Community
 
chandruzzola
   
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 

UNA BELLEZZA AL GIORNO

LA BELLEZZA CI PUO' TRAFIGGERE COME IL DOLORE

 

meravigliosi intrusi

  

 

 
          
 

le più belle

           
 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 
Creato da: chandruzzola il 06/09/2006
cose che accadono tutti i giorni

 

 

esagerato benessere?

Post n°2436 pubblicato il 25 Agosto 2014 da chandruzzola

In Norvegia si sa, sono ricchi, sembra che dopo la Danimarca sia il posto in cui si vivrebbe meglio ma, qualcosa non mi quadra. E' vero che noi italiani siamo un pò indisciplinati ma, tutte queste regole norvegesi mi danno l'ansia. Ho affittato una macchina a Tronsoe (circolo polare artico, Lapponia) una città di settantamila abitanti e anche l'università, una città maravigliosa tra i fiordi in cui per qualche fantastica corrente calda l'acqua non gela e ti ritrovi in questo paradiso come se fossi tra le Alpi ma, sul mare. Ero terrorizzata perchè se vai a 51 invece di 50 all'ora ti multano, quindi crampi al ginocchio. Se accosti la macchina dove vuoi ti arrestano se molli uno schiaffetto a tuo figlio di incarcerano. Se esci di casa e lasci il ragazzino per attraversare la strada e comperarti un giornale è come se avessi abbandonato il minore. A Tromso dovunque tu vada sono cento euro, se prendi cibo cinese take away , se ti siedi per una pizza o in un bar ordini 4 fette di torta. Noi eravamo tre aduti e una bimba.  Se i norvegesi non vogliono lavorare e campare a spese dello stato il Welfare dà loro ragione e li mette a casa con l'85 per cento dell'ultimo stipendio che in genere non è basso. Entri a lavorare in un supermercato e ti assumono? Allora sei già a trecento euro al giorno, dopo essere stato dieci mesi continuativi al lavoro puoi anche prendere l'assegno welfare se te ne vai. a tromso parlano perfettamente inglese tutti compresi gli operai delle fogne e inspiegabilmente anche i bambini.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

giochetti USA

Post n°2435 pubblicato il 25 Agosto 2014 da chandruzzola

Secondo le registrazioni del Dipartimento statunitense della Difesa, Abū Bakr al-Baghdādī il pazzo assassino decapitatore è stato detenuto nel Camp Bucca come "internato civile" dalle forze iracheno-statunitensi dai primi del febbraio 2004 fino al 2009, quando guarda caso, è stato rimesso  in libertà grazie all'indicazione di una commissione, definita Combined Review and Release Board, che ne ha raccomandato  il "rilascio incondizionato". La liberazione suscitò lo stupore del colonnello Kenneth King, tra gli ufficiali di comando a Camp Bucca nel periodo di detenzione di al-Baghdādī e mi sembra evidente che fosse un’agente della CIA.

Il 16 maggio 2010, ad appena un anno dal rilascio, un comunicato del Consiglio Consultivo dello Stato Islamico dell'Iraq annuncia la nomina di Abū Bakr al-Baghdādī al-usaynī al-Qurashī al posto di Abū ʿOmar al-Baghdādī, ucciso il 18 aprile di quello stesso anno in un'operazione congiunta delle forze irachene e americane.  Dall'ottobre 2011 figura tra i tre terroristi maggiormente ricercati dal governo statunitense, che ha offerto per la sua cattura una taglia di 10 milioni di dollari, poi dicono che non ci prendono per il sedere. Lo assumi, lo rilasci, lo ricerchi?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IMBECILLITA' SOVRANA

Post n°2434 pubblicato il 25 Agosto 2014 da chandruzzola

ALCUNE DELLE RESTRIZIONI IMPOSTE DAI TALIBANI ALLE DONNE DELL’AFGHANISTAN

 

Completo divieto per le donne di lavorare fuori di casa, il che vale anche per insegnanti, ingegneri e la maggior parte dei professionisti. Solo alcune donne medico e infermiere hanno il permesso di lavorare in alcuni ospedali a Kabul.

Completo divieto per le donne di attività fuori della casa se non accompagnate da un mahram (parente stretto come un padre, un fratello o il marito).

Divieto per le donne di trattare con negozianti maschi.

Divieto per le donne di essere curate da dottori maschi.

Divieto per le donne di studiare in scuole, università o altre istituzioni educative (i Talibani hanno convertito le scuole per ragazze in seminari religiosi).

Obbligo per le donne di indossare un lungo velo (burqa) che le copre da capo a piedi.

Sono previste frustate, botte e violenza verbale per le donne non vestite secondo le regole talibane o per le donne non accompagnate da un mahram.

Frustate in pubblico per le donne che non hanno le caviglie coperte.

Lapidazione pubblica per le donne accusate di avere relazioni sessuali al di fuori del matrimonio (un numero di amanti sono stati lapidati a morte per questa regola).

Divieto di uso dei cosmetici (a molte donne con unghie dipinte sono state tagliate le dita).

Divieto per le donne di parlare o di dare la mano a uomini non mahram.

Divieto per le donne di ridere ad alta voce (nessuno straniero dovrebbe sentire la voce di una donna).

Divieto per le donne di andare in taxi senza un mahram.

Divieto per le donne di essere presenti in radio, televisione o incontri pubblici di qualsiasi tipo.

Divieto per le donne di praticare sport e di entrare in un centro sportivo o in un club.

Divieto per le donne di andare in bicicletta o motocicletta anche se con il mahram.

Divieto per le donne di indossare vestiti colorati vivaci. In termini Talibani questi sono colori "sessualmente attraenti".

Divieto per le donne di incontrarsi in occasioni di festa o per scopi ricreativi.

Divieto per le donne di lavare i vestiti vicino a fiumi o in luoghi pubblici.

Modifica di tutti i nomi di luogo che comprendono la parola "donna" . Per esempio i "giardini per donne" sono stati chiamati "giardini di primavera" .

 

 

 

 

 

 

Divieto per le donne di apparire sui balconi dei loro appartamenti o case.

Pittura obbligatoria di tutte le finestre cosicché le donne non possano essere viste da fuori delle loro case.

Divieto per i sarti maschili di prendere misure per le donne o cucire vestiti femminili.

Divieto di bagni pubblici femminili.

Divieto per uomini e donne di viaggiare sugli stessi bus. I bus pubblici sono ora stati nominati "solo per uomini" o "solo per donne".

Divieto di pantaloni larghi anche sotto un burqa.

Divieto per le donne di fotografare o filmare.

Divieto di fare foto di donne per giornali e libri o di appenderle sulle pareti delle case e dei negozi.

Oltre a queste restrizioni sulle donne, i Talibani hanno:

Vietato di ascoltare musica sia agli uomini che alle donne.

Vietato a tutti di guardare film, televisione e video.

Vietato di celebrare il capodanno (Nowroz) il 21 marzo. I Talibani hanno proclamato la festa non islamica.

Abolito il Giorno del Lavoro (1 maggio) poiché è considerata una festa "comunista".

Ordinato che tutti i nomi non islamici siano cambiati in nomi islamici.

Obbligato i giovani Afghani a tagliarsi i capelli.

Ordinato a tutti di scegliere nomi islamici se i loro nomi non sono islamici

Ordinato che gli uomini indossino vestiti islamici come il cappello.

Ordinato che gli uomini non si radano o non ornino le loro barbe che invece devono crescere lunghe per uscire da un nodo sotto il mento.

Ordinato che tutti seguano le preghiere nelle moschee cinque volte al giorno.

Vietato di tenere piccioni e di giocare con uccelli considerandolo non islamico. Chi viola queste norme sarà imprigionato e gli uccelli uccisi. E’ vietato anche far volare gli aquiloni.

Ordinato a tutti gli spettatori che incoraggiano gli sportivi di cantare "Allah-o-akbar" (Dio è grande) e di non applaudire.

Chiunque sia trovato in possesso di libri proibiti sarà punito con la morte.

Chiunque si converta dall’Islam a un’altra religione sarà punito con la morte.

Tutti gli studenti devono portare il turbante. Essi dicono: "niente turbante, niente formazione".

Le minoranze non mussulmane devono portare un contrassegno distintivo o cucire un pezzo di tessuto giallo sui vestiti per differenziarsi dalla maggior parte della popolazione che è mussulmana. Proprio come facevano i nazisti con gli ebrei.

E così via …                               

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Rammarico

Post n°2433 pubblicato il 20 Marzo 2014 da chandruzzola

Che peccato non avere mai il tempo di scrivere qua dentro, mannaggia al lavoro, ho intenzione di riprendere dopo il mese di Aprile..........si.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

paris

Post n°2431 pubblicato il 18 Ottobre 2013 da chandruzzola

Vista a Parigi la mostra La Renaissance et le Rêve,al musée du Luxembourg, 80 opere da Jérôme Bosch a Veronese, da Dürer Il Rinascimento ha concesso straordinaria importanza ai sogni. Per i filosofi, teologi, medici e poeti dei secoli 15 e16, l'uomo sfugge ai vincoli del corpo nei sogni e può entrare in relazione con i poteri del divino e del male. In quei tempi lontani dalle fissazioni con la psicanalisi, che cosa avrebbero potuto fare gli artisti del Rinascimento, che stavano affrontando anche una grande sfida: come rappresentare il non-rappresentabile? 
Il percorso espositivo ti porta dal sonno al risveglio, attraverso sogni, visioni e incubi.
Riunendo più di ottanta opere di famosi artisti del Rinascimento tra cui Hieronymus Bosch, Veronese, Dürer o Correggio, abbiamo avuto un panorama sull'età d'oro della rappresentazione dei sogni.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

paris

Post n°2430 pubblicato il 18 Ottobre 2013 da chandruzzola

Vista a Parigi al Musée d'Orsay una mostra sul nudo maschile, Un miscuglio di tutte le tecniche su uomini nudi dipinti, scolpiti, fotografati si, una volta tanto anche i maschi. Duecento anni di maschi nudi e verso la fine della mostra un allarmante cartello avvertiva che le opere esposte in quella piccola sezione avrebbero potuto scandalizzare. Tutta colpa del quadro " l'origine del mondo " rivisitato e corretto con l'immagine di un pube maschile ripreso dal basso come nel celeberrimo quadro di Courbet. del 1866. Per fortuna nello spazio dal 1800 ad oggi si sono ricordati di
Guglielmo Von Gloeden, un piccolo nobile tedesco che sofferente ditubercolosi, si trasferì a Taormina in Sicilia nel 1878. Von Gloeden, che aveva iincominciato a fotografare ragazzi negli anni ottanta dell'Ottocento, ma che aveva anche fatto degli studi per ritratti di contadini del luogo e foto di paesaggi, il suo lavoro (e i suoi modelli) attirarono in Sicilia personaggi in vista dell'epoca, come Oscar Wilde, il "re dei cannoni" Friedrich Alfred Krupp, Richard Strauss, nonché l'imperatore tedesco Guglielmo II.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

settimana a Parigi

Post n°2429 pubblicato il 18 Ottobre 2013 da chandruzzola

Sono stata a vedere il museo Baccarat di Parigi al n.11 di Place des Etats, ho visto pezzi meravigliosi prodotti dal 1764 in poi quello che non sapevo, e trovo davvero affascinante e la storia del palazzo in cui si trova il museo e cioè l' hôtel particulier di Marie-Laure de Noailles infatti Marie-Laure Henriette Anne Bischoffsheim nasce figlia unica di Marie-Thérèse de Chevigné, un'aristocratica francese e Maurice Bischoffsheim un banchiere di discendenza ebrea-tedesca e quacchera americana. Uno dei suoi bis-bis-bisnonni fu il Marchese de Sade, mentre sua materna Laure de Sade, Contessa de Chevigné ispirò almeno uno dei personaggi de "Alla ricerca del tempo perduto" di Marcel Proust. Suo nipote Philippe Lannes de Montebello fu direttore del Metropolitan Museum of Art di New York. Il suo patrigno fu il commediografo francese Francis de Croisset.
Dopo una breve storia d'amore con l'artista Jean Cocteau, Marie-Laure Bischoffsheim sposò, nel 1923 Charles, Vicomte de Noailles, un cadetto della casa ducale francese di Noailles. Anche se gli eventi col tempo trapelarono di rivelare che Charles de Noailles preferisse la sessualità maschile, la coppia ebbe due figlie.
Marie-Laure de Noailles e suo marito si trasferirono leggendario hôtel particulier al numero 11 Place des États-Unis a Parigi, che era stato costruito da suo nonno Bischoffsheim. I suoi interni, che furono ristrutturati negli anni '20 dal designer minimalista francese Jean-Michel Frank, svanirono negli anni '80, a causa di una successiva ristrutturazione e rimodellamento da parte del proprietario.
Oggi gli interni sono stati rinnovati da Philippe Starck e la casa del Musée Baccarat e il quartier generale di Baccarat, la società di cristalli. Che famiglie !!!!!!!
In questo palazzetto dalla storia affascinante abbiamo trovato il museo chiuso ma, un cortesissimo ed elegante signore ci ha dato la possibilità di fare un giro ugualmente. Dentro al bagno ho approfittato per fare un paio di fotografie.......

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

scandalo alla corte costituzionale (copiato da internet)

Post n°2428 pubblicato il 22 Settembre 2013 da chandruzzola

La retribuzione annua netta che percepisce un giudice della Corte Costituzionale è pari a 427.416,99 euromentre il Presidente – per il suo lavoro in più(?) – percepisce 512.900,44 euro compresa l’indennità di rappresentanza.
Per dare un ordine di grandezza: un giudice della corte costituzionale percepisce in un giorno, quanto un operaio percepisce in un mese, ovvero circa 1.400 euro: chi dei due partecipa di più alla creazione di ricchezza del paese?

Stipendi vergognosi per individui che non fanno praticamente nulla per il paese, se non vomitare sentenze dannose e di parte.

Ma non basta, al termine del loro “servizio”, che dura qualche anno, percepiscono una pensione e un’indennità di buonuscita che varia in relazione ai percorsi professionali di ciascun Giudice costituzionale e quindi alle differenti posizioni maturate nel corso della carriera.

I veri privilegi non sono in parlamento – anche se ce ne sono – sono nelle magistrature e nelle varie oligarchie burocratiche.

Ah, se per caso ve lo foste chiesto, sì, hanno anche l’auto blu. Infatti un’autovettura è assegnata a tutti i Giudici in virtù di un regolamento interno – si fanno i regolamenti “interni” per assegnarsi privilegi – ed in considerazione – scrive un portavoce della Consulta – della particolare posizione rivestita dagli ex membri della Corte, che continuano a far parte di commissioni, gruppi di lavoro, delegazioni per incontri istituzionali in Italia e all’estero. Ma quale posizione, quale “lavoro”…

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

credit card saga

Post n°2427 pubblicato il 11 Settembre 2013 da chandruzzola

C'è la saga dei Forsyte, la saga di Shogun, c'è Candy Crush Saga io, ho la mia personale saga dell'American Express che non è in grado di inviarti una nuova carta ma, disabilita la precedente in banca che quindi, ti rifiuta il pagamento perchè la vecchia carta risulta chiusa ma, la nuova non è stata comunicata, Nel frattempo quelli dell'American Express che dovrebbero essere al corrente di tutto ti scrivono per sollecitare tramite bonifico bancario o vaglia il pagamento che non hanno ricevuto dalla banca dove loro stessi ti hanno ingarbugliato le cose e tu ci rimetti i soldi del bonifico. Oggi hanno raggiunto il massimo perchè hanno chiuso la precedente carta dove c'era un accredito del quale mi hanno chiesto il bonifico ma.........era scoperto pure l'accredito sulla nuova carta perchè in banca non risultava esistere. Quando ho fatto il bonifico sommando gli importi che dovevo loro, sono entrati nel panico perchè ne avrebbero vouti due separati altrimenti il sistema automatico non avrebbe potuto riconoscere le somme perchè una e non due separate. Mi viene in mente l'ufficio postale in cui chiedevano il francobollo da cinquanta rifiutando quello da cento!!!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

che uomo

Post n°2426 pubblicato il 11 Settembre 2013 da chandruzzola

Un'altra piccoletta di 8 anni stuprata in Yemen. Tutto è regolare naturalmente, il quarantenne chissà come era eccitato all'idea di stare con la sua sposa bambina, l'avrà usata come una bambolina gonfiabile, ci si sarà maschiamente divertito solo che lei è morta. Sì morta. Ammazzata da un animale. Che gli Dei lo fulminino dall'Olimpo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

DiPelle_RossoVellutocassetta2call.me.Ishmaelcasalauracilentocaprolumichelerikku_ffx_itoscardellestelleLefe.dypaperinopa_1974alfio.lobiancopeterpan_csfenormone0lost4mostofitallyeahzoseppe57chandruzzola
 

Ultimi commenti

Si
Inviato da: chandruzzola
il 21/05/2014 alle 13:18
 
Lieta sera... Aprile Finito... Maggio si Avvia alla Fine,...
Inviato da: LUX_DIAPHANUM
il 20/05/2014 alle 16:29
 
In Iran le bambine di 9 anni sono maggiorenni, e ciò basta...
Inviato da: vaiviviediventa
il 27/04/2014 alle 00:36
 
In questo caso non t'invidio per niente e anche se...
Inviato da: andreaserendi
il 12/04/2014 alle 14:22
 
molto fortunata nell'ammirare tanta beltà!
Inviato da: andreaserendi
il 12/04/2014 alle 14:18
 
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

che dire...

        
 

belle,belle.