Community
 
endoke
   
 
Creato da endoke il 25/05/2009

LIBERA NO DOMINE

Non costituisco un esempio sono solo fedele a ciò che sono

 

 

Inserire il gettone!!

Post n°739 pubblicato il 21 Luglio 2014 da endoke




Altro giro, altra corsa!

... Si volaaaaaa!!...


jajajajajaja


EndokeSulCalcincuxo

 
 
 

Non credo sia sempre vero :-(

Post n°738 pubblicato il 17 Luglio 2014 da endoke

 

Non credo sia sempre vero... magari andrà bene per la fisica, materia a me sempre ostica, ma certamente quando si tratta di altre circostanze della vita si può creare e persino distruggere... e se si tratta di trasformazione allora spesso è verso il peggio.

A volte mi sento domandare perchè preferisco stare da sola e la risposta è semplice... la maggior parte delle volte che mi trovo a confrontarmi con il mio prossimo (proprio perchè credo che un confronto sia sempre una crescita) mi rendo conto dopo poco che non ho proprio nulla a che spartire.

La comunciazione civile non esiste più. Alle persone piace solo la propria voce o, come accaduto oggi, il ticchettio della propria tastiera se si parla nell'ambito della chat. Beh della propria o quella del compagno/a perchè alcuni tirano fuori la capoccina solo se debitamente protetti, il che è ancora peggio, ma lasciamo stare.

Non so da cosa dipenda, ma non si è più abituati a fare un discorso con cognizione di causa e poco importa che si stia affrontando un argomento importante o la lista della spesa. Il dialogo non esiste. Non esiste l'educazione al ragionamento... sembra sempre un continuo parlarsi addosso. Il chiedere scusa è merce rara.

Ovviamente se solo io noto certe cose debbo forzosamente dedurre che il problema ce l'ho io. Sono io che vado contromano, non il resto del mondo. E la cosa più triste è che non  sono mai stata capace di essere... allineata.

Vado a dormire e mi sento malinconica... avere una buona memoria è spesso un'arma a doppio taglio perchè volgiamo lo sguardo al passato e ricordiamo tutto e la trasformazione che ho visto oggi, è ben più simile alla distruzione che a una qualsiasi forma di creazione anche se non posso negare che non sia in perfetta linea con il passo dei tempi, Sic!



EndokeConUnGustoAmaroInBocca

 
 
 

Il dono della sintesi, ce l'ho anche io quando voglio! :-)

Post n°737 pubblicato il 16 Luglio 2014 da endoke

 

(Non accetto le briciole!!! Dio mi ha fatto Donna, non formica!!! - n.d.t.)

 

EndokeLapalissiana

 
 
 

Ma sarà davvero tutta colpa mia??? ;)

Post n°736 pubblicato il 15 Luglio 2014 da endoke

 

Tutte le mattine per andare in ufficio arrivo, dalla parte opposta, ad un incrocio come questo dove c’è anche un semaforo.
Quando il semaforo scatta verde per me, posso girare a sinistra ed è ovviamente verde anche per coloro che si trovano incolonnati nelle 3 corsie che si vedono nella foto con tanto di belle frecce, grandi, chiare, ben disegnate e visibilissime come queste in questa foto.

Ebbene, tutte le mattine, mi ricordo di tutti gli… avi dei furboni (ma la parola che uso a onor del vero è “coglixni”) che si immettono nella corsia che obbliga di girare solo a destra e loro... che fanno?? Vanno drittiiiii!!! grrrrrrrrrr

Provo immediatamente un istinto omicida che, se non fosse perché non navigo nell’oro e per non dover aspettare 3 ore i vigili, gli andrei addosso.

Lo capirei se succedesse una volta ogni tanto, lo capirei se la segnaletica non fosse chiara (e manco tanto a dirla tutta!!), ma il punto vero è che non gliene frega niente a nessuno. Quando si guida non si deve pensare a cosa stai per fare te, ma a quello che andranno a fare gli altri e questo, si sa, è davvero la peggiore delle incognite.

La freccia, che non per niente si chiama “indicatore di direzione”, viene invece messa alla... membro di segugio…  Il tipo davanti a te,  la mette a sinistra ma alla fine inchioda a destra perché che ne so, sulla destra c’è il bar e lui ha deciso di fare colazione oppure (e questi sono i peggio) deve lasciare la consorte davanti al negozio non sia mai che du’ passi je facessero male.  

Comunque tra tante situazioni la più allucinante l’ho vissuta qualche giorno fa e ancora rido.

Incolonnata su una strada trafficata, davanti a me un’auto con una donna alla guida con un uomo al suo fianco. Mette le 4 frecce, aspetto un paio di minuti e poi quando le condizioni del traffico me lo hanno permesso, ho messo la freccia a destra e faccio per superarla. Lei che fa? Ovviooooooo, riparte e va drittaaaaaa, per un pelo non mi prende.

Le suono il clakson e le chiedo che fa (beh la relata refero non si può fare qui, ma solo perché sarebbe lunghetta eh? jajajajaja!). La sento farfugliare qualcosa e le vado dietro accelerando. (Sono una "bimba" educata e se qualcuno mi dice qualcosa  che non capisco, mi sembra giusto richiederlo jejejeje).

La raggiungo, e lei sempre con le 4 FRECCE e i finestrini aperti mi dice incaxxatissima (LEI eh?! Bah!) che la stavo superando a destra e che non si fa. Le ribadisco che deve… fare pace col cervello (avrò detto proprio così? ghghghg) e lei di rimando…

“Amore, amore (al suo uom oovviamente) PRENDI LA TARGA di questa stronxa! E faglielo vedere!!” (a questo punto non sapevo davvero se ridere o menarle... Non so se mi ha fatto più effetto L' "amore, amore prendi la targa di questa stronxa" o... "il faglielo vedere" (so solo che me lo sono immaginata in un momento con le braghe calate ed è stato il massimo dello... schifo! jajajajajajaja)

E il cavaliere, che mica poteva farsi mancare l’occasione di fare il paladino… inizia ad allungare il braccio fuori dal suo finestrino a poca distanza dal mio naso... impaurito (???!!!???) dicendomi “Vai … cammina” come a indicarmi la direzione per il... vfc  ed io, sempre affiancata e MOOOOOOOLLLLLLLLLLLTOOOOOOOO IMPAURIIIIIIIIIITTTTTTTTAAAAAAAAA (non volevo più perdermi nessuna parola come mi era successo prima!) a lui manco me lo filo e a lei dico serafica che ha ANCORA LE 4 FRECCE MESSE e quindi che non rompesse… All’improvviso cala per qualche secondo un gelido silenzio, il braccio dell’uomo si ritira e con lo sguardo tra l’impietrito e il coglixnazzo, guarda il cruscotto e vede le (mie complici)  QUATTRO FRECCE… gliele toglie e... c'è mancato un soffio che je facesse arriva’ pure il ceffone che le avrei dato io!!! jajajajajajajajaja

A quel punto, gentilmente (ma mi chiedo se non avrò dei vuoti di memoria??? jejejeje) dico LORO... che intanto vado avanti chè così possono prendere meglio inumeri della mia targa. (credo di aver aggiunto anche qualche  ehmmm... definizione... ma ora proprio non mi sovviene jajajajaja)

Lo vedete che non è colpa mia?? Io  mi alzo sempre di buon umore ma in 9 km dall’uffico a casa, e viceversa  non è poi così difficile trovare chi... mi faccia scendere tutti i… santi del calendario e qualcuno in più! Jajajajaja

EndokeFolgorataSullaStradaDiDamasco

 
 
 

In giro per il web...

Post n°735 pubblicato il 14 Luglio 2014 da endoke

http://digilander.libero.it/endoke/frase%201%20blog.jpg

 

... ho trovato questa frase e ha subito attirato la mia attenzione. Mi rendo conto di averla pronunciata molte volte e di aver sempre destato un'espressione un po' stupita nell'interlocutore.

Capita spesso che le parole vengano usate senza dar loro troppa importanza, a me capita il contrario: le peso fin troppo! Le parole possono dare conforto, ma possono provocare anche tanto dolore, specialmente quando vengono buttate vie come hai fatto tu.

Le parole, come gli atteggiamenti, creano aspettative e a poco serve dire... "Ah, ma io non ne avevo l'intenzione" oppure "Ah, ma io non volevo dire questo"... beh, è molto semplice. Basta pesarle le parole e basta dar loro l'importanza intrinseca che già hanno. Io non immagino, ascolto. Io non sogno, analizzo. Io non invento, pago per vedere. Io... ho una memoria di ferro e non dimentico nulla!

Sono stanca delle parole buttate al vento o delle situazioni indefinite, lasciate volutamente fumose per lasciarsi una via di fuga perchè più la si butta in "caciara" e più si evitano le proprie responsabilità...

Sono stanca anche che, con la stessa puerile strategia, si cerchi di travisare le mie parole... se ti dico che sono una Ferrari è meglio che resti con il naso incollato alla vetrina perchè, per farti sentire a tuo agio, non posso certo trasformarmi in una biciletta, nè lo voglio!

Le minacce mi fanno sorridere, preferisco sempre e comunque le promesse ed io le mantengo sempre proprio perchè, anche se non posso fare tutto, lo faccio lo stesso e nonostante tutto ed io non abbasso MAI lo sguardo, chissà se tu potresti ancora dire lo stesso!!?!?

 

EndokeSempreEComunqueEndoke

 
 
 

Cominciamo proprio bene!

Post n°734 pubblicato il 14 Luglio 2014 da endoke

 

 

Eh si, cominciamo proprio bene. Due o tre giorni in chat, dopo un lungo periodo di assenza, e niente di nuovo o quasi. E se dovessi parlare delle novità la maggior parte non sarebbero proprio piacevoli.Invece di andare avanti si torna indietro.

Cambiano gli scenari ma i personaggi (e molti, molto "-ini" davvero) sono sempre gli stessi... quasi quasi potrei fare un copia e incolla da vecchi post e potrei non cambiare una virgola.

Ho "rivisto" con piacere vecchi amici, che definisco tali perché comunque la reciproca conoscenza nel tempo è andata al di lá della chat (che rammento sempre dovrebbe essere un mezzo e non un modo!!!), ho incontrato alcune (pochissime a dire il vero!) persone interessanti e divertenti e poi... la moltitudine di NULLITÀ!!

