Community
 
A.Dr.Faust
   
 
Creato da: A.Dr.Faust il 17/10/2010
causa incontinenza verbale

Io aiuto Chiara

 

POSTE PAY

4023 6005 8291 8795


Anche io non conosco Chiara, ma conosco il cuore di alcuni blogger che la stanno aiutando e ciò mi basta. Non serve molto, ma serve subito. Per saperne di più:


Simona1808

Alfazulu31

 


 

Le mie ninne nanne (2)

Le mie ninne nanne

La Crus - Milano

Riccardo Tesi - Pistoia

Urfin Dzhyus - Russia

Katuner - Armenia

Manegarm - Svezia

Paul Collier - Gran Bretagna

Adihasla - Finlandia

Mariza Koh - Grecia

Pienet Miehet - Finlandia

Alexandrina Hristov - Romania

Davide Van De Sfroos - Como

Queens of the stone age - USA

Adam Hurst - USA

Shigeru Umebayashi - Giappone

Javier Navarrete - Spagna

Nox Arcana  2 - USA

Ike Yoshihiro - Giappone

Anathema - Gran Bretagna

Goran Bregovic - Serbia

Priscilla Ahn - USA

Secret Garden 2 - Norvegia

Loreena McKennitt - Canada

Nox Arcana - USA

Secret Garden - Norvegia

 

Ultime visite al Blog

joe_strelloeclissidellosguardolascrivanaKatartica_3000bal_zacperla88sjezabelsalice_insonnelost4mostofitallyeahbabaziwoodenshipmargherita.22ViveredartemariellaNsimona1808
 

Da Lady Juliette

Ci sono persone trasparenti, facili da descrivere.

Prendete Lady Juliette, per esempio. Giratela, capovol-getela o scuotetela (delica-tamente, mi raccomando).

Giocateci insieme quando è allegra, osservatela in si- lenzio quando piange o sta- tele accanto quando soffre.

Spiatela senza disturbarla quando è arrabbiata e sor- ridete insieme a lei quando è serena.

Bene, ora provate anche voi a descriverla:

è bella.

[grazie]

 
 

Area personale

 

Démodé

Villa Biasutti, Loneriacco di Tarcento Udine

08 settembre 2011

 

 

 

Ultimi commenti

 

 

Se il mio dottore mi dicesse che mi rimangono solo sei minuti da vivere, non ci rimuginerei sopra. Batterei a macchina un po' più veloce.

Isaac Asimov
 
 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

 

 

Finisce il 2013, ovvero... Rampararara, rampararara ciò che è buono

Post n°378 pubblicato il 31 Dicembre 2013 da A.Dr.Faust

Un anno d'asfalto nero
e di abbracci colorati.

Di musica amica nell'attesa
di notti con la luna.

Un anno di respiri,
di dolci baci

e di promesse mantenute.

 

[... mi alzo in piedi e ti saluto con un inchino.]

 

(Frani - Rampararara)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

pioggia

Post n°377 pubblicato il 01 Ottobre 2013 da A.Dr.Faust

Vita sfilacciata dal tempo
e dal canto della pioggia.

Dita fredde di vento
accarezzano la mente.

Alzo lo sguardo al cielo
alla ricerca di una voce

e della mia luna.

 

[Lo sai vero? Sono cose che succedono nei giorni di pioggia]

 

(Toshiro Masuda - Sadness and sorrow)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

... ed un giorno arrivò K.

Post n°376 pubblicato il 06 Settembre 2013 da A.Dr.Faust

... ed un giorno arrivò K.
ANCORA PIU' VICINA AL PAVIMENTO - 5

 

(Erik Satie - Gnossienne n. 3)

 

- Ciao K. è dura tornare al tran tran di tutti i giorni, vero? Le ferie sono ormai solo un ricordo. - [parlo piano, lascio che le mie carezze accompagnino le parole e lei si distende, si allunga, scodinzola appena].

- Ciao Fausto - [lo sguardo fisso su di me, gli occhi neri, profondi, immobili] - mi manchi. Mi ero abituata così bene ad averti sempre intorno... e poi venire a casa tua, non me lo aspettavo, sai? Tutta quella strada in macchina, poi... sembrava non voler finire mai... e tutto quello spazio nuovo e da esplorare... e tuo figlio Francesco! cucciolooooo, e poi la domenica mattina io e te... - [ormai la coda va a mille, una zampa sopra il mio piede, come a volermi impedire di scappare...].

- Fermati K.! Un attimo di respiro, ti prego -

[Un'ombra attraversa il suo sguardo, si ferma e mi guarda seria]. - E' successo un mese fa ormai, non ne abbiamo mai parlato... volevi evitare l'argomento? Ti ho forse delusa? -

- Oh no piccola! - [cerco di sorridere, ma lo so che è più una smorfia] - non mi hai delusa, tutt'altro. E' vero invece che non volevo parlarne, non ero pronto. - [mi siedo per terra a gambe incrociate e K. si stende vicino a me] - Non so come spiegare quel che ho provato. Avere ancora una volta una cagnolina che gira per casa... sentirti zampettare sul pavimento... ecco, magari potevi evitare di abbaiare a qualsiasi cosa si muovesse, specialmente quando era per strada e non nel mio giardino! - [il lampo che attraversa il suo sguardo mi fa capire che non è spiaciuta affatto...]

- Guarda Fausto che era il mio modo di sentirmi a casa... e della passeggiata al parco delle V. che abbiamo fatto la domenica mattina? Se non vuoi parlarne tu lo faccio solo io... posso? - [non attende nemmeno la mia risposta, riprende scodinzolando piano]. - Ne avevo sentito parlare tanto, lo sai vero? Ho pure letto tutti i racconti che ne faceva Dharma e mi ero immaginata un parco come quello davanti a casa mia, solo più grande. Non ero preparata a ciò che invece ho visto, al viale principale che si snoda in mezzo agli alberi e sembra che si inchinino... ai prati che digradano verso il fiume ed alle siepi ed i rampicanti che ne fan la guardia. - [ora K. appoggia il muso sul dorso della mia mano poggiata sul pavimento] - E gli odori! Mammamia Fausto. Ondate su ondate di profumi e di odori e poi... poi... Ho capito perché abbiamo fatto tutta la passeggiata in silenzio, sai? -

- Si? - [sfilo la mano da sotto il suo muso e ricomincio ad accarezzarla]

- Si, si. Volevi che ascoltassi i suoni del parco. Volevi che sentissi quanto è vivo e pulsante. Volevi che mi rendessi conto di quanto è magico. -

- Si K. Non avevo dubbi che avresti capito. E' magico. -

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

2011 - 2013

Post n°375 pubblicato il 17 Agosto 2013 da A.Dr.Faust

(Natalie Walker - Waking dream)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sono fortunato

Post n°374 pubblicato il 20 Luglio 2013 da A.Dr.Faust

 

Viene il tempo in cui le parole non servono

viene il tempo in cui puoi sederti tranquillamente 

senza trattenere il fiato

senza arrovellarti il cervello

Viene il tempo in cui 

la felicità ti sfiora

e le ombre scompaiono

l

(anche le parentesi quadre)

 

(Vinicio Capossela - Che coss'è l'amor)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

vorrei

Post n°373 pubblicato il 28 Maggio 2013 da A.Dr.Faust

In un mondo d'ombra
sempre più ostile

sogno la luce d'ambra
di una luna gentile

la mente sgombra
il profumo sottile

del cuore che vibra.

(Devendra Banhart - A ribbon)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

strada

Post n°372 pubblicato il 01 Aprile 2013 da A.Dr.Faust

Di quel nastro grigio
e bianco come la luna

porterò con me il sole
della mia vita.

Da nuvola a nuvola
ne porterò il sapore

fino a te.

(Cocoon - Hummingbird)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

silenzio

Post n°371 pubblicato il 24 Marzo 2013 da A.Dr.Faust

Non servono parole
non sguardi o gesti.

Non di fiori i cesti
od il tepore del sole.

Vorrei, si il tuo respiro
scivolarmi addosso

farsi sospiro.

 

(Aleah - Days of silence)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

... ed un giorno arrivò K.

Post n°370 pubblicato il 01 Marzo 2013 da A.Dr.Faust

... ed un giorno arrivò K.
ANCORA PIU' VICINA AL PAVIMENTO - 4

 

(Khalid Izri - Granada)

 

- K.! Mi senti? - [alzo la voce al telefono mentre lei mi cerca con sguardo perplesso nella stanza vuota]. - Piccola cucciola, lo sai che mi manchi?

- Ciao Fausto, [la coda a mille quando capisce che sono io al telefono], anche tu mi manchi. Dopo la neve ora sono arrivate giornate quasi primaverili ed ho voglia di fare una lunga passeggiata, quando vieni a prendermi? - [la coda immobile, fissa la cornetta con quei suoi occhi neri, con sguardo d'accusa].

- Ancora un po' di pazienza K., tra poco vengo a trovarti. Certo che sei ben strana, appena arrivo mi fai un sacco di feste, corri ed abbai, saltelli sul divano ed abbai, non smetti finché non ti ho accarezzata e grattata dietro le orecchie... sei una vera peste - [un lampo le attraversa gli occhi] - Quando invece è per me il momento di partire, manco mi saluti, sparisci e non ti fai più vedere. Ti sembra il modo? -

[La pausa di silenzio è lunga e mi chiedo se non sia caduta la linea, poi comincia a parlare] - Guarda Fausto che mica è facile nemmeno per me. Ti considero di famiglia ormai e non mi va di vederti partire.

- Capisco K., ma lo sai che non posso far altrimenti. Ora però toglimi una curiosità, com'è che se esco cerchi sempre di venire con me, sperando che sia per fare una passeggiata, ma quando lo faccio per tornare a casa mia... sparisci? Da cosa lo capisci? - [nessun silenzio stavolta, ma il suo tono si fa basso]

- E' facile Fausto, possibile che tu non ci sia ancora arrivato? - [la coda ora si muove lentamente, come a voler dettare il ritmo ai suoi pensieri]. - Quando ti prepari per andartene, quando sei pronto per i saluti... prima sposti la tua valigia in corridoio. -

- Ah - [in effetti è vero, faccio proprio così]

- Tanto da adesso non mi importa più... - [nel dirlo trattiene il fiato, in attesa della mia reazione alle sue parole] - puoi andare e venire come vuoi che tanto non mi fa né caldo né freddo... -

- Ah siiii? - [mi sforzo di non ridere, tanto è evidente il suo gioco] - allora come mi spieghi che ho saputo che l'ultima volta che l'uscio dello sgabuzzino è rimasto inavvertitamente aperto, è sparita una mia ciabatta per ricomparire magicamente nella tua cuccia???? -

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Layla e Majnun

Post n°369 pubblicato il 21 Febbraio 2013 da A.Dr.Faust

Il suono del suo cuore
e le sue mani

La voce del suo respiro
e la risata calda

musica per chi nel deserto
ne scriveva il nome

sulla sabbia.

(Radiodervish - Layla e Majnun)

Con lei danzava tutto il mio essere
Ed esaltava le gioie della mia età
Oh venti restituitemi alla sua presenza
Riportatela da me


Non c'è sole in un'alba senza Layla
Non c'è luna della sera
Senza il suo ricordo

I paradisi abitavano il mio petto
E ubriacavano la mia passione
Adesso rimangono solo alcune immagini
Ombre che non consolano

Non c'è sole in un'alba senza layla
Non c'è luna della sera
Senza il suo ricordo

Fermatevi stelle, fermatevi ruote del tempo
Con il mio cuore ancora in eterna attesa

[Basta il testo tradotto della canzone, vero?]

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »