato decidera' di riprendesi il terreno per costruire un magazzino..mandando via di la un sacco di famiglie. Il costo per 4 anni di apprendistato e' di circa 100.000 F CFA, ovvero circa 150 euro,  74.000 sono i soldi per il vero e proprio apprendistato, ma poi c'e' il maeriale  che deve comprare per  lavorare, tipo forbici, metro... poi la divisa e in piu' le bibite e alcolici...gia' perche' qui in togo si usa comprare bibite e alcoliti qdo si inizia l'apprendistato. In questo caso le chiedono due volte, all'inizio e alla fine. Questa cosa non sapete quanto mi fa arrabbiare, non ha senso.

Gli ultimi soldi ho deciso di usarli per comprare un videoproiettore per l'associazione AFRIACA questo per rendere possibile la proiezione di documentari nelle scuole dei diritti dei bambini. Credo che la sensibilizzazione sia il modo migliore per dare una mano e questa associazione oltre a fare si preoccupa si sensibilizzare adulti e bambini sui loro diritti...credono come me nella sensibilizzazione e quindi ho deciso di aiutarli.

E direi che i soldi sono proprio finiti... ah il proiettore e' costato 330.000F CFA, un vero affare visto che anche su amazon lo stesso modello costa poco piu' di  1000 euro, mentre qui e' costato 500 euro circa.

Poi cos'e' e' successo, in questo periodo c'e' la coppa d'Africa, naturalmente di calcio, la scorsa settimana per la prima volta nella storia del togo sono passati ai quarti di finale...non vi dico la gioia dei togolesi, come se avvessero gia' vinto la coppa...purtroppo domenica il sogno e' finito...la gioia che questo semplice sport donava a 6 milioni di persone e' finito...il togo ha perso con il burkina faso L Non vi dico la tristezza...nelle strade il silenzio piu' assoluto (che qui e' praticamente impossibile anche in piena notte), i negozi chiusi...una tristezza infinita L

E con questa triste notizia vi lascio.....no no non e' nel mio stile....

Ieri quando sono andata a vedere la scuola ho fatto una cosa  di cui  sono molto fiera, una cosa che non farei mai in Italia, ma il potere dell'Africa ha fatto si che sono salita su una scala di legno...tutta storta, in un equilibrio precario...sono solita fino all'altezza della scuola...vedevo tutto il quartiere da lassu'...si si decisamente felice J

Altra sciocchezzuola per lasciarvi in allegria...domani imparo a fare due tipi di biscotti che adoro..una volta che inizi a mangiarli nn ne puoi fare a meno....sono come una droga  J...cosi' quando mi manca piu' del solito il togo me li preparo e se mi sento particolarmente buona ve li faccio assaggiare J ghghgh

 

Un bacione sorridente (si lo so che non ha senso quello che ho scritto, ma chi mi conosce bene sa che io non parlo italiano ma elisese, quindi...tranquilli) a tutti da Akossiwa

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

27.1.13

Post n°54 pubblicato il 27 Gennaio 2013 da Karembo80

Lo so lo so, non mi sono piu' fatta sentire ma in questa settimana sono stata molto impegnata e in piu' mancava l'ispirazione per scrivere.

Dunque dunque vediamo da dove cominciare...direi che potremmo cominciare da mercoledi' 23, giorno dell' inizio dei lavori alla scuola BAGUIDA (che si pronuncia Baghida'), il problema in questa scuola e' costituito dal tetto in lamiera che dopo dieci hanno ha iniziato a essere pieno di buchi, come avete visto dalle foto di FB ed e'  visto che queste due classi non poteva essere utilizzate per via dei buchi sul tetto e in un'aula anche per via dei pipistrelli, ho deciso che fosse il caso di cambiarle e di far cambiare casa ai pipistrelli. Per fortuna il legno utilizzato dieci fa era di buonissima qualita' ed era ancora in buonissimo stato e cosi' abbiamo solo cambiato le lamiere e messo un prodotto per pulire il legno dagli escrementi dei pipistrelli e per non farli piu' ritornare, infine abbiamo coperto i buchi dai quali erano entrati con del cemento.

Questo il preventivo, che e' stato seguito alla lettera, senza costi aggiuntivi:

                        (ricordo che le aule sono 3)

Lamiere da 0,20 cm (14 pacchetti da 20)                                                              :  532.000 fCFA

Lamire trasparenti  3 (per illuminare le lavagne)                                                              :   15.000  fCFA

Insetticida per legno (4 litri)                                                                                      :   20.000   fCFA

Foglio d'alluminio adesivo                                                                                         :   22.000  fCFA

Chiodi (1 scatola)                                                                                                          :   43.000  fCFA

Cemento                                                                                                                          :     4.0000  fCFA

Trasporto lamiere                                                                                                         :    15.000  fCFA

Manodopera                                                                                                                  :   189.000 fCFA

TOTALE                                                                                                                                             :   840.000 fCFA : 1.280 Euro

Il mercoledi' hanno tolto la vecchia lamiera, pulito il legno e messo l'insetticida, non vi dico quanti pipistrelli sono usciti da quella singola stanza....e' davvero incredibile, saranno stati quasi un centinaio, da non crederci!

Nel mentre io, Jean e Gerard abbiamo fatto una riunione  con la direttrice della scuola, un professore e il comitato dei genitori (5 persone), in questa riunione Jean e Gerard hanno spiegato gli obbiettivi di Afriaca, mentre io ho spiegato il perche' ho scelto la scuola e che i soldi che sono usati per fare il tetto vengono dagli amici  parenti che sostengono ogni anno le scuole togolesi tramite me; inoltre ho fatto presente la situazione del maestro volontario. Sono poi intervenuti loro, ringraziando voi che mi aiutate, Afriaca e me per aver scelto Baguida, hanno spiegato che si prenderanno cura del tetto e che per ringraziare e per rendere piu' bella la struttura si prenderanno l'onere di dipingere le tre classi J  e che si impegneranno per cercare dei soldi per aiutare il maestro volontario, che davvero oltre a  fare il maestro si occupa un po di tutto, pulisce, dipinge quando ce n'e' bisogno, si prende cura di tutta la scuola e vive li, quindi fa anche il guardiano. Se avanzeranno dei soldi ho deciso di usarli per aiutare questo maestro e altri due che vengono saltuariamente perche' stanno finendo l'universita'.Il secondo e terzo giorno hanno montato le lamiere. Il tetto e' venuto bellissimo e ora le stanze sono gia' pronte per farci lezione, anche se in realta' martedi' andranno ancora degli operai per mettere le due porte a soffietto per separare due delle tre classi, in questo modo, quando hanno delle riunioni con i genitori basta aprire le porte per avere una specie di aula magna.

Il preventivo per questo lavoro e':

10 barre di legno:                                                           40.000 FCFA

8 pomelli:                                                                          4.800  FCFA

4 lastre di legno:                                                             36.000 FCFA

16 cerniere:                                                                      11.200 FCFA

1latta di vernice:                                                             1.000  FCFA

1 kg di chiodi:                                                                   1.000  FCFA

VARIE:                                                                                7.500  FCFA

Trasporto:                                                                         20.000 FCFA

Manodopera:                                                                  20.000  FCFA

TOTALE:                                                                             141.500 FCFA : 216 EURO

 

Invece noi martedi' pomeriggio andiamo nell'altra scuola ad Avelime, dove faremmo il soffitto e aggiusteremo la pendenza del tetto in modo che non succeda che di nuovo l'acqua filtri nel cemento e alla fine rompa il soffitto e caschi di nuovo in testa a qualche altro alunno, per vedere il preventivo e per farci spiegarci dal muratore che l'ha fatto le varie voci che lo compongono.

Per il momento il preventivo e' stato fatto per l'aula piu' disastrata e per sistemare la pendenza del tetto.

3 tonnellate di cemento:                                                            243.000CFA

Sabbia:                                                                                               70.000 CFA

Pittura/colla:                                                                                    31.800 CFA

Calce viva (un sacchetto):                                                          10.000 CFA

Trasporto cemento:                                                                     20.000 CFA

Manodopera imbianchini:                                                          15.000 CFA

Manodopera muratori:                                                                               120.000 CFA

TOTALE:                                                                                             497.800 CFA :   759 EURO

 

Ieri sono andata in un villaggio nella zona vicino alla vecchia capitale ANEHO, ho fatto la bellezza di 70 km all'andata e 70 al ritorno sulla moto, non vi dico in che condizioni era il mio culo ieri sera ;) soprattutto perche' al mattino ero gia' andata ad Agoe' alla scuola LONLON per una riunione organizzata dai genitori, che bello senza che dicessi niente loro stessi hanno pensato di fare una riunione per parlare del problema del maestro volontario per cercare di raccogliere i soldi...sono molto contente e soddisfatta del miglioramento...in questi anni la sensibilizzazione per questo problema e' servita, hanno capito che per il momento lo stato non ha i soldi per pagare l insegnante volontario e che devono fare qualcose loro, questo per dare un futuro migliore ai loro figli, che saranno il futuro del togo J

Vi  stavo dicendo che sono andata in un villaggetto perche' il direttore della scuola di AVELIME e' nato li e il prossimo anno AFRIACA aiutera' questa piccola scuola che non e' calcolata da nessuno, non vi dico le condizioni di questa scuola, buchi enormi sul tetto, aule buie in pieno giorno....insomma vorrei avere piu' soldi per fare qualcosa anche in questa scuola. Speriamo che si possa fare in futuro.

Un'ultima cosa e poi vi saluto che poi vado all'orfanotrofio, l'altro giorno parlando con Jean mi ha spiegato che tutto il quartiere da BAGUIDA a ANEHO (vi assicuro che non e' per niente una piccola zona) non viene calcolato dallo stato perche' vi resiedono i dissidenti del presidente e per questo motivo, non inviano insegnanti (o sono loro stessi a nn voler lavorare in questa zona), non inviano materiale e non fanno lavori...quindi la mia scelta ora ha un motivo in piu' per essere valida e giusta.

Un abbraccio e un bacio da Akossiwa

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

19.01.13

Post n°53 pubblicato il 19 Gennaio 2013 da Karembo80

 

Ciao a tutti...oggi e' sabato giornata tranquilla, si era pensato di fare una piccola festicciola con tutti gli amici per fare la polenta e mangiare il salame che ho portato ma il mio amico, nonche' padrone della casa ha un sacco di lavoro da fare e cosi' la festa e' stata rimandata.

E cosi' ho deciso, dopo aver fatto i lavori di casa,  di racccontarvi un po cosa ho fatto giovedi'  e venerdi'.

Giovedi' al mattino ho  fatto le trecce, come avete visto dalle foto su Facebook e al pomeriggio sono andata a trovare i bimbi della scuola LONLON...la scuola e' sempre piu' bella, ora hanno tolto  le erbacce per far un bel campo di calcio e per poter fare ginnastica, come ogni anno ci sono delle belle novita' per quanto riguarda la scuola lonlon, lo stato finalmente sta facendo qualcosa, ha inviato tutti i libri per ogni anno scolastico e per ogni bambino, cosi' finalmente ora tutti bambini riescono ad avere un libro, naturalmente i libri sono di proprieta' della scuola e quindi i bambini alla fine di ogni anno devono lasciarli al direttore in modo che negl'anni avvenire ne possano beneficiare altri bambini, in piu' ha donato tutto il materiale che puo' servire alla scuola, gessi, compassi e squadra da utilizzare sulla lavagna; direi un gran passo avanti, non credete?

Hanno inoltre inviato un altro insegnante (donna), ma continua ad esserci un maestro volontario che viene pagato dallo stato solo 7000 F CFA al mese per dodici mesi ovvero circa 10 euro al mese, se pensate  che il minimo sindacale di salario e' di 28.000 F CFA (circa 43 euro), ma che un insegnante  delle elementari  normalmente prende dai 50.000 ai 60.000 F CFA; avete ora in testa la pessima situazione che puo' avere questo maestro e la sua famiglia.

Una cosa che mi fa arrabbiare e che i genitori degl'allievi, che sono piu' di 500, non fanno niente per aiutare questo maestro che vive nella comunita', basterebbe che ogni famiglia versasse 25 F CFA al mese per potere aiutare lui e la sua famiglia, ma in nessuno modo si riesce a far capire  questo alle famiglie, ormai visto che la scuola e' diventata statale pensano che tutto dipenda dallo stato, non vogliono piu' sganciare un solo 1F CFA. Credo che provero' per l'ennesima volta a sensibilizzare le famiglie, voglio chiedere una riunione con i genitori...magari questo e' l'anno giusto.

Un'altra cosa che mi fa arrabbiare molto e' il direttore, ogni anno che vado e' sempre uguale, la cosa che piu' gli interessa e' di avere la direzione, ma non fa niente per averla chiede...chiede..chiede...e io tutti gli anni gli faccio capire che hanno gia' avuto molto che ora sarebbe  il caso che facessero anche loro qualcosa per la scuola; ad esempio gli ho fatto notare che per il momento hanno due classi libere, che potrebbe usare una di queste stanze da direzione e lui subito a dire che non c'e' il tavolo, le sedie...ma che cavolo fai qualcosa no? Guadagli 120.000 F CFA al mese, se ci tieni cosi' tanto ad avere un tuo ufficio di puoi permettere un tavolo e due sedie, ma lui si aspetta che siamo noi a fare le cose per lui e questo tutte le volte mi fa innervosire. E fidatevi non sto facendo l'occidentale del cazzo, anche i miei amici mi danno ragione.

Poi il bello e' che mi dice sempre grazie grazie, ma suona cosi' finto da far schifo,poi mi ha detto che il mio nome sara' ricordato nei secoli dei secoli, gli  ho spiegato, per l'ennesima volta, che dietro di me ci sono centinaia di persone che mi aiutano, che io sono niente, solo un intermediario e poi come tutte le  volte gli spiego che dei GRAZIE non me ne faccio niente, che il piu' grande ringraziamento per me e' che gli insegnanti lavorino per dare una buona educazione e cultura ai bimbi e che cerchino di  fare qualcosa loro stessi per migliorare la scuola o aiutare qualcuno in difficolta' come ad es. Il maestro volontario. Ma credo che ogni volta questo discorso entri da un orecchio ed esca dall'altro....ma io non mi arrendo ogni anno mi fa arrabbiare e io ogni anno gli rispiego le cose...prima o poi capira', no?

Ieri invece sono andata all'orfanotrofio...i bimbi sono cresciuti un sacco, soprattutto i piu' piccoli, Kika e' sempre bellissima, ma terribile...Lucienne invece e' migliorato molto, ora gioca con tutti i bimbi senza strillare o piangere di continuo, anche se i miei dubbi sui suoi deficit mentali erano fondati, ma credo che pian piano l'amore delle persone che lavorano li e la presenza degl'altri bambini lo spreneranno a migliorare, certo non avra' tutte le cure che avvrebbe in Italia ma sono stra certa che sara' seguito con amore, soprattutto da Gerome. Sono aumentati i bimbi, ma una bimba che c'era l'anno scorso e' rientrata a casa, dalla sua famiglia e questo e' davvero una bella notizia, naturalmente il direttore continuera' a mantenere i contatti.

Bene ora vado che devo andare a cucinare..

Baci baci Akossiwa

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

17.01.13

Post n°52 pubblicato il 17 Gennaio 2013 da Karembo80
 
Tag: togo

 

Ieri, come previsto,  sono andata a fare il giro delle scuole...prima di iniziare il tour ero preoccupata di dover scegliere il progetto tra 4 diverse scuole..piena di dubbi perche' sicuramente avrei trovato tutte situazioni difficili...come fare a scegliere ??????Come ???

Ma la scelta e' stata molto molto piu' facile del previsto...il mio cuore come al solito mi ha guidato...senza che me ne rendessi conto ogni volta che finivo la visita alla scuola il mio cuore aveva fatto una scelta....solo alla fine quando mi sono fermata a mangiare una noce di cocco...mi sono seduta...il mio cuore ha iniziato a sanguinare e insieme ad esso anche gl'occhi, anche le lacrime sono uscite lente silenziose...l'unico pensiero nella testa e' stato vorrei tanto essere ricca, ricca per non dover scegliere, per potere aiutare tutti quelli che hanno bisogno, non per me..ma per tutti quelli che ne hanno bisogno...AAAAAAHHHH...le ingiustizie quanto mi fanno arrabbiare.....poi pian piano si e' insinuato un altro pensiero...LA SCELTA...

Poi c'ho riflettutto su e in effetti il mio cuore non si era sbagliato...ho deciso se ci sto dentro con i soldi di aiutare due scuole, la prima scuola ha dei problemi per quanto riguarda tre classi, il tetto praticamente e' un colabrodo e quindi faremo il tetto e una parte di muro che in questo momento e' costituito da diverse porte tenute su da banchi, quindi immaginate la sicurezza.  Quindi vorrei rifare anche questa specie di muro, si perche' hanno bisogno che si possa aprire per fare le riunioni con i genitori degl'allievi.

La seconda scuola ha sempre un problema di tetto, ma a differenza della prima questo tetto e' stato fatto in cemento, in teoria se il lavoro fosse stato fatto bene con la giusta pendenza la  costruzione doveva praticamente essere indistruttibile e invece dopo 12 anni l'acqua piovana e' entrata nel cemento e ora il soffito si sta spaccando tutto, in una classe e' praticamente tutto caduto un pezzo sulla testa di un allievo (CAZZO !!!!!) e in un'altra aula per poco non e' cascato un grosso pezzo sul maestro se no rischiava la vita :(

Spero di riuscire a caricare le foto di queste due scuole qui o su fb

Un abbraccio e un saluto tres tres forte

Akossiwa

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

15.03.13

Post n°51 pubblicato il 16 Gennaio 2013 da Karembo80

 

E' bello avere la possibilita' di godersi il tempo...di osservare....di ascoltare senza avere l'impellenza di avere dell'altro da fare ...senza dover essere  obbligati, che poi non si sa nemmeno per quale motivo, a correre a destra  e a sinistra...ad agitarsi tra le mille incombenze che ci creiamo da soli. Qui sa valore al tempo, e non come facciamo noi che siamo disposti a pagare ad esempio il biglietto del treno il doppio per risparmiare 15 o 20 minuti come se in quei pochi minuti potessimo salvare il mondo.

Qui possiedono l'arte di godersi il tempo..chacchierando con il vicino, con un amico o conoscente, ci si ferma anche se si ha in programma tante cose da fare...qui si ha sempre il tempo  per ascoltare e quest'arte anche se non sei di qui per fortuna pian piano ti contagia...ti rende consapevole che noi sprechiamo la nostra vita tra ansie, corse e stress per poi avere cosa ?Soldi ?Ma poi realmente ce li sappiamo realmente godere ?

Forse vivere alla giornata e' la cosa migliore....ami le piccole cose..la tua vita e' piena di sorprese......sicuramente e' piu' difficile ma credo che spesso sia anche piu' felice...non so forse vivendo cosi' realmente la vedrei meno romanticamente. Forse come sempre sarebbe meglio la via di mezzo.

 

Domani mattina, insieme ai miei amici di AFRIACA ONLUS vado a vedere delle scuole per scegliere quale aiutare grazie alle vostre donazioni. Vi terro' aggiornati..

 

Baci...caldi e afosi...

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

14.03.13

Post n°50 pubblicato il 14 Gennaio 2013 da Karembo80

 

Eccomi qui dopo due giorni in Togo...incredibile come io accusi il colpo del cambio di temperatura...sono due giorni che il pomeriggio crollo di stanchezza come se avessi zappato tutta la giornata. Ma domani dovrei essere pronta e attiva...ormai il mio corpo si dovrebbe essere abituato a tutta questa umidita' e questo caldo assurdo..uff l'harmattan quest'anno ha deciso di non toccare il Togo e cosi' il venticello tanto agognato  e la frescura  notturna sono andate a farsi benedire....argh !!

Domani mattina vado al porto, non ci sono mai entrata dentro, l'ho sempre solo visto da fuori ed e' enorme, sono proprio curiosa di vedere cosa arriva dal occidente, il moi amico Jean mi ha detto che si puo' trovare di tutto.

Nel pomeriggio invece vado a trovare mio "figlio" Romeo, per portargli i piccoli regali che gli ho fatto e per vedere le novita' che ci sono state quest'anno. Perche' anche se ci teniamo in contatto tutto l'anno vedersi e' una cosa completamente diversa...non c'e' il limite di tempo che ci puo' essere durante una telefonata ed e' anche piu' facile capirsi visto che il mio francese non e' il massimo.

Come sempre ci sono delle novita' in Togo, sono aumentate le strade asfaltate e soprattutto hanno fatto una nuova strada per collegare il centro di Lome' [la capitale] con Agoe', il villaggio dove abbiamo costruito la scuola Lonlon, quindi per me sara' piu' facile andarli a trovare.

La scorsa settimana ci sono stati due grossi incendi entrambi nei due mercati piu' grandi del Togo, il primo ad Accra, al nord e uno tre giorni fa a Lome, per fortuna non e' morto nessuno, ma ci sono state un sacco di perdite a livello monetario, le donne [che sono le maggiori commercianti in Togo] sono disperate, perche' l a maggior parte, se non tutte, avevano acquistato la merce chiedendo un prestito alle banche, quindi oltra ad avere il problema di non avere piu' merce da vendere hanno anche un grosso debito da saldare, difficilmente ripagabile in quanto non hanno piu' un lavoro. Per fortuna  sono state rassicurate che non andranno in prigione se non pagano i debiti.

Sinceramente in questo momento sono molto combattuta se andare al mercato o no...ho un po paura di quello che potrei vedere , sentire....

 

Cambiando completamente argomento, quest'anno molti amici mi hanno donato qualcosa e vi ringrazio dal piu' profondo del mio cuore della fiducia che ogni anno riponete in me. L'idea quest' anno era quella di fare un tetto, visto che l'anno scorso una scuola pubblica di Lome' aveva richiesto il mio aiuto per cercare i fondi necessari per aiutarli a rifarlo. Ma stranamente e per fortuna il ministro dell'istruzione e' intervenuto poco tempo fa  e ha rifatto il tetto.

Quindi in questo momento mi trovo con 3.000 euro raccolti e una decisione da prendere, una  possibilita' sarebbe di aiutare sempre questa scuola per rifare il muro di cinta che e' mezzo crollato, ma sinceramente ho eliminato questa opzione, perche' vorrei fare dei  lavori in scuole in cui le classi abbiano dei problemi che impediscano gli allievi di seguire le lezioni, sia per la mancanza di banchi, di lavagne, di una pavimentazione, un tetto come si deve, ... cosa ne pensate? Vi prego datemi qualche consiglio...in questi giorni andro' a visitare diverse scuole della zone per vedere i bisogni e poi per scegliere quale aiutare, anche se sto pensando che  forse sarebbe bene fare qualcosina per tutte piuttosto che una gran cosa per una soltanto....boh non saprei proprio....aiuuuutoooooo !!!!

n mega abbraccio da Akossiwa...

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

8.04.12

Post n°49 pubblicato il 08 Aprile 2012 da Karembo80

Manca una settimana esatta alla mia partenza….in testa mille pensieri, il cuore...il cuore è in tumulto, non vuole credere che tra poco ritornerà nel grigiume occidentale, alla superficialità, al consumismo sfrenato, ai ritmi frenetici…tutto ciò mi sembra impossibile. Il mio cuore e la mia testa non ne vogliono saper e di credere a questa realtà così vicina. Al solo pensiero i miei occhi diventano lucidi…il pensiero di lasciare gli amici e tutte le persone che ho conosciuto, i luoghi, i bambini che giocano per strada, la musica alta per le  strade, la gente che urla, gli odori forti, la polvere, il caldo, i piccoli banchetti che vendono roba da mangiare, le piccole officine per le moto, i mercati, i moto taxi, gli sguardi della gente, i sorrisi sinceri, la semplicità, la pura semplice LIBERTà, l’amore che si respira, gli sguardi curiosi, i sorrisi improvvisi della gente, l’ospitalità sincera, i taxi pieni all’inverosimile di gente e di roba, i piccoli bus con una vita intera sopra il tetto (salotti, mobili, carbone, frutta e verdura, animali vivi), i vestiti colorati, i bambini sulle schiene delle mamme o dei fratelli maggiori, i piedi sempre ricoperti di sabbia o di terra rossa…no non è vero che tra una settimana i miei occhi non vedranno più tutto questo. Ogni anno la mia voglia di restare in Africa aumenta sempre più, non mi sembra proprio più possibile una vita a Novi Ligure per quanto io possa essere felice di mio la mia vita non è in Italia, di questo ne sono certa, solo qui mi sento completamente a mio agio, a casa. Anche qui ormai mi dicono che sono più Togolese che italiana ;)

Oggi è Pasqua, e siamo andati a festeggiare da una famiglia di amici di Joseph, mai visti prima mi hanno accolto come se fossi una parente che non vedevano da un sacco di tempo, non ho mai avuto la sensazione di essere fuori posto, come spesso succede quando vado in casa di qualcuno in Italia, sono stati di un’ospitalità fuori dal comune per noi italiani e ciò mi commuove sempre. Oggi ho vissuta la gioia attraverso gl’altri, attraverso i loro sorrisi, il loro modo di parlare (già perché non capivo niente, qdo parlavano tra di loro), le loro espressioni, le loro danze; mi sono sentita parte di qualcosa di grande, non so come spiegarlo. Qualcuno mi ha detto che non riesco ad esprimere le mie emozioni su qto blog, ma come si fa a descrivere un emozione???  Mi sembra di aver scritto stile la canzone di Vasco “ogni volta” in cui semplicemente con una lista di cose emoziona e descrive un emozione, non so se sono riuscita a fare altrettanto, ma qdo ho chiuso gli occhi sono qte le immagini che ho visto.

Quest’anno ho davvero conosciuto della gente straordinaria e di questo ringrazio il presidente dell’associazione Afriaca del Togo, che mi accolto in casa sua come se fossimo parenti, mi ha dato le sue chiavi di casa, la sua stanza, le sue attenzioni costanti e mi ha dato modo di vivere davvero il Togo, cosa che non era mai successa prima, perché inutile a dirsi quando non sei l’unico italiano, un po’ di italia è sempre con te, ma quest’anno no è stato tutto TOGO, ed è stato stupendo, la migliore esperienza fino adesso. Ecco perché se da una parte vorrei portare i miei amici, mio padre o mio fratello per far vedere che cos’è che mi fa amare il togo dall’altra parte ho paura che poi non riesca a vivere a pieno il mio Togo.  

La suora Elisa Kidanè alla conferenza di Novi Ligure per la Festa della Donna ha detto che il mal d’Africa è facile da spiegare, abbiamo il mal d’Africa perché qui semplicemente è la culla dell’umanità, ecco perché mi sento a casa. Ma credo anche per la libertà che si respira (naturalm se si tratta di un paese tranquillo, senza rischi di colpi di stato o anni e anni di guerre), qui in Togo, come in Kenya ti senti davvero libero di essere quello che sei e di fare quello che vuoi, nessuno ti rompe la scatole o ti giudica, qui si vive semplicemente, ma si VIVE pienamente, non come spesso succede in occidente che si è pieni di fisime e sembra che se non ti uniformi alla massa sei un pazzo, che spesso la gente sopravvive pensando sempre di avere tempo per fare le cose e quindi non si ferma mai, sempre pronto per una nuova meta da raggiungere. Qui si ha sempre tempo per tutto, per fermarsi a fare due chiacchere con un amico, per farsi una birra, per osservare, per riposare, per scherzare, per ballare…qui si da il giusto peso al tempo…qui si VIVE!!!!!! E io voglio VIVERE!! J

Un abbraccio e un sorriso da Akossiwa J

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

04.04.12

Post n°48 pubblicato il 04 Aprile 2012 da Karembo80

E’ da un po’ che non vi scrivo, ma ultimamente ho la testa impegnata.

Ma ora ho un po’ di tempo per me e vorrei esporre qui i miei dubbi, in cerca di qualche consiglio magari o semplicemente perché magari scrivendo le cose trovo una soluzione.

Prima vorrei fare un passo indietro e raccontarvi degli ultimi giorni, lo scorso we sono andata a fare una piccola gita a kpalimè, per vedere le cascate, ma naturalmente con la mia classica fortuna…niente cascate, non c’era acqua,fa niente sarà per la prossima volta. La gita però  era stata concepita soprattutto per vedere la fattoria che i direttori (marito e moglie) dell’orfanotrofio hanno costruito per poter sovvenzionare lo stesso orfanotrofio e per crearne magari un altro più grosso vicino alla fattoria, tutto ciò vendendo le uova, ma voi nn avete idee di quante uova fanno al giorno, più di 1000. Ora però voglio fare anche l’allevamento, in questo modo riusciranno a costruire un altro orfanotrofio. Che bello. J E’ bello conoscere gente che aiuta il proprio popolo, poi soprattutto quando si tratta di aiutare i bambini. Cmq anche loro hanno avuto  degli aiuti da parte della chiesa e di altre associazioni, ma ci sarà un  modo per far qualcosa senza l’intervento della chiesa?????Magari la soluzione è collaborare con Afriaca, che è una realtà molto attiva sul territorio ed apprezzata da tutti….

Scusate sto parlando a vanvere e che ho mille cose che mi passano per la testa e non è facile scriverle con un senso per me..a volte mi vengono dei collegamenti e li scrivo, dimenticandomi  che voi non siete nella mia testa ;), ma più avanti capirete ;)

Nel tragitto per arrivare alla fattoria ci siamo imbattuti in una “scuola”, avete presente la vecchia lonlon????ecco peggio, oltretutto in un posto veramente sperduto; anche questa scuola voluta dai genitori dei bambini, tre classi soltanto fatte semplicemente di qualche palo di legno e il tetto in paglia, tre piccole “costruzioni” separate tra di loro, piccole e con banchi spesso improvvisati…naturalmente non sto a dirvi quando piove cosa succede. Una cosa mi ha colpito, in piccolo spiazzo di fianco alla scuola il direttore ha creato con le latte dei pelati dei “rubinetti”, semplicemente facendo un foro nel fondo della latta una volta riempiti i contenitori con l’acqua i bimbi possono lavarsi le mani, prima di entrare in classe e prima di mangiare, questa piccola e semplice attenzione mi ha colpito, mi ha emozionato….non so come descrivere tutto ciò che ho provato guardando quella “scuola”…dolore, un dolore al cuore, una fitta…gli occhi lucidi e subito il mio cuore e la mia mente hanno pensato che bisognava far qualcosa e li sono iniziati i miei dubbi.

Per prima cosa ho chiesto al direttore dell’orfanotrofio se sapeva quanti bambini andavano in quella scuola, com’era la situazione dei maestri, lui però mi ha detto che non sapeva bene ma che si sarebbe informato presso il direttore che conosceva ( e così ora sono in attesa di sapere queste informazioni).

Ora finalmente che vi ho dato tutte le informazioni vi spiego questi dubbi. Sapete tutti o quasi che il mio sogno è quello di costruire una casa famiglia in Africa, magari in Togo, chissà…ma vedendo questa scuola mi sono chiesta se fosse giusto continuare verso questa strada o se non dovessi cambiare sogno o semplicemente metterlo da parte per quando sarò più vecchia o chissà, ma adesso non posso, il mio cuore, la testa mi dicono che non posso continuare per la mia strada quando ci sono tanti altri bisogni e sapete quanto io pensa che l’istruzione sia la cosa più importante, soprattutto quando si tratta di paesi in via di sviluppo. Quindi si mi sa che metto da parte il mio sogno e spero di riuscire a dare una mano ad altri villaggi volenterosi di dare un futuro ai propri figli.  Vi sembra sensata la cosa???  Io direi di si, perché il cuore mi comanda sempre.

In più Robert mi ha fatto vedere un’altra scuola, questa volta già statale, già riconosciuta addirittura come  centro di esame, ma il problema è che gli alunni sono tantissimi e hanno solo una struttura in muratura e l’altra, beh l’altra veramente ha praticamente solo il tetto in lamiera e i pali in legno che la sorreggono,  alcuni banchi sono belli, ma sono davvero pochissimi e il resto è fatto di pezzi di tronchi e una lastra di legno appoggiata sopra.  Ora mi sto chiedendo se è il caso di aiutare anche questa scuola o meno, se è il caso di lasciar perdere lonlon per farla camminare con le proprie gambe e anche perché non so quanto sia giusto continuare ad aiutare soltanto quel villaggio, quando attorno ce ne sono tanti che non hanno ricevuto nessun aiuto….ecco cosa mi frulla nella testa….difficile prendere una decisione…ma bisogna prenderla…vi terrò aggiornati.

Un abbraccio e un sorriso Akossiwa

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

28.03.12

Post n°47 pubblicato il 30 Marzo 2012 da Karembo80


Tante cose sono successe in qti giorni, oggi soprattutto, finalmente sono in piena forma e posso fare tutto J.

Oggi grande giorno per tante cose, ma soprattutto perché c’è stato un avvenimento speciale, una bimba di qui ( come vi avevo già detto) è stata adottata, oggi si sono firmate le carte definitive e quindi legalmente MaMi ha finalmente due genitori che la amano e che si prenderanno cura di lei. Oggi per tre persone la vita è cambiata definitivamente, ho pensato a questo e continuerò a farlo sicuramente anche nei prossimi giorni. Insomma ragazzi non è da tutti vedere una gioia così profonda negl’altri, a me è successa solo due volte, quando ho assistito alla nascita della mia “nipotina” Aurora e oggi, i bambini cambiano la vita, ma in qto caso anche la vita di una bambina è completamente cambiata, lei sicuramente non se ne renderà conto ma è così, chissà se i suoi genitori hanno appreso le usanza di qui, le canzoni di qui, se quando sarà grande la porteranno di nuovo qui per farle vedere dov’è nata e chissà se sentendo la propria lingua qualche parola le verrà in mente? E poi chissà cosa succederà venerdì quando arriverà in Belgio, accolta da amici e parenti dei suoi genitori…chissà cosa le passerà dalla testa, tutti quei yovò e praticamente nessun “ameibò”, il suo mondo sarà completamente stravolto, niente in Belgio è come in Togo, il clima, il paesaggio, la gente, il modo di parlare….mamma mia quanti cambiamenti per una piccola-grande vita; non pensate???

E per loro invece???? Cavoli un sogno si è avverato, finalmente un lungo percorso è terminato….oggi, forse finalmente si sono resi conto che finalmente sono genitori o forse se ne renderanno conto bene solo quando entreranno in casa loro  da soli con MaMi..chissà quando vedrà la sua camera con tutti i suoi giochi e vestitini, tutto per sé.

Ecco i vari pensieri che affollano la mia mente.

Ma cambiamo totalmente discorso…svagandoci un attimo e poi ritorno alle cose serie, oggi ho lavorato bene sono fiera di me, a parte le solito cose si vestire i bimbi,  aiutarli nel mangiare,  portarli a scuola e giocare con loro. Ho aiutato a preparare la salsa di noci di palma (per il momento solo la prima fase) pestando nel mega mortaio di legno con annesso mesa pestello di legno, queste noci di palma rosse fatte prima bollire per una mezz’ora; lavoro faticosa ma non troppo, ma poi finalmente il piatto forte ho fatto la pate, ovvero la nostra polenta, azzo c’è davvero da farsi il culo, forse per fare la polenta è lo stesso, ma non posso far paragoni visto che non ho mai preparato la polenta a casa mia e soprattutto credo che nessuno di voi l’abbia fatta con una temperatura al di sopra dei 32°C e con un’umidità del 80% e vicino al fuoco ;) quindi vi ho battuto  prrrr :P. E poi per finire bene la serata ho preparato la colazione per domani mattina, la bui, praticamente farina di grano (macinata in un modo particolare, che domani seguirò per filo e per segno) messa in acqua bollente e un “sacco” di zucchero. Poi si lascia riposare tutta la notte e al mattino dopo si è trasformata in una liquido denso e pieno di coaguli. Ma ci sono vari tipi di bui, la peggiore a mio parere è quella fatta di riso e zucchero, praticamente si fa cuocere il riso fino a quando non si spappola tutto e naturalmente si beve e si mangia il tutto, acqua compresa.  Lasciando perdere la cucina un altro momento bello della giornata, è stato prima di andare a letto che abbiamo giocato al gioco delle sedie con la musica, avete presente il gioco che si faceva all’asilo?? Quando c’è la musica si balla, quando la musica si ferma bisogna sedersi chi rimane in piedi (perché naturalmente c’è una sedia in meno) viene eliminato. Una bimba di 6 anni quando è stata eliminata (ed era l’ultima partita), tra l’altro l’unica bimba rimasta ancora in gioco, ha iniziato a piangere ed ha continuato per un bel po’ e mica facendo finta, tutte le tate me compresa le abbiamo detto ma è solo un gioco….poi mi è venuto un flash mentre la coccolavo in braccio, vero è solo un gioco, ma nella vita di un bambino cos’è la cosa più importante? …già giocare….I punti di vista cambiano totalmente direi….

Bene bene ora ritorniamo alle cose serie.

Non vi ho ancora parlato delle tate, per il momento sono tre: Tata Ivette (il capo), Tata Antoinette (la cantante) e Tata Vittorine (la parruchiera) e poi c’è il tutto fare, diciamo la figura paterna che è Gerome, chiamato dai bambini fofovi per rispetto. Che dire di loro sono tutti meravigliosi, amano i bambini, li hanno visti crescere da quando hanno pochi mesi o addirittura pochi giorni,  diventano un po’ come dei loro figli, li educano, li curano con amore e si percepisce. E con me sono strepitosi amorevoli da far venire le lacrime agl’occhi per quanto mi vogliono bene e per quanto si prendono cura di meJ. La prima volta che vi ho scritto vi dicevo che avevo un po’ di dubbi per quanto riguarda la loro presenza con i bambini, vi dicevo di quanto li vedessi un pò troppo presi dalla gestione dell’orfanotrofio, pulizie, preparazione del cibo piuttosto che mettersi a giocare con i bambini. Questo rimane ancora vero, anche perché davvero sarebbe impossibile riuscire a far tutto  4 persone che si prendono cura totalmente di 17 bambini giorno e notte senza mai sosta….beh sfido chiunque ad avere ancora la forza di giocare con loro. E poi pensandoci bene ho ragionato come la classica occidentale del cazzo, argh; ma a volte non se ne  può fare a meno semplicemente perché è il tuo modo di ragionare, il tuo modo di vivere da sempre e a volte vien difficile mettere da parte la propria cultura e guardare le cose senza farle passare dalla propria mentalità. Qui normalmente i figli crescono così, a parte i primissimi anni, tipo i primi 2-3 in cui il bimbo resta più vicino alla madre, poi vengono lasciati molto più liberi rispetto ai nostri figli e non c’è dimostrazione fisica di affetto con baci, carezze e abbracci ma è dimostrato tutti i giorni dai piccoli gesti quotidiani e vi assicuro che questo amore si respira è palpabile. Qui poi i bambini sono diversi dai nostri, sono già responsabili a 6 anni di più cose e si prendono cura degl’altri più piccoli, non sono pieni di giochi ma si divertono tantissimo con cretinate, ma c’è l’inventiva che forse ai nostri bambini un po’ manca atrofizzata da pc e giochi elettronici. A volte i loro occhi sembrano quelli di adulti e in quel caso  fanno così  male al cuore, sapere che alcuni di loro sono consapevoli di essere stati abbandonati…fa davvero male, eppure sono qui che giocano allegri spensierati..i bimbi hanno una capacità incredibile di guarire dalle ferite dell’anima.

C’è un bambino qui di due anni e mezzo, che mi hanno detto che quando è arrivato qui era il classico bambino belle ed ossa con la pancia gonfia che le onlus o ong espongono per far muovere dentro le anime degli occidentali la pena e di conseguenza il portafoglio L,  ora è sempre magro ma il pancino è ritornato normale e non più malnutrito, ha la testa enorme rispetto il corpo e si vede che ha problemi di apprendimento-comprensione, mi sono chiesta spesso se questo suo deficit era presente alla sua nascita o sia stato causato dalla malnutrizione nei primi mesi di vita.

 

Sto scrivendo fuori nel cortile..con il vento che ogni tanto rinfresca un po, i bimbi stanno facendo il loro riposino pomeridiano, ma qualcuno si è già svegliato e si diverte a farmi le facce buffe mentre mi guardano scrivere al pc..mega sorrrisi, di quelli veri sinceri quelli che ti riempiono il cuore, che te lo fanno esplodere, che ti inumidiscono gli occhi per la felicità che ti fanno provare….che belloJ

Con questa immagine vi lascio, è arrivato il momento di fargli la doccia e di vestirli, naturalmente i bambini con hanno meno di cinque anni, gli altri fanno da se naturalmente.

p.s. c’è un bimbo di 7 anni qui, che è davvero fantastico, sempre disposto ad aiutare tutti, anche me; arriva sempre nel momento giusto e lo fa senza che tu gli chieda niente. Davvero stupendo… J piccola aggirunta mi ha appena detto che quando parto vuole partire insieme a me, gli ho detto anch’io vorrei che venissi con me. Cazzo…ho le lacrime agl’occhi…ma non posso farmi vedere perché sono circondata dai bimbi.

un abbraccio e un sorriso da akossiwa….

p.p.s. piccolo aggiornamento…stasera una bimba si divertiva come una pazza a baciarmi il naso….ahahah…da morire dal ridere

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

25.03.12

Post n°46 pubblicato il 26 Marzo 2012 da Karembo80

Quasi una settimana all’orfanotrofio, ma dall’ultimo post  sono passati solo 4 giorni, di cui 2 passati praticamente a letto per caghetta e febbre a trentotto…uff che pizza. Cmq ora sto meglio, oggi è la prima giornata veramente attiva dopo la febbre. Scrivo per mettere per iscritto certi pensieri che mi sono venuti in mente mentre stavo coi bimbi o con le tate. E dato che sono pensieri senza un senso cronologico scriverò ancora peggio del solito…scusatemi ;)

 

Oggi ho fatto un semplicissimo gioco con i bimbi, quello in cui ci sono due persone che battono le mani: batti mano, poi la destra, batti mano, poi la sinistra, batti mano e poi insieme….avete presente??? (beh dopo una spiegazione del genere è impossibile che non avete capito), cmq avevo fatto qto gioco anche con le bambine di lonlon, più o meno stessa età, nazi qui più grandi…in entrambi i casi i bimbi frequentano la scuola, ma nel caso dei bimbi di lonlon hanno subito capito il gioco..tutti o quasi, qui invece è stato l’esatto contrario, solo il più sveglio(a scuola) ha subito capito il gioco, poi altri due dopo un bel po di volte hanno capito ma mai con il più veloce ( in qualche caso mi ha anche battuto J) . E nel mentre che giocavo mi chiedevo..qual è la differenza? E’ possibile solo che qui sia una semplice pura casualità  che non sono svegli o è per la mancanza dei genitori, ma non credo che in questo senso qto orfanotrofio possa essere molto diverso da una famiglia di qui????boh!!!!ci penserò…magari ci rifletteremo insieme….

Che bello vedere la fantasia dei bambini prendere forma, qui incredibilmente una foglia con un bastoncino diventa un aeroplano, dei cubi si trasformano in macchine fotografiche o in collane o in macchine, si gioca con niente, e ogni cosa è un piccolo tesoro che quando viene preso da un altro bimbo crea caos e urla e pianti, in quel momento, poi magari se lo dimenticano in giro e diventa il gioco di un altro.

Anche loro fanno i capricci e a me non mi ascoltano per niente, vero è che non mi chiamano tata, come vi ho spiegato, ma credo anche perché io gioco con loro mentre le tate non lo fanno mai e allora mi vedono come quella che scherza quindi anche quando li sgrido lo prendono come un gioco e si mettono a ridere.

Un’altra cosa che ho notato, come sempre, ma che non vi ho mai detto è la loro autoironia è fantastico scherzare con loro non se la prendono mai per niente e scherzano su tutto e questa è una caratteristica che ho notato in quasi tutti gli africani che ho conosciuto, soprattutto nelle donne, loro amano scherzare, con le  tate mi diverto un sacco, basta prendere un pò confidenza e ci si prendere in giro a vicendaJ.

Un’altra cosa che ho notato è la differenza che vedo tra i nostri bimbi e quelli togolesi (e in realtà anche negli altri pupi africani) è la loro capacità di apprendere le cose semplici della vita sono molto più avanti dei nostri bimbi, imparano molto prima a camminare, a due anni sono completamente in grado di mangiare da soli, a parte la polenta che è da tagliare a pezzi, per il resto, anche se ci sono le spine del pesce se la cavano più che bene, io rimango stupita tutte le volte…i bimbi che a otto anni lavano i piatti aiutano i più piccoli a lavarsi, vestirsi, insomma qui dagli otto anni in poi i bimbi sono come degli adulti, l’unica cosa che non fanno è cucinare e lavare i panni.
Oggi all’esempio la bimba che ha due anni, Marie Veronique, una bimba davvero terribile ma altrettanto bellissima, ha iniziato a provare a mettersi i sandali con la chiusura…sta imparando a infilare il laccetto nella fibia…ma ci manca poco..davvero forte, poi parla benissimo l’ewe e capisce bene il francese anche se dice solo poche parole.

Domani preparerò la pasta al pomodoro e cipolla…speriamo che piaccia a tutti a dire il vero sono un po’ preoccupata e se non piace???vi farò sapere.

Ecco Marie Vèronique ha appena lanciato uno dei suoi urli strepitosi, ogni volta credo che romperà un vetro talmente è acuto il suo urlo. ;)

Per il momento non mi viene in mente nient’altro, ma cercherò di segnarmi ogni volta sul mio taccuino le cose che mi colpiscono.

Au revoir…mia dogò (è in ewe) ciao ciao

Akossiwa

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

21.03.2012

Post n°45 pubblicato il 21 Marzo 2012 da Karembo80

Eccomi qui per la terza volta in togo…ormai qui sono di casa, ma non per questo meno agitata prima di cominciare l’esperienza, e qto per diversi motivi: per la prima volta completamente da sola, senza nessun altro italiano, quindi si  parla solo francese e a volte la testa scoppia, ma mi piace, spero migliorerà. Poi per la prima volta faccio due settimane in un orfanotrofio, quindi in poche parole metto a prova il mio sogno, quindi doppiamente più difficile ( tra parentesi ho cominciato da due giorni, più avanti vi dico). E poi due settimane libera e anche qta è una cosa nuova, di solito c’erano di mezzo progetti e altre cose e invece questa volta andrò solo ad Agoè per vedere la scuola lonlon e per vedere come continuare a dare una mano al villaggio (stavolta unirlo ad Afriaca) e magari rifornirli di materiale, tipo libri e roba simile J e poi vorrei seguire i vari progetti di Afriaca con le scuole.

Ma cambiamo un attimo argomento, appena ho scritto la data di oggi ho pensato che  giusto due anni fa dicevo che iniziava la primavera e che magari il mio nonno sarebbe rinato insieme alla natura, e invece….ma ora c’è una scuola, una scuola stupenda piena di bambini che finalmente hanno delle classi decentiJ

Novità della scuola lonlon…grandi novità, per prima cosa un associazione di qui ha deciso di dare una mano e ha comprato i banchi restanti e ha fatto l’intonaco delle vecchie stanze….sono diventate bellissime, appena rientro le pubblico sia su fb che su qto blog J e poi altra novità, la nostra scuola è diventato il CENTRO D’ESAME delle scuole elementari della zona, perché è la migliore tra le scuole, contando anche le scuole primate….GRANDE LA SCUOLA LONLON J

E ora veniamo all’orfanotrofio, la struttura è tenuta benissimo, è tutto bene pulito (e proprio non me lo  aspettavo), i bimbi vengo tenuti più che puliti e vengono ben nutriti. Sono 18 e vanno dai 2 anni (che a vederla sembra che abbia qsi il doppio dei suoi anni) a un massimo di 10. Sono tutti molto educati e naturalmente casinisti. Sono solo due giorni che sono qui e sono sotto di personale, a causa di problemi personali. C’è molto molto lavoro da fare, sveglia prestissimo, per loro alle 4 per me le 4.30 bagno, doccia e si vestono i più piccoli, preghiera, colazione e poi i bimbi più grandi a scuola accompagnati da uno di noi e poi al ritorno si pulisce un po’ mentre i bimbi giocano….11.30 rientro da scuola, si mangia, i più grandi lavano e sistemano la tavola e poi tutti a nanna per il riposino di un’oretta, i più grandi fanno poi subito la doccia perché devono rientrare a scuola e poi subito dopo i più piccoli…si gioca e qdo rientrano i più grandi e praticamente ora di mangiare e poi finalmente per tutti un’ora di riposo davanti alla tele ad ascoltare musica con i bimbi che ballano…uno spettacolo. Io li ho sempre addosso, i più piccoli capiscono il francese ma non riescono a parlarlo e qdi è un po complicato, il problema e che non mi ascoltano per niente e penso che sia per due motivi, per prima cosa sono bianca e qdi non parlo la loro lingua e poi a differenza delle altre che vengono chiamate “tate” per dare rispetto (perché qui i bimbi non possono chiamare un adulto con il proprio nome ma chiamarli tate, in caso di donne o dodo per gli uomini) e anche loro tra di loro si chiamano tate per non confondere i bimbi e invece io vengo chiamata con il mio nome e qto di certo non aiuta, a mio parere.

L’unica cosa che per il mom non mi piace, ma che devo ancora molto valutare, perché in due giorni non si può dare un giudizio definitivo e in più sono sotto di personale, è l’assenza delle tate nei giochi dei bambini, vengono sempre lasciati da soli a giocare, perché ne approfittano per cucinare, pulire o riposare un po, o semplicemente mangiare perché qui non ci sono pause; intervengono solo se qualcuno grida o piange. Spero che cambi qdo si aggiungeranno le due persone mancanti.

Però per il momento è l’unica cosa negativa che ho notato e cmq ci mettono amore in qllo che fanno e si vede e cosa importante i bimbi sono felice. La prossima settimana andrò via una bimba, adottata da una coppia belga e tra circa un mese verrà adottato un bimbo da una coppia di milano…un'altra cosa bella di qto orfanotrofio è la preparazione dei bimbi all’adozione.

Un’altra cosa e poi smetto di rompere…la storia di una tata; sposata con 4 figli, la famiglia è molto molto lontana e non si vuole trasferire, quindi lei per 26 giorni lavora no stop e poi finalmente raggiunge la famiglia per 4 giorni…e alla mia domanda, perché la tua famiglia nn si trasferisce lei semplicemente ha alzato le spalle dicendo che non vogliono, non che non possono e naturalmente si riferiva alla scelta del marito, oltretutto senza lavoro. chi si  vuole ancora lamentare???Chi di noi rimarrebbe con un marito del genere? E invece lei semplicemente lo accetta, naturalm non saltando di gioia, i suoi occhi sono stati chiari nel fare capire qto soffrisse della lontanza.

Ora vi saluto un mega abbraccio e un sorriso da AkossiwaJ

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ampliamento scuola lon lon

Post n°44 pubblicato il 15 Febbraio 2011 da Karembo80

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

la scuola lon lon terminata

Post n°43 pubblicato il 15 Febbraio 2011 da Karembo80

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

13.02.11 foto della scuola lon lon ultimata

Post n°41 pubblicato il 12 Febbraio 2011 da Karembo80

Ciao a tutti! Scusatemi se quest'anno sono stata molto latitante con voi tutti, ma avevamo problemi di connessioni con i siti italiani, l'unico era fb che funzionava e anche quello male, ecco perchè non vi ho scritto.

Come vi ho detto nell'unico post che ho scritto quest'anno abbiamo deciso di ampliare la scuola primaria lonlon, perchè le stanze erano troppo piccole per tutti i bambini e anche se fossere state capienti pensare che un solo maestro debba gestire 140 bambini di 4-5 anni ci sembrava impossibile.

Piccola parentesi le classi erano così composte:

1° anno: 139 bambini

2° anno: 86 bimbi

3° anno: 90 bimbi

4° anno: 57 bimbi

5° anno: 43 bimbi

6°anno: 29 bimbi

come vedete i primi 4 anni sono disastrosi

Inoltre c'era il problema dei banchi, solo 58 banchi per 444 bimbi, per ogni banco, che misura 120 cm, 4 bimbi...come potete capire con un piccolo calcolo sono sufficienti per la metà dei bimbi. Ecco perchè abbiamo pensato che fosse imp far costruire dei banchi 40 da 150 cm..non sono ancora sufficienti, ma purtroppo i soldi erano finiti :(

In più per proteggere il materiale e i banchi abbiamo fatto fare delle porte chiuse da un bel lucchetto, così le cose rimarranno al sicuro :)

Ora vi mando le foto della scuola  dell'anno scorso e poi nel prossimo post vi mando qlle delle due nuove classi enormi e bellissime :)

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

12/01/11

Post n°40 pubblicato il 12 Gennaio 2011 da Karembo80

ciao a tutti

per prima cosa mi scuso da subito per la scrittura ma aui la punteggiatura e le lettere con accento non esistono

La scuola dovrebbe iniziare lunedi; abbiamo deciso di costruire due classi nella scuola lon lon e comprare tutti i banchi utili per i bambini; perche sono aumentati e molti stanno seduti per terra, in piu verranno anche costruite delle porte per proteggere i banchi:

la scuola cmq va alla grande; siamo molt cpntente:

In casa dopo l inizio leggermente difficile perche cmq non ci sono molte comodita ora stiamo bene, ci siamo abituate e ci piace vivere cosi, ve l consiglio:

quest anno il tel non funziona molto bene cerchero di connettermi almeno due volte a settimana

vi mando un bacio cmq se volete chiamare il numero e 002280905513

alla prossima volta

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

07/01/11

Post n°39 pubblicato il 07 Gennaio 2011 da Karembo80

CIAO A TUTTI!!!!

SIAMO QUI ALLA VIGILIA DELLA PARTENZA...QUASI NON CI CREDO, DAVVERO DAVVERO INCREDIBILE...NON HO ANCORA REALIZZATO. L'ALTRA COSA ERA UNA COSA COMPLETAMENTE DIVERSA, ANDAVO VERSO L'IGNOTO, ORA INVECE SARà DIVERSO, CONOSCO I LUOGHI, LE VIE, UN PO DI GENTE...TANTI BAMBINI....CHE BELLO NON VEDO L'ORA DI ABBRACCIARLI TUTTI E GIOCARCI, SALUTARE LE PERSONE CHE CONOSCO E CONOSCERE NUOVE FAMIGLIE, NUOVI BAMBINI...GIà PERCHè COME BEN SAPETE COSTRUIREMO UNA NUOVA SCUOLA, NATURALMENTE IN UN ALTRO VILLAGGIO :) CHE BELLO!!!

E IN PIù TERMINEREMO LA SCUOLA LON LON COMPRANDO I BANCHI CHE MANCANO E FACENDO L'INTONACO, SE CI RIUSCIAMO, VALUTEREMO COSA SIA MEGLIO :)

ALLA FINE PARTIAMO IO LA VALE E SUO PADRE, ABBIAMO AFFITTATO UNA CASA, FORSE TROPPO BELLA, MA ERA L'UNICA DISPONIBILE CON UN BAGNO PRIVATO E L'ACQUA, LA ZONE è STUPENDA è QLLO DEL MERCATO DI ASSIYEYE, VI RICORDATE VE NE AVEVO PARLATO, BELLO IN MEZZO ALLA GENTE, NON VEDO L'ORA DI ESSERE LI...LIBERA QUESTA VOLTA DI USCIRE E DI VIVERE LA  GENTE, CHE è LA COSA PIù IMPORTANTE PER ME.

QUESTA VOLTA SCRIVERò MENO SPESSO VISTO CHE NON HO IL PC, MAGARI VALE CI METTERà DEL SUO VEDREMO.

UN ABBRACCIO ENORME ELISA CI SI SENTE DAL TOGO 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

rieccomi qui :)

Post n°38 pubblicato il 22 Novembre 2010 da Karembo80

Ciao a tutti!

Sono di nuovo qui pronti per un'altra partenza, ma questa volta con un progetto personale, che quest'anno condividerò insieme a due amiche  Valentina (che già avuto esperienze di volontariato) e Laura (che invece è alla sua prima esperienza)un nuovo progetto..un'altra scuola, perchè credo...crediamo che sia importantissima l'istruzione per i paesi in via di sviluppo, perchè consente di dare agli adulti di domani degli strumenti per migliorare il loro futuro e il loro paese.

La partenza è fissata per l'8 gennaio, questa volta il soggiorno sarà solo di un mese, ma ho già messo in atto Robert per fargli andare a cercare delle scuole bisognose, progetti simili a quelli dell'anno scorso, in questo modo possiamo praticamente partire da subito..naturalm con i tempi africani, ma questa volta saremo in tre, anzi in 4 con Robert,  a seguire il progetto e avremmo solo questo da seguire, quindi sono sicura che arriveremo a tetto.

Inoltre porterò giù i soldi raccolti con la sottoscrizione a premi, per comprare i banchi, e i soldi eccedenti verranno utilizzati per costruire quest'altra scuola. Ma come penserete voi, non dovevi finire ancora la scuola Lonlon con i soldi raccolti con la sottoscrizione a premi??? Tranquilli, i soldi li ho mandati già giù a un'amica (pagando io le spese, come promesso ogni centesimo raccolto è andato giù, le spese aggiuntivi le ho messe di tasca mia perchè mi sembra giusto, mantenere la parola data), volontaria come me, appena li ho raccolti, mi hanno detto che hanno iniziato i lavori e sicuramente a breve saranno terminati, appena mi manderanno le foto li metterò qui sul blog e naturalmente quando andrò giù ne farò tante altre :) che bello non vedo l'ora di riabbracciare i bambini della scuola e la gente del villaggio...è straordinario manca poco più di un mese...non mi sembra vero..il mio cuore è li :)

Come detto per il nuovo progetto partiamo già da una bella somma raccolta con la sottoscriszione a premi che è di 2.500 euro, come sapete la scuola è costata sui 7.500 euro, finita, quindi ci mancano 5000 euro, chi vuole contribuire può contattarmi tramite mail gaia1180@libero.it o numero di cell. 3404287915. Grazie mille ancora per chi ha già donato i suoi soldi, il suo tempo e il suo amore nel progetto scuola lonlon e chi appeggerà quest'altro grosso progetto.

Chiedete pure...ELISA detta Kossiwa :)

un abbraccio e un sorriso

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »