Creato da di_amante007 il 05/06/2014

DIAMANTI

...

 

 

Forse ...

Post n°6 pubblicato il 15 Settembre 2014 da di_amante007

Ci sono molte situazioni che trovo assurde, in cui non posso evitare di chiedermi, cosa farei io se capitasse a me e spesso cercando una soluzione diversa a quello che reputo sbagliato,  mi rendo conto che, per poter avanzare, qualsiasi ipotesi risolutiva in qualsiasi ambito bisognerebbe anche conoscerne gran parte del “meccanismo”. 

“Multata a Cagliari dopo aver raccolto i rifiuti nella spiaggia di Piscinas. La beffa è capitata ad una ambientalista, Ilaria Montis, che stufa di vedere l'arenile sporco, ha raccolto la spazzatura e l'ha portata via per poi buttarla in un cassonetto. A Cagliari, però: non essendo residente non poteva gettare le buste. Ed è scattata la multa: 167 euro. Il Comune? "Certi della buona fede della protagonista - spiega in una nota il sindaco Massimo Zedda - non possiamo suggerire l'idea che ognuno possa portare rifiuti a Cagliari e lasciarli nei cassonetti in città. Dispiace, di nuovo, che una persona civile debba pagare per i rifiuti abbandonati da alcuni incivili", L'archeologa non ha sporto denuncia ma ha diffuso la notizia “

In questo caso non ho avuto molta difficoltà a immedesimarmi, visto che solo un paio di giorni prima, in una spiaggia della stessa costa, ho fatto la stessa identica cosa, raccogliendo col retino di mia figlia rifiuti che il mare con un complice come il maestrale, ha pensato bene di renderci senza tanti complimenti …

 

Di primo slancio, ho realizzato, che io la multa non l’avrei pagata, e questo per puro principio, perché trovo assurdo che si multi qualcuno per aver comunque compiuto un atto civile, ma detto questo, devo tener conto anche,  che i vigili non possono nemmeno essere certi della provenienza del rifiuto. Se parto dal presupposto che ogni comune debba smaltire la propria immondizia, posso arrivare a capirne le motivazioni, ma non per quantità ridicole come un sacchetto da spesa … Non so se la legge o ordinanza che sia, vada a voler colpire chi dello smaltimento sconsiderato ne fa fonte di “risparmio” o guadagno illegale, ma forse mettere un limite di volume o peso oltre il quale la multa diventa comprensibile, eviterebbe queste situazioni. A tutto questo aggiungo una riflessione, premettendo la totale ignoranza in materia di raccolta dei rifiuti e di come si distribuiscano poi per lo smaltimento … mi chiedo … non sarebbe forse più giusto far pagare i rifiuti a chi veramente il rifiuto genera,  se pensiamo che ogni qual volta  facciamo un acquisto di materiale, stiamo creando un rifiuto … perché non pagare direttamente all’acquisto lo smaltimento del prodotto che diventerà rifiuto?  In questo modo  pagheremmo solo per il rifiuto che creiamo, esattamente come funziona per i pneumatici.  Se esistesse un ente statale, cui va l’incasso della percentuale di smaltimento, si potrebbe ottenere che ogni singolo comune incasserebbe per la quantità e la qualità del rifiuto smaltito. Raccogliere la spazzatura diventerebbe davvero fonte di guadagno per i comuni, e forse farebbero a gara ad andarsela a cercare. Così da evitarci certi scenari … Sogno? … Probabile …

 

Campagna pubblicitaria promossa dalla città Toronto nel progetto Livegreen Toronto.

 

 

 

 

 
 
 

(...)

Post n°5 pubblicato il 07 Luglio 2014 da di_amante007

Io non lo so se anche per gli altri è così, non so se tutti quelli che amano provano le medesime sensazioni che provo io, non so se anche per loro c’è il forte sentore di appartenere all’altro da sempre e per sempre, non so se anche loro riescono a definire l’amore magia  … quella che trovi nei dettagli, nelle parole dette all’unisono, nel medesimo istante, per quante volte puoi dire che sia coincidenza? Che non lo è,  lo capisci quando nella descrizione che lui fa di te, paragonandoti a una famosa foto, realizzi che è la stessa che tutte le mattine hai davanti quando apri gli occhi, ma lui questo non poteva saperlo, e ti rendi conto che c’è qualcosa in chi si ama che va oltre, fatti e parole che smettono di essere coincidenze e si trasformano in destino. E pensi che una vita non ti basterà che lo cercherai anche nella prossima e in quella dopo e in tutte quelle a venire, e allora si , ci credi nel destino e realizzi che quello che stai vivendo e una delle tante vite in cui l’hai cercato e trovato e che altre ce ne sono state, e che forse in quel Big Bang c’eravamo anche noi … non importa che volto avrai, non importa di che colore sarai, non importa che lingua parlerai o se sarai ricco o povero, non importa … io ti troverò, e tu, mi riconoscerai … sarò quella che ti prenderà per mano …

 

 

 

 

 

 

 
 
 

L'Uomo e il Mare

Post n°4 pubblicato il 22 Giugno 2014 da di_amante007

 

Uomo libero, tu amerai sempre il mare!
Il mare è il tuo specchio; contempli la tua anima
Nello svolgersi infinito della sua onda,
E il tuo spirito non è un abisso meno amaro.
Ti piace tuffarti nel seno della tua immagine;
L’accarezzi con gli occhi e con le braccia e il tuo cuore
Si distrae a volte dal suo battito
Al rumore di questa distesa indomita e selvaggia.
Siete entrambi tenebrosi e discreti:
Uomo, nulla ha mai sondato il fondo dei tuoi abissi,
O mare, nulla conosce le tue intime ricchezze
Tanto siete gelosi di conservare i vostri segreti!
E tuttavia ecco che da innumerevoli secoli
Vi combattete senza pietà né rimorsi,
Talmente amate la carneficina e la morte,
O eterni rivali, o fratelli implacabili!


Charles Baudelaire, 1857

 
 
 

"Le Baiser de l'Hotel de Ville, Paris"

Post n°3 pubblicato il 18 Giugno 2014 da di_amante007

 
 
 

Un Altro Elettroshock al Cuore

Post n°2 pubblicato il 06 Giugno 2014 da di_amante007

 

Ed infine, è questo che pensi … tutto quello che è accaduto negli ultimi giorni, è la conseguenza di un elettroshock, una forte scarica di emozioni, positive e negative, che avrebbero potuto o uccidere o salvare due vite. Siamo vivi, siamo un Noi … Se vi state chiedendo chi ho seppellito …. Rispondo felicemente … il dolore del passato.

Elettroshock al Cuore, post del 29/05/2014 

Commenti al Post:
lupopezzato
lupopezzato il 29/05/14 alle 15:25 via WEB
Questo non credo, direbbe Crozza parodiando Razzi, e ripensando ad Imenhe Hopen rifletterebbe sui cerchi concentrici che fanno di ogni storia una storia nella storia. Per dire che le vite in gioco, in ogni storia, sono sempre dispari ed ogni luogo ha una sua periferia. Contento che tu sia tornata. Mancavi.
 
 
 
di_amante007
di_amante007 il 29/05/14 alle 16:38 via WEB
Se intendiamo la vita di ognuno come storia, si, le vite salvate sono tre, la mia, la sua, la nostra. Contenta di essere tornata ... e di ritrovarti qui. Un sorriso ...
 
 
Hanid
Hanid il 29/05/14 alle 21:05 via WEB
Welcome back, Milady. Sono assai lieto di rileggerLa, ma soprattutto sono lieto di quel "felicemente". Mi auguro possa proseguire lungo questa via per un futuro prolungato e radioso. La ringrazio del saluto che mi ha porto in via "anonima", se mi concede il gioco di parole. Mentally yours.
 
 
 
di_amante007
di_amante007 il 30/05/14 alle 09:49 via WEB
Sono particolarmente orgogliosa, intimamente intendo, non per farne sfoggio. Delle amicizie trovate qui, Lei insieme a pochi altri, ha saputo cogliere e valorizzare aspetti del mio essere, che, e lo dico senza presunzione, sapevo essere miei, ed è proprio questo "ritorno" inteso come percezione di quello che ho trasmesso a darmi un vero piacere, sopratutto perché, arriva da persone come Lei che stimo profondamente ... quindi Hanid, a ringraziarla sono io, e la ringrazio io per le parole che nel suo saluto a saputo regalarmi. Un sorriso ...
 
 
agentecotone
agentecotone il 30/05/14 alle 07:58 via WEB
Bentornata... Personalmente mi mancava la sua presenza. Le auguro ogni bene.
 
 
 
di_amante007
di_amante007 il 30/05/14 alle 09:50 via WEB
Grazie Agente, una piccola "fuitina" (da sola eh!! ) :)) ... un sorriso ...
 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

sibillixNarcysseMarquisDeLaPhoenixqwykxvaniloquiodi_amante007panpanpiRita5675HanidJakelynjeremy.pursewardenNoir_sur_BlancEddie_Craneroxybar59