E le NULLITÀ sono quelle più fastidiose perché, unitamente alla maleducazione, già di per sé dilagante, pensano che, per il semplice fatto di essere più numerose, possano ovviare alle regole della buona educazione e del buon comportamento in chat (ma è chiaro che, evidentemente anche fuori, per loro la cafonaggine può farla da padrone).

Ho assistito a penose scene di nick che come unico modo di interagire nella pubblica, inserivano dei link musicali... (sigh!) rendendo inutile un qualsiasi dialogo anche perché per primi non debbono avere molto da dire se necessitano di far ascoltare anche agli altri -interessati o meno che siano- la musica che stanno ascoltando loro.

Poi ci sono le solite coppie che si parcheggiano in una stanza ed è grasso che cola se scrivono la risposta al saluto prima di tornare nel mutismo, eccezione fatta se arriva qualche nick che, approfittando del silenzio o dei sopracitati link, inizia a interagire... Beh io preferisco un nick così anche se mi costa stargli dietro, perchè magari ho perso la mano a scrivere velocemente, piuttosto che stare in una stanza dove a parte i saluti, la pagina resta pressoché bianca.

Trovo che questa chat sia molto democratica: mette a disposizione una infinità di stanze che per svariate ragioni sono vuote dove quindi ci si può parcherggiare senza problemi, per cui non vedo perchè dovrei fare da alibi a chi, quasi sicuramente, ha in casa chi potrebbe avvicinarsi al pc e trovare -illudendosi è chiaro- meno "indicativo di un bel paio di corna" una stanza con tanti utenti piuttosto che una dove i due nick sono presenti ma non interagiscono in pbc, perchè stanno comunque in pvt. L’idea di parcheggiarsi in punto di partenza non sovviene a nessuno???

A puro titolo informativo, vorrei rammentare che le “stanze” sono gli “utenti” che le compongono e che le rendono più o meno divertenti , più o meno interessanti Indipendentemente da una linea tematica più o meno definita, ciò che conta è interagire e qui voglio sottolineare anche che c'è molta differenza tra la chat ed una conversazione telefonica.

Se non si legge ma si interpreta, se si legge male e si capisce peggio, se non si interagisce ma si fa scena muta, se non si ha chiaro che il proprio biglietto da visita è il proprio modo di porsi, allora probabilmente taluni dovrebbero chiedersi che ci entrano a fare in chat (oltre ovviamente alla chiara motivazione citata prima).

Da utente, entro in chat per farmi quattro risate anche affrontando discorsi più o meno seri o seriosi e certamente non rifuggo mai un confronto, anzi! Ma non mi piace chi fa scena muta, chi è maleducato, chi tira il sasso e poi nasconde la mano e se ne va a gambe levate appena esce il moderatore che ha creduto di usare come scudo, chi ha bisogno dell’avvocato perché pensa che se manda avanti il maschietto di turno i presenti (e soprattutto io) mi ritiri in buon ordine e men che meno amo chi pensa, erroneamente per quel che mi riguarda, che chiunque debba preoccuparsi delle altrui vicissitudini.

Io rispondo per quel che leggo e se ci si mostra idiota, io rispondo all’idiota e lo stesso faccio con l'ironico (categoria che continua ad avere un grande ascendente su di me, lo ammetto!!) come non compro guerre altrui, non ho bisogno che nessuno si schieri nelle mie.

Non sono una ONG, né faccio la buona Samaritana… anche se sono mancata da un po’ il mio vecchio motto dei cinque palmi dal mio cuxo continua ad essere vigente quindi, se mi trovate in stanza o vi adeguate (come mi adeguo io quando entro e mi ritrovo con chi farebbe pensare a Villa Arzilla come al più divertente e scoppiettante club Med e cambio stanza) oppure passi lunghi e ben distesi perché io non cerco mai nessuno per prima ma se vi avvicinate, oltre la distanza minima di sicurezza, non vi lamentate del risultato perché come dice un proverbio brasiliano “chi dice ciò che vuole, finisce per ascoltare ciò che non gli piace!!!!


”EndokeCheMancoE’TornataEGiàLeGiranoLePaxxe

 
 
 

Tornata!!!

Post n°733 pubblicato il 08 Luglio 2014 da endoke

EndokeIncaxxatissima

 
 
 

Evviva la sintesi!

Post n°732 pubblicato il 28 Luglio 2013 da endoke




EndokeSemprePiùAllibita

 
 
 

A quien corresponda...

Post n°731 pubblicato il 17 Luglio 2013 da endoke

... è un modo di dire in spagnolo quando si scrive una lettera non sapendo chi sia l'effettivo destinatario o di chi sia la competenza.

Ovviamente io so a chi potrei rivolgermi, ma visto che quando si scrive su un blog capita spesso che in molti ci si riconoscano o si sentano -spesso erroneamente- destinatario dei tuoi pensieri ma soprattutto perchè specialmente in questo frangente, poco me ne cale, non entrerò nella provocazione.

Oggi sono rientrata in chat dopo svariato tempo e mi ha fatto piacere ritrovare persone con le quali condividire una piacevole chiaccherata ma non posso nascondere che mi ha fatto ancora più piacere constatare, ancora una volta, che è molto facile gettare fango sul prossimo e, nella fattispecie, sulla sottoscritta ma le palle per affrontarmi direttamente sono un'altra questione. Decisamente un'altra questione.

Due settimane fa ho compiuto la bellezza di 47 anni e ancora non mi risulta che qualcuno oltre me, sia padrone della mia vita o che per dirla in soldoni... paghi i miei conti, ma soprattutto nessuno può vantare alcun diritto -specialmente relativo al pregresso- di avere spiegazioni e/o giustificazioni su un qualsiasi mio eventuale comportamento, men che meno chi da molto tempo neanche fa più parte della mia vita.

Ovviamente è chiaro che io non posso impedirti di aprire bocca e darle fiato, chiaramente alle mie spalle perchè per affrontarmi ci vorrebbero gli attributi di cui sopra, ma -a onor del vero- neanche  mi interessa farlo, soprattutto perchè darei l'impressione che me ne freghi qualcosa.

In Brasile dicono che "se un consiglio fosse buono, invece di darlo lo si venderebbe" ma io alla mia età non voglio neanche dare consigli perchè so bene che basta dare corda perchè la gente s'impicchi da sola ed io, al massimo, consegnerei il sapone tanto perchè scivoli  meglio, quantomeno per risparmiargli una lunga agonia.

A parte la certezza di aver speso fin troppo tempo perchè in realtà si sta parlando del nulla (di fatto non offende chi vuole, ma chi può e mi sembra lapalissiano che le parole debbano sempre essere prese a seconda della bocca da cui escono!) suggerirei en passant di non abusare della mia pazienza (infinitesimale!) o della mia buona educazione (potrei competere senza alcun timore con uno scaricatore di porto -pur senza offendere la categoria-) o ancora della mia voluta e reiteratamente dimostrata discrezione perchè chi oltrepassa volutamente e ripetutamente la distanza di sicurezza dei 5 palmi dal mio cxxx, non può poi lamentarsi di non essere stato debitamente avvertito: ieri, oggi e sempre.

Spesso e volentieri, capita che ci si voglia attaccare al fumo della pipa costruendosi dei castelli di carte per evitare in ogni modo di farsi un esame di coscienza ma stringi, stringi chi così si comporta può circondarsi solo di suoi pari (la necessità del branco serve a sentirsi spalleggiati e in questi casi la comprensione reciproca tra teste talmente vuote che si sentirebbe l'eco di quella vocina..."c'è nessuno???" è davvero indispensabile), può addurre solo determinati argomenti (i propri e sempre a discapito di qualcun altro che non sia sè stesso -altra ovvietà!-) ma soprattutto, pur riuscendo a dare apparentemente una impressione diversa, alla fine le chiacchere stanno a zero e ad un esame, neanche troppo microscopico, l'unica cosa che si evince è che la volpe quando non arriva all'uva dice che è acerba:  atteggiamento tipico di chi rosica pur sentendosi investito di chissà quale diritto per avanzare qualsivoglia pretesa (magari usando a sproposito la parola Amicizia o inventandosi percorsi erroneamente datati e senza considerare che persino le garanzie hanno un periodo di scadenza) quindi, ripeto, stiamo parlando del nulla e chi si comporta in questo modo altro non è che una nullità o per dirla con le parole di un comico siciliano: è uno straccio vecchio, lasciato in una casa abbandonata! (la citazione non è perfetta ma, sono certa, renda l'idea)

EndokeE'PresenteMaE'SempreMeglioLasciarlaPerdere
(in caso di necessità:
http://www.dizionario-italiano.it/ perchè il web va oltre la chat: approfittane! ) 

 
 
 

La mente è come un paracadute... se non si apre, non serve.

Post n°730 pubblicato il 10 Marzo 2013 da endoke

http://digilander.libero.it/endoke/la%20mente.jpg


Eppure per quanto io sia disposta a guardare sempre oltre, sono sempre di più le cose che sfuggono alla mia comprensione e... sicuramente è colpa mia che, magari, non mi impegno abbastanza.

Sono troppo legata a principi desueti come "rispetto", "educazione", "coerenza" e quindi, come dico sempre, se tutti vanno verso una certa direzione dovrei iniziare a convincermi che chi va contromano... sono io!


EndokeSemprePiùAllibita

 
 
 

Eppure me ne stavo buona, buona...

Post n°729 pubblicato il 08 Novembre 2012 da endoke


 

...in disparte perchè, oltre a pressanti e inderogabili impegni di lavoro, non posso negare che spesso la noia mi... assale! ()

Tuttavia sembra proprio che ci sia o non ci sia, taluni di voi (leggasi gli imbecilli!), non riescano proprio ad ignorarmi. Mah!

E così, mentre io manco me ricordo che esistete anche se il caso ha voluto che vi incrociassi per qualche tempo sulla mia strada, voi sentite la necessità (chissà poi per quale ragione, -ancora un mah!!!-) di inserirmi nelle vostre conversazioni (peraltro di alto valore intellettuale!!!), di indagare sulla mia vita -e spesso persino di opinare manco faceste parte della mia cerchia di amici- come se alla veneranda età di 46 anni, dovessi dare giustificazioni della mia vita, privata o sociale, a una manica di celebrolesi. Allucinante eh?!?

C'è chi parla di idee e chi di persone e la differenza è chiara: chi parla degli altri, oltre a tanto tempo libero, lo fa perchè -evidentemente- ha una vita talmente vuota che l'unica cosa che gli rimane è quella di occuparsi, spesso persino straparlando e a sproposito, di quella altrui.

Anche io non sono immune dal commettere errori di valutazione e qualche volta ho concesso il mio prezioso tempo a persone che alla fine, rivelatasi totalmente diverse da come si erano presentate, non ho avuto alcuna difficoltà -e certamente alcun rimorso o rimpianto- a lasciarle nel loro piccolo mondo antico... Con il tempo si impara che spesso a voler tirare fuori qualcuno dal pozzo, si corre il rischio di finirci dentro e il punto saliente non è commettere un errore, ma sì continuare a commetterlo.

Non ho neanche mai negato di essermi persino trovata invischiata in infantili e misere beghe perchè quando si segue un ragionamento che si ritiene inattacabile e poi si scopre che i presupposti iniziali erano spudoratamente falsi, ne consegue che tutto il ragionamento ne rimane inficiato... Ma non ho mai avuto alcun problema a riconoscerlo e a fare palesemente un passo indietro anche se forse, qualche diretto/a interessato/a, non sia riuscito/a a percepirlo perchè troppo preso/a dalla sindrome dello "yoismo"... Mentre se una cosa è da ritenersi sbagliata, deve valere per chiunque e comunque senza mai avere due pesi e due misure.

E comunque, semmai si  avessero fatture mie che mi si presenti pure il conto sempre che si sia portatore sano di palle ovviamente perchè io non cerco mai nessuno ma se mi si cerca poi nun ve potete lamentà eh?!... 

Il resto continui pure a starmi a debita distanza perchè sono troppo presuntuosa per ritenervi degni della mia attenzione che oggi molto generosamente ho voluto elemosinarvi con questo post...  

A me le beghe condominiali da comari di quinta non interessano... ma men che meno m'interessano certe lotte tra galli  manco fossimo in qualche suburbio sudamericano... ognuno faccia i conti con la propria coscienza... io rispondo solo alla mia alla quale non concedo alibi quindi figuriamoci se... ne posso cercare per gli altri. Non offende chi vuole ma chi può e sicuramente quel che dal basso viene non mi tocca!!




EndokeCheSpegnendoIlPcDice:AddioooooCoreeeeeeee!!!!

 
 
 

Difendo sempre un principio...

Post n°728 pubblicato il 08 Novembre 2012 da endoke


...anche a discapito delle persone

perchè il principio quello è...

mentre le persone

-spesso e volentieri-

si vestono il santo come più gli conviene!

La libertà di opinione è un sacrosanto diritto

ma aprire bocca per darle fiato...è un delitto.



EndokeSempreSostenitriceDeiFamosiSeiPalmi

 
 
 

Eh... si. A volte il silenzio sarebbe come minimo...auspicabile!

Post n°727 pubblicato il 16 Ottobre 2012 da endoke






EndokeAssenteGiustificata

 
 
 

¡A pesar de todo...

Post n°726 pubblicato il 23 Settembre 2012 da endoke




...hay cadenas que no se romperán jamás!

A pesar de todo... a pesar de vivir y luchar...

esa cadena sigue y seguirá atándome...



EndokeAúnAtada

 
 
 

Parole che, a volte, ti arrivano...

Post n°725 pubblicato il 02 Settembre 2012 da endoke

 


...come un pugno allo stomaco

e la memoria inizia a camminare a ritroso.

E tu non puoi far null'altro che...

...cercare di schivarli con una falsa... finta!


EndokeNebulosa

 
 
 

Oggi girovando per il web ho trovato queste due perle e...

Post n°724 pubblicato il 29 Agosto 2012 da endoke

 

 

...le ho scippate!

Quello "sto" accentuato mi fa venire i brividi

ma non si può pretendere troppo, vero??

jajajaja

Se ci dovessi mettere mano sotituirei anche fb con Libero

tanto perchè il messaggio sia ancora più chiaro!!!


EndokeTutt'altroCheSubliminale

Sono le donne difficili quelle che hanno più amore da dare, ma non lo danno a chiunque. Quelle che parlano quando hanno qualcosa da dire. Quelle che hanno imparato a proteggersi e a proteggere. Quelle che non si accontentano più. Sono le donne difficili, quelle che sanno distinguere i sorrisi della gente. Quelle che ti studiano bene, prima di aprirti il cuore, che non si stancano mai di cercare qualcuno che ne valga la pena. Quelle che ne vale la pena. Sono le donne difficili, quelle che sanno sentire il dolore degli altri. Quelle con l'anima vicina alla pelle, che vedono con mille occhi nascosti. Quelle che sognano a colori. Sono le donne difficili che sanno riconoscersi tra loro. Sono quelle che, quando la vita non ha alcun sapore, danno sapore alla vita. (M. Bagatella)

 
 
 

Calmi... calmi...! Il genio al lavoro...

Post n°723 pubblicato il 26 Agosto 2012 da endoke

 

...non sono io. Vabbè che considero la modestia una forma di ipocrisia ma a tutto c'è un limite eh!?!

Si tratta solo di una semplice comunicazione, una specie di bollettino ai naviganti per far sapere che, d'ora in poi, prima di premere "entra" in Community, mi sincererò che San Genius o lo strumento di cattura siano a portata di mano. jejejeje

Non è una scorrettezza o una cattiveria, ma un modo per sopperire all'alzheimer galoppante che sembra avermi colpito ultimamente (secondo alcuni, è ovvio!) e poi, se uno può dare una mano anche al prossimo che sembra avere sempre meno memoria o se ce l'ha è a dir poco... selettiva... perchè no?

Purtroppo è ormai noto che, spesso e volentieri, si tende a vedere la reazione che uno arriva ad avere, dimenticando però l'azione che l'ha provocata... allora bisogna porvi riparo, non vi pare?

Se affermiamo, magari anche un pochino tronfi, "ah io se vedo che c'è maretta preferisco uscire dalla chat perchè non amo le polemiche (N.B. importante considerare che i più usano la parola "polemica" per indicare l'espressione di qualsiasi pensiero contrario al proprio perchè non potendo sostenerlo con un inconfutabile ragionamento, si sentono mancare il terreno sotto i piedi!) perchè già devo discutere tanto fuori dalla chat che qui entro solo per divertirmi" e poi magari siamo proprio noi a fomentarla questa "maretta" perchè esprimiamo la nostra opinione e  poi usciamo o perchè ci sentiamo investiti (non si sa bene da chi) del ruolo di cronista (mai scevro di soggettività però eh!) e quindi alla domanda "che è successo?" rispondiamo "te lo spiego in pvt" quando non solo non eri presente (quindi al massimo in pvt puoi raccontare un fatto monco di tutti i passaggi o solo quello che ti hanno riportato altri cronisti magari di parte come te!), ma soprattutto è presente chi fatto scaturire la discussione, mi sembra, a onor del vero, proprio un modo per sollevarla la polemica perchè io sono una persona tranquilla e mi piace stare in compagnia, ma l'orecchino al naso non ce l'ho ed è ovvio che poi mi metta di buzzo buono per lasciare costanza di quello che affermo, soprattutto perchè già l'italiano è sconosciuto a molti, già non solo si legge male, si capisce peggio e si commenta ad minkiam, che evidentemente l'unico modo che resta è quello di... togliervi la sete col prosciutto.

Io non cerco mai nessuno, ma se mi si cerca mi si trova e poi mi sembra giusto che... non si accettino lamentele. jajajaja

Non riesco a capire bene come taluni siano abituati, ma evidentemente il confronto debbono considerarlo come una specie di malattia perchè parlano o scrivono quello che vogliono e se tu gli rispondi a tono, si piccano e guadagnano l'uscita... sarà una moda??? Mah.

Comunque le chiacchere stanno a zero. Gli spagnoli dicono che "chi avvisa, non è traditore" ed io sto avvertendo come faccio sempre. Non ho mai cercato facili consensi, nè ho bisogno di seguaci... ma non lamentatevi se, superando la distanza di sicurezza dei sei palmi dal mio cuxo, poi trovate la mia reazione ad ogni azione che voi fate, farete o avete fatto... anche se ve ne siete dimenticati!


EndokeStancaDiChiTiraIlSassoENascondeLaMano

 
 
 

"Riconoscere un errore non è umiliarsi, è crescere come persona!

Post n°722 pubblicato il 25 Agosto 2012 da endoke

Questa frase è bella, vero? Peccato che siano poche le persone che riescono a farla propria.

Eh si, molto spesso accade proprio il contrario. Tutti possiamo sbagliare, ma fermarci e rettificare è pregio di pochi. Anzi, spesso e volentieri accade persino qualcosa di peggio e si sa che una mancanza una volta ogni tanto potrebbe essere una svista, ma un atteggiamento ed un comportamento scorretto e ineducato, reiteratamente ripetuto, direi che è persino più di un'abitudine... è un "modus pensandi": è dolo!.

A volte mi imbatto in situazioni così lontane dalla mia persona e cerco di capire da cosa possano dipendere e, non avendo una grande cultura antropologica o sociologica, alla fine faccio ragionamenti "terra terra" e arrivo a conclusioni quasi infantili come magari riconoscere una grande responsabilità in molte "mamme italiane" (sarà un luogo comune, ma l'italiano sia mammone non è cosa nuova, vero?) che evidentemente hanno fatto credere ai/alle loro figli/e non solo di essere l'ombelico del mondo, ma debbono aver raccontato loro qualche falsità di troppo, come ad esempio di essere fatti che so... di cristallo?.

E loro poverini/e ci rimangono male quando trovano nel loro cammino lastricato anche di tanti occhi sollevati al cielo con fare noioso (ma loro non lo sanno eh? E neanche lo capiscono tanto sono presi a parlarsi addosso con fare persino acculturato ma non scevro da affermazioni del tipo... "Ah si, si... certo che ho visto quel film... solo che non capisco perchè non mi sia rimasto impresso!") una strxxxa come la Endoke che proprio non ce la fa a non divertirsi a tagliare tutti i fili di queste mongolfiere umane... e allora loro che fanno? Semplice. Prima si sincerano di avere un pubblico (dopo la "mamma" il pubblico -che poco importa sia numeroso e omogeneamente interessato- ma è fondamentale sia prevalentemente di sesso maschile!) e poi dopo un proclama più o meno lungo, più o meno correttamente articolato (ma si è importante l'avere una certa aria di sufficienza e di superiorità nell'esprimerlo!) si va via... si. Si. Avete capito bene! Si cala il sipario e si esce di scena, ovviamente senza dare diritto di replica perchè loro non si... disturbano! Bah!

Quando assisto a queste puerili rappresentazioni, mi immagino i protagonisti sempre con un fare molto affettato e una voce impostata anche se un po' stridula (la voce stridula, specchio di una chiara isteria, mi fa sempre sorridere). E se si tratta di donne allora le vesto, nella mia mente, con quelle belle vestaglie di chiffon e piume di struzzo e magari le immagino anche facendo un movimento della mano sulla fronte degno dei migliori successi della Duse o della Borbone...

Ah! Che brutta cosa essere ignorante come me...

L'essere cresciuta in un quartiere malfamato, per quanto sia riuscita a non farmi inghiottire, mi ha lasciato addosso una brutta pellaccia, una scorza dura che non solo mi impedisce di abbassare lo sguardo, ma che oltrettutto mi ha insegnato che, per quanto uno voglia raccontarsi la favoletta per proseguire gli insegnamenti della "mamma" di cui sopra", chi non accetta un confronto altro che non è che un pusillanime... sempre e comunque... perchè  chi dice ciò che vuole è ovvio finisca per ascoltare ciò che non gli piace e loro si curano in salute e scappano prima.  Meno male che tutto poi cade per il suo proprio peso!

Poi certo è che se una situazione come questa avviene in una chat, è ancora più comune perchè si sta dietro un pc... e protetti dalla sicurezza delle proprie mura è molto facile fare i gaggi... ma come dico sempre quanto mi piacerebbe trovarmeli in fila alla posta! ghghgh

E comunque siccome i pupazzetti da chat sono diversi e diversificati ora la finisco qui perchè devo andare a prendere il mio prezioso baule e infilarci anche questo giocattolino... Un giorno mi riprometto di contare quante Barbie e quanti Ken ho già collezionato, perchè credo che ultimamente le prime abbiano superato di gran lunga i secondi perchè si sa le donne siamo più... numerose! jajajaja



EndokeDefinitivamenteFavorevoleAdUnNaturaleRipulisti
PerchèAllaFineDellaFieraSiSaChiÈChi

 
 
 

Un giorno forse passerá??? Mah!

Post n°721 pubblicato il 22 Agosto 2012 da endoke


Questa mattina entro nel blog e leggo un commento

ad un post del 2009... panico!

In un attimo mi sono sentita come una di quelle scene

di Star Treck... "Kirk a Interprise!!!"

(catapultata nel tempo e nello spazio!)

e la mente è... volata via!

Secondo me il destino lo fa apposta...

ogni tanto (praticamente tutti i giorni a dire il vero! jajajaja)

è come se venisse a controllare se... fa meno male!

Si, fa meno male ma è tutto sempre presente

perchè sono io e perchè fa parte di me

proprio come un tatuaggio inciso nell'anima.

Certamente continuo a vivere

-e MAI a sopravvivere!-

ma non sarò mai farfalla che svolazza di fiore in fiore.

Tiro un sospiro, sento una stilettata al cuore

e mi  rituffo nella mia vita

della quale fai ancora parte

ma solo per quel che riguarda il mio sentire

perchè... ciò che uno non vuole, due non fanno!

E più mi guardo attorno e più mi rendo conto

che non sarebbe potuto essere diversamente

visti i sentieri che stai percorrendo e che io

NON POTRÒ PERCORRERE MAI!!!



EndokeMalinconicamenteSerena

 
 
 

Non sia mai me lo cancellino da T.A.! ahahahahaha

Post n°720 pubblicato il 11 Agosto 2012 da endoke




EndokeSempreEndoke

ghghghghg

 Recensito il 9 agosto 2012 NOVITÀ


Pur non essendo un'amante dei villaggi, ho scelto di trascorrere una vacanza di 11 gg in questa struttura per la sua posizione tranquilla, un po' isolata, direttamente sul mare e immersa nella macchia mediterranea tipica della mia Terra -con i suoi profumi e il suo essere madre affettuosa ma mai melensa o accondiscendente verso i suoi figli che vivono lontano e di fatto i suoi posti più belli sono spesso difficili da raggiungere ma poi si resta senza fiato- e sapevo avrei raggiunto il mio scopo: staccare la spina.

Nonostante un inizio un po' burrascoso (causa anticipo del volo alle ore 9 e la scoperta all'arrivo in aereoporto di Elmas (CA) alle 10.20 che avrei dovuto attendere i passeggeri di un volo delle 11.45 perchè era previsto un unico trasferimento) e la consegna della camera -perfettamente in linea però con quanto descritto nel contratto- alle ore 16.45, ho trovato sin dalla reception un'accoglienza molto professionale, educata e paziente (alternativamente nelle persone di Betti, Elena e Giacomo) per tutta la durata del soggiorno.

Altrettanto professionali, educati e simpatici i "magnifici sette" (Andrea, Danilo, Giulia, Laura, Laura, Simona e Simona -è doveroso l'ordine alfabetico) che si alternano tra il bar centrale vicino alla bellissima piscina e il chiosco della spiaggia entrambi molto puliti e curati.

Il servizio ristorante (molto ampio, con diverse sale e del cibo nel complesso buono e vario) è ugualmente curato, seguito dal Maitre Francesco e dalla sua schiera di ragazzi/e sempre sorridenti, affabili e celeri (uno per tutti il trexentino Carlo) senza dimenticare i cuochi che si alternano tra il ristorante-buffet e le due postazioni esterne per i primi ed i secondi piatti.

Menzione speciale al Direttore (sig. Francesco) che segue personalmente e visibilmente (lo si incontra sempre al ristorante durante i 3 servizi della giornata) con occhio vigile e viva partecipazione, anche se in un'occasione poco obiettivo :-), per il buon funzionamento della sua squadra di collaboratori di ogni ordine e grado barcamenandosi di buon grado tra le innumerevoli richieste dei suoi ospiti o magari dando opportune disposizioni ai giardinieri che, seppur sotto il caldo sole di luglio, si dedicavano al magnifico giardino rispondendo sempre ad un saluto.

Per quanto concerne la pulizia nulla da eccepire e anche qui ho riscontrato gentilezza e professionalitá ancora una volta a dimostrazione che si tratta di una squadra ben collaudata.

Per quanto riguarda l'animazione, pur non avendo partecipato attivamente alle loro innumerevoli attivitá, ho trovato dei ragazzi educati, simpatici e mai invadenti ma tutti indistintamente con una vitalitá (e soprattutto una memoria) invidiabili. Personalmente non condivido alcune scelte artistiche (specialmente quando si tratta -forse- di far conoscere la mia Terra al Popolo di villeggianti continentali ma dubito fortemente ne siano i reali registi) ma devo dire che l'entusiasmo e la partecipazione dimostrata invece dal resto degli ospiti mi contraddicono ampiamente :-) Eccellente il Tarta club dei più piccini e apprezzabile l'intrattenimento musicale. (Non ricordo tutti i nomi e per questo non li cito ma sono stati tutti presenti e bravi). Professionale, molto efficiente e paziente il sig. Aldo dell'Eden anche quando taluni non gli lasciavano neppure il tempo di far colazione :-)

Il servizio in spiaggia (uno per tutti il sardo e talvolta sardonico Marco) molto buono e attento alle esigenze dei villeggianti. Buono, anche se non molto frequente, il servizio navetta con il sig. Gianfranco persona educata e professionale.

Credo di non aver dimenticato nessuno, nel cui caso me ne scuso.

In conclusione e mi scuso per essere stata prolissa, il mio giudizio sul Colostrai è assolutamente positivo. Vi ho trascorso quasi due settimane e non ho trovato discrepanze con quanto descritto nel catalogo. E di fatto non solo lo consiglierò, ma sarò felice di ritornarvi. (Loro forse un po' meno :-)))
Inoltre si percepisce nettamente l'atmosfera "famigliare" e come in ogni buona famiglia che si rispetti c'è sempre qualche... parente acquisito che non collima con il nostro carattere. E il Colostrai non fa eccezione! :-) Sarebbe quindi opportuno, quale suggerimento personale al responsabile sig. Giancarlo e sempre a mio giudizio è ovvio, che si considerasse sempre l'interlocutore con cui si ha a che fare, al margine del target del pubblico a cui ci si vuole rivolgere, perchè asserire che mi “hanno dato una informazione sbagliata" implica inequivocabilmente che la suddetta informazione è stata previamente richiesta!!! Pertanto sarebbe auspicabile un eventuale controllo previo delle disposizioni che si vogliono trasmettere per evitare successivi ingiusti e spiacevoli rimproveri perchè tutti abbiamo dei diritti, fumatori inclusi, specialmente all'aperto e soprattutto con una ampiezza di spazi come vanta il Colostrai.

Ancora una volta ringrazio tutti, pubblicamente, e dissento perentoriamente dai precedenti giudizi negativi perchè più che da parte della struttura, della direzione o dal personale le maggiori pecche le ho proprio riscontrate nel comportamento troppo frequentemente maleducato da parte di alcuni degli altri ospiti che talvolta pensano erroneamente che nell'all inclusive sia inclusa anche l'autorizzazione ad essere maleducati e irrispettosi verso il prossimo (per esempio sedersi bagnati sui cuscini dei divanetti del bar poggiando i piedi sporchi di sabbia sul tavolino antistante, usare una erronea interpretazione del metodo Montessori inducendo gli altri astanti a sorbire le lagne o i piagnistei dei loro amati pargoli specialmente in spaiggia o durante i pasti, pre adolescenti che si divertivano a staccare i limoni dalle bellissime piante ecc. ecc. ecc.).
s.s. dal 24/07/2012 al 4/08/2012

 
 
 
Successivi »
 

Avevo sempre saputo che
il vero amore è al di sopra di tutto
e che sarebbe stato meglio morire,
piuttosto che cessare di amare.
Ma pensavo che solo gli altri
ne avessero il coraggio.
In quel momento, invece,
scoprivo