Creato da PACHACHAKA il 19/04/2012

INFINITAMENTE AMORE

nella Valle dell'Essere Anima

 

« 14811483 »

1482

Post n°1482 pubblicato il 15 Giugno 2016 da PACHACHAKA


Gregorian- Lady in Red

 

Si tu ramasses un coquillage et que tu le portes à ton oreille, tu entendras la mer. Si tu le portes à ta poitrine, il entendra ton coeur.
(Philippe Geluck)

 

Le conosco quelle come me...nate per essere libere...ma legate al battito di un'anima. 
Sempre in cerca di un sussurro..di un respiro..tra l’ossigeno del vento...e un alito di vita. 
Le conosco quelle come me...innamorate del sentire
senza vedere..anche senza capire..con il cuore rivolto alle stelle. 
Giusy Fogu

 

Forse la differenza fra gli uomini e gli animali non sta tanto nel fatto che gli uomini parlano, quanto nel fatto che recitano. James Hillman

 

 

Sai quando scopri di essere al limite? 
Quando un giorno, per una stupidata, 
ti vengono le lacrime agli occhi.
Quando una parola di troppo, 
un gesto insignificante ti colpiscono a fondo.
Non significa essere fragili o deboli,
significa aver sopportato troppo a lungo.
Aver detto sì al posto di no.
Aver risposto sempre “sto bene”.
Aver sorriso al posto di piangere.
Aver baciato una persona pensando ad un’altra.
Aver amato qualcuno che non ti considera nemmeno.
Non sei debole se un sorriso in meno può rovinarti una giornata. 
Hai solo sofferto troppo.
Non sei debole. 
F. Roversi

 

“Art washes away from the soul the dust of everyday life.”  Pablo Picasso

 

Dice con chiarezza il grande Mario Trevi : " Nessuno può far sua la via individuativa dell'altro. Nessuno può servirsi del sentiero simbolico altrui se non "RITROVANDOLO" nello sforzo di una ricerca che, come tale, quel sentiero al contempo differenzia e rende inconfrontabilmente unico. Ogni seguire è in realtà un trovare. E, se la psicologia analitica ha un senso, un TROVARSI... [Jung], nel nostro secolo, sembra essere stato, nonostante le apparenze, soprattutto lo psicologo del MET(A')-ODO'S, cioè di ciò che sta al di là dell' odòs, del sentiero. Come tale la sua ricerca autenticamente scientifica non indica nessuna VIA, ma solo i MEZZI - probabili, ipotetici e controvertibili - del rintracciamento personale di una via ".
A questo punto diventano potenti le parole di Elemire Zolla che a partire dal concetto di “metodo”, richiamandone le implicazioni etimologiche, collega il suo "sentire profondo" con una vera e propia metodologia e mitologia del "sentire",il sentire intuitivo, immaginale. Dice : “ Il significato etimologico di "metodo" (met(à)-odòs), viene dal greco "hodos",che é quello di "sentire". Quindi c’è un vero e proprio "metodo" nel nostro sentire. 
E’ mia opinione che questo “sentire” interagisca con i nostri sistemi psicosomatici e simbolici proprio attraverso il metodo che lo rappresenta. Zolla aggiunge : “Secondo una comune metafora sanscrita, parlare significa "percorrere una via". E anche l'italiano "discorrere" e il latino "percurrere" fanno riferimento alla circostanza del cammino. Vi è tuttavia una radice indoeuropea il cui significato implica ad un tempo "sentiero" e "ventre" : la radice "yeu" da cui "yoni","ventre" in sanscrito. Il ventre è lo spazio della vita,il sentiero sul quale procede il seme o la parola della vita. Esso è anche il corpo vivente secondo le rispettive giuste proporzioni, nutrendolo e portandolo alla luce. Il metodo è come una matrice o ventre. Esso è la femmina,il principio passivo dei manufatti e degli atti... Il loro principio maschile o seme o sprazzo o parola di vita è invece ciò che le porta ad operare ed a fruttificare".

 

Il fuoco della conoscenza
brucia incenerendo tutti i Karma.
The fire of Knowledge 
burns to ashes all Karmas.
Krishna 

 

Perché tutti stanno creando uno spazio nel quale puoi trasformarti 
persino coloro che credono di ostacolarti, persino coloro che pensano di essere tuoi nemici. I tuoi amici, i tuoi nemici, la brava gente e la gente cattiva, le circostanze favorevoli, le circostanze sfavorevoli – tutto sta creando il contesto nel quale puoi trasformarti e diventare un buddha. 
Sii grato a tutti: a coloro che ti hanno aiutato, a coloro che hanno creato impedimenti, a coloro che ti sono stati indifferenti. Sii grato a tutti, perché tutti insieme stanno creando il contesto in cui può nascere un buddha, in cui tu puoi diventare un buddha. 
Osho

 

Non essere triste, presto sarà notte, e sul paese pallido vedremo fresca la luna sorridere furtiva, e poseremo mano nella mano.  Non essere triste, presto verrà il tempo che avremo pace. Le nostre croci stanno a due sul margine lucente della via, e piove e nevica, e il vento viene e va.  Hermann Hesse

 

Guarda ogni cosa con l'intenzione di capire 
piuttosto che di giudicare.
La più alta forma di intelligenza umana 
è la capacità di osservare senza giudicare.
Nisargadatta,Krishnamurti

la bellissima The Notre-Dame Cathedral Basilica, Ottawa https://www.youtube.com/watch?v=NM-svX3RN5w

 

Senza la solitudine, l’Amore non può rimanere a lungo nella vita di una persona.
Poiché l’Amore necessita anche di distacco e di riposo, in modo da poter vagare nei cieli e manifestarsi in altre forme.
Senza la solitudine, non esiste una pianta o un animale che possa sopravvivere, né un terreno che sia produttivo per molti anni, né un bimbo che sappia apprendere le regole della vita, né un artista che riesca a dar forma alle sue creazioni, né un lavoro che sia in grado di appagare, di crescere e di trasformarsi.
La solitudine non è l’assenza dell’Amore, bensì il suo complemento.
La solitudine non è l’assenza di un compagno o di una compagna, ma il momento in cui la nostra anima può parlarci liberamente e aiutarci a prendere delle decisioni riguardo alle nostre vite.
Ecco perché sono benedetti coloro che non temono la solitudine. 
Che non rifuggono la sua presenza, che non si affannano alla ricerca 
di un impegno, di uno svago, di qualcosa sul quale esprimere un giudizio.
Chi non è mai solo, non può veramente conoscere se stesso. Paulo Coelho

 

Il senso della vita è trovare il tuo dono. 
Lo scopo della vita è di regalarlo. Pablo Picasso

 

 

Se la mente è in Pace, 
tutto il mondo apparirà pacifico.
If one's mind has peace, 
the whole world will appear peaceful.
Ramana Maharshi 

 

Sono contenta di aver avuto un’infanzia all’aria aperta, 
respirando il sole, il vento, la pioggia, 
di aver saltato nelle pozzanghere, 
di essere stata bambina prima che la tecnologia 
si impossessasse dei bambini.
- Alessia S. Lorenzi -

 


Dobbiamo ricordarci di non coltivare la compassione,
dobbiamo solo scoprirla. 
Essa è la nostra reale natura.
We must remember 
that we don't have 
to cultivate Compassion, 
we have to uncover it. 
It is our true nature.
Jetsunma Tenzim Palmo

 

La strada verso il Paradiso
si trova dentro di te.
The road to Heaven lies within
Rumi

 

Chiunque sia in grado di mantenere la capacità di vedere la bellezza non diventerà mai vecchio.
Franz Kafka

 

"Ti faranno buio intorno. Ma la luce che hai dentro non potranno spegnerla. Mai." A. De Pascalis

 

Non scappate dalla vostra ombra, lei è il centro del tuo fuoco, lei ti ricorda la Luce eterna ed immensa che sei. Hermana Águila

 

Io sono la Coscienza 
nel Cuore di ogni creatura...
I am the Conscience 
in the Heart of all creatures.
Krishna

There is nothing more fragile than balance of beautiful places.
(Marguerite Yourcenar)

 

Trovai un fiore di campo, ammirai la bellezza e la perfezione di tutte le sue parti, ed esclamai: “Ma tutta questa magnificenza, in questo fiore e in migliaia di fiori simili, splende e fiorisce non contemplata da alcuno, anzi spesso nessun occhio la vede”. Il fiore rispose: “Stolto! Tu credi che io fiorisca per essere visto? Io fiorisco per me e non per gli altri, fiorisco perché questo mi piace: nel fatto che fiorisco e solo in questo consiste appunto la mia gioia e la mia voluttà”. Arthur Schopenhauer

 

Mi chiama talvolta la tua voce,
e non so
che cieli ed acque
mi si svegliano dentro.
(Salvatore Quasimodo)

 

My sound is very smooth. Not to be to cliche, but really sensual and sultry. ~ Paul Taylor

La guardava muoversi mentre danzava.
Non si era mai sentito così prima di allora. Desiderava terribilmente di poterle cingere i fianchi.
Ci si innamora anche così.
Guardando una donna ballare. cit.

 

Conoscere se stessi, 
significa conoscere il Divino.
To know yourself,
is to know
the Divine.
Panache Desai

 

Attraverso la meditazione, 
viene esperito il Sé superiore.
Through meditation, 
the Higher Self 
is experienced.
Krishna

 

Troverai l'Amore che cerchi 
trovando prima l'Amore dentro di te.
Impara a dimorare in quel luogo dentro di te
che è la tua vera casa.
Find the love you seek
by first finding the love
within yourself
Learn to rest in that place within you
that is your true home
Sri Sri Ravi Shankar

 

In realtà l'Anima desidera di piu' Amare, 
che essere amata.
The Soul…
really wants to Love, 
more than be loved
Hafiz

 

 

Una persona non ha bisogno di essere dietro le sbarre 
per essere un prigioniero. 
Le persone possono essere prigioniere 
delle proprie idee e dei propri concetti. 
Possono essere schiave di se stesse.
L'uomo è costituito dalle sue credenze. 
Cosi' come crede,egli è.
Prem Rawat,Bhagavad Gita

 



L’irrazionale è un fattore dell’essere che può, è vero, venire respinto sempre più lontano complicandone la spiegazione razionale, ma che in questo modo finisce con il complicare la spiegazione stessa in misura tale che essa oltrepassa la capacità di comprensione del pensiero razionale, raggiungendone così i confini ancora prima di avere abbracciato la totalità dell’universo con i princìpi della ragione. Una spiegazione pienamente razionale di un oggetto esistente effettivamente (non dunque di un oggetto la cui esistenza sia semplicemente supposta) è un’utopia o un ideale. Soltanto un oggetto di cui ci si limiti a supporre l’esistenza può essere spiegato completamente per via razionale poiché fin da principio non vi è in esso nulla di più di quanto vi è stato appunto posto dal pensiero raziocinante. Anche la scienza empirica pone oggetti limitati razionalmente, poiché essa, escludendo intenzionalmente ciò che è accidentale, non permette di tener conto dell’oggetto reale come totalità, ma sempre solo di una parte di esso, cui viene dato rilievo ai fini di una considerazione razionale. Così il pensare, come «funzione indirizzata», è razionale, e così pure il sentire. […]
Benché l’irrazionale come tale non possa mai essere oggetto di scienza, tuttavia una giusta valutazione di questo fattore è cosa di grande importanza agli effetti della psicologia pratica. Questa infatti solleva problemi che non possono assolutamente essere risolti razionalmente, ma richiedono una soluzione irrazionale, in modo cioè non conforme alle leggi della ragione. L’aspettativa troppo unilaterale, o addirittura la ferma convinzione che per ogni conflitto debba anche esservi una possibilità di composizione secondo ragione, possono impedire una vera soluzione di carattere irrazionale. 
Carl Gustav Jung

 

Vediamo i Romani così legati nell’intelletto astratto della filosofia. È la loro determinazione suprema e perciò anche la loro coscienza più elevata, nella ‹religione›. In effetti la religione dei Romani era questo essere legati, mentre fra i Greci la religione era serenità della libera fantasia. Siamo abituati a considerare identiche la religione greca e quella romana, spesso adoperiamo i nomi di Giove, Minerva ecc. senza distinguere divinità greche e romani. Ciò dipende dal fatto che gli dèi greci furono più o meno introdotti presso i Romani; tuttavia, come la religione egiziana non è la religione greca, anche se Erodoto e i Greci appresero a conoscere le divinità egizie sotto i nomi di Latona, Pallade ecc., così allo stesso modo la religione romana non è la religione greca. Abbiamo detto che nella religione greca la paura della natura si è evoluta in qualcosa di spirituale, in un’intuizione libera e in una figura spirituale fantastica; abbiamo detto che lo spirito greco non è rimasto fermo al timore interiore, bensì ha trasformato il rapporto naturale in un rapporto di libertà e serenità. GEORG WILHELM FRIEDRICH HEGEL, “Lezioni sulla filosofia della storia”

 

Vivere se stessi significa essere un compito per se stessi. Non puoi mai dire che vivere per se stessi sia un piacere.
Non sarà una gioia, ma una lunga sofferenza, perché devi farti creatore di te stesso. Carl Gustav Jung

 

La Libertà dell'uomo è definitiva ed immediata,
se così egli vuole;
essa non dipende da vittorie esterne, 
ma da vittorie interiori.
Yogananda 

 

 

Il corpo umano è il Tempio di Dio.
Colui che accende la Luce della Consapevolezza interiore, 
ottiene la vera luce.
The human body 
is the temple of God.
One who kindles 
the Light of Awareness within 
gets True Light.
Rig Veda

 

 

Per l'uomo comune, 
anche un Buddha è un uomo ordinario.
Ma per un Buddha, 
ogni creatura è un Buddha.
To the ordinary man, 
even Buddha is ordinary.
But to a Buddha, 
everyone is a Buddha.
Hui Neng

 


Ferma è l'antica voce.
Odo risonanze effimere.
oblio di piena notte
nell'acqua stellata.
Dal fuoco celeste
nasce l'isola di Ulisse.
Fiumi lenti portano alberi e cieli
nel rombo di rive lunari.
Le api, amata, ci recano l'oro:
tempo delle mutazioni, segreto.
(Salvatore Quasimodo)

http://www.musica-spirito.it/musica-scienza/musica-matematica-e-beethoven/

http://www.neuroscienze.net/?p=4667

 

"Eppure siamo stati educati a negare i nostri bisogni. L'uomo ideale del protestantesimo mostra il suo " io forte " nell'indipendenza. Avere bisogno significa essere dipendenti, deboli … 
I bisogni non sono soltanto personali. C'è per essi un livello che è oggettivo, cosicché, per esempio, quel bisogno che sento di stare con te non è soltanto un mio personale bisogno ma l'oggettiva necessità della relazione che c'è fra noi, la voce che chiede che questa relazione sia mantenuta viva...
Il bisogno, ci fa umani … " James Hillman, da: La ricerca interiore.

 

È importante e salutare parlare di cose incomprensibili. (Carl Gustav Jung)

 

http://180gradi.org/2016/06/15/psichiatria-ed-elettroshock-non-avete-altra-superiorita-che-la-forza-la-testimonianza-di-antonin-artaud/

L'anima nasce dalla bellezza e di bellezza si nutre. Ne ha bisogno per vivere. J. Hillman

 

Perché piangi, o Asclepio? Di mali ancora più dolorosi di questi dovrà fare esperienza l'Egitto, e di ancor peggiori sciagure esso sarà stipato. La terra che un tempo era santa, amatissima da Dio, la terra che era l'unica in cui, per merito della sua devozione, gli dèi abitavano, la terra maestra di santità e di fede, sarà un esempio di totale incredulità. Nella loro pazzia, le genti di quel tempo non troveranno nel mondo niente che meriti meraviglia o adorazione. 
Tutto questo universo, che è una cosa buona, di cui non c'è e non ci sarà cosa migliore, sarà distrutto. Sarà un peso per gli uomini, ed essi lo disprezzeranno. Non ammireranno tutto questo mondo, che è un' opera di Dio superiore ad ogni paragone, una costruzione grandiosa, una meraviglia composta di forme di molteplice varietà, uno strumento della volontà di Dio, il quale conserva la propria opera senza invidia, un multiforme complesso che crea un'unità di tutte quelle cose che possono essere onorate, apprezzate ed amate, infine, da coloro che le vedono.
Le tenebre saranno preferite alla luce, e si troverà che la morte è più giovevole della vita. Più nessuno volgerà lo sguardo in alto verso il cielo. Colui che è religioso sarà considerato pazzo, l'empio, saggio; il furente sarà considerato valoroso ed il malvagio sarà ritenuto una persona dabbene. L'anima, infatti, e tutti gli insegnamenti che la riguardano, secondo i quali essa o è nata immortale o confida di raggiungere l'immortalità, quegli insegnamenti che io ti ho rivelato, saranno considerati non solamente ridicoli, ma addirittura inventati. Non solo, ma, credetemi, chiunque si dedicherà alla religione della mente dovrà subire la pena capitale. 
Ermete Trismegisto, "Asclepio"

 

Diventato una pura attenzione dei sensi, fluttuo senza pensieri e senza emozioni. Come vorrei, lo sento in questo momento, essere una persona capace di vedere tutto questo come se non avesse con esso altro rapporto se non vederlo. Non aver imparato fin dalla nascita ad attribuire significati usati a tutte queste cose; poter separare l'immagine che le cose hanno in sé dall'immagine che è stata loro imposta. Smarrisco l'immagine che vedevo. 
Sono diventato un cieco che vede. 
Tutto questo non è più la Realtà: è semplicemente la Vita. Fernando Pessoa,"Il libro dell'inquietudine"

 

L'amore uccide ciò che siamo stati perché si possa diventare ciò che non eravamo. Sant'Agostino

 

Scrivo già con la notte
in casa. Scrivo
sulla mattina in cui ascoltavo
il rumore della calce o del fuoco,
e eri tu soltanto
a dire il mio nome.
Scrivo per portare alla bocca
il sapore della prima
bocca che baciai tremante.
Scrivo per arrivare
alle origini.
E tornare a nascere. 
Eugénio de Andrade

 

Noi abbiamo bisogno di un rinascimento della meraviglia. Noi abbiamo bisogno di rinnovare, nei nostri cuori e nelle nostre anime, il sogno immortale, l’eterna poesia, il senso perenne che la vita è miracolo e magia. E. Merrill Root

 

L'unica cosa necessaria per la tranquillità del mondo, é che ogni bimbo possa crescere felice. Dan George

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/INUMEN/trackback.php?msg=13416847

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
josephine1961
josephine1961 il 01/06/17 alle 00:03 via WEB
Onorata di essere stata inserita e citata tra grandi autori! Giusy Fogu
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

´´.•**•.´´

 

O

Was it a vision or waking dream?
Do I wake or sleep?

 


 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova