Creato da Fili_Invisibili il 06/11/2007

Di Me

Le parole cadono come pezzi di vetro scheggiato, belle, scintillanti sotto la luce. Pensiero dopo pensiero, una dopo l'altra, lasciando tagli irregolari di un quadro astratto.

 

 

Sorriso Africano

Post n°175 pubblicato il 18 Febbraio 2009 da Fili_Invisibili

Amici cari, questo messaggio è difficile.
Come alcuni già sanno, mia figlia è in Africa per un lungo periodo di missione umanitaria. Erano due anni che si trascorreva insieme il mese di agosto in una piccola missione della Tanzania e oltre a quei due mesi vi ho trascorso altri brevi periodi da sola. In tutta sincerità posso dire che, nonostante le notevoli difficoltà, sono stati i giorni più sereni e sorridenti di questi ultimi due anni della mia vita. Le capitali e i luoghi di soggiorno per turisti offrono una visione distorta e distante dalle reali condizioni di questo popolo. In Africa si muore per un nonnulla e a morire sono soprattutto i bambini.

Nonostante tutto sorridono, sempre. Mi è stato detto che sorridono perché non conoscono la differenza, perché non hanno coscienza del baratro tra il nostro benessere e la loro sofferenza. Può essere, ma in quel sorriso io vedo una grandezza che noi non riusciremo mai a raggiungere perché la differenza la conosciamo eppure passiamo il tempo a lamentarci, sorridiamo poco, alcuni mai; non sappiamo apprezzare quello che abbiamo e spesso mortifichiamo l'amore.
Dall'ultimo messaggio di mia figlia: “ieri ero libera e ho trascorso l'intera giornata nel villaggio masai...mi avevano invitato loro!!!!! C'era la commemorazione per un defunto capo...che bello!!!! ero sola soletta e sono stata benissimo!!! Vedere cose simili...pensare che li non ci e' andato mai un solo bianco oltre quelli della missione...abituati come si e' alle messe in scena turistiche...era tutto reale!!! tutto come doveva essere ...come da secoli...cosi'...bello, perche' estremamente vero!!”

Dal suo messaggio ho capito che mia figlia
è serena; la conosco così bene che so che non tornerà, non lascerà mai quei luoghi e quei bambini. Ne sono fiera e approvo la sua scelta.
Il blog chiude. E' stato un piacere navigare con Voi, in alcuni casi un onore.  Rosa

PS:
per meglio ammirare quei sorrisi, consiglio la visualizzazione "high quality": dopo l'avvio del video, spostarsi su freccia opzioni ^ in basso a destra, poi clic su HQ. Un bacio.


 

 
 
 

Senza Parole

Post n°174 pubblicato il 02 Febbraio 2009 da Fili_Invisibili

- A cosa servono le parole?

- A razionalizzare le ferite che ci infliggiamo.

  

Vola solo chi osa farlo  (dal web)

Le foto sono del '94, le ho salvate via scanner, consiglio la visualizzazione "high quality": dopo l'avvio del video, spostarsi su freccia opzioni ^ in basso a destra, poi clic su HQ.

 
 
 

Giornata della Memoria

Post n°173 pubblicato il 27 Gennaio 2009 da Fili_Invisibili

Il mio parere è che la memoria, il ricordo non è un fatto ma un sentimento, un pensiero che ci accompagna. Ho sempre avuto un rapporto strano con le commemorazioni così come mi sono sempre rifiutata di celebrare la festa degli innamorati o quella della donna. Il paragone è poco ortodosso ma è per rendere l’idea. Se sono innamorata (e ricambiata..) è sempre un giorno di festa; il 14 febbraio invece non è giorno di gioia per tutti… In quanto persona donna ogni giorno è il mio giorno e, in un certo senso, vedo la discriminazione proprio nel festeggiamento dell’8 marzo. I media si danno un gran da fare a parlare di come gli innamorati spenderanno soldi per festeggiare e non mancano le interviste stupide strappate ai passanti in centro città. L’8 marzo qualche gruppo femminista e politico donna si farà avanti per parlare di diritti e abusi per poi tacere fino al successivo 8 marzo e non mancheranno le polemiche inutili e assurde.

Così come non sono mancate polemiche, discussioni e sagge parole in occasione della commemorazione odierna; poi tutto sarà silenzio, nuovamente silenzio. E sono tanti i silenzi anche su genocidi che non sono ancora ricordo: Darfur, Congo, Medio Oriente.

La discriminazione non è ancora memoria; il razzismo è un fatto odierno con l’aggravante religioso e politico. Oggi non è facile essere ebrei in Medio Oriente e non è facile essere palestinesi. E’ vietato professare il cattolicesimo in molti stati arabi e in Cina; nell’Occidente si vieta la costruzione di moschee per gli immigrati musulmani.

Ho sempre i brividi quando osservo le immagini dei cadaveri dell’olocausto e dei corpi scarni dei sopravvissuti e provo altrettanto orrore per quelle immagini, non molto diverse, che giungono oggi da vari luoghi nel mondo.

Albert Schweitzer: La verità non ha un suo tempo particolare. La sua ora è adesso, sempre, e più che mai quando sembra maggiormente inopportuna alla circostanza del momento.

 
 
 

Stella Africana

Post n°172 pubblicato il 19 Gennaio 2009 da Fili_Invisibili




Cosa vede una stella

mentre un bimbo africano affamato

guarda la notte

tra insetti che mordono la sua fame?

E’ consapevole

di quella minuscola fragilità in balia

dell'ultimo respiro?

 
 
 

Le braccia di Afrodite

Post n°171 pubblicato il 14 Gennaio 2009 da Fili_Invisibili

Fu scoperta nel 1820 da un contadino greco di nome Yorgos Kentrotas in una caverna sotterranea sotto un antico teatro nell'isola di Milo.
Aveva cuore e naso rotti e si era spezzata in due parti. Era fredda come il marmo... Il basamento dal quale era caduta era li accanto insieme a un pezzo del suo braccio superiore sinistro e una mano che teneva una mela.

Non è dato sapere da quanto tempo fosse lì in attesa di essere ritrovata. Chissà quanto aveva gridato il suo cuore… per rivedere la pelle umana, sentire il calore di un tocco, sentire quella bellezza che la gente vedeva in lei, annusare gli odori della vita e assaporare l'amore.
Si chiamava Afrodite di Milo. Era malconcia; Yorgos accolse questa fragile creatura sotto la sua ala, come fosse un'Anima perduta. La nutrì; aprì il suo cuore a lei. La ripulì dalla polvere e le diede speranza, fede e amore. La fece sorridere dentro mentre lei faceva sorridere lui.
Mi piace pensare che sia andata così, è piacevole pensare a quei sorrisi, il sorriso del marmo che ritrova vita…
Afrodite fu poi acquistata dal Marchese de Riffardeau, ambasciatore francese in Turchia che dopo il restauro la donò al Re Luigi XVIII che successivamente la fece sistemare nel Museo del Louvre.
Mentre veniva trasportata verso la nave i marinai francesi furono assaliti da una banda di briganti greci; durante gli scontri fu trascinata sulle rocce, perse entrambe le braccia ma i marinai si rifiutarono di andare a recuperarle.
Si ritiene che Afrodite fu scolpita nell'anno 150 ac da Alessandro di Antiochia; è sopravvissuta anche al cambio del nome. Oggi si chiama Venere di Milo ed è una delle più famose opere d'arte antica. Si dice che rappresenta la bellezza fisica, amore e fertilità ma io penso che rappresenta una verità più profonda. Anche senza braccia visibili il suo simbolismo ancora si protende verso noi e ci avvolge.
Lei è l'amore che ci dice che ha bisogno di noi. Ci dice che ci completa mentre la completiamo. Le sue braccia sono le nostre braccia. Più importante, rappresenta la bellezza trasparente dell'imperfezione. Ci spiega che la bellezza e l'amore si protendono verso noi ma non possiamo vederli. L'amore vuole avvolgere le sue braccia intorno a noi ma lo respingiamo. Ci parla ma non lo ascoltiamo.
La Venere risiede al Louvre ma il suo domicilio è in noi. Non possiamo rinchiuderla. Dobbiamo farla uscire. Ha bisogno di respirare.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

LA MIA GIOIA, MIA FIGLIA

 

LA MIA OMBRA


La mia ombra
ha smesso di seguirmi.
Ha preso un sentiero diverso.
Mi guardo dietro
ma non la vedo.
Continuo a guardami dietro
sperando di vederla.
Vorrei ritrovarla.
Vorrei smettere
di seguire il mio cammino
e lasciarmi condurre
dalla mia ombra,
quell'andare silenzioso,
quel passare inosservata,
restare inosservata.

 

ULTIMI COMMENTI

messaggeria piena....buon compleanno e buon 2012
Inviato da: ninograg1
il 05/05/2012 alle 09:13
 
:) buon otto marzo..
Inviato da: lightdew
il 07/03/2011 alle 21:42
 
..auguri, anche qui. ;)
Inviato da: lightdew
il 04/05/2010 alle 06:58
 
...un sorriso per te in questo giorno speciale ..un...
Inviato da: philrep
il 04/05/2010 alle 03:53
 
Rò mi manchi...torna...ti voglio bene
Inviato da: La tua cucciola
il 29/03/2010 alle 23:01
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

demonero_1ariel63malesilvia0sasajipetalodilunablucaliban57sakulalela830strong_passionepicurea83cinqueagostozeronovedavide.barbazzamah.bosamueleb74manuelmazzoleni
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 


Avrai altri amori
ma nessuno
saprà adorarti come me
nessuno saprà adorarti
in quel modo
nè conoscere
il tuo vero sapore
nessuno

 

DIPINTO D’AUTORE

Adoro l'espressione di piacere

che dipingo sul tuo viso

occhi socchiusi

labbra dischiuse

disegnare il tuo corpo

con le mie labbra

tracciare le tue pieghe

col più morbido dei miei pennelli

sfumare chiaroscuri

con le mie mani

mia tela prediletta

io ti amo