Community
 
just_crazy
   
 
Creato da just_crazy il 29/10/2011

Io la penso così 2

è ovvio che potrei sempre sbagliarmi...

 

 

...

Post n°189 pubblicato il 03 Aprile 2014 da just_crazy

Quel che mi duole non è
quello che c'è nel cuore
ma quelle cose belle
che mai esisteranno.

Sono le forme senza forma
che passano senza che il dolore
le possa conoscere,
o sognarle l'amore.

Come se la tristezza
fosse albero e, una ad una,
le sue foglie cadessero
tra il sentiero e la bruma. (Fernando Pessoa)

(in lingua originale)
O que Me Dói não è

O que me dói não è
O que hà no coração
Mas essas coisas lindas
Que nunca existirão...

São as formas sem forma
Que passam sem que a dor
As possa conhecer
Ou as sonhar o amor.

São como se a tristeza
Fosse árvore e, uma a uma,
Caíssem suas folhas
Entre o vestígio e a bruma.

 


 
 
 

L'amico ritrovato

Post n°188 pubblicato il 31 Marzo 2014 da just_crazy

Ultimo capitolo...

il mio preferito


Tutto questo mi tornò alla memoria poco tempo fa quando mi giunse,
del tutto inattesa, una richiesta di fondi da parte del
Karl Alexander Gymnasium, accompagnata da un libretto
contenente una lista di nomi, per l'erezione di un monumento
funebre alla memoria degli allievi caduti durante
la seconda guerra mondiale.
Non so come fossero riusciti a ri ntracciarmi e
non riesco a spiegarmi come avessero fatto ad appurare che,
un migliaio di anni prima,
anch'io ero stato uno dei loro.
Il mio primo impulso fu quello di buttare tutto nel cestino
della carta straccia:
cosa importava a me della "loro" morte: non avevo più niente a che
fare con "loro", proprio niente. Quella parte di me non era mai esistita.
Avevo eliminato diciassette
anni della mia vita senza chiedere niente e adesso avevano
la sfrontatezza di venire a chiedere a me un contributo.
Ma alla fine cambiai idea e lessi l'appello.
I ragazzi morti o dispersi erano stati
ben quattrocento. Seguiva l'elenco dei nomi in ordine alfabetico.
Lo scorsi, evitando
di soffermarmi alla lettera H.
"ADALBERT, Fritz, caduto in Russia nel 1942."
Sì, c'era qualcuno che si chiamava così bella mia classe,
ma ai miei occhi doveva essere stato altrettanto
insignificante in vita quanto lo era in morte.
Lo stesso valeva per il nome seguente,
"BEHRENS, Karl, disperso in Russia, presunto morto."
Si trattava, comunque, di giovani con cui ero stato per anni,
che un tempo erano stati vivi e pieni di speranza,
che avevano riso e sofferto al pari di me.
"FRANK, Kurt." Sì, lui lo ricordavo. Era uno dei tre membri
del "Caviale", un bravo ragazzo. Mi dispiaceva che fosse morto.
"MÜLLER, Hugo, caduto in Africa."
Anche lui me lo ricordavo. Chiusi gli occhi e dalla mia memoria emerse,
simile a un dagherrotipo sbiadito,
l'immagine vaga e indistinta di un ragazzo biondo con le  fossette.
Ed era morto. Poveretto.
Non fu questo il commento che feci leggendo
"BOLLACHER, morto, sepoltura ignota."
Se c'era qualcuno (e sottolineo se) che meritava di morire, questi era lui.
E lo stesso valeva per Schulz.
Oh, entrambi si stagliavano nella mia memoria e nemmeno
la loro poesia avevo dimenticato. Come cominciava?
Piccolo Yid - vogliamo dirti addio
Che tu raggiunga all'inferno i senzadio.
Eccome se si erano meritati di morire,
sempre che qualcuno se lo meritasse.


Esaminai l'intera lista, saltando a piè pari
tutti i nomi che iniziavano per H e,
giunto alla fine, scoprii che ben trentasei sui
quarantasei studenti che
componevano la mia classe avevano perso la vita 
das 1000-jährige Reich.

Deposi l'opuscolo e attesi.
Aspettai dieci minuti, poi mezz'ora, senza lasciare
con lo sguardo quelle pagine
stampate che erano emerse dall'inferno
del mio passato
antidiluviano - presenze indesiderate -
per turbare la pace del mio spirito,
riesumando ciò che con tanto sforzo avevo cercato di dimenticare.
Lavoricchiai, feci qualche telefonata, dettai un paio di lettere,
senza riuscire a
buttare via l'appello, né a trovare il coraggio di cercare
l'unico nome che mi ossessionava.
Decisi finalmente di distruggere quell'oggetto atroce.
Volevo veramente sapere?
Ne avevo davvero bisogno?
Che importanza poteva avere che fosse vivo o morto,
visto che, comunque, non l'avrei più rivisto?
Ma ne ero proprio sicuro?
Era davvero impossibile che la porta di casa si aprisse
per farlo entrare?
E non stavo già, in quello stesso istante,
tendendo l'orecchio per cogliere il suo passo?
Afferrai l'opuscolo con l'intenzione di stracciarlo ma,
all'ultimo momento, mi
trattenni. Facendomi forza, quasi trema
ndo, lo aprii alla lettera H e lessi.
"VON HOHENFELS, Konradin, implicato
nel complotto per uccidere Hitler. Giustiziato."

(preso dal web)


 
 
 

Voltaire

Post n°187 pubblicato il 22 Marzo 2014 da just_crazy

" Ho deciso di essere felice perché fa bene alla mia salute"

 


 
 
 

Auguri...

Post n°185 pubblicato il 19 Marzo 2014 da just_crazy

Auguri a tutti i papà.
A chi lavora tanto e la sera si addormenta stanco sul divano, sperando che i figli sappiano che li ama.
A chi lo è solo di nome, per ingiusta natura, ma è più padre di molti.
A chi papà lo diventerà a giorni e già si chiede se ne sarà all'altezza.
A chi ha perso il lavoro e nell'abbraccio dei figli trova inferno e paradiso.
A chi ama in silenzio lontano da loro.
... e poi a chi ha insegnato tanto anche col cattivo esempio...


 
 
 

SOLIDARIETA'

Post n°184 pubblicato il 14 Marzo 2014 da just_crazy

SI RASANO A ZERO PER SOLIDARIETÀ CON L'AMICA
Gerdi McKenna è una mamma sudafricana di 35 anni, a cui è stato diagnosticato un tumore al seno. Il mese scorso ha chiesto alle sue amiche di fare alcune foto tutte insieme, ma grande è la sua sorpresa quando scopre che le amiche hanno deciso, per solidarietà, di tagliarsi tutte i capelli a zero, per essere uguali a lei che li ha persi per colpa della chemioterapia.
Guarda il video, è molto bello ed emozionante:

http://vimeo.com/88160637

Notizia presa dal web

 
 
 
Successivi »
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

isrypaperinopa_1974M0n_Soleilandrea.73.bsdialogoimperfettoPerturbabileLA_PIOVRA_NERAjust_crazyziogiangi68PaolaBellanifonico14il_giovanewerthersuzuribakoZilupo33
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 29
 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

tante cose non so JC ma cerco di trovare i motivi come farò...
Inviato da: isry
il 13/04/2014 alle 00:04
 
Non mi pare... ne hai più tu e che non lo sai...
Inviato da: just_crazy
il 12/04/2014 alle 21:53
 
con me sorella con me... PS MESSAGGIO PER IL FRATELLO...
Inviato da: isry
il 12/04/2014 alle 13:04
 
Quale pazienza? ^__=
Inviato da: just_crazy
il 09/04/2014 alle 21:20
 
grazie per la pazienza
Inviato da: isry
il 09/04/2014 alle 20:51
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom