Community
 
ilpiccolobc...
   
 

Piccolo Bagnacavallo

pagina bagnacavallese del settimanale "Il Piccolo" di Faenza (Ra) a cura di Michele Tarlazzi (micheletarlazzi@libero.it)

 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

mgf70lumil_0virgo2009ilpiccolobcavallomistheryailGrido.del.SiLENZiOstreet.hassleBastarda.Senza.Impegdolceluna.12chef55Whaite_Hazeroby74_7elektraforliving1963magomicmartykadgl
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

« Notizie da Bagnacavallo ...La parrocchia di S.Miche... »

Notizie da Bagnacavallo (19 maggio 2013)

Post n°241 pubblicato il 19 Maggio 2013 da ilpiccolobcavallo

 Comune
Presentati il bilancio di previsione e il bilancio pluriennale

E' stato presentato in Consiglio comunale il Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2013, la Relazione previsionale e programmatica e il Bilancio pluriennale 2013-2015 del Comune di Bagnacavallo.

Le priorità

Alleggerimento della pressione fiscale sui cittadini, blocco delle tariffe dei servizi sociali ed educativi, riproposizione delle agevolazioni per l'acquisto e il recupero della prima casa e di locali da adibire ad attività commerciali e produttive, con particolare attenzione ai giovani, azioni a sostegno delle imprese e delle fasce più deboli della popolazione: sono questi i punti principali del Bilancio di previsione 2013.
A questi impegni si affianca un Piano triennale degli investimenti 2013-2015 che contempla interventi per 9.648.940 euro, per sostenere la ripresa economica, le imprese e l'occupazione, rendere più efficienti i servizi, valorizzare e rendere più attraente il territorio e svolgere un'adeguata manutenzione sul patrimonio pubblico.
«Sono tante le incertezze legate a disegni istituzionali rimasti incompiuti e incompleti - spiega l'assessore alle Politiche Finanziarie, Angela Rossetti - a partire dalla disciplina dell'Imu e della Tares, il nuovo tributo sui rifiuti. Non si conosce a quanto ammonteranno i tagli della spending review per il 2013 e non si conoscono i risultati del fondo di solidarietà sostitutivo del soppresso fondo sperimentale di riequilibrio.»

Le entrate
Le entrate correnti previste per il 2013 ammontano a 13.729.605 euro e sono destinate a finanziare la spesa corrente di 12.218.913 euro e la quota capitale di ammortamento mutui di 1.446.692 euro. Sia l'entrata che la spesa registrano rispetto al 2012 una variazione in aumento di 2.876.000 euro riconducibili alla gestione della Tares.


Gli investimenti
Sul fronte degli investimenti, il piano contempla interventi per 9.648.940 euro, cui 2.728.940 nel 2013, finanziati attraverso risorse proprie per 1.329.040 euro (oneri di urbanizzazione, alienazioni, proventi cimiteriali, avanzo e risorse correnti), trasferimenti dalla Regione e dalla Provincia per 642.600 euro e l'accensione di un mutuo di 757.300 euro.
Nel 2013 si darà il via a un progetto riguardante il tema dei collegamenti sicuri tra le località del comune e i comuni confinanti, compresa la sicurezza nell'attraversamento pedonale e ciclabile del fiume Senio verso Lugo. Si pensa a piste ciclabili sul modello di via Bruciamolina o del collegamento con Villa Prati (Naviglio).
Nel 2013, con l'intervento in centro storico, si completerà l'opera mirata a rendere più efficiente la pubblica illuminazione di tutto il comune e al contempo garantire un risparmio energetico.
Per quanto riguarda l'oasi naturalistica Podere Pantaleone s'investirà per migliorarne ulteriormente la fruibilità al pubblico, in particolare agli studenti.
L'investimento in programma per la scuola è di 120.000 euro e prevede interventi di miglioramento e ammodernamento degli edifici scolastici.
Sul versante della cultura, della formazione, della socialità, del buon vivere, i capitoli principali riguardano: il nuovo centro per le arti, la creatività e i mestieri della cultura di via Bedeschi; la ristrutturazione della Sala di Palazzo Vecchio come contenitore polifunzionale; progetti che consentano di reperire finanziamenti per valorizzare e promuovere il patrimonio storico del centro di Bagnacavallo e le risorse naturalistiche e paesaggistiche del territorio comunale; interventi di insonorizzazione acustica nella scuola di musica.
L'iter per la soppressione dei passaggi a livello nel territorio comunale di Bagnacavallo sta procedendo come previsto dal Protocollo d'intesa tra la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Ravenna, il Comune di Bagnacavallo e Rete Ferroviaria Italiana Spa (Rfi), approvato all'unanimità dal Consiglio comunale il 10 novembre 2011. L'aggiudicazione dei lavori, dopo la gara d'appalto, avverrà nel 2014.
Per quanto riguarda l'intervento di riqualificazione urbana conseguente al concorso di progettazione urbanistica di Bagnacavallo "Polo Sud", il primo stralcio riguarderà le connessioni urbane tra Palazzo Abbondanza e il complesso di San Francesco.


Le critiche
"Ciò che caratterizza la giunta - dichiara Davide Giovannini (Lista civica "Bagnacavallo Insieme") è la mancanza di determinazione e lungimiranza nel valutare ed affrontare i problemi strutturali che sono rimasti per lo più irrisolti" (es. passaggi a livello).
Va male anche sul fronte ambientale dove, secondo Giovannini, da un lato si approvano ordini del giorno " e regolamenti pieni di buoni propositi sulla riduzione agli sprechi, del consumo del territorio, utilizzo di fonti di energia rinnovabili, dall'altra non si faceva nulla per contrastare grandi progetti privi di ricadute positive sulla comunità ma al contrario portatori di gravi impatti sull'ambiente e sulla salute (lo sfruttamento degli idrocarburi, n.d.r)".

 

Villanova
Inaugurato il nuovo Ecomuseo delle Erbe Palustri
Domenica 12 maggio è stata inaugurata la nuova sede dell'Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova di Bagnacavallo, voluto dall'Amministrazione comunale per dare una nuova e più consona collocazione agli oltre duemila reperti raccolti negli anni grazie al prezioso lavoro dell'associazione Civiltà delle Erbe Palustri e per valorizzare le potenzialità di un sapere antico come quello dell'intreccio delle erbe spontanee con i più moderni strumenti della multimedialità.
Per accedere alle nuove sale espositive si percorre una lunga pensilina che consente l'osservazione dei suggestivi capanni in canna palustre che circondano l'Ecomuseo (Etnoparco).
Di fronte al banco reception si trova l'aula didattica per la prima accoglienza dei gruppi e per la visione di un filmato introduttivo alla visita e sul contesto ambientale che documenta le origini storiche di queste lavorazioni, così circoscritte all'ambito villanovese.
Si passa poi alla sezione che descrive l'evoluzione del territorio, un tempo in prossimità di vaste zone umide e vallive che il visitatore oggi fatica ad immaginare guardando il paesaggio agricolo circostante. Ed è proprio per ovviare a questo cambiamento che si accede alla grande sala "immersiva" che mette il visitatore di fronte a una linea d'orizzonte fisica e multimediale, lunga oltre 11 metri, priva di commenti didascalici, animata solamente da suoni d'ambiente. Su questa grande parte/schermo scorrono 16 minuti di contemplazione della valle, silenziosa e immanente e di esplorazione dell'habitat odierno delle vegetazioni palustri, un tempo abbondanti da queste parti e oggi presenti solo a rari tratti. La proiezione oltre che fungere da rimando all'esplorazione di paesaggi insospettati, vorrebbe anche indurre quel rispetto che gli abitanti di queste terre nutrivano per la valle, dispensatrice di tante risorse e campo di duro lavoro al tempo degli sfalci.
Di fronte, sullo stesso piano, si accede alla casa-laboratorio dove venivano conservate, essiccate e lavorate le varie erbe palustri.
Salendo al piano superiore inizia il ciclo delle 5 erbe accompagnato dalle informazioni necessarie a comprendere l'abilità e la fatica che richiedevano queste lavorazioni.
Il piano ammezzato ospita 3 sezioni, una dedicata ai giochi di una volta, una che documenta il raggio di distribuzione raggiunto dall'esportazione dei manufatti di Villanova e una sezione dedicata alle innovazioni nelle tecniche di costruzione che, partendo dai vecchi capanni, portano verso la bioedilizia e le sperimentazioni edilizie in canna palustre.
Informazioni, visite guidate, prenotazioni: tel. 0545.47122

 

 Pdl e Lega criticano il nuovo Ecomuseo
Anche il nuovo Ecomuseo, secondo il principale gruppo d'opposizione in Consiglio comunale, figura fra le occasioni mancate per contenere gli sprechi. "Opera faraonica - hanno dichiarato Francesco Zannoni e Samantha Gardin - che non può sostenersi da sola se non con il finanziamento del Comune e del lavoro gratuito dell'Associazione. Per non parlare del fatto che per terminare il progetto accendiamo un altro mutuo".



  Le parrocchie informano
Boncellino e Traversara: Domenica 19 maggio, S. Messa di Prima Comunione alle ore 9,30 (Boncellino) e alle 11 (Traversara).
Bagnacavallo: Domenica 19 maggio, presso la Pieve, incontro del Gruppo famiglie con cena condivisa (ore 17,30). Dal 21 al 24 maggio, Rogazioni (ore 20,30). In S. Girolamo, mercoledì 22 maggio, festa di S. Rita da Cascia (S. Messe alle ore 8 e 18).

 

 Bagnacavallo
Festa della B.V. del Popolo
Triduo (16 - 17 - 18 maggio) in preparazione della festa della Patrona della Città e del Comune di Bagnacavallo: ore 8 S. Messa; ore 17,30 Rosario e Mese di Maggio; ore 18, S. Messa. Venerdì 16 maggio: benedizione di automezzi e motocicli (sagrato di S. Michele, ore 19,30). Sabato 17 maggio: S. Messa e amministrazione del sacramento della Confermazione presieduta dal Vescovo diocesano (ore 18). Domenica 18 maggio: S. Messe alle ore 8 - 9,30 - 11,15; ore 17,30 S Rosario e Mese di Maggio; ore 18 S. Messa per gli ammalati.

 

 Sagra della piadina

Orva e Loriana propongono questa iniziativa volta a promuovere il pane di Romagna. Sabato 18 maggio, dalle ore 18, il centro storico si animerà grazie alla presenza di decine di bancarelle. In Palazzo Vecchio (ore 18,15) presentazione del libro "Le fatiche del contadino" di Radames Garola e inaugurazione della mostra "i forni e le casse rurali della Bassa Romagna", a cura di Luciano Pagani. Ore 20,30 musica per tutti i gusti con V. Bonetti e la sua band (piazza Libertà), Alfredo ed Eleonora (piazzetta Folicaldi), Pierfilippi (via Matteotti). Domenica 19 maggio, ore 10,45, consegna al Sindaco della targa "Comune amico del turismo itinerante" a cura dell'Ass. Camper Club di Castel Bolognese e inaugurazione della mostra di ocarine e strumenti musicali del mondo, a cura del maestro Michele Carnevali (palazzo Vecchio). Alle ore 15, per le vie del centro, spettacolo musicale itinerante a cura dell' Ass. Entelechia con abbinato concorso fotografico aperto a tutti. Ore 20,30 musica con Alessio Creatura e la sua band (piazza Libertà), Monica e il suo piano bar (via Matteotti), il folk degli Hangovers (via Matteotti). In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata al 2 giugno.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: ilpiccolobcavallo
Data di creazione: 02/01/2012