Un blog creato da gole_tagliate il 19/03/2007

UN POLLO SALVATO

UN POLLO SALVATO PER AMICO. I POLLI SONO NOSTRI AMICI. OGNI VOLTA CHE MANGI POLLO, RICORDATELO: CHE RAZZA DI UOMO SEI A PRENDERTELA CON UN POLLO CHE E' INDIFESO ANCHE PIU' DI UN BIMBO?

 
 
 
 
 
 

FOCHE E PULCINI...

FOCHE E PULCINI

immagine  immagine

ENTRAMBI INNOCENTI... ENTRAMBI DA SALVARE...  PER I PRIMI POSSIAMO SOLO PROTESTARE, PER I SECONDI POSSIAMO FARE MOLTO, MOLTO DI PIU'... AD INIZIARE DALLO SMETTERE DI COMPRARE LE LORO CARNI E LE LORO UOVA...

 
 
 
 
 
 
 

UN POLLO PER AMICO

ECCO IL BOOK FOTOGRAFICO della mia POLLA D'AFFEZIONE CATERINA!!!

 

..  Povera la mia cucciola, che tenerezza quest'oggi...

Questa mattina volevo bagnare le penne alla mia Caterina con lo spruzzino verde che avevo comprato apposta x lei..povera piangeva, scappava..

..Allora l'ho posato e l'ho chiamata, chidendole scusa..

Mi si è avvicinata e mi è salita sulle ginocchia. Siamo state un po' così, poi dato che al mattino non ho poi tutto questo tempo-))), l'ho presa in braccio e l'ho portata fuori in passeggiata..

Quando siamo entrate tutte e 2 in ascensore, lei mi si è appollaiata sulla mano e quasi si addormentava.. è troppo cucciola!!!

 

 

 
 
 
 
 
 
 

PIATTO VEGAN ...

 
 
 
 
 
 
 

E IO? ...COSA TI HO FATTO??

    

immagine

 
 
 
 
 
 
 

PAMELA ANDERSON VS KFC

 
 
 
 
 
 
 

AMI GLI ANIMALI?? ...ALLORA NON MANGIARLI...

immagine

 
 
 
 
 
 
 

L'UOMO NON HA ALCUN BISOGNO...

L'UOMO NON HA ALCUN BISOGNO...

L'UOMO NON HA ALCUN BISOGNO DI MANGIARE CARNE...

L'organismo umano non ha alcuna necessità biologica di consumare carne, anzi, l'alimentazione vegetariana presenta numerosi vantaggi per la salute.
Le ragioni che spingono la maggior parte delle persone a includere la carne nella propria dieta non hanno nulla a che vedere con la necessità di sopravvivere.
Gli uomini mangiano carne semplicemente per abitudine o perché ne amano il sapore.
La semplice abitudine o un piacere voluttuario possono giustificare la tortura e l'uccisione sistematica di miliardi di esseri senzienti?
CONTINUA QUI
E in particolare QUI

 
 
 
 
 
 
 

BASTA SOLO.... NON COMPRARE!!!

immagine

http://www.bairo.info/fabbriche_infernali.wmv

...IMPERDIBILE!!  SOPRATTUTTO IL FINALE...

immagine

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 28
 
 
 
 
 
 
 

ANCHE IL POLLO E' D'AFFEZIONE

PULCINI, PAPEROTTI E ANATROCCOLI.  Anche loro sono "D'AFFEZIONE"

    

E GUARDATE QUI QUESTO CANDIDO PENNUTO CHE VIENE AVVOLTO IN UN ASCIUGAMANO DOPO IL BAGNETTO:

POLLI TRITURATI VIVI

SAVE ANIMALS!! GO VEGAN!!!! SALVATO UN VOLATILE CHE STAVA PER ESSERE TRITURATO VIVO.

Riporto da VeGan_Girl:

SAVE ANIMALS!! SALVATO UN VOLATILE KE STAVA X ESSERE TRITURATO VIVO,VERGOGNA AL GENERE UMANO,QUESTA è SOLO UNA DELLE MILLE EFFERATEZZE COMPIUTE SUGLI ANIMALI!!!

 
 
 
 
 
 
 

UNO SQUARCIO IN PIENA GOLA... DA VIVI!!!

Gli animali sono esseri senzientiimmagine, capaci di provare dolore come gli uomini, ognuno di loro è in grado di percepire l'avvicinarsi della morte, l'annusa nell'aria, gli si stringe la gola e prova un'angoscia terribile. Pensate agli animali portati al macello xchè anziché un bel piatto di pasta questa sera avete scelto un pezzo di cadavere x cena.  Si può vivere senza mai porre alla bocca alcun pezzo di cadavere...io sono vegetariana da quando avevo 13 anni! DA ALLORA, NE' CARNE NE' UOVA X ME!

 
 
 
 
 
 
 

 

 

PROTEINE (TANTISSIME) DA FONTI VEGETALI: oggi parliamo del Tofu

Post n°356 pubblicato il 12 Giugno 2014 da gole_tagliate
 
Foto di gole_tagliate

Le proteine non sono contenute unicamente negli alimenti di origine animale. Anche i prodottivegetali infatti ne sono ricchi. Con una dieta a base vegetale correttamente bilanciata è possibile assicurarsi il quantitativo di proteine necessario al fabbisogno quotidiano del nostro organismo, che può variare soprattutto a seconda dell'età e del peso corporeo.



Un'indicazione utile per ottenere proteine complete attraverso l'apporto di amminoacidi da fonti vegetali consiste nel consumare giornalmente sia fonti proteiche, come i legumi, che di carboidrati, come i cereali, meglio se integrali. I cereali infatti, sono poveri di lisina, un amminoacido essenziale di cui invece sono ricchi i legumi. La lisina stimola la formazione degli anticorpi e contribuisce a fissare il calcio nelle ossa. Ecco alcune delle migliori fonti vegetali da cui attingere proteine.

1) Tofu


Il tofu è una fonte di proteine che può essere utilizzata in alternativa alla carne o al formaggio. E' un alimento molto versatile, adatto alla preparazione di numerose pietanze. Oltre a presentare un elevato contenuto proteico, il tofu è ricco di sali minerali come ferro e magnesio. Una porzione da 140 grammi di tofu contiene 11 grammi di proteine.

Tratto: qui

 
 
 
 
 

OBIEZIONE DEGLI ONNIVORI n° 3 ^_^ : 'ANCHE GLI ANIMALI LO FANNO' O_o :))).

Post n°354 pubblicato il 11 Luglio 2012 da gole_tagliate
 
Foto di gole_tagliate

Premetto che sarebbe come dire che gli adulti iniziassero a fare i capricci o a pestare i piedi perchè... 'ANCHE I BAMBINI LO FANNO' :) 


Ma a parte questa evidente premessa,
vorrei fare alcune considerazioni sugli animali, sugli uomini e sul concetto di 'civiltà' (che, evidentemente, se qualcuno ha mai visitato un macello, ben avrà subito intuito che 'mangiare carne' ed essere 'una persona civile, matura, responsabile, sensibile e intelligente' sono 2 cose che non vanno proprio d'accordo... ).

Molte persone credono di 'giustificare' il concetto di tenere in gabbia un animale, ingrassarlo in fretta, ucciderlo, dissanguarlo e metterlo al forno con l'obiezione 'ANCHE GLI ANIMALI LO FANNO'.

A parte che nessun animale tiene in gabbia un altro animale e lo alimenta e cresce come se fosse suo figlio x poi ammazzarlo e metterlo in pentola!
Ma soprattutto... gli animali se vedono una carogna per strada ci si avventano sopra e la mangiano a grugno senza forchetta e senza condimenti, se vedono un palo alzano la gamba e fanno pipì per marcare il territorio...

PERCHE' GLI ONNIVORI NON SI METTONO ANCHE LORO AD ALZARE UNA GAMBA E FARE PIPI' CONTRO UN PALO PER MARCARE IL TERRITORIO... IN FONDO: ANCHE GLI ANIMALI LO FANNO :))) :D ^_^


 
 
 

TUTTA LA CARNE FA MALE E UCCIDE 45.000 PERSONE OGNI ANNO

Foto di gole_tagliate

Il risultato di uno studio effettuato nel Regno Unito dalla Oxford University.

Il dossier fa notare come non ci sia alcuna differenza tra "carne rossa" (cioe' manzo, maiale, agnello), "carne bianca" (pollo, coniglio) e pesce, perche' tutta la "carne" degli animali d'allevamento intensivo e' diventata negli ultimi decenni sempre piu' grassa, vale a dire contiene sempre piu' grassi saturi e colesterolo e sempre meno proteine.

Questo vale anche per i polli di allevamento biologico: TUTTA la carne di pollo, qualsiasi sia il tipo di allevamento, e' dannosa per la salute, cosi' come lo e' la carne "rossa".

L'associazione Amici della Terra, con la pubblicazione di questo report, ha invitato il governo a promuovere un'alimentazione a basso consumo di carne, attraverso campagne informative verso il pubblico.

http://www.agireora.org/info/news_dett.php?id=1170

ALTRO ARTICOLO:

L’EFSA conferma che la carne di pollo è una delle cause principali dei casi di campilobatteriosi nell’uomo

http://www.efsa.europa.eu/it/press/news/biohaz100128.htm

 
 
 

Piter Singer, padre dell'animalismo, piange per le atroci morti dei polli perchè sono come i bimbi

Post n°352 pubblicato il 08 Luglio 2011 da gole_tagliate
 

LIBERO - 22 FEBBRAIO 2008

Mangi carne? Meriti la galera
Le conseguenze etiche delle nostre scelte alimentari. Ultimo lavoro di Piter
Singer, padre dell'animalismo. Che piange sui polli perchè li considera
uguali ai bimbi...

C'è un libro che sembra fatto apposta per questo tempo di Quaresima e di
quaresime. Si intitola: "Come mangiamo" (Il Saggiatore, pp. 381, euro 20),
ma il contenuto, come a volte succede, si svela tutto nel sottotitolo: "Le
conseguenze etiche delle nostre scelte alimentari". Niente da dire se al
pensiero di tale lettura, qualcuno ricorresse alla macchinetta del
tritacarte. Per infilarci a bruciapelo il libro e farlo a strisce non
riciclabili. Comprensibile, visti i precedenti. Ma l'opera ha un suo
interesse e non sarebbe male darle un'occhiata. Infatti, è l'ultima
produzione di una letteratura eticamente double face: si prende cura, cioè,
fino all'ossessione e al delirio totemico, degli animali, mentre non esita a
giustificare con argomentazioni pseudo scientifiche l'inutilità dell'essere
umano.
Il dolore rende uguali
In questo campo, il professore australiano Peter Singer, uno degli autori
del libro, è maestro indiscusso, esempio delle follie a cui può arrivare la
teoria antispecista. Che sfociano nella sperimentazione eugenetica e nello
sterminio abortivo di massa. Singer, padre dell'animalismo radicale (
Liberazione animale" Net 2003) professore di bioetica all'università di
Princeton, si è recentemente auto-proclamato gran sovvertitore dei
fondamenti della morale giudaico-cristiana e demolitore delle certezze
morali dell'uomo occidentale ("Scritti su una vita etica", Net, 2004). Mica
un filosofetto qualunque, insomma. "Come mangiamo", invece, riguarda la
prima parte, la faccia buona dell'etica singeriana: quella commossa e fino a
una certa misura condivisibile, che denuncia la sofferenza animale, le
crudeltà degli allevamenti intensivi, l'agonia e la mattanza degli animali
sacrificati alla produzione alimentare. L'esimio professore si è valso della
collaborazione di Jim Mason, avvocato ed erede di una antica famiglia del
Missouri, agricoltori da cinque generazioni. La tesi su cui si fonda il
libro è questa: mangiare non è un atto innocente, scegliere quali alimenti
comprare nemmeno. Quello che mettiamo in tavola è l'ultimo anello di una
catena che riguarda i diritti degli animali, gli interessi dei produttori
alimentari, l'ambiente in cui viviamo e il destino dei Paesi poveri. Dunque,
decidere cosa mangiare e come alimentarsi, diventa una questione etica.
Provate, dice Singer, a pensare a un politico la cui carriera venga
danneggiata da rivelazioni su cosa mangia. Mai successo, ma è chiaro che l
autore se lo augura, e preoccupanti segnali ci dicono che siamo già sulla
buona strada. Mangia carne? Arrestatelo. Il punto di partenza è filosofico:
nonostante le ovvie differenze, umani e animali hanno in comune la capacità
di soffrire e questo significa che hanno gli stessi interessi. Da qui la
rivendicazione del diritto alla parità: se un animale sente il dolore,
quella sofferenza vale quanto quella provata dall'essere umano. Solo qualche
riga, in un libro che arriva quasi alle 400 pagine. Ma è da quelle
striminzite affermazioni (indimostrate) che acquista senso tutto il resto. L
humus sta fuori dal volume: è nei precedenti ideologici e letterari dell
autore. Da conoscere per evitare lacrimucce ipocrite e sfuggire alla
trappola della pietà a bon marchi. Dagli assunti sul dolore animale, Singer
deduce che l'uccisione di un uomo non sia più importante o grave dell
uccisione di un animale, se non forse per il fatto che l'uomo in quanto
cosciente desidera continuare a vivere. E siccome è possibile che un animale
possa provare più dolore di un essere umano menomato, le gerarchie di valore
e il "diritto alla vita" si misureranno di conseguenza: +Vi saranno di
sicuro animali la cui vita ha più valore della vita di alcuni umani;.
I vitellini anemici
Il libro però corre su altri binari, ma la meta è la stessa. H un viaggio
negli orrori dell'olocau sto animale, ed è la parte meno ideologica dell
opera. Che racconta di polli allevati a migliaia in uno spazio minore di un
foglio A4, immersi nel loro stesso guano che gli procura ferite e ulcere.
Vengono privati, senza anestesia, della parte terminale del becco (per
evitare che si ammazzino tra loro), non possono muoversi ni distendere le
ali, ni difendersi da quelli più dominanti e aggressivi. Polli che infine
vengono soltanto storditi, per non rovinare la carne, con l'elettricità e
vanno "coscienti e angosciati" alla lama che gli reciderà la gola. Oppure la
vita delle scrofe: crescono in modo da produrre una figliata dopo l'altra il
più velocemente possibile; trascorrono gran parte dell'esistenza gravide.
Mutilazioni e castrazioni, vacche costrette a produrre latte a ritmi
insostenibili e per questo dopate con ormoni. E ancora, vitellini stra ppati
alla madre e nutriti in modo che sviluppino una forma di anemia subclinica.
In questo modo la loro carne diventa pregiata: anzichi assumere il normale e
salutare color rosso, si manterrà rosa pallido e avrà il tessuto morbido. H
certo: dopo questi capitoli, farete fatica a guardare, senza sentirvi
colpevoli di crimini contro l'animalità, la bistecca nel vostro piatto o il
pollo che sfrigola sul girarrosto. Resta infine la domanda cruciale: come
conciliare le necessità alimentari con il diritto alla non sofferenza degli
animali? Per prima cosa, dicono gli autori, eliminando l'industria
alimentare: al suo posto, fattorie etiche, polli liberi che ruspano nelle
aie e mucche felici al pascolo come da cartolina svizzera. Utopie a cui
nemmeno i due autori sembrano davvero credere. Ed ecco allora rispuntare l
ideologia animalista e l'invito ad adottare una dieta vegetariana. Anzi di
più: vegana (no a latte, uova, etc.)

 
 
 
 
 

LA CARNE BIANCA, PER ESSERE TALE, E' STATA TRATTATA CHIMICAMENTE quindi è la PIU' INQUINANTE e la MENO GENUINA (una porcheria)

 LEGGETE E INFORMATEVI SENZA DARE RETTA A CHI DEVE VENDERE VOLANTINI (Agire Ora) o A CHI DEVE VENDERE CARNE (Amadori)

***

  • LA CARNE BIANCA E' LA MENO ECOLOGICA PERCHE', PER ESSERE TALE, E' STATA TRATTATA CHIMICAMENTE !!!!!!!! QUINDI LE FECI INQUINANO e non possono essere impiegate in agricoltura  senza inquinare il terreno e le falde acquifere.
  • LA CARNE BIANCA E' LA MENO GENUINA, PERCHE' CON I FARMACI CRESCE A UN RITMO INNATURALE DI 1 KG. OGNI 3 KG. DI CIBO!!! Impressionante... E Voi la mangiate???

Tratto quì: L'indice di conversione, lungi dal potersi considerare un indice "ecologico", è un indice di carne "non salubre" per i seguenti motivi lapalissiani:

  • nessuna carne cresce naturalmente al ritmo di 1 CHILO ogni 3 CHILI di cibo, quindi è stata trattata chimicamente con farmaci, ormoni della crescita e altre sostanze tossiche; pertanto le loro feci sono RIFIUTI TOSSICI per l'ambiente circostante e non possono essere impiegate in agricoltura come quelle dei bovini perchè quelle delle carni bianche INQUINANO le nostre falde acquifere (ricordo che la maglia nera dell'inquinamento dell'Adriatico spetta al Veneto, dove si trova la più alta concentrazione di allevamenti di polli, conigli e tacchini);
  • nessuna carne salubre e "genuina" cresce al ritmo di 1 CHILO ogni 3 CHILI di cibo, quindi se cercate il cibo genuino di una volta, ricorrete alla carne rossa, che cresce al ritmo più naturale di 1 CHILO ogni 13-16 CHILI di cibo.

 
 
 
 
 

VARIE DI CATERINA (foto scattate tra il 27 marzo ed il 4 aprile 2010)

Mi sto prendendo cura di Caterina... come potete vedere, per il dispiacere ho perso 3 chili.

Guardate come la Caty guarda Alberto... Quanto è cucciola la mia tesorona!!

Caterina si specchia nello specchietto dell'auto...!

Caterina, Ti ho beccata che Ti stavi specchiando... Cunfessa

 

Caterina dopo essere stata al calduccio con me e Albe in macchina, fuori tremava come una foglia e le ho dovuto mettere la sciarpina...

 
 
 

GLI ORRORI DELLA PRODUZIONE DI UOVA.

Post n°347 pubblicato il 13 Ottobre 2009 da gole_tagliate
 

Foto di simoveganblu

http://www.tvanimalista.info/video/allevamenti-macelli/produzione-uova-pulcini/

  • Tipo: Investigazioni e reportage
  • Argomento: Allevamenti e macelli
  • Durata: 4'
  • Fonte: Mercy for animals - http://www.mercyforanimals.org/
  • Realizzato: 2009

    Il reportage che state per vedere è stato ripreso con una telecamera nascosta nello stabilimento di incubazione Hy-Line nello Stato dell'Iowa. Per due settimane gli investigatori dell'associazione Mercy For Animals hanno documentato la crudeltà sistematica cui sono sottoposti i pulcini in questo genere di stabilimenti.

    Dalle incubatrici arrivano i pulcini appena usciti dall'uovo. Alcuni operai hanno il compito di separare i maschi dalle femmine. Le femmine saranno usate per produrre uova da vendere, i maschi invece sono inutili, perché non produrranno uova e non sono della razza giusta per diventare dei polli "da carne" convenienti per l'industria.

    I pulcini maschi vengono dunque uccisi subito, gettandoli vivi in un tritacarne.

    Questo è un metodo standard di questo tipo di industria. Un altro metodo è il soffocamento in sacchi neri.

    Ai pulcini femmina viene tagliata la punta del becco con una macchina. Questo perché quando da adulte le galline saranno costrette in gabbie minuscole a produrre uova e per questo impazziranno, non si feriscano gravemente tra loro causando danni economici per i produttori di uova.

    Il becco dei pulcini contiene terminazioni nervose. La procedura di taglio può causare dolore sia acuto sul momento, che cronico, per tutta la vita della gallina adulta.

    Come vedrete dal video, i lavoratori maneggiano rudemente gli animali, senza alcun riguardo per il loro benessere. Cercano quelli malati, feriti e deformi per eliminarli.

    Queste crudeltà non sono casi isolati, si tratta del normale processo usato in tutto il mondo, Italia compresa, per la selezione delle galline ovaiole.

    Le galline vengono poi allevate in piccole gabbie, sfruttate per 2 anni per produrre uova, e poi macellate. Anche le galline allevate a terra provengono da questi stabilimenti e vengono alla fine uccise.

    È impossibile consumare uova senza uccidere i pulcini maschi prima e le galline dopo.

    Scegli di non uccidere, grazie a un'alimentazione 100% vegetale.
    Visita www.vegfacile.info per consigli pratici.

    Approfondimenti
  •  
     
     

    NON COMPRATE LE PASTE DEL BAR !!

    Post n°346 pubblicato il 03 Giugno 2009 da simoveganblu
     

    Foto di simoveganblu

    Vi chiedo un attimo di attenzione, amici.

    E' di primaria importanza boicottare le uova codice 3 che si celano dietro i miliardi di merendine, PASTE DEL BAR (anche quelle vuote!!), gelati, panettoni, biscotti, paste all'uovo di ogni genere e tipo!!

    Le uova codice 3 corrispondono a una tortura paragonabile a quella del FOIS GRAS, con la differenza che mentre il paté solo pochi stronzi sfigati lo mangiano, DEI PRODOTTI CONTENENTI UOVA CODICE 3 ANCHE UN VEGANO COME DAVIDE QUANDO VA AL BAR NE FA USO!!!

    Per favore aiutatemi. Aiutatemi a far comprendere a vegetariani, vegani e onnivori che LE PASTE AL BAR, I PANETTONI, LE MERENDINE, I BISCOTTI CONTENENTI UOVA, LE PASTE ALL'UOVO e i gelati (eccetto cioccolato fondente e i gusti alla frutta) CONTENGONO TUTTI UOVA CODICE 3, QUINDI DERIVATE DALLA TORTURA DI ANIMALI PARAGONABILE ALLA TORTURA DEL FOIS GRAS!!

    Se si è fuori casa, o ci si organizza comunque prima con briosche marca PRIVOLAT, oppure ci si porta dietro fette biscottate e marmellata (...dev'essere una buona marmellata, consiglio quella alle fragole di bosco, perchè altrimenti ...ci vuole proprio una potente motivazione interiore...), oppure, male che vada, FATE COLAZIONE CON UN BEL GELATO AL GUSTO CIOCCOLATO FONDENTE + FRAGOLA, COCCO o altra frutta !

    ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

    L'ANGOLO DEGLI APPROFONDIMENTI

    NO ALLE UOVA: APRIAMO LORO LE GABBIE

    NO ALLE UOVA: ECCO IL VIDEO...

    Il 90% delle galline ovaiole vive in gabbie di batteria.
    L'allevamento in batteria è un sistema intensivo dove milioni di galline sopravvivono recluse in uno spazio più piccolo di un foglio di carta. Puoi vederlo con i tuoi occhi in questo video.

    E' un sistema che prevede ventilazione e luce forzata per aumentare la produzione. Una tortura per gli animali, privati dei loro bisogni elementari: muoversi, razzolare, covare, fare bagni di terra.
    I danni alla salute sono innumerevoli, dall'osteoporosi alla frattura delle ossa. Ciò che è peggio sono i danni psicologici. In queste condizioni le galline impazziscono letteralmente, tanto da diventare cannibali. Per questo subiscono la mutilazione del becco.

    Le batterie sono prigioni.
    E' il momento di aprire le gabbie.

    NO AL POLLO..!! SCHIFO!

    http://www.petatv.com/tvpopup/video.asp?video=pilgrims_web&Player=wm

    POLLI: AUTOMATIZATION INDUSTRIAL (fabbriche infernali):

    http://video.libero.it/app/play/index.html

    http://www.goveg.com/factoryFarming.asp

     
     
     
     
     

    LA CARNE E' RESPONSABILE DELL'EFFETTO SERRA ANCORA DI PIU' DEI TRASPORTI

    Foto di simoveganblu

    Meat the truth e' un documentario con le migliori e più aggiornate informazioni scientifiche sui cambiamenti climatici e il loro legame con l'allevamento di animali: l'industria dell'allevamento causa il 18% dell'effetto serra totale, una percentuale simile a quella dell'industrIa, e maggiore di quella dell'intero settore dei trasporti pubblici e privati (13,5%). Le informazioni scientifiche contenuta nel documentario derivano e sono state convalidate dalla FAO (Organizzazione per l'Agricoltura e l'Alimentazione dell'ONU), dal World Watch Institute, dall'IPCC dell'Onu e dall'Istituto per gli Studi Ambientali della Libera Università di Amsterdam.

    La dottoressa Marina Berati:"
    L'importanza di rendere note al pubblico queste informazioni sta nel fatto che ciascuno di noi, come singolo cittadino, può fare moltissimo per alleviare il proprio peso sull'ambiente e quello che possiamo fare sul fronte della scelta del nostro cibo è decisamente più potente di quello che possiamo fare in ogni altro campo!"

    GRATIS ON LINE 
    QUI

     
     
     

    I DANNI DEGLI ALLEVAMENTI INTENSIVI: per l'AMBIENTE e per la SALUTE

    La prossima puntata di Report - quella del 17 maggio, ore 21.30, Rai 3 - sara' dedicata ai danni all'ambiente e alla salute umana causati dagli allevamenti intesivi.


    In Italia siamo 60 milioni di abitanti e macelliamo circa 500 milioni di polli all´anno, 4 milioni di bovini e 13 milioni di suini. Ma siccome non ci bastano il resto lo importiamo. Con il resto s´intende quella carne che serve ad arrivare al centinaio di chili che ognuno di noi mangia. Stessi quantitativi si consumano in Europa e Stati uniti. Ma sul pianeta Terra vivono 6 miliardi e mezzo di persone, molti muoiono di fame, altri che la carne non possono permettersela la vorrebbero. Tra qualche anno diventeremo 10 miliardi, potremmo produrre carne per tutti?
    C´è chi dice che sarebbe il suicidio del pianeta. Fao, Onu, Ipcc avvertono che il 18% dei gas serra che alimentano i cambiamenti climatici sono frutto degli allevamenti, che battono tutte le altre attività umane, comprese le emissioni dell´intero parco auto del pianeta
    . Ancora: un chilo di carne di bovino ha consumato dieci volte il suo peso in cereali per essere prodotta - cereali che potrebbero sfamare molte più persone - e ha consumato 15.000 litri di acqua. Non basta.

    Più della metà degli antibiotici prodotti sono usati per uso zootecnico. Le malattie negli allevamenti intensivi aumentano, così come i ceppi di batteri resistenti agli antibiotici, ma aumentano anche le malattie umane da benessere come patologie coronariche, diabete, obesità che direttamente derivano da eccessivo consumo di alimenti animali. Senza contare il problema della montagna di liquami ed escrementi che inquinano acque e terreni e non sappiamo più dove mettere. Anzi no, pur
    di non chiudere allevamenti, adesso in Veneto, Lombardia e Emilia Romagna la parola d´ordine è: pirogassificazione, ovvero fare energia elettrica con pollina e simili. Potere calorico ridicolo, efficienza economica nulla, inquinamento da fumi intollerabile, ma l´escamotage è stato equiparare la pollina all´energia solare ed eolica e quindi
    usufruire degli incentivi che pagano quattro volte il valore di mercato dell´elettricità ricavata da fonti rinnovabili!

    La cosa paradossale è che meno costa produrre il cibo carne, con questo
    modello di allevamento industrializzato, più aumenta l´impatto sull´ambiente, così che l´agricoltura è la prima vittima di un paradigma economico che non regge più. Che fare?
    Alcune soluzioni sono possibili. Vanno attuate subito, ma qualcosa già si muove.

    -----------------------

    Buona visione,
    la Redazione di SSNV

     
     
     

    ..Regalino ricevuto oggi:

    Post n°342 pubblicato il 06 Maggio 2009 da gole_tagliate
     

    vegan Pictures, Images and Photos 

     
     
     

    EFFETTO SERRA: COSTI DELLA CARNE E RISPARMIO VEGAN

    Foto di gole_tagliate

    Ciao a tutti,

    su TVAnimalista e' diponibile un nuovo video, un brevissimo mini-documentario intitolato "Effetto serra: costi della carne e risparmio vegan":
    http://www.tvanimalista.info/video/ecologia-della-nutrizione/effetto-serra-costi-carne-risparmio-vegan/

    Dati alla mano, per quanto riguarda l'effetto serra il tipo di alimentazione più ecologista è quella 100% vegetale (vegan). L'alimentazione vegetariana ha un impatto 4 volte più alto, quella onnivora 8 volte più alto.

    Il filmato, realizzato in inglese da Supreme Master Television, e sottotitolato in italiano a cura di AgireOra Network, illustra questi dati, con un'animazione molto efficace.

    Potete vederlo on-line o scaricare la versione in divx a maggior risoluzione (in fondo alla pagina), e potete diffonderlo come volete!

     Alimentazione vegan
    Da agricoltura bio: 281 km
    Da agricoltura convenzionale: 629 km

    Alimentazione vegetariana
    Da agricoltura bio: 1978 km
    Da agricoltura convenzionale: 2427 km

    Alimentazione onnivora
    Da agricoltura bio: 4377 km
    Da agricoltura convenzionale: 4758 km

    Come si vede, l'agricoltura biologica è una scelta molto ecologica, ma solo se si consumano direttamente i vegetali: con un'alimentazione vegan, si possono dimezzare le emissioni di gas serra, se si scelgono vegatali da agricoltura biologica. Ma anche con l'agricoltura convenzionale, la scelta vegan batte di molte lunghezze le altre due possibilità.

    Viceversa, la scelta biologica non è molto rilevante nell'alimentazione onnivora (è quasi insignificante), e nemmeno in quella latto-ovo-vegetariana.

    E' importante notare che non è vero, come in molto credono, che il problema sia solo quello del metano emesso da bovini, pecore e capre durante la digestione: il problema esiste per tutti gli animali d'allevamento, perché è dovuto in larga misura al fatto che per produrre 1 kg di carne è necessario coltivare appositamente una quantità di mangime che va da 4 a 35 volte tanto, con tutti gli sprechi - di energia, acqua, sostanze chimiche, ecc. che questo comporta.

    Il report affronta anche il problema pratico di che cosa fare con la lobby degli allevatori. Gli autori del report parlano chiaro: serve una diminuzione dei consumi di carne, uova, latte e formaggi, non ci sono altre soluzioni. Questo lo sostengono l'associazione di consumatori Foodwatch, e il Ministero dell'Ambiente tedesco.

    Buona visione,
    AgireOra Network

     
     
     

    Sebbene in ritardo...

    Post n°339 pubblicato il 15 Aprile 2009 da simoveganblu

     
     
     

    TUTTI GLI ANIMALI SONO DEI CUCCIOLI. Igualdad Animal rescata a tres pollos de un matadero. AMICI, SIETE GRANDI !!

    Post n°338 pubblicato il 21 Marzo 2009 da simoveganblu
     

    Regan Végan ♥ ♥ ♥ :*)
    Activistas de Igualdad Animal rescatan a tres pollos de un matadero de aves de Madrid. Ayuda a que sus historias se conozcan, difunde estas imágenes entre tus contactos, compártelas, publícalas y anima a que otros reflexionen sobre las consecuencias que tiene para los animales el consumo de productos obtenidos de ellos.

     
     
     
     
     

    ...UN SITO AMICO !!! DATECI UN OCCHIO, dai...^_^

    Post n°336 pubblicato il 10 Marzo 2009 da simoveganblu

      http://www.upc-online.org/

    Ma noooo... a letto ammalato c'è anche il mio cucciolo con il becco e la crestina!!

     
     
     
    Successivi »
     
     
     
     
     
     
     

    CARNE, SAPERE

    CARNE, SAPERE:

    carni cotte con metodi domestici (carne, pollame e pesce) possono produrre delle sostanze genotossiche, denominate amine eterocicliche (HAAs); queste sostanze sono responsabili della formazione di DNA-adducts, che sono stati associati con un aumentato rischio di tumori del colon, del pancreas, della mammella, della prostata e delle vie urinarie. Si tratta di composti i cui metaboliti si accumulano in diversi tessuti dell'organismo, ritrovandosi anche nel latte e nelle urine, e che agiscono come carcinogeni a più livelli, interagendo con meccanismi ancora controversi con i fattori genetici.

     
     
     
     
     
     
     

    TUTTI GLI ANIMALI DEL MONDO

    ..E perchè questi non sono anch'essi animali indifesi da proteggere...?

    ..Perchè invece quando si tratta della loro sofferenza fate spallucce e le alternative proprio non le volete vedere...?

    Basterebbe invece così poco x salvar loro la vita...

    Vi chiedo solo di pensarci un attimo su.

     
     
     
     
     
     
     

    PENSATECI E DITEMI SE NON E' VERO!!

    QUELLI CHE MANGIANO CARNE TOLGONO VIA IL PANE DI BOCCA AI BAMBINI DEL TERZO MONDO... LEGGETE!!!

    La dieta vegetariana può nutrire un numero molto più alto di persone rispetto a una dieta onnivora. Ecco gli esseri umani che, secondo una stima fatta dal Professor Peter Ulvin basandosi su statistiche della FAO (Food and Agricultural Organization) dell'ONU, possono essere sfamati con differenti tipi di alimentazione:

    • 6.3 miliardi di persone con una dieta vegan
    • 3.2 miliardi con il 25% di prodotti animali nella dieta

    Naturalmente la fame nel mondo è un problema complesso, legato alla ingiusta distribuzione del cibo e non solo alla sua produzione, ma è innegabile che diventare vegan significa risparmiare risorse a favore delle popolazioni affamate.

    Un rapporto della FAO indica i seguenti problemi ambientali causati dagli allevamenti:

    • riduzione della biodiversità e danni all'ecosistema
    • erosione del terreno e riduzione della quantità di acqua
    • effetto serra e contaminazione delle acque con azoto, fosforo e pesticidi
    • piogge acide e contaminazione del terreno con metalli pesanti
    Negli allevamenti le deiezioni animali vengono raccolte in lagune artificiali che possono inquinare le acque. Le deiezioni di polli e maiali spesso finiscono nelle acque e contribuiscono alla crescita di organismi patogeni che avvelenano gli esseri umani e uccidono milioni di pesci. Anche la pesca industriale danneggia gravemente l'ecosistema marino.

    Vegan Outreach - Associazione animalista
    Tratto da: Why Vegan, 2000

    http://www.saicosamangi.info/mostra/social.html

     

    immagine   immagine

     
     
     
     
     
     
     

    FOCHE E PULCINI...

    FOCHE E PULCINI

    immagine  immagine

    ENTRAMBI INNOCENTI... ENTRAMBI DA SALVARE...  PER I PRIMI POSSIAMO SOLO PROTESTARE, PER I SECONDI POSSIAMO FARE MOLTO, MOLTO DI PIU'... AD INIZIARE DALLO SMETTERE DI COMPRARE LE LORO CARNI E LE LORO UOVA...

     
     
     
     
     
     
     

    DAI VEGETALI POSSIAMO TRARRE TUTTO IL NECESSARIO

    RICETTE E... PER OGNI ALIMENTO LE SUE PROPRIETA'
     
     
     
     
     
     
     

    CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

    Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
    I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
     
     
     
     
     
     
     

    IPOCRISIA ONNIVORA

    SE, COME TU STESSO TI SEI DEFINITO, SEI UN ANIMALE "CARNIVORO", PERCHE' ABORRI LA CACCIA??  e poi se fosse vero che l'uomo è "ONNIVORO", perchè io non sono ancora morta che è da quando avevo 12 anni che non mangio nè carne né uova? 

    Secondo me la carne NON è affatto necessaria, e anche Veronesi, oltre agli altri 600 milioni al mondo la pensano come me.  SE NON CI CREDI, PROVA ANCHE TE A NON MANGIARLA. Se dovessi mangiare un cane, di sicuro non lo faresti. Ma se sono polli, chissefrega.. alla faccia di chi dice di amare gli animali... Gli animali carnivori muoiono se stanno senza carne, io ci sto senza da 19 anni...

     
     
     
     
     
     
     

    PETIZIONI

    AAA - MAX.MA DIFFUSIONE

    URGENTE!!! PETIZIONI DA

    FIRMARE E DIFFONDERE!!!

     Questa petizione si trova QUI

    PER MAGGIORI INFO  CLICCA QUI

    INOLTRE:   

     CAMPAGNA LAV X IL VEGETARISMO: 

    clicca QUI

    E INFINE:  
     CAMPAGNA MENSE...... clicca QUI

     
     
     
     
     
     
     

    CERCA IN QUESTO BLOG

      Trova
     
     
     
     
     
     
     

    ULTIME VISITE AL BLOG

    arigabrieledanilo.prosperitedescofitazinforchiaarosignuoloArckiBTNsilkwood.61fernandina53norma43kewell0ttonyemozionisteriligatta1983ClaudiaFarrottipalmeirayu
     
     
     
     
     
     
     
    RSS (Really simple syndication) Feed Atom
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     

    ULTIMI COMMENTI