GIORNI STRANI

Vita di comunità: mai come ora dobbiamo fare appello a ogni nostra singola cellula. E' giunto il momento di imprimere una violenta accelerazione all'intelligenza della nostra specie, come una frustata di tramontana: l'occhio non sarà occhio e la mano non sarà più mano, negli anni venturi.

Creato da sergioemmeuno il 22/04/2011
 

In classifica

 
 

Ultime visite al Blog

vale2255inevasabelladinotte16lubopoIlBucodellaSignoraDark_Advisoracer.250eugenia1820Led_61sergioemmeunopanpanpiSky_Eagleamarablackmelancholia19naar75
 
 

Foto

Molte foto sono state scaricate dal Web. Se sono protette dal copyright, l'autore può contattarmi e ne provvederò alla rimozione.

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Tag

 

modificare foto

 
Aggregatore notizie RSS
 

Aggregatore _nline

 

Personaggi e fatti

Il nome e cognome dei personaggi appartenenti ai racconti e ai tag "frammenti di scrittori in erba" e "il mio romanzo", come pure i fatti narrati, sono frutto della mia fantasia.

 

 

« >>>> Un TEST per voi don...Oggi mi dò in pasto... a... »

Sabrina Monaco e quel forno viaggiante su rotaia... (6)

Post n°639 pubblicato il 31 Maggio 2012 da sergioemmeuno
 

 

  In un battito di ciglia mi posiziono, febbrile, seduta su Emanuele. Non so nemmeno come ciò sia stato possibile, tuttavia non voglio nient’altro che godermi questo attimo rubato.

   Mi attacco alle sue labbra e gli passo le dita fra quei ciuffi ribelli, nel mentre lui rimane tutt’altro che fermo, lavorandomi con le nocche sul solco della schiena sino a spingermi, a ritmo regolare, delicatamente verso l’alto. Nel caos, sento quel maestoso orgoglio pronto a tracimare: questione di attimi: nulla può, l’esigua diga della zip. Quella stupida diga.

   Mi sfilo il pantalone da un lato, fors’anche aiutata da lui, per poi abbattere quella inutile cerniera che ci separa.

   Quindi la forza di gravità ci spinge verso l’ignoto: lo accolgo senza remore smorzando il mio gemito di dolore nella sua bocca ansimante, quasi spegnessi una cicca nell’acqua fredda. Sento dolore, ma è un male delizioso a cui non si può rinunciare.

   Vedo solo un’immagine sfuocata e al centro emerge il volto del mio cavaliere: e sì, è bellissimo ancora di più, ora che i suoi occhi neri si sono assottigliati e rigirati; ora che affonda i suoi denti bianchi sul mio collo, come lame di precisione che intagliano con meticolosità legni pregiati; ora che l’aroma del suo Hypnose si è fusa col mio Insolence, e il tutto si è sciolto in un lago di sudore e saliva…

 

   Lo scompartimento del treno regionale è un impensabile forno crematorio. L’aria è satura dei nostri respiri pungenti, tutt’altro che profumati: chissenefrega.

 

   I sobbalzi del treno mi suggeriscono di molleggiare con più cattiveria sul cavaliere, facendo leva sulle sue spalle e poggiandomi sul pavimento, e così faccio; uno, due, cinque, decine e decine di volte. Quelle mani ormai hanno lasciato la loro impronta sui miei fianchi, non è da meno, lui.

 

   La testa inizia a girarmi e manco poco: chissenefrega.

 

   Ancora su è giù, con lui che, fra un bacio e l’altro, mi tortura con perizia ora il turgido capezzolo sinistro ora il collo sgocciolante: mi ha plasmato in una capillare rete di piacere, che non termina di espandersi… vorrei non finisse mai… E’ meraviglioso, Emanuele. E il suo strumento nodoso è il tronco di questo immenso albero del piacere.

   Avverto che siamo alla fine del Viale.

   Un grido, due grida… forse più.

   Onde sonore e aliti e pupille come veicoli d’amore.

   Finalmente la liberazione, la meritata tregua, nell’area del pensiero prossimo a zero...

   Un cavaliere da clonare, Emanuele.

  

   Un gran silenzio si è impossessato dell’abitacolo e del corridoio del convoglio. Non c'è un’anima là fuori. Rapidamente ricomponiamo abiti e capelli, o quantomeno facciamo il possibile per apparire al mondo in modo decoroso, anima compresa.

   Il convoglio è fermo.

   <<Sabrina…>> spezza l’interminabile vuoto acustico.

   <<Sì…>>

   <<Non pretendo di vederti, sai... Non lo pretendo.>> Una pausa. <<Devi sentirti libera.>> E' esausto. I suoi ciuffi sono comicamente appiccicati per il sudore.

   Prima di liquefarsi nel corridoio, mi mette nella tasca un bigliettino; lo fa con una grazia disarmante.

   Un uragano sulla mia realtà. Credo che dovrò concedermi una bella pausa. Da tutto e da tutti. E il bello è che, fino ad ora, ho sempre biasimato fortemente chi si è scavato con pala e piccone delle pause di riflessione. L’ho sempre considerato un atteggiamento da vigliacchi, eterni immaturi. Che senso ha staccarsi per un tempo X dalla quotidianità? Così mi chiedevo da bacchettona rigorosa, da donna che sapeva organizzarsi anche l’angolo più remoto della propria benedetta vita.

   Bene: oggi tocca a me.

   Devi sentirti libera. Quelle ultime parole mi carezzano come l’ultimo sole d’estate. E mi riscaldano.

 

   Non può essere l’ultimo sole, no. La sola idea mi getta nel buio. Un fascio di luce si apre la stada nel finestrino lercio: devo andare dai miei allievi della Facoltà.

---------------------------------------------------------------------------------------------------

Parte 5: http://blog.libero.it/GIORNISTRANI/11340008.html

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/GIORNISTRANI/trackback.php?msg=11348697

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
NoRiKo564
NoRiKo564 il 31/05/12 alle 11:09 via WEB
Su un vagone di un treno? Regionale per di più...questa mi manca. Ma se osassi inoltrarmi in una cosa del genere, come minimo, con la fortuna che ho io in queste cose, arriverebbe il controllare, un vù cumprà che mi vende i fazzoletti di carta,la zingarella che chiede l'elemosina, il testimone di Geova...e via dicendo...non ce la farei mai ad arrivare sana e salva alla fine... ^__*
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 31/05/12 alle 11:15 via WEB
<<Ambasciator non porta... pena!>> :-)
 
Alcestidgl2
Alcestidgl2 il 31/05/12 alle 11:42 via WEB
Momento di e sfrenata semplice passione o ricerca di uno stato "altro".
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 31/05/12 alle 11:45 via WEB
Mmm... la seconda mi piace. Ciao Cris. :-)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
DaniG il 31/05/12 alle 11:49 via WEB
degno finale....sinceramente invidio sabrina!!! :))
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 06:54 via WEB
Non hai da invidiare nulla, tu, danie'! fidati. :-)))
 
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 31/05/12 alle 13:04 via WEB
immaginavo una scena del genere su uno dei nostri treni regionali;)))credo che Sabrina avrebbe fatto incetta di bigliettini;)))buongiorno Serge..
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 06:34 via WEB
Giorno Beyond... No no, Sabri poteva cascarci solo con quell'uomo lì, quell'uomo "dalla grazia disarmante". :-)
 
   
oltre.lo.specchio
oltre.lo.specchio il 01/06/12 alle 09:38 via WEB
la capisco.."la grazia disarmante"è uno dei particolari che rendono vulnerabili..mi piace il fatalismo con cui decide che "non può essere l'ultimo sole"..giusto!!il sole sorge sempre, ancora:)bonjour Serge:)
 
     
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 10:08 via WEB
Buenos dias Beyond! :-)
 
sawij.1
sawij.1 il 31/05/12 alle 13:17 via WEB
Bello,mi piace come Sabrina ed Emanuele si sono amalgamati,ma la razionalità di Sabrina nel finale è la cosa che più mi ha colpito,assolutamente "non stonata"... prima di continuare ad esprimermi attendo il prossimo episodio.Domenica prendo il freccia rossa,chissà se ci sarà un'Emanuele che focalizzi e faccia ritornare nel mio seminato tutti i miei ormoni impazzitiiiiiii! ciao Sè..
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 06:36 via WEB
Beh, Sabrina ha una certa testa... Stai in forma, eh? bene bene, bisogna sempre essere bendisposti! :-)
 
eliphas2010
eliphas2010 il 31/05/12 alle 14:01 via WEB
"Non può essere l'ultimo sole", proprio NO. Ormai quel tenue diaframma che divideva la sua quotidianità con quell'altro mondo più intrigante ed esaltante, è stato abbattuto. Tutto un altro mondo inesplorato intravede all'orizzonte, quel mondo ora è suo, lei vuole esplorarlo e percorrerlo in ogni dove, quella sarà la sua nuova ragione di vita, la sua...Emozionante Missione. I timori sono svaniti e con il suo corpo che chiede ancora, ancora e di più ancora, lei saprà inoltrarsi anche nelle più oscure e sordide contrade di quel mondo che ormai sente suo e che ormai le appartiene ^__^ Umberto
 
 
sawij.1
sawij.1 il 31/05/12 alle 14:11 via WEB
Azz... Umberto,scusa se mi permetto,ma già sei arrivato alle conclusioni,al finale... Uff,hai rovinato tutto,cattivo!Sergioooooooo qui il finale deve essere esplosivo,il colpo di scena,l'esclusiva!
 
   
eliphas2010
eliphas2010 il 31/05/12 alle 14:54 via WEB
Tranquilla, che il racconto si snoderà e finirà in: insinuanti,intriganti, esaltanti, emozionanti colpi di scena, anche se io (per gusti personalissimi) ci metterei anche dei "sordidi" intermezzi, che non guastano mai. Poi Sergio ha tutto in divenire e saprà egregiamente....dipanare la matassa ^__*
 
     
sawij.1
sawij.1 il 31/05/12 alle 19:00 via WEB
Hai ragione Umberto,chissà se Sergio ci darà delle soddisfazioni o se ci darà il finale come quello di quando lui andò al ballo alla scuola dei cadetti che frequentava... Sergio,oggi sei latitante...
 
     
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 06:52 via WEB
...speriamo di non sentire il peso delle aspettative, eh? :-)
 
   
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 06:51 via WEB
Un'idea finale ce l'ho... ma temo sia "Troppo forte" per un blog.
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 06:50 via WEB
Penso che sui racconti non dovrei intervenire "troppo" per non svelare nulla... comunque c'è una battaglia lacerante in lei. Ciao Umberto. :-)
 
sweetlove2008
sweetlove2008 il 31/05/12 alle 14:45 via WEB
questa Sabrina alla carpediem mi piace!!! Buona giornata Sergio
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 06:53 via WEB
Bene Sweet, buona giornata a te oggi! :-)
 
sagittaire
sagittaire il 31/05/12 alle 16:34 via WEB
Qui sa se questa Sabrina non ha viaggiato con me :-))..un saluto Pat
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 06:54 via WEB
Prendi il treno tutti i giorni? a te pat. :-)))
 
gaza64
gaza64 il 31/05/12 alle 21:57 via WEB
...peccato per quell'ultima frase: "Devi sentirti libera", che suona come: "Voglio sentirmi libero". Ecco: se fosse capitata a me, una storia del genere, non ci avrei pensato due volte a seguire il suo consiglio, e sarei sparita. Peccato...
 
 
eliphas2010
eliphas2010 il 01/06/12 alle 00:03 via WEB
Il "Titolare" sta latitando, mi permetto di interloquire con gaza64. Sei permalosa, cara Gabri, tu avresti voluto rifarlo con l'Emanuele magari in qualche posto più tranquillo, ci speravi e quelle parole di hanno "scassato", ma tu sei una donna "normale", tu non sei la Sabrina del treno, lei (da come la interpreto io) è molto diversa da te. lei ha avuto come una "mistica" Iniziazione ai Misteri. Quelle parole che per te sono offensive, per lei sono "carezze come l'ultimo sole d'estate", lei ha avuto un "Risveglio" in quella trasgressione. D'ora in poi la trasgressione, per lei, non avrà più limiti nel cercare forti emozioni in ogni dove, senza più pensare ad Emanuele. Lui è stato solo un inconsapevole strumento, è solo colui che ha celebrato il suo "Rito di Iniziazione". Naturalmente Sergio può avere altri percorsi narrativi, diversi dai miei, ma a me piace pensarla così !!!
 
   
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 07:11 via WEB
E' giusto che ognuno poi segua le proprie interpretazioni e/o desideri. E tutto ciò significa come le stesse pagine possano significare X per uno e Y per l'altro. Non ti piace pensare, Umberto, che lei abbia trovato un uomo straordinario che è il suo degno completamento? d'altronde, il marito di Sabri è uno in gamba... :-)
 
     
eliphas2010
eliphas2010 il 01/06/12 alle 09:29 via WEB
No, caro e bravo Sergio, troppo normale!!! Dopo la trasgressione, lei trova nuova linfa per riaccendere passioni mai completamente sopite con il marito??? Troppo normale, ma io a differenza di Te, forse, in questo genere di narrativa sono un po' troppo perverso, sì, forse un po' troppo ^_*
 
     
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 10:03 via WEB
Non posso anticipare nulla Umbe'... :-)
 
   
gaza64
gaza64 il 01/06/12 alle 22:35 via WEB
No, no, confermo che non sono io la Sabrina del treno...ma del resto a cosa serve ribadirlo, se mi conosci così bene? Probabilmente Sabrina sei tu: o sbaglio?
 
     
eliphas2010
eliphas2010 il 01/06/12 alle 23:09 via WEB
Io non ti conosco affatto. Il tuo nome (Gabri) sono andato a cercarmelo del tuo blog, e poi, dopo anni di frequentazioni con il gentil sesso, penso di conoscere abbastanza bene la psicologia femminile. Come Sabrina farei proprio schifo. Guarda l'avatar di Sergio, i miei capelli non sono così lunghi, ma come barba e baffi ci siamo quasi ^____^ Ciao e non prendertela, avevo ragione a dire che sei permalosetta ^_*
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 07:06 via WEB
Ciao gabri! come ho accennato già sopra, non vorrei dare troppe spiegazioni, perché si potrebbe rompere la magia di una storia raccontata (anche se su blog, il succo del discorso rimane). Comunque ne approfitto per sottolineare che quella frase "devi sentirti libera" testimonia l'umanità e la discrezione di Emanuele: sa bene che lei, a differenza di lui stesso, ha una vita solida con tanto di famiglia e figli... e non vuole stravolgere tutto... Come se le dicesse: ascolta tutto ciò che hai dentro, e prenditi il tempo che desideri. Ma secondo voi, non è brutto dire a una donna "PRENDITI IL TEMPO CHE VUOI"? insomma, da uomo con tatto ha cesellato le parole... A disposizione, gabri! :-)))
 
   
gaza64
gaza64 il 01/06/12 alle 22:50 via WEB
Ovviamente il commento precedente era rivolto al sostituto del titolare. Invece a te, Sergio, vorrei dire che ho compreso le intenzioni di Emanuele...sono sicura che ciò che pubblicherai sarà ancora più interessante e ricco di nuove sorprese...
 
     
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 02/06/12 alle 00:52 via WEB
Vedremo... certo è che su un blog tutto viene amplificato... :-))
 
jessissima
jessissima il 01/06/12 alle 00:26 via WEB
ecco stasera mi sono dedicata alla lettura del tuo romanzo a puntate... azzarola che trasudamento di sensualità qua! ...e la cosa strana è che a raccontarla sei tu, un uomo! si vede che conosci bene le donne figaro ^___*
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 07:14 via WEB
Mi dai del barbiere? 2) strano... non ti sei mai entusiasmata ai racconti di fantasia. Ciao jessi!!! :-)))
 
   
jessissima
jessissima il 02/06/12 alle 19:22 via WEB
hahaha... del barbiere non te lo dirò mai e non lo penserò nemmeno credimi! è solo che a seconda del tempo che ho a disposizione o per una mia condizione di ricerca personalissima a volte mi soffermo o meno sui racconti... Perdonata? ;-)))
 
     
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 03/06/12 alle 09:17 via WEB
QUANDO UNA PERSONA E' GENUINA E TRASPARENTE COME TE (CHI LEGGE IL TUO BLOG LO SA BENE)... NON C'è NULLA DA PERSONARE. :-)))
 
un.dolce.tormento
un.dolce.tormento il 01/06/12 alle 11:18 via WEB
Un attimo di vita intensa! :)) E quelle ultime parole la carezzano e la riscaldano per quella libertà che non è la libertà di chiamarlo/vederlo, ma la piacevole consapevolezza di essere molto più libera senza confini e senza schemi. E secondo me se la prenderà tutta... questa libertà ;)
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 01/06/12 alle 11:27 via WEB
Benvenuta intanto. E sì... hai colto il senso: la libertà non è sesso o un uomo... è dentro di noi. E il sesso dovrebbe sempre essere un "piacevole strumento"... :-)
 
   
un.dolce.tormento
un.dolce.tormento il 01/06/12 alle 15:08 via WEB
(Grazie per il benvenuta :) Ahhh ho colto? fiuuuuuu ... solo un colpo di fortuna *_-
 
     
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 02/06/12 alle 00:53 via WEB
La fortuna è fondamentale...! :-)
 
shoon1976
shoon1976 il 01/06/12 alle 21:32 via WEB
Ohhhhhhh ^_^ F I N A L M E N T E!!!!!! clap! calp! calp!
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 02/06/12 alle 00:56 via WEB
Ti sei elettrizzato Shoon? bene bene...:-)
 
ControiTroll
ControiTroll il 01/06/12 alle 22:53 via WEB
Il tempo di Emanuele è scaduto. L'ingrediente principale non è posseduto più di una volta dalla stessa persona, per me la Sabri è già oltre (come lo sarei io d'altronde). Buona serata a tutti...
 
 
sergioemmeuno
sergioemmeuno il 02/06/12 alle 00:55 via WEB
Scaduto in che senso?
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.