Community
 
liberemanuele
   
 
Creato da liberemanuele il 26/01/2009

Catallaxy

ordine spontaneo vs ingegneria sociale

 

 

« Il mio conservatorismo. ...Voglia d'avventura. »

Quando il tè fa male a chi governa.

Post n°96 pubblicato il 29 Settembre 2010 da liberemanuele
 

Dal Foglio Quotidiano.

Un tè anticonformista

Errato tacciare di populismo i Tea party che chiedono meno allo stato

I Tea party, visti dall'Europa, sono come i marziani: non siamo sicuri che esistano davvero, ma nel dubbio li pensiamo più o meno antropomorfi. Così, il modo più sbrigativo per rappresentare gli alieni che vogliono lanciare un'opa ostile sul Partito repubblicano americano è stiparli nella casella dei populisti di destra: gente rozza che evade le tasse, odia gli stranieri e sbatte la porta di casa in faccia al mondo.

... insomma, dei grandi.

Ma ... Ron Paul li invita a spingersi oltre.

"Non sento cose abbastanza precise su ciò che bisognerebbe tagliare nella spesa pubblica. Non ho mai sentito dire che la questione militare-industriale dovrebbe essere affrontata. Mi piacerebbe vedere un consenso che sfida l'istituzione, vorrei che loro contestassero la politica estera interventista. Vorrei che contestassero la guerra alla droga".

"Mi piacerebbe - ha concluso Paul - sentire queste dichiarazioni provenienti dai Tea Parties, ma non le ho ancora udite. Inoltre vedo che iniziano ad infiltrarsi nel movimento personalità legate all'establishment".

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LE "INDISPENSABILI" DAL WEB

 

FACEBOOK

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

AVVERTENZA.

Tutti i testi sono liberamente copiabili e riutilizzabili, le immagini sono prese dalla rete: eventualmente venisse riscontrato una violazione di diritti vari, gentilmente, AVVERTITEMI.