Creato da unafatastrega il 31/05/2010

Incanto e poesia

Le mie labbra dicono.....

 

 

.

Post n°883 pubblicato il 20 Settembre 2016 da unafatastrega

 

 

Anche se molto indecisa se farlo lascio due parole qui,  e non so se scriverò ancora o  per quanto tempo. Ringrazio tutti coloro che in privato mi scrivono per sapere cosa succede e come sto. Non sono quasi mai stata così assente nel mio blog e in quelli di coloro che leggo.Qualcuno si è accorto e si è meravigliato. Alcuni di voi( molto pochi) sanno qualcosa e non posso spiegare ancora del tutto questo incubo, perché dovevo avere le prove ufficiali. Qualcuno si starà sfregando le mani dalla gioia di vedermi sparire da qui, altri forse non si sono accorti di nulla, alcuni mi hanno augurato di risolvere tutto, qualcun'altro ha taciuto. Non ho l'umore per i miei classici post, quelli in cui parlo del mio quotidiano. Dovrei scrivere di angosce e dubbi terribili. Dovrei farvi capire come ci si sente vivendo sotto la lente di ingrandimento di una indagine e con in mano una denuncia, che riguarda seriamente la vita e non solo questo posto ( che diciamolo pure non ha, e non deve avere, l'importanza che molti ci vedono, vivendo in funzione di movimenti di profili, di sospetti, di sbirciatine ) Dunque sono rimasta in attesa fino a che tutto sarebbe stato  chiarito da chi di dovere. Qui tutto è così fragile ed illusorio, più di quanto si possa immaginare. Raramente si trova in un posto simile il sostegno che si ha nella realtà, dove chi ti conosce vede i tuoi occhi tristi e sente il tuo cuore in tumulto. Non so ancora se chiuderò il blog e il profilo o se avrò ancora voglia di questo posto. Me lo sto chiedendo ma non ho risposte. Qualcuno mi mancherà più degli altri, anche se di loro non so nulla di personale. Mi si sono avvicinati con le parole dei loro post ed è bastato per farmeli vedere come persone da voler leggere e con cui confrontarmi. Altri invece non mi mancheranno e solo in questi ultimi giorni sto capendo il motivo. Seppure nella drammaticità di questa situazione ho scoperto cose nuove di me e forse per la prima volta ho davvero aperto gli occhi sui rapporti umani, di ogni genere.  La cosa che mi rende molto triste è dovermi giustificare per una cosa che non ho fatto.E una cosa difficile da fare è stato vivere le mie giornate senza perdere il controllo e la fiducia. Devo essere in grado di superare questa cosa e saper aiutare anche chi senza volere è entrato nel vortice della follia. Ma se ti trovi in una situazione simile come minino devi spiegare, anche se solo a modo tuo e spesso non serve a nulla. Succede che, come in un gioco di specchi, quella che sembri tu non sei tu, e non è facile spiegare qualcosa solo parlando col cuore. Ci vogliono le prove, contano i fatti e per qualcuno tutto questo è importantissimo ( come se per me non lo fosse davvero ! ) 

Non voglio aggiungere altro su come mi sento io adesso, non credo serva e non credo di riuscire a farlo capire. Una cosa è il virtuale, più o meno assiduo per i frequentatori, un'altra cosa è la vita. Quella che ci sta rimettendo davvero tanto sono io,

e non potete immaginare quanto. 

 

 

 

 

 

“Bisogna diffidare di due categorie di persone: quelle che non hanno personalità, e quelle che ne hanno più d'una.” 

Mariangela Melato


 
 
 
Successivi »
 

PASSIONE