Un blog creato da forzapapaboys il 05/07/2008

Forza PapaBoys!

Un blog di un papa boy innamorato di Gesù. Ciao a tutti, sono Francesco un associato dei Papaboys di Palermo, ho 25 anni e faccio parte dell’Associazione da circa 1 anno. Questa sera ho deciso di aprire un blog sui Papaboys, si! sulla nostra associazione di giovani cattolici, l'Associazione Nazionale Papaboys

 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: forzapapaboys
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 32
Prov: PA
 
 
 
 
 
 
 

PAROLE DI PAPA BENEDETTO XVI

“Non abbiate paura di annunciare Cristo ai giovani della vostra età. Mostrate loro che Cristo non ostacola la vostra vita, né la vostra libertà; al contrario, vi dona la vera vita, che vi rende liberi per lottare contro il male e fare della vostra vita qualcosa di bello”.

 
 
 
 
 
 
 

ENTRA NELL'ASSOCIAZIONE DEI PAPABOYS

Vuoi vivere con noi una esperienza straordinaria di amicizia, fraternità ed una vita VERA? Al servizio degli altri, in unione con Gesù ed i suoi amici?

ENTRA NELL'ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI PAPABOYS!

TI ASPETTIAMO!

http://www.papaboys.it/iscrizione/index.asp

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

ADORAZIONE EUCARISTICA

" E' COMMUOVENTE PER ME VEDERE COME DAPPERTUTTO NELLA CHIESA SI STIA RISVEGLIANDO LA GIOIA DELL'ADORAZONE EUCARISTICA E SI MANIFESTINO I SUOI FRUTTI' (Papa Benedetto XVI)

www.adorazione.org

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 
 
 
 
 
 

IL CANALE YOU TUBE DEI PAPABOYS

VISITA IL CANALE YOU TUBE

PAPABOYS113

 
 
 
 
 
 
 

LA PREGHIERA DEL SANTO ROSARIO

Sia la stupenda preghiera del Santo Rosario, insieme al nutrimento dell'Eucarestia, la 'roccia' sulla quale costruire l'Associazione Nazionale dei Papaboys: è la prima raccomandazione per tutti i nostri ragazzi, in tutta Italia. Ogni volta che inizia l'attività di una sede regionale, o sede provinciale o comitato locale, sia il Santo Rosario - appuntamento settimanale per i primi nuclei di giovani che si ritrovano insieme - il 'tutto' che abbiamo da condividere. Chiediamo a Maria - stupenda mediatrice con il Signore (il Padre) ed il Cristo (Gesù, il Figlio) - la protezione per la nostra attività di giovani, per la nostra vita di impegno e testimonianza, per l'assistenza materna alle nostra famiglie, a tutti i nostri amici, ed a tutti gli altri giovani del mondo. Attraverso il Santo Rosario riusciremo, fratellini e sorelline carissime, a 'tuffarci' in un mare di disponibilità verso il prossimo, solidificando la nostra fede, allontanando il maligno dalla nostra vita, e mettendoci nel giusto cammino della felicità cristiana. Pregare il Rosario rende felici! Rende amici! Fa scorrere nelle nostre vene e nei nostri cuori il solito Sangue, nel quale potremo facilmente riconoscere Cristo attraverso ogni cromosoma nel comune Dna. Il Santo Rosario attraversa il cuore di Maria per sensibilità e misericordia e La rende nostra mediatrice presso il Signore!

PER SAPERNE DI PIU' E PREGARE CON NOI!http://www.papaboys.it/missione/preghiamo.asp

 
 
 
 
 
 
 

I MIEI LINK PREFERITI

 
 
 
 
 
 
 

GIORNATA MONDIALE DEI GIOVANI SIDNEY 2008

Segui on line la Celebrazione della Giornata Mondiale della Gioventu' che si terrà dal 15 al 21 Luglio 2008 a Sydney in Australia!

http://www.papaboys.it/gmg/index.asp

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

tadelaamandaclark82GiuseppeLivioL2rosettav25romanobergamaschifigucciavincenzomoselle57antonella.averna1984iosonounlabirintoIo.Marc0BossTeoROSSI445puma82_aproberto.sainaghimoonyinthedark
 
 
 
 
 
 
 

 

 

DA FACEBOOK E DA INTERNET SI ALZA LA VOCE DEI PAPABOYS: 'AIUTI VERI ALLE FAMIGLIE ED AI GIOVANI'

Foto di forzapapaboys

PROTESTA - E' nato da poche ore - via Facebook - ma anche con richiami ed interventi su internet, blog, e social network - un gruppo di sensibilizzazione che chiede un immediato intervento per ridurre gli 'stipendi vip' ed aiutare concretamente i poveri, i bisognosi, che in questo nostro stato sono ormai principalmente le famiglie a basso reddito (ma le famiglie stesse in generale sono ridotte sul lastrico), i giovani in cerca di occupazione, le forze dell'ordine e quelle categorie che nella società hanno stipendi bassi in proporzione ai miliardi che girano - tra contratti, stipendi e benefit - i calcatori, i personaggi della tv ed i politici. Capiamo di più di questa contestazione che parte proprio dalla nostra Associazione dei Papaboys, stanchi ormai al limite, di vedere le 'orge di stato', e le ruberie, fatte con i denari dei cittadini: è uno schifo da far cessare! Riducendo in proporzione gli sperperi pubblici, che sono migliaia di milioni di euro, si potrebe rimettere in sesto completamente il nostro paese!

LA MOTIVAZIONE E LE PROPOSTE

In un momento particolarmente drammatico, specialmente per molte famiglie italiane che realmente non riescono ad arrivare alla fine del mese, in Rai si discute del compenso per Bruno Vespa, con una base annuale di 1 milione e 600 mila euro! Sia chiaro che la nostra riflessione non è diretta al 'giornalista' Vespa, che stimiamo e reputiamo uno dei maggiori professionisti del paese, ma è una critica all'interno sistema, che spende fior fior di miliardi pubblici (ma anche privati) per contratti milionari, e non tutela minimamente i cittadini, che lavorano quanto i 'vip' e guadagnano assolutamente di meno. LA DOMANDA (DIREBBE LUBRANO) CI SORGE SPONTANEA: NON SAREBBE IL CASO DI DARE UNA REGOLATA AL SISTEMA? Prima di tutto la classe politica (che si arricchisce in maniera spropositata e gode di infiniti privilegi), quindi tutto cò che ruota intorno al mondo della televisione, e poi una riflessione anche per quello che riguarda il mondo dello sport.

Questa corsa sfrenata allo 'show business' è una macchina infernale che il diavolo alimenta per dare privilegi, corrompere, inflazionare e soprattutto ridurre in schiavitù e sottomissione le masse dei giovani e delle famiglie. Non sarà facile vedere un politico parlare di riduzione di stipendi e privilegi, o un calciatore, o un personaggio della tv: ma con i soldi si conquista poco Paradiso, e tanto inferno! Ed anche dal lato etico e sociale la situazione è veramente schifosa. Che si può fare?

Noi dei Papaboys, da oggi ne iniziamo a parlare. Domani si vedrà, è un altro giorno.

MA NON STAREMO ZITTI E NON CI FAREMO INTIMIDIRE.

Iscriviti al gruppo di Facebook!
http://www.facebook.com/home.php?#/event.php?eid=184020113335&ref=mf


GLI INTERVENTI DELL'ASSOCIAZIONE DEI PAPABOYS

1) SI RIDUCANO DA SUBITO STIPENDI AI POLITICI, PERSONAGGI TV E SPORTIVI: LA CRISI E' GRAVE!
http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2922

2) VERGOGNA! GLI EX SENATORI CHIEDONO ANCORA PRIVILEGI! CHIEDIAMO RIDUZIONE DI STIPENDI
http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2934

3) LA LENTA EUTANASIA DELLA POLITICA CHE UCCIDE LE ISTITUZIONI, MA SOPRATTUTTO I GIOVANI
http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2933

LA PROPOSTA - AUMENTARE GLI STIPENDI O AIUTARE:

- LE FAMIGLIE CON PIU' FIGLI A CARICO
- LE FAMIGLIE CON FASCIA SOCIALE DI REDDITO BASSO
- LE FORZE DELL'ORDINE AL SERVIZIO DEL CITTADINO
- I GIOVANI IN CERCA DI PRIMA OCCUPAZIONE


LA PROPOSTA - DIMINUIRE DRASTICAMENTE GLI STIPENDI
ED I BENEFIT DI LUSSO:


- CONTRATTI MILIARDARI DEI PERSONAGGI TV
- STIPENDI E BENEFIT SFRENATI PER I POLITICI
- CONTRATTI MILIARDARI DEI GIOCATORI DI CALCIO

 
 
 

L'11 OTTOBRE ANCHE I PAPABOYS PARTECIPANO ALL'EVENTO 'IO DISSUADO' AL CIRCO MASSIMO DI ROMA

Foto di forzapapaboys

ROMA - Le persone sanno che “la velocità uccide”, eppure il loro comportamento di guida reale sembra non riflettere questo assunto. Giornali, ricerche sociali, istituzioni continuano a evidenziare la pericolosità della velocità al volante, ma le persone, di fatto, non ne tengono conto. Secondo una recente ricerca europea, in ogni istante il 50% dei guidatori supera i limiti di velocità consentiti (Fonte: OECD/ ECMT, 2006). Il progetto Io dissuado intende contribuire ad incidere, modificandolo, su questo atteggiamento mentale e comportamentale senza far leva su un facile terrorismo o una condanna morale, ma fornendo alle persone un’evidenza razionale, “Rallentare uccide di meno”, che fa appello alla loro intelligenza e alla sensibilità di individui e di membri della collettività. L’obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare il grande pubblico sul tema della sicurezza stradale, stigmatizzando comportamenti e atteggiamenti scorretti alla guida.

leggi tutta la notizia su

http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2870

 
 
 

PROGETTO FONDAZIONE ANIA PER LA SICUREZZA STRADALE

Le persone sanno che “la velocità uccide”, eppure il loro comportamento di guida reale sembra non riflettere questo assunto.  Giornali, ricerche sociali, istituzioni continuano a evidenziare la pericolosità della velocità al volante, ma le persone, di fatto, non ne tengono conto. Secondo una recente ricerca europea, in ogni istante il 50% dei guidatori supera i limiti di velocità consentiti (Fonte: OECD/ ECMT, 2006).

 Il progetto Io dissuado intende contribuire ad incidere, modificandolo, su questo atteggiamento mentale e comportamentale senza far leva su un facile terrorismo o una condanna morale, ma fornendo alle persone un’evidenza razionale, “Rallentare uccide di meno”, che fa appello alla loro intelligenza e alla sensibilità di individui e di membri della collettività. L’obiettivo del progetto è quello di sensibilizzare il grande pubblico sul tema della sicurezza stradale, stigmatizzando comportamenti e atteggiamenti scorretti alla guida.

 

 

 Io dissuado

Io dissuado è un progetto di sensibilizzazione e di comunicazione che prevede l’utilizzo di più media:

·        Stampa quotidiana e periodica (da meta aprile a metà ottobre)

·        Internet

·        Evento a Roma

·        Relazioni pubbliche

 

Attraverso un elemento simbolico, il dissuasore di velocità, vengono invitati tutti, in quanto tutti possibili vittime di incidenti stradali, ad essere testimonial di una campagna contro la velocità. Tutti sono invitati a diventare “dissuasori umani” di un comportamento scorretto che provoca ogni anno più vittime di una guerra.

L’evento

L’obiettivo dell’evento è quello di sensibilizzare la pubblica opinione, grazie ai media nazionali ed internazionali, rispetto al dramma quotidiano degli incidenti e delle vittime della strada attraverso un evento di massa, spontaneo, colorato e pacifico.

Migliaia di persone si raduneranno a Roma domenica 11 ottobre 2009 per formare un cordone di “dissuasori umani”, proprio come viene visualizzato nella campagna stampa.

 

 

 

Il giorno dell’evento

La mattina dell’evento, alle ore 9.30, si raduneranno in via dei Cerchi tutti coloro che hanno aderito alla manifestazione. Verranno allestiti punti informazione e di ristoro ed aree destinate ai servizi. I volontari riceveranno le istruzioni utili da un coreografo di massa e dal suo team. Verso le ore 12.30, sotto la loro regia, i presenti si sdraieranno a terra, formando così una “colonna di dissuasori umani”. E’ previsto un momento musicale di grande impatto emotivo per dare la massima solennità all’iniziativa.

Max Gazze ed Eugenio Finardi chiuderanno la manifestazione, verso le 13, con una performance musicale creata ad hoc per l’evento.

Interverranno, inoltre, con la loro testimonianza personaggi dello sport e dello spettacolo. A tutti i partecipanti verrà regalata una T-shirt celebrativa dell’evento e materiale informativo sulla sicurezza stradale.

 

Location

Roma, in quanto capitale d’Italia, deve essere rappresentativa di un Paese che ha deciso di iniziare una pacifica campagna contro la morte sulle strade.

Per questa ragione è stata scelta la Città Eterna, in un luogo simbolico ed altamente suggestivo, via dei Cerchi (zona Circo Massimo), quale location della manifestazione.  

 

Patrocini

Il progetto ha ottenuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Comune di

Roma.

 

Sito internet per iscrizioni ed informazioni

www.iodissuado.it

 

Segreteria organizzativa

e-mail: redazione@iodissuado.it

cell:  3317779242

 

 

 

 
 
 

NASCE, DOPO LA NAZIONALE ITALIANA, ANCHE IL 'PAPABOYS ROMA F.C.'. PRONTO UN CAMPIONATO D'ELITE

Foto di forzapapaboys

PAPABOYS- Dopo le belle esperienze e gli incontri di calcio in tutta italia, con la bella e vincente realtà della Nazionale Italiana dei Papaboys, ai responsabili dell'Associazione Nazionale Papaboys è venuta un'altra idea, e cioè quella di creare un club di calcio 'permanente' che possa partecipare ad un campionato vero e proprio con un progetto - quindi - di calcio 'vero' e di continuità. Nasce così in queste ore la squadra 'Papaboys Roma F.C.' aperta a giovani con una età minima di 15 anni che inizieranno ad allenarsi questo giovedì (domani sera ndr) presso il campo sportivo 'Roma Team Sport - Impianto Maurizio Melli', in Via Cina 91 zona Eur/Torrino. Il primo allenamento è previsto questo giovedì, ore 22, mentre la seconda occasione di incontro, sarà sempre questa settimana, nella mattina di sabato, dalle ore 10 sempre nel solito impianto sportivo.

Per configurare la nuova squadra, è stata affidata la presdienza della stessa ad un personaggio conosciutissimo e molto stimato nell'ambiente calcistico romano, il professor Mario Brozzi, già medico sociale della Roma calcio, e quindi anche medico personale del campione Francesco Totti. Per questa stagione (che inizierà in questi giorni con un campionato vero e proprio) il team dei Papaboys Roma è stato affidato a mister Carsetti, un tecnico con forte esperienza nel settore giovanile. Dirigenti accompagnatori, Stefano Parodi, un passato ed un presente nel calcio romano, ed anche Paolo Ricciotti, fino allo scorso anno, onorevole con delega alla segreteria parlamentare della Nato.

Per informazioni potete rivolgervi
direttamente in Associazione
06/97270529 oppure al cellulare di
Moreno Sportoletti (coordinatore del team) 338/1345289

 
 
 

GENERAZIONE HOLLY E BENJI... LE CONCLUSIONI DI UN CONVEGNO ALLA CATTOLICA SULLE TENDENZE GIOVANILI

Foto di forzapapaboys

SENZA ALTRE PAROLE - Holly e Benji«Noi, quelli che…»: Lascia o raddoppia per i sessantenni, Carosello per i cinquantenni, DriveIn per i trenta/quarantenni, Holly e Benji per gli adolescenti e ventenni di oggi. Un gioco comune, a cena come negli scambi via email, insieme scherzosi e appassionati. Ma anche la spia dell’azione di processi culturali complessi, attivi nella vita quotidiana degli individui e dei gruppi sociali. Quante volte, infatti, le persone definiscono la propria appartenenza a una determinata generazione citando film, programmi televisivi, oggetti, marchi utilizzati o visti nella propria infanzia o adolescenza? Quello tra i media e le identità collettive è un rapporto stretto, per certi versi reso ancora più evidente dalle nuove tecnologie e dagli ambienti digitali. In una fase storica in cui l’esperienza sociale – individuale e collettiva, pubblica e privata – è segnata dalla presenza e dalla mediazione dei mezzi di comunicazione, l’appartenenza generazionale si manifesta in forme complesse e in qualche modo più opache che in passato, in funzione del ruolo sempre più decisivo dei media nel modellare le identità dei soggetti sociali. Da questo presupposto ha preso avvio il convegno che si è svolto venerdì 11 e sabato 12 settembre scorsi presso la sede milanese della nostra Università, promosso dalla rete di atenei legati al Progetto di ricerca di interesse nazionale Media e generazioni nella società italiana (2006/2009), coordinato dall’unità centrale dell’Università Cattolica di Milano, sotto la guida del professor Fausto Colombo, direttore di OssCom - Centro di ricerca sui media e la comunicazione.

continua su

http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2842

 
 
 

IL PAPA RICORDA I PARÀ ITALIANI MORTI E TUTTI GLI OPERATORI DI PACE. CONTRO OGNI VIOLENZA

Foto di forzapapaboys

CASTELGANDOLFO - Questa domenica, da Castel Gandolfo, al termine della preghiera domenicale dell'Angelus, Benedetto XVI ha dedicato un pensiero speciale a tutti gli operatori di pace impegnati nei diversi conflitti mondiali. “Per le numerose situazioni di conflitto che esistono nel mondo, ci giungono, quasi quotidianamente, tragiche notizie di vittime sia tra i militari che tra i civili”, ha detto il Santo Padre. “Sono fatti – ha poi aggiunto – a cui mai possiamo abituarci e che suscitano profonda riprovazione, nonché sconcerto nelle società che hanno a cuore il bene della pace e della civile convivenza”.  Il Papa ha poi confessato di aver provato “profondo dolore” per la morte dei sei militari italiani della Folgore caduti in un attentato il 17 settembre a Kabul, in Afghanistan, e le cui salme sono rientrate in Italia questa mattina, prima delle solenni esequie funebri che verranno presiedute a Roma dall'Arcivescovo Vincenzo Pelvi, Ordinario militare per l'Italia, nella Basilica di San Paolo Fuori le Mura il 21 settembre, alle ore 11.

continua su

http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2839

 
 
 

POLIZIA E YOUTUBE AIUTANO GIOVANI A NAVIGARE SICURI SU WEB CON IL PROGETTO 'NON PERDERE LA BUSSOLA'

Foto di forzapapaboys

ROMA - Aiutare i giovani a "Non perdere la bussola" durante la navigazione in Internet e ad evitare cosi' le insidie, a cominciare dagli 'attentati' alla privacy, che si celano in Rete: e' l'obiettivo dell'iniziativa congiunta della Polizia delle comunicazioni e di Youtube, in collaborazione con il ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca, che punta alla sensibilizzazione dei ragazzi tra i 13 e i 18 anni sui temi della sicurezza in Rete e dell'uso responsabile delle community on line. Destinatari dell'iniziativa gli studenti ma anche gli insegnanti delle scuole medie inferiori e superiori su tutto il territorio nazionale. Il progetto educativo intende fornire loro strumenti conoscitivi e didattici per garantire una navigazione in Internet consapevole e sicura. "E' da anni che la Polizia di Stato opera per far si' che i rischi della Rete, soprattutto nei confronti dei minori non debbano costituire un limite allo siluppo della comunicazione sul web", ha spiegato Maurizio Masciopinto, direttore delle relazioni esterne del Dipartimento di pubblica sicurezza. A partire da quest'anno scolastico l'iniziativa prevede l'organizzazione di una serie di workshop gratuiti nelle scuole italiane che ne faranno richiesta per insegnare ai ragazzi che navigano in rete e frequentano Youtube come sfruttare le potenzialita' comunicative del web e delle community on line senza correre rischi connessi alla privacy, all'utilizzo di contenuti inappropriati, alla violazione del copyrigth e all'adozione di comporamenti scorretti o pericolosi.

Leggi tutta la notizia su

http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2837

 
 
 

MARCHE - TUTTO ESAURITO AL TEATRO DORICO DI ANCONA PER INIZIATIVA PAPABOYS 'SGUARDI SONORI ATTENTI

Foto di forzapapaboys

ANCONA - Lo scorso giovedì 10 settembre sul palco del Teatro Dorico di Ancona si è svolta la prima edizione del "concerto contenitore" -Sguardi Sonori Attenti-, organizzato dall'associazione Papaboys della Regione Marche. La serata aveva l'obbiettivo di far conoscere ai ragazzi della zona le attività dell'associazione e di altri gruppi che operano nel settore giovani e di aprire con i giovani stessi una sorta di "dialogo"e contemporaneamente di ascolto del pensiero dei giovani,pensiero da loro espresso attraverso la musica. A lavorare sul palco e ad esplorare con "sguardi attenti"questo mondo giovanile ,oltre sessanta persone gestite dai padroni di casa Alfredo B. Cartocci e Alessandro D'Elia;la band Blues juice ha infiammato la sala con un entusiasmante apertura in chiave blues ,il testo del loro brano era un invito a cercare quella luce che scintilla negli occhi del prossimo,luce d'amore da cui partiva questo percorso,seguiti poi dalla giovane solista Giulia Bianchi interprete di Let it Be e dai Radio Souvenir che hanno ribadito come la musica sia modo per trasmettere ogni emozione che altrimenti rimarrebbe inespressa,altro tema trattato dalle band è stato il disagio nell'amore non corrisposto,di questo hanno parlato i Last Midnight Check nei loro brani e Federica Felloni che ha cantato L'emozione non ha voce;parentesi metal con il gruppo degli stinkyfuss e poi "sul bordo delle emozioni"con i Larsen:il loro brano "By the edge"parla appunto del bordo delle proprie fragilità,di quando si ha paura di cadere e di come,proprio in quel preciso momentoi ,si decida di cambiare direzione.

Romina Ragni,terza solista ha chiuso la prima parte della serata con il brano Cambiare di Alex Baroni. Il sipario si è poi riaperto con le bravissime ballerine del corpo di ballo "Danza Batterfly pgs OrSal"e a seguire i Timeless e la loro ballata dove la musica stessa viene indicata come mezzo per risvegliare una società..a volte assopita o distratta. E' stata poi la volta del trio da camera "Michela Pasquali,Gaia Mazzanti ed Elisa De Cosmo"e del gruppo degli Ostellis il loro brano indica la fine del percorso della serata.."è il tempo nuovo e io sarò capace di volare,io saprò come volare.."Saluto finale prestigioso con due canti di Lode al Signore eseguiti dal coro da camera "Le Muse" diretto dal Maestro Nadia Bellelli. Durante la serata come accennato sopra, sono arrivati ai giovani presenti inviti a partecipare alle attività proposte dall'Associazione Papaboys,dal gruppo di Evangelizzazione "Cavalieri della Luce", dal Movimento Giovanile Salesiano,Missionari Saveriani e dalla Pastorale Vocazionale. Proposte fatte dai giovani e fatte ai giovani quindi in una serata che sarà solo la prima di una serie di eventi che i Papaboys hanno in cantiere per portare il messaggio Cristiano in mezzo ai giovani. Ma, a Dio piacendo, è solo l'inizio di un cammino insieme ai giovani delle Marche...

Articolo di Andrea Clementi

Delegato Regionale per le Marche
dell'Associazione Nazionale Papaboys

http://www.papaboys.it 

 
 
 

CAMPANIA - IN PROVINCIA DI BENEVENTO LA MISSIONE CITTADINA, CON LA PRESENZA DI ALCUNI PAPABOYS

Post n°126 pubblicato il 17 Settembre 2009 da forzapapaboys
 
Foto di forzapapaboys

SAN BARTOLOMEO IN GALDO - "Carissimi missionari e fedeli tutti delle comunità parrocchiali “San Bartolomeo Apostolo” e “Cuore Immacolato di Maria”, - ESORDISCE COSì LA LETTERA CHE ANNUNCIA LA MISSIONE CITTADINA DA OGGI, 17 SETTEMBRE E CHE DURERA' PER 10 GIORNI coordinata dalle locali comunità parrocchiali - con molta gioia e speranza rivolgiamo a tutti voi una parola di incoraggiamento e di stimolo a vivere bene ed intensamente il grande momento di grazia a voi offerto con questa Missione straordinaria che sta per iniziare. Ogni incontro con la Parola di Dio e con i suoi doni del perdono e del Pane di Vita è sempre importante per la vita di fede personale e comunitaria; vi sono però nella nostra esistenza umana delle particolari circostanze in cui il bussare del Signore alla porta del nostro cuore si fa più insistente, da prendersi assolutamente in consi-derazione. Questa è la grazia tipica di quell’esperienza pastorale non per nulla detta «Missione», cioè annuncio più forte e ampio di Cristo e del suo Vangelo volto ad illuminare la mente ed a scuotere le volontà. Opportunamente sono state poste finalità precise, l’evangelizzazione ed il risveglio spirituale al fine di realizzare l’eterno monito di Gesù «senza di Me non potete far nulla» sintesi efficace della missione di Cristo stesso e quindi della sua Chiesa oggi.

Leggi tutta la news su

http://www.papaboys.it/sediregionali/read.asp?id=1585 

 
 
 

ATTESI DUE MILIONI DI GIOVANI ALLA GIORNATA DELLA GIOVENTÙ 2011DI MADRID. LE ULTIME NEWS

Post n°125 pubblicato il 17 Settembre 2009 da forzapapaboys
 
Foto di forzapapaboys

MADRID - Per la prossima Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) di Madrid 2011 si attendono circa due milioni di giovani, la metà madrileni e il resto proveniente da altri luoghi. Lo ha rivelato il Cardinale Antonio María Rouco Varela, Arcivescovo di Madrid, in un'intervista concessa al quotidiano spagnolo ABC in occasione dell'inizio, questo lunedì, festa dell'Esaltazione della Santa Croce, dei preparativi per questo grande incontro mondiale.

Con la Veglia di questa notte nella cattedrale dell'Almudena di Madrid inizia il pellegrinaggio della Croce delle Giornate Mondiali, consegnata all'Arcidiocesi di Madrid il 5 aprile scorso, Domenica delle Palme. La Croce visiterà tutte le parrocchie dell'Arcidiocesi, per poi passare alle Diocesi suffraganee di Alcalá e Getafe, e in seguito visiterà ogni Diocesi della Spagna. Secondo quanto ha rivelato il Cardinale Rouco, gli appuntamenti fondamentali della GMG, presieduti dal Papa, sono già stabiliti: la Veglia e l'Eucaristia conclusiva (19 e 20 agosto) si celebreranno nella base aerea di Cuatro Vientos, luogo dove si è svolto un incontro simile, l'11 aprile 2003, con Giovanni Paolo II.

La Messa che darà inizio alla Giornata e l'accoglienza al Papa verranno celebrate in Plaza de la Cibeles, nel centro della città, il 16 agosto. E' previsto, anche se non ci sono conferme ufficiali, che si celebri una Via Crucis solenne venerdì 18 agosto lungo il Paseo de la Castellana, l'arteria principale che divide la capitale spagnola da nord a sud. Per il Cardinale Rouco, le GMG “hanno condizionato la storia dell'evangelizzazione dei giovani del mondo”, aiutando a creare “una cultura giovanile distinta, un'aria nuova per la vita dei giovani nei loro ambienti e gruppi ecclesiali”. “Per migliaia di ragazzi hanno significato l'incontro o il reincontro con la fede. Altri hanno scoperto la propria vocazione, e tutti hanno visto modi di essere giovane, di voler vivere con dignità, nobiltà e orizzonti chiari”, ha aggiunto.

Leggi tutta la news su

http://www.papaboys.it/news/read.asp?id=2823

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

IL SITO UFFICIALE DEI PAPABOYS

 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

GESU' UOMO CHE PREGA

nel getsemani gesù disse ai tre discepoli

 (simon pietro, Giacomo e Giovanni):

 

“Restate qui e vegliate. ...

Simone, dormi? Non sei riuscito

a vegliare un’ora sola?

vegliate e pregate ...”

                                                                                              Marco 14, 34-38

Ecco, noi vogliamo vegliare,

pregare, consolare e adorare Gesù, con cuore nuovo

e con la forza dello Spirito Santo,

“perchè il padre cerca tali adoratori”

                                                                                     Gv 4, 23

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

LA PREGHIERA DEI PAPABOYS

SIGNORE GESU’ CRISTO, SALVATORE DEL MONDO

TI RINGRAZIAMO PER AVER COSTITUITO LA CHIESA

UNA, SANTA CATTOLICA ED APOSTOLICA

E PER AVERCI DONATO QUALE SUCCESSORE DI PIETRO

IL TUO SERVO BENEDETTO XVI

TI OFFRIAMO LE NOSTRE GIOVANI VITE:

AIUTACI AD ESSERE OGNI GIORNO

COERENTI TESTIMONI DEL TUO VANGELO;

AIUTACI A NON AVER PAURA,

AD ABBRACCIARE LA CROCE PER SEGUIRTI,

A PRENDERE IL LARGO CON CORAGGIO

PER DIVENTARE SALE DELLA TERRA E LUCE DEL MONDO

ALL’INIZIO DEL TERZO MILLENNIO CRISTIANO;

AIUTACI AD ESSERE SENTINELLE DEL MATTINO

SEMPRE VIGILI ALLA VALORIZZAZIONE DEL BENE,

PRONTI A COMBATTERE LE INSIDIE DEL NEMICO.

INVOCHIAMO SU DI NOI LA TUA BENEDIZIONE

E LA PROTEZIONE DI MARIA SANTISSIMA.

SEGUENDO LE ORME DI GIOVANNI PAOLO II

CI IMPEGNIAMO AD ESSERE PROTAGONISTI

E COSTRUTTORI DI UNA NUOVA SOCIETA!

IL TUO SANTO SPIRITO CHE TUTTO MUOVE E TUTTO PUO’

CI RICOLMI DEI SUOI SANTI DONI

E ILLUMINI I NOSTRI PASSI NEL CAMMINO VERSO TE.

AMEN

 
 
 
 
 
 
 

GIOVANNI PAOLO II, SANTO DEI GIOVANI!

Spalancate le porte a Cristo!

Non abbiate paura di accogliere Cristo

e di accettare la Sua potestà!

Aiutate il Papa

e tutti quanti vogliono servire Cristo

e, con la potestà di Cristo, 

servire l'uomo e l'umanità intera!

Non abbiate paura!

Aprite, anzi spalancate le porte a Cristo!

Alla Sua salvatrice potestà

aprite i confini degli Stati, 

i sistemi economici come quelli politici, 

i vasti campi di cultura, 

di civiltà, di sviluppo. 

Non abbiate paura!

Cristo sa cosa è dentro l'uomo.

Solo Lui lo sa!

Oggi così spesso l'uomo non sa 

cosa si porta dentro,

nel profondo del suo animo, 

del suo cuore. Così spesso è incerto 

del senso della sua vita su questa terra.

E' invaso dal dubbio 

che si tramuta in disperazione.

Permettete a Cristo di parlare all'uomo.

Solo Lui ha parole di vita,

sì, di vita eterna!

 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom