Creato da unafatastrega il 31/05/2010

Incanto e poesia

Le mie labbra dicono.....

 

Compleanno con tango

Post n°644 pubblicato il 21 Dicembre 2014 da unafatastrega

 

Poteva succedere solo con Papa Francesco, e infatti è successo. 


Questa mattina durante l’udienza settimanale di Papa Francesco in piazza San Pietro, in Vaticano, decine di persone hanno festeggiato il suo 78esimo compleanno ballando il tango, la danza tradizionale argentina. L’evento è stato organizzato attraverso una  pagina facebook ,prendendo spunto da quando il Papa raccontò che il tango «mi piace tantissimo, è qualcosa che mi viene da dentro». Molte altre persone reggevano cartelli di auguri, mentre un gruppo di seminaristi argentini gli ha regalato una torta con le candeline e una tazza di matè – una bevanda tipica – che il papa ha assaggiato. Papa Francesco è nato, con il nome di Jorge Mario Bergoglio, il 17 dicembre del 1936 a Buenos Aires.


La vita è gioia, è condividere le passioni sane e comuni. La vita è rendere onore al tempo che ci è stato concesso su questa terra, ed è anche vedere ciò che ci circonda con occhi nuovi, anche qualcosa di classico come una cerimonia istituzionale che però ha in sè una freschezza e una dolcezza fuori dal comune.

E in Piazza San Pietro si ballava il tango in onore del Papa -. Vado a Roma di tanto in tanto per salute, come ormai sapete. Ma che bello se mi fossi trovata anche io lì in mezzo a quella folla gioiosa per fare gli auguri a Papa Francesco. 

 
 
 

Questione di Karma

Post n°643 pubblicato il 17 Dicembre 2014 da unafatastrega

 



“Il nostro esistere non è che un anello in una lunga catena di tante vite e tante morti. A ogni nascita, con il corpo, ci viene una somma di tendenza e potenzialità che sono il risultato del cammino spirituale fatto nelle vite precedenti; questo è il nostro karma.”
Un indovino mi disse, Tiziano Terzani


Il karma si rifà all'unico principio universale riconosciuto da tutti... che può essere definito assiomatico... 
"Ad ogni azione coincide una reazione uguale e contraria" 
Che serve a ripristinare l'equilibrio... 
Il karma è la sublimazione di questo princpio.. la sua elevazione a 'divinità superiore' onnisciente ed onnipresente... 
Ad ogni modo ogni azione che compiamo ha delle ripercussioni sulla nostra vita che sono determinate dal karma, quindi il karma non è il nostro destino in quanto le azioni sono compiute e scelte da noi stessi,solo gli effetti sono già scelti.
In parole povere ogni azione 'buona' che compiamo avrà degli effetti benefici sulla nostra vita e sulla nostra anima... 
Ci farà sentire realizzati ed in pace con noi stessi... 
Ogni azione malvagia invece provocherà nella nostra vita una brusca virata che la maggior parte delle volte avrà su di noi effetti molto spiacevoli... 
Di per sè la credenza del karma in quanto tale è propria di molte religioni... ma si trova alla base anche di alcune filosofie di vita.

la legge del Karma è qualcosa che ci segue durante la nostra esistenza, e per esistenza non intendola vita che stiamo vivendo oggi, ma passato, presente e futuro 
in pratica immaginiamo paradossalmente che esista una giuria che ti giudica dopo la tua morte per le azioni che hai compiuto durante la tua vita, ciò che hai fatto di buono ti porterà cose buone, così come ciò che hai fatto di brutto ti porterà cose brutte nella tua prossima esistenza 
Una catena di situazioni, che riguardano la tua vita, che tu stesso hai creato. 

                                                   >>>>>>>>>

Da quando siamo entrati in questi argomenti il corso di filosofia abbraccia anche le discipline orientali ed oltre a Platone, Socrate e compagnia bella stiamo imparando come la filosofia è davvero ramificata in tutte le culture mantenendo comunque un filo comune. I Cristiani lo chiamano in un modo, gli Induisti in un altro , cosi come i Buddhisti...ma per tutti c'è una vita al di là del terreno a cui arriveremo giudicati da ciò che abbiamo fatto in vita terrena con la differenza però che per noi Cristiani non esiste la reincarnazione mentre è fondamento base del concetto di Karma.

Credete sia possibile che nella nostra vita tutto non sia solo frutto del nostro agire presente della vita terrena o qualcosa  invece sia per noi come un' eredità lasciataci da qualcuno e per cui paghiamo colpe o raccogliamo frutti benefici?  Qualcuno di voi ha mai studiato o approfondito concetti simili ? 


 
 
 

....

Post n°642 pubblicato il 14 Dicembre 2014 da unafatastrega

 

 

 " Dagli occhi delle donne derivo la mia dottrina:

essi brillano ancora del vero fuoco di Prometeo, 
sono i libri, le arti, le accademie, che mostrano,
contengono e nutriscono il mondo.
da "pene d'amor perduto"
voi che della donna avete tutte le bellezze avete
anche un cuore di donna,che ha sempre aspirato a 
fare spicco,alla ricchezza, all'autorita'. "

da "Enrico VIII" William Shakespeare

 

 
 
 

Non sento l atmosfera

Post n°641 pubblicato il 13 Dicembre 2014 da unafatastrega

 

L'atmosfera natalizia quest'anno non mi coinvolge per nulla. A dire il vero neanche l 'anno scorso più di tanto , ma era un periodo difficile per via della separazione. Tutto quel luccichio nelle vetrine, per strada , sugli alberi addobbati dei centri commerciali o delle piazze cittadine mi dava fastidio. Era luce e allegria quasi imposta al mio stato d'animo. Eppure a casa avevo comunque addobbato l'albero e fatto il presepe. Quest'anno sento lo stesso un pò di apatia ma vi confesso che il motivo è un altro. Continuo a pensare a dove stiamo andando come esseri umani. A come si sta sbriciolando l'umanità tutta. Famiglie smembrate da omicidi e tragedie. Madri che tolgono la vita ai propri figli e padri che uccidono spesso la madre dei propri figli. ANIME DANNATE....alla ricerca di chissà che cosa. Ecco cosa stiamo diventando. Parlo ovviamente in generale usando un plurale per riferirmi alla società. I politici che non vogliono dare un colpo di timone alla nostra Italia, continuano solo a parlare e a non agire. Discorsi apparentemente interessanti, e poi il nulla. Pensate che non si sappia come fare a dare una nuova direzione al nostro stato ? Ma si che lo sanno, solo che non gliene importa nulla e noi come robot senza cervello e anima non reagiamo, non lottiamo più. Ci lamentiamo e ci facciamo spremere. Non diamo piu neanche il buon esempio ai figli ,perchè ci vedono deboli e rassegnati. Questo mi fa paura, mi terrorizza e mi deprime. E la povertà aumenta, la corruzione aumenta, la disoccupazione aumenta e l'immigrazione rende ricco lo Stato facendoci capire tutt'altro rispetto alla verità. Ma non sarebbe meglio smettere di fingere e cominciare ad agire? Perchè come popolo non troviamo la spinta necessaria a muoverci? Ad esigere ciò che è bene per tutti gli italiani? Di cosa abbiamo paura, visto che già viviamo nella condizione di non sapere come affrontare ogni nuovo giorno?

Non voglio annoiarvi e nemmeno rendere triste la vostra giornata, ma credetemi  penso sinceramente che siamo ad un passo dal baratro più spaventoso verso il quale ci siamo mai  affacciati prima come momento storico.  Stanno crollando tutti gli ideali e i valori morali , non c'è lavoro e quindi sicurezza, non c'è armonia nelle famiglie e quindi manca la speranza. Affrontiamo questo Natale con uno spirito nuovo, diverso. Chiediamoci cosa possiamo fare per noi stessi e per gli altri.

Oggi a Siracusa è Santa Lucia, .....che possiamo tornare a " vedere " con fiducia e speranza,

la mia preghiera sarà nata dal cuore, e diretta a tutti. 

Buon sabato . 

 

 
 
 

un falso sapore

Post n°640 pubblicato il 05 Dicembre 2014 da unafatastrega

Sto imparando che è difficile scoprire il vero sapore di certe persone, il sapore intellettivo, emotivo, cerebrale e caratteriale.

Immaginate di acquistare una tisana con gli ingredienti scritti in modo chiaro e magari sulla confezione una foto delle piante o erbe che la formano. A prima vista vi fate subito una idea di come potrebbe essere quel sapore,perchè magari uno degli ingredienti lo conoscete più o meno bene. Leggete le proprietà della tisana, e decidete che fa al vostro caso. Una sera siete curiosi di provarla e ve la preparate mettendovi comodi sul divano, in tuta da ginnastica o pigiama, con la bella sensazione di dedicarvi finalmente a voi stessi .

Versate l 'acqua calda nella tazza o nella tisaniera e poi zuccherate. Nel frattempo avete scelto un libro nuovo da leggete o continuate con quello iniziato o scegliete un programma in tv che vi ispira, o semplicemente accendete lo stereo per ascoltare un pò di musica. La tisana è tiepida, e ne assaggiate qualche sorso.

Stranamente il sapore vi sorprende, è molto diverso da come lo immaginavate. Il profumo magari non vi ha deluso, ma il gusto si. E vi sembra strano che vi siate potuti sbagliare cosi tanto basandovi sulle vostre sensazioni. Non vi fermate al primo sorso perchè volete capire meglio cosa c'è di " stonato " Non è il sapore in sè che vi stranisce perchè in fondo è difficile scoprire qualcosa di nuovo, ma è il fatto che tutti gli elementi vi avevano dato una certa idea ora però smentita. 

Ovviamente non volevo paragonare le persone alle tisane,anche se ogni persona è fatta di tante componenti alcune visibili e altre nascoste. Ma succede che il tutto poi risulti troppo diverso da come lo immaginavate, qualcosa stride, è fastidioso , è in contrasto con l'immaginato . E non so se è stata la mia percezione a portarmi fuori strada o la tisana ha davvero mentito , ha giocato sul fattore sorpresa.

La delusione non mi porterà a non comprare piu tisane nuove per assaggiarle, ma di certo sarò piu cauta, prudente e forse anche diffidente. Brutta cosa vero ? 

 

 

 
 
 
Successivi »