Community
 
giusj1959
   
 
Creato da giusj1959 il 18/09/2013

GIOSEFYN

MUSICA E POESIA

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: giusj1959
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: NA
 

ULTIME VISITE AL BLOG

deteriora_sequorcarpediem_alexgiusj2010giusj1959Cliente.Esigentemaandraxsensibilealcuoremavipittybelmoro_45lareginanera_neraMarquisDeLaPhoenixpsicologiaforenseGIUSYJACKSON1street.hasslemusica_x_te
 
 

GIUSY  SEI SUL  MIO BLOG

DA

Min: :Sec

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I VOSTRI DONI

 

 

 

 

 

Visualizza tutte FOTO                           

 

 

 

sito

 

animali di compagnia

 

 

 

<mce:script type= 

 

In classifica

Blog d'argento

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

 

ROMANO BATTAGLIA

Post n°507 pubblicato il 26 Luglio 2014 da giusj1959
 

Nella  vita  ci  sono  giorni  pieni  di  vento  e  di  rabbia,

ci  sono  giorni  pieni  di  pioggia  e  pieni  di  dolore,

ci  sono  giorni  pieni  di  lacrime;

ma poi  ci  sono  giorni  pieni  d'amore  che  ci  danno  il  coraggio

di  andare  avanti  per  tutti  gli  altri  giorni. 

***Giusy***

 
 
 

GEORGE GORDON BYRON

Post n°506 pubblicato il 26 Luglio 2014 da giusj1959
 

Dicono  che  la  speranza  sia  felicità,

ma  il  vero  amore  deve  deve  amare  il  passato,

e  il  ricordo  risveglia  i  pensieri  felici  che  prima  sorgono  e  ultimi  svaniscano.

Il  tutto  cìò  che  il  ricordo  ama  di  più  un  tempo  fu  speranza  solamente;

e  quel  che  amò  e  perse  la  speranza  ormai  è  circonfuso  nel  ricordo.

E'  triste  un'illusione:il  futuro   ci  inganna  da  lontano,non  

non  siamo  più quel  che  ricordiamo,

nè  osiamo  a  ciò  che  siamo.

***Giusy***

 
 
 

MARGUERITE YOURCENAR

Post n°505 pubblicato il 25 Luglio 2014 da giusj1959
 

Ho  sempre  pensato  che  la  musica

dovrebbe  essere  solo  lo  straripare

di  un  grande  

silenzio.

***Giusy***

 

 
 
 

IGOR STRAVINSKY

Post n°504 pubblicato il 25 Luglio 2014 da giusj1959
 

Per  creare  ci  deve  essere  una  grande  forza  dinamica.

E  quale   forza  è  più  potente

dell'amore.

***GIUSY***

 
 
 

JOHANN WOLFGANG GOETHE

Post n°503 pubblicato il 25 Luglio 2014 da giusj1959
 

IL  RITMO  HA  QUALCOSA  DI  MAGICO;

CI  FA  PERFINO   CREDERE 

CHE  E  SUBLIME

CI 

APPARTENGA.

***GIUSY***

 
 
 

QUARANTANNI DI MATRIMONIO

Post n°502 pubblicato il 25 Luglio 2014 da giusj1959
 

Amore   che  incanti  la  mia  esistenza  e  cacci  via  i  pensieri  bui,

che  attaccano  la  paura  al  respiro,e  mi  rubano  il  tempo

di  amare  ogni  cosa  che  sei  tu.

Il  tuo  lamento  è  il  mio   dolore,

la  tua  gioia   è  la  mia  contentezza,

e  tutto  ciò  che  ti  distrai  mi  confonde  di  gelosia.

Sorprenderti  e  vedere  impazzire  i  tuoi  occhi  di  me

è   il  punto  più alto  che  tocca  il  mio  cuore.

Aspettare  il  tuo  risveglio  è  l'attesa   più  dolce  di  ogni  giornata,

perchè  le  mie  mani  aspettano  le  tue  mani  per  continuare  

quello  che  abbiamo  cominciato.

Il   saperti  felice  è  l'unica   ragione  che  da  veramente  senso

a  tutto  quello  che  deve  ancora  venire.

Con  te   che  sei  radice  di  ogni  emozione,

voglio  combattere  i  pugni  dell'invidia   e  abbracciare   

la  gente  di  ogni  colore.

Con  te  voglio  vincere le  solitudine  e   le  malattie  che  ci  aspettano

dietro  i  giorni  che  vivremo  più  stanchi  e  senza  paura  di  morire

per  te  voglio  essere  viva,per  darti  ancora  la  mia  vita.

***GIUSY***


 

 

 

 
 
 

MARIO LUZI

Post n°501 pubblicato il 24 Luglio 2014 da giusj1959
 

La  terra  a  lei  concorde  il  mare

e  sopra  ovunque  un  mare  più  giocondo  

per  la  veloce  fiamma e  la  via  della  riposante  luna

e  del  sonno  dei  dolci  corpi  socchiusi  alla  vita

e  alla  morte  su  un  campo;

e  per   quelle  voci  che  scendono  sfuccendo

a  misteriose  porte  e  balzano  sopra  noi  

come  uccelli   folli,di  tornare  sopra  le  isole

originali   cantando;

qui  si  separa  un  giaciglio  di  porpora  e  un  canto

che  culla  per  chi  non  ha  potuto dormire

si  dura  era  la  pietra,

sì  acuminato  l'amore.

***Giusy*** 

 
 
 

GUIDO GUINIZZELLI

Post n°500 pubblicato il 23 Luglio 2014 da giusj1959
 

Io  vogl'del   ver  la  mia  donna 

laudare  ed  asembrarli   la  rosa  e lo  giglio:

più  che  stella  diana  spende   e  pare,è  ciò  che  lassù 

bello  a  lei  somiglio.

Verdi  river' a  lei  rasembro  e  l'àre,titti  color  de  fior',

giano  e  vermiglio,oro  ed azzurro  e  ricche  gioi  per  dare:

medesmo  amor  per  lei  rafina  meglio,

passa  per  via  adorna,e sì  gentile  ch'abassa orgoglio  dona  salute, 

e  fa  'l de  nostra  fè  se  non  la  crede;

e  nolle  pò  appressare  om che  sia  vile;

ancor  ve  dirò  c'ha  maggior  vertute:

null'om  pò  mal  pensar  fin  che la  vede.

***Giusy***

 
 
 

GUIDO GUINIZZELLI

Post n°499 pubblicato il 23 Luglio 2014 da giusj1959
 

Lo  vostro  bel  saluto e 'l gentil  sguardo  che  fate

quando  v'encontro,m'ancide;

Amor  m'assale  e  già  non  ha  riguardo

s'elli  face  peccato   over   merzede,

chè  per  mezzo  lo  cor  me  lanciò  un  dardo

ched  oltre 'n  parte  lo  taglia  e  divide;

parlar  non  posso,chè'ne  pene  io  ardo

sì  come  quelli  che  sua  morte   vede.

Per  li  occhi  passa  come  fa  lo  trono,

che  fer' per  la  finestra  de  la  torre  e  ciò  che  dentro  trova

spezza  e  fende:

remagno  come  statua  dottone,ove  nè  spirito  non  ricorre,

se  no  che  la  figura  d'omo  rende.

***Giusy***

 

 
 
 

UMBERTO SABA

Post n°498 pubblicato il 23 Luglio 2014 da giusj1959
 

Eran  le  sei  del  pomeriggio,un  giorno  chiaro  festivo.

Dietro  al  faro,in   in  quelle  parti  ove  s'ode  beatamente

il  suono  d'una  squilla,la  voce  d'un  fanciullo

che  gioca  in  pace  intorno  alle  carcasse  di  vecchie  navi,

presso  all'ampio  mare  solo  seduto;io  giunsi,se  non  erro,

a  un  culmine  del  mio  dolore  umano.

Tra  i  sassi  che  prendevo  per  lanciare  nell'onda

(ed  una  galleggiante  trave  era  il  bersaglio)

un  coccio  ho  rinvenuto,un  bel  coccio  marrone,

un  tempo  gaia utile  forma nella  cucinetta,

con  le  finestre  aperte  al  sole   e  al  verde  della  collina.

E  fino  a  questo  un  uomo  può  assomigliarsi,angosciamente.

Passo  una  barca  con  la  vela  gialla,che  di  giallo  tingeva il  mare  sotto;

e  il  silenzio  era  estremo.

Io  della  morte  non  desiderio  provai,ma  vergogna

di  non  averla  ancora  unica  eletta,d'amare  più  di  lei  io  qualche 

cosa  che  sulla superficie  della  terra  si  muove,

e  illude  col  soave  viso.

***Giusy***



 

 
 
 
Successivi »
 

DONO DI DIANA