Genoa ti amo!

Qualcuno è genoano perché è nato vicino al mare. Qualcuno è genoano perché il bisnonno, il nonno, lo zio, il padre e la madre erano genoani, il cugino no! Qualcuno è genoano perché ha visto perdere quasi tutte le partite fondamentali. Qualcuno è genoano perché quelle poche che ha visto vincere le ha cantate in gola fino alla fine di quella notte ed ancora al ricordo si scopre le lacrime agli occhi. Qualcuno è genoano perché ha solo visto vendere giocatori. Qualcuno è genoano perché la maglia rossoblu è bellissima sullo sfondo di un prato verde. Qualcuno è genoano perché quando da bambino diceva di tenere Genoa, negli occhi degli adulti vedeva quella malinconia e quell'orgoglio che non avrebbe più ritrovato se non nei suoi occhi di adulto. Qualcuno è genoano perché a Natale gli avevano regalato il disco dell'inno. Qualcuno è genoano perché non vede l'ora che entrino le squadre per cantare l'inno. Qualcuno è genoano perché si va in serie C con una festa allo stadio in diecimila. Qualcuno è genoano perché c'è la gradinata nord. Qualcuno è genoano perché quando in gradinata si tendono le braccia all'urlo Genoa sembra di essere su di una locomotiva che trancia i binari. Qualcuno è genoano perché il mare di Nervi è blu e le creuze di Carignano sono rosse. Qualcuno è genoano perché da bambino credeva che al mondo esistessero solo due colori. Qualcuno è genoano perché si va a Modena a salvarsi dalla C in 8.000. Qualcuno è genoano perché si va a Ravenna a perdere la serie A in 12.000. Qualcuno è genoano perché si va ad Amsterdam in 6.000 sapendo di non potercela fare. Qualcuno è genoano perché Iorio l'ha buttata dentro e vuoi vedere che. Qualcuno è genoano perché Genova si colora di rossoblu quando altri vincono lo scudetto.

Creato da pulvaz il 29/07/2006

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 

IL CAPITANO..GIANLUCA SIGNORINI..

 

VOTAMI!!

immagine

VOTAMI NELLA TOP 100 DEI SITI E BLOG SUL GENOA!!

CLICCA NELL'ICONA QUI SOPRA!! GRAZIE X ESSERE PASSATO!!

 

Mio fratello che snumera.....


 

Area personale

 

CAPITAN ROSSI!!

immagine

 

FACEBOOK

 
 

VIRUS GENOA..

 
 

 

« Per ogni ragazzo.. »

Konko l'antidivo che dice no alla tv e guarda i Miserabili

Post n°530 pubblicato il 18 Novembre 2007 da pulvaz
 
Tag: Genoa..


Genova. La televisione la guarda soltanto. L'idea di andare davanti
alla telecamera proprio non gli va: Abdoulay Konko , 23 anni, il
miglior esterno del campionato secondo le classifiche dei media
sportivi, ha una sua teoria personale. Un po' di timidezza e un po'
(forse) di scaramanzia. La palla la fa correre veloce, il cervello
ancora di più. Insomma è uno di quei calciatori che non si "nasconde"
se non si parla di pallone. E ama pure Victor Hugo.
Konko, l'Italia del pallone è nel pallone. Cosa ne pensa?
«Sono successe cose molto negative domenica scorsa, pericolose per il calcio e lo sport».
Lei crede che siano "cose" legate al calcio o che c'entri anche dell'altro, come la politica -
«Ci
sono problemi che non sono solo del calcio, io credo che ci sia anche
molta politica e che ci siano dei problemi legati alla società. I
tifosi vivono nella società, nelle città e nella periferia, possono
avere anche dei problemi che con il calcio non c'entrano».
Il calcio e lo sport cosa possono fare per questo tipo di problemi?
«Quando
succedono cose come quelle di domenica, i più penalizzati siamo noi, la
gente, le società del calcio. Siamo consapevoli però che con il nostro
comportamento possiamo anche aiutare a non creare situazioni difficili».
Poi Konko aggiunge facendo un gesto chiarificatore con la mano sopra la testa: «Sono anche cose che ci passano sopra la testa».
Marsiglia e Genova, la Francia e l'Italia.
«In Italia ci sono dal 2000, Genova e Marsiglia sono simili nella passione dei suoi tifosi, sono città di mare, aperte».
Anche a quelli con la pelle come la sua?
Sorriso.
«Certo, io non ho avuto alcun problema a Genova nell'inserimento nella
squadra, né nella città., tantomeno con i tifosi».
L'essere un
"nero" però a volte fa vivere in modo difficile. Negli stadi il
razzismo, purtroppo, non è uno spettatore sconosciuto.
«Sì, è vero, ma io a Genova non ho avuto problemi».
Non a Genova, altrove. E' mai stato contestato, insultato in modo razzista?
«Quest'anno
no, non è ancora successo, negli altri anni sì, ho subito in qualche
caso il razzismo come altri stranieri di colore».
La sua reazione?
«Non
li "sento", mi passa addosso come l'acqua. Anzi, quando succedono
queste cose l'effetto è quello di giocare ancora di più, di spingere e
di fare meglio, magari se ci riesco anche un gol. La migliore risposta
è sul campo, la gente in maggioranza non è razzista».
Konko, la musica, i libri, i film...
«Leggo, mi piacciono un po' tutti i genere di film e seguo molto la televisione, la fiction».
C'è un programma che l'ha interessata più di altri?
«Sto seguendo i Miserabili ».
Secondo lei è una ricostruzione fedele, fedele al testo originale di Victor Hugo?
«Sì, direi proprio di sì, è fatta bene e interessante».
Avevamo
promesso di parlare poco del pallone giocato. Ma lei è attualmente in
testa alla classifica dei migliori esterni del campionato e nelle
considerazioni dei commentatori.
«Me lo hanno detto...».
Allora non legge i giornali sportivi?
«No, li leggo, ma non me ne ero accorto».
Secondo le immagini tv, a Reggio su di lei c'era un rigore. Forse è caduto "poco" per convincere l'arbitro.
«Come si deve cadere? Sono caduto perché spinto. Ho detto all'arbitro "ma non è rigore questo?"».
E l'arbitro?
Risata: «Mi ha detto che sono caduto come una foglia morta. Ma poi in campo è meglio parlare poco».
A
differenza di chi darebbe una quota dell'ingaggio per una comparsata
televisiva, Konko dice no anche a una intervista. Anche durante il
ritiro "sfuggì" con un paio di dribbling alle telecamere. Ma perchè non
ama farsi intervistare dai colleghi delle tv?
«No, con i giornalisti delle televisioni non ho nulla, nulla. Ma è una cosa mia, personale».
Timido lei?
Sorriso.«Forse un po'».
A vederla sul campo non si direbbe. Potrebbe essere un po' di scaramanzia, di superstizione?
Altro sorriso: «Diciamo così». Il piccolo segreto di Konko, nella società dove molti amano più l'apparire dell'essere, continua.




La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/GenoaEbasta/trackback.php?msg=3608476

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 24/11/07 alle 23:44 via WEB
Ecco cosa si sono guadagnati tutti i tifosi grazie a quelli del genova http://italiacriminale.blogspot.com/ complimentoni!!!!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.