Creato da fotolibri il 19/11/2010
Blog da fotografia, fotolibri e fotoregali

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

betaeta7lorenzoemanueamorino11Sky_EagleKatartica_3000un_uomo_della_follalugiorgia1BLOW.1moschettiere62mauriziocamagnarobi19700letizia_arcuriElemento.Scostantefrederaickfotolibri
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Idee regalo creative per...Come scegliere il tipo d... »

IVA su fotolibri

Post n°10 pubblicato il 23 Maggio 2016 da fotolibri
 

Gli stampanti fotolibri da l'Austria Germania e il Regno Unito hanno beneficiato di aliquote IVA ridotte per anni


Il Regno Unito ha uno dei sistemi fiscali (IVA) piu complesso in Europa. In confronto, la classificazione dell'IVA degli altri paesi membri come la Francia (TVA) o “Danmark (moms)” appaiono semplice. Secondo le informazioni rilasciate dal Ministero delle imposte e dogane di la Sua Maestà, HMRC (per il suo acronimo in inglese) si accetta che "un fotolibro che possiede almeno diverse pagine, una copertina più rigida che le sue pagine ed è legato, sarà diritto di tasso zero come libro." Inoltre, esattori delle imposte de la sua Maestà accettano che un libro non è necessariamente solo per leggere, ma può anche essere progettato per essere guardato. Le autorità fiscal ribaltare la regola precedente di un contenuto minimo di testo del  20% (che significa?) per un album di foto stampat
i di godere dello stesso trattamento preferenziale dell'IVA come un romanzo su carta. Almeno, la regola non era così restrittiva come in Danimarca, dove il testo deve essere in danese, per il libro qualificarsi per il tasso più basso.


Tuttavia, i burocrati della Regina non avrebbe visto un fotolibro per all'interno del pari a zero, se le pagine sono della qualità delle stampe fotografiche singole o se si tratta di un album fotografico con rilegatura a spirale.


L’armonizzazione dell’IVA europee

In una decisione armonizzazione della nomenclatura combinata (catalogazione per le dogane, le imposte e IVA) emesso nel dicembre 2015, Bruxelles ha deciso che la stampa di libri di foto in formato A4 sono classificati come album [EUR-Lex - 32015R2254]. Questo definisce libri illustrati come un prodotto o un servizio aliquota IVA completo in tutta l'Unione europea, anche nei paesi membri che attualmente classificare album fotografici stampati nei libri. La sentenza sull'album fotografici porta l'Austria, la Germania e il Regno Unito, in linea con la Francia, il Belgio e il resto dell'UE. Ha inoltre ponendo fine alla la pratica di alcuni laboratori fotografici inglesi e tedeschi, che vendono fotolibri stampati a tasso basso di IVA per i consumatori nei paesi dell’UE in cui le aziende di stampa locali devono competere a tasso completo.

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog