GIORNI STRANI

Vita di comunità: mai come ora dobbiamo fare appello a ogni nostra singola cellula. E' giunto il momento di imprimere una violenta accelerazione all'intelligenza della nostra specie, come una frustata di tramontana: l'occhio non sarà occhio e la mano non sarà più mano, negli anni venturi.

Creato da sergioemmeuno il 22/04/2011
 

In classifica

 
 

Ultime visite al Blog

wherethestreetshaveitaly_gioLed_61sergioemmeunofudinamiteblafaustina.spagnollicciardi.annam2011lavoroesoldigianna.omenettogiosue.paganomarianogaza64SONODISFATTOCOSIfonotonovale2255
 

Ultimi commenti

1) Sulle recensioni, una signorina sopra citata ha pensato...
Inviato da: sergioemmeuno
il 15/12/2014 alle 20:17
 
Grazie Giosuč, un abbraccio :)
Inviato da: sergioemmeuno
il 15/12/2014 alle 20:07
 
A te, Gabriella. :))
Inviato da: sergioemmeuno
il 15/12/2014 alle 20:07
 
Bien! :)
Inviato da: sergioemmeuno
il 15/12/2014 alle 20:07
 
E' un pezzo del secondo romanzo... ehe. Un abbraccio :)
Inviato da: sergioemmeuno
il 15/12/2014 alle 20:07
 
 
 

Foto

Molte foto sono state scaricate dal Web. Se sono protette dal copyright, l'autore può contattarmi e ne provvederò alla rimozione.

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

Chi puň scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Tag

 

modificare foto

 
Aggregatore notizie RSS
 

Aggregatore _nline

 

Personaggi e fatti

Il nome e cognome dei personaggi appartenenti ai racconti e ai tag "frammenti di scrittori in erba" e "il mio romanzo", come pure i fatti narrati, sono frutto della mia fantasia.

 

 

« Pausa pubblicitaria, sna...Quella volta che il sang... »

Intervista a Giorgio Pozzi, editore umano della Fernandel di Ravenna.

Post n°614 pubblicato il 04 Maggio 2012 da sergioemmeuno
 

   

<<Salve Signor Pozzi.>>

 

<<Salve a lei.>>

 

<<Mi parli della sua casa editrice, la Fernandel di Ravenna.>>

 

<<La casa editrice Fernandel nasce nel 1994 con l’omonima rivista letteraria, fondata con l’ambizione di porsi come mezzo di confronto e di scambio per le diverse esperienze di scrittura.>>

 

<<La rivista è ancora presente?>>

 

<<Per tredici anni la rivista Fernandel è uscita in cartaceo, distribuita in libreria e su abbonamento, e a partire dal luglio 2007 è passata a una dimensione esclusivamente online, gratuita per tutti, sul sito www.fernandel.it/rivista.>>

 

<<Quali sono le tematiche dei vostri libri?>>

 

<<Dunque, intanto è nel 1997 che la Fernandel inizia a pubblicare libri, con particolare attenzione ai temi giovanili. Diventa così in pochi anni una casa editrice di riferimento per il suo lavoro di scouting, che ha portato alcuni degli autori a riscuotere un largo successo di pubblico.>>

 

<<Nel caso degli esordienti, richiedete un contributo all’autore?>>

 

<<Assolutamente no, è contro la nostra filosofia.>>

 

<<Questo vi fa onore, considerata la prassi molto diffusa in questo ambiente, e io ne so qualcosa. Grazie per le due chiacchiere, e in bocca al lupo, Dott. Pozzi.>>

 

<<Grazie a lei.>>

 

   Gran signore, il Dott. Pozzi. E non lo dico per frasi di circostanza, ma lo sottolineo perché ha sempre mantenuto la massima disponibilità nel consigliarmi, in modo del tutto disinteressato, sui contratti di edizione che mi sono stati proposti e su altri dettagli. E’ uno di quei pochi editori che ancora “guarda” al lato umano e sa mantenere una certa trasparenza. Domani sera è prevista la presentazione di un nuovo libro della Fernandel, che parla di due giovani, Alvise e Gabriele: il primo ha un'ammirazione per la giovane popstar Dafne Delirio che sconfina nel mistico; il secondo è ossessionato dall'idea di diventare padre...

 

 

Presentazione a Roma, sabato 12 maggio alle 18.30 –

Libreria Orientalia Kissaten, via Giolitti 321 –

Federico Platania presenta “bambini esclusi”. Introduce Roberto Carvelli.

 

Link al libro e alla rassegna stampa:


http://www.fernandel.it/index.php?option=com_jbook&task=view&Itemid=&catid=&id=206

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog