Creato da: Led_61 il 23/01/2011
Internet: mie riflessioni

Netiquette

Nei limiti del possibile cerco una sana convivenza con chi intrattengo rapporti in questa area virtuale, non sempre è possibile ...

Non sono in cerca dell'anima gemella o di avventure ma mi fa piacere scambiare opinioni sui più svariati argomenti con persone aperte di qualsiasi razza, sesso, religione o credo politico che non nutrano pregiudizi di sorta.
La perodicità dei post e la risposta ai commenti è influenzata dai miei impegni.
Non cancello mai i miei post al limite effettuo qualche restyling riguardo a parole ed immagini senza stravolgerlo troppo e sono disposto a farlo solo se violo il copyright di qualche utente.
I commenti sono liberi senza alcun filtro.
Bannare è un termine che non fa parte di questo codice, perchè la vedo come una misura di ritorsione che non ha senso in un mondo così etereo e impalpabile ed in cui è facile occultarsi dietro improbabili profili.
Sono diretto rispondo con post, che talvolta hanno un linguaggio ermetico ma fanno comprendere il mio disagio di fronte a situazioni e persone che non hanno desiderio di un sano confonto, ma preferiscono celarsi e giocare sugli equivoci giocando troppo con le parole mentre lo scrivente pur amando l'ironia rimane una persona con saldi principi maturati nel suo mezzo secolo di vita.
Come non sono stato protagonista attivo nell'attività di bannaggio, allo stesso modo non ne sono stato oggetto (fino ad oggi), indice che i miei post o racconti sono moderati e non urtano troppo la sensibilità dei lettori, anche perchè questo è un luogo di riflessioni personali anche abbastanza intime aperto ai commenti di chiunque.

 

Are you with me

 

Silbermond: Das Beste

 

Lana del Rey

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 33
 

Ultime visite al Blog

aprilia4circolosara.lu1call.me.IshmaelarchetyponAfroditemagicamarilu.bluNues.sLed_61sisyphus13Cartman72misteropaganoocchineriocchineriunafatastregalumil_0artestefanorosa
 

Paul Wex: Seychelles

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

AVVERTENZE

I testi qui pubblicati sono opera mia e solitamente se cito qualcosa di non mio, riporto l'autore della suddetta frase o perifrasi.

Gran parte delle immagini qui visualizzate sono realizzate con il mio cellulare (non é di ultima generazione).
Vi sono anche immagini reperite in rete, di dominio pubblico e comunque se ne conosco l'autore lo cito.
Se qualcuno ritenesse che abbia leso un suo diritto d'autore me lo faccia sapere e l'immagine o testo verranno rimossi.

L'argomento e il tenore di certi post sono adatti ad un pubblico adulto e la lettura ai minorenni è sconsigliata.

 

Marteria Lila Wolken

 

 

 
« Le giornate NOLe mani »

Schizzi di vita quotidiana: al supermercato

Post n°75 pubblicato il 14 Maggio 2012 da Led_61
 

E' sabato, sono un po' stanco, la mattina ho lavorato e devo andare a rifornire il frigo per il fine settimana.
Chiudo la porta della mia Fiat 600 nera, apro il portellone posteriore e prendo la sacca dove metto i miei acquisti, io infatti odio andare in giro con i carrelli, con cui non puoi muoverti come vorresti.
Entro e la mia testa pensa a quello che mi manca mentre prendo l'acqua minerale, la birra, ecc..., guardo donne indaffarate a tastare pomodori, a controllare prezzi, consistenza della merce, mentre due addette stanno riassortendo gli scaffali e scherzando tra di loro.
Mi soffermo sui lunghi frighi orizzontali della carne mentre interrogo il mio stomaco per capire cosa gli aggrada di mangiare i prossimi giorni e alla fine decide per le fettine di pollo.
Mentre prendo una scatola di linsensuppe con wurstel  mi ricordo che mi manca qualcosa per la mia insalata e ritorno indietro a prendere un lungo cetriolo € 0,49 per 500 gr, si va bene è un buon prezzo.

Non ho più voglia di rimanere lì, incominciano a darmi sulle scatole questi miei continui passaggi al supermercato e vado verso le casse.
Non c'è tanta gente in fila e sistemo le mie cose sul nastro trasposrtatore... ah cazzo! le sigarette e prendo due pacchetti delle mie solite Goldfield pacchetto bianco e oro che si trovano negli scaffali protetti ai lati delle casse.
Guardo i depliant appesi che parlano delle offerte della settimana mentre una cliente comunica alla cassiera il codice di un grosso pacco con la figura di un armadietto da bagno, si dopo aver digitato le cifre la cassiera conferma è proprio quello.
E' mora, alta, magra sulla quarantina un bel tipo peccato che ho fila dietro di me, se no potevo scambiare una battuta.
Sistemo le bottiglie davanti così le posso mettere prima nella sacca, è il mio turno, mi saluta e comincia a passare gli articoli sullo scanner e io intanto sistemo le mie cibarie in modo che non si rovinino.
€ 20,63 scandisce e io le chiedo in che verso devo mettere il mio bancomat, me lo prende gentilmente di mano e lo infila nell'apparecchio che mi sta davanti, preme un bottone sul suo terminale e mi invita a digitare il Pin.
Il mio cervello va ad esaminare la parte in cui sono memorizzati tutti i Pin e i codici che giornalmente mi devo ricordare e digito i benedetti numeri.

Il display con i suoi led gialli indica che il pagamento non ha avuto successo e lei con calma me lo comunica, rimango leggermente sconcertato, eppure sono sicuro dei numeri che ho digitato e dovrebbero esserci ancora soldi in banca.
Gli dico di riprovare mentre un  uomo un poco calvo e con gli occhiali dopo di me mi osserva, riestrae la carta, guarda il mio nome e cognome e la reinserisce e mentre ridigito i numeri penso che si... questi sono i numeri giusti e di nuovo sul diplay pagamento non valido, lei me lo ricomunica con aria rassegnata.
OK pago in contanti e un'altra banconota sparisce dal mio portafogli, prendo in  mano il resto insieme alle pere e nell'altra mano ho la sacca e mi dirigo sul ripiano di fronte alle casse per sistemare alcune cose.
Siamo alle solite sono di nuovo a secco e adesso passerò alla banca a vedere se corrisponde, fortuna che la prossima settimana dovrebbe arrivarmi il bonifico del mese, così mi ha detto stamattina il mio chef.


Uscendo pensavo che alcuni anni fa avrei reagito diversamente di fronte a questo inconveniente, sarei andato più in panico, ora sono più menefreghista e controllato e indifferente alle figure che faccio di fronte agli altri.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/Interriflessioni/trackback.php?msg=11304127

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
qui.e.ora
qui.e.ora il 15/05/12 alle 11:04 via WEB
sono qui per un saluto, ma anche per un grazie enorme.... hai avuto un pensiero bellissimo.... TI FACCIO UN ABBRACCIO TUTTO TONDO.... ho inserito qualcosa nel blog... ancora grazie Nevia
(Rispondi)
 
Moonlight_6
Moonlight_6 il 15/05/12 alle 22:23 via WEB
Ieri sera ero uscita per rititare dei soldi al bancomat, ma la macchinetta si è mangiata la scheda e non me l'ha più restituita... PANICO TOTALE. Sono stata una buona mezz'ora in attesa, alla fine, è comparsa la scritta "Fuori Uso" sul display e me ne sono andata. Stamattina me l'hanno restituita, e un impegato mi fa: "succede spesso sa, la macchinetta è un po' vecchiotta" cambiarla no eh?
(Rispondi)
 
 
Led_61
Led_61 il 16/05/12 alle 22:28 via WEB
Sono di una generazione nata ancora con la carta e la penna, che non abbandono, e ogni tanto i messaggi strani che compaiono sul computer mi mettono in agitazione anche se si tratta di un normale aggiornamento.
(Rispondi)
 
jessissima
jessissima il 16/05/12 alle 12:25 via WEB
ma che figura da poveraccio hai fatto!! ... questo sarebbe stato il pensiero di anni fa? :-))))) ciao Led!
(Rispondi)
 
 
Led_61
Led_61 il 16/05/12 alle 22:24 via WEB
Si una volta me la passavo meglio ma sono gli alti e bassi della vita, ora sono più ricco di amici virtuali che forse un domani diventeranno reali.
(Rispondi)
 
 
 
jessissima
jessissima il 17/05/12 alle 13:47 via WEB
ma te lo auguro! a volte è difficile trovare amici nella propria circoscrizione topografica ;-) io come vedi ci sono e non ci sono ma trovo piacere a condividere opionioni con te. L'amicizia reale a mio avviso implica un certo impegno di frequentazione personale, ma può essere un'amicizia valida nonostante disimpegnata anche quella virtuale che non risulta per forza nella scheda amici e non tutti nella scheda amici sono amici virtuali veramente... capito mi hai? ^__^
(Rispondi)
 
 
 
 
Led_61
Led_61 il 17/05/12 alle 15:52 via WEB
Capitto ti ho!
(Rispondi)
 
Danny_Sinclair
Danny_Sinclair il 19/05/12 alle 23:48 via WEB
Messaggio di servizio
Hai la casella di posta piena!!
un saluto
(Rispondi)
 
du.buffa
du.buffa il 20/05/12 alle 22:45 via WEB
Sono diventata anch'io negli anni più menefreghista e meno timorosa degli altri. E penso sia una gran cosa. Sono più libera e meno dipendente da giudizi spesso dati senza elementi validi.
(Rispondi)
 
 
Led_61
Led_61 il 20/05/12 alle 23:00 via WEB
Sono difese naturali che ti crei nel tempo, mentre alcuni questi anticorpi ce li hanno fin dalla nascita, ma non è che poi li invidio tanto.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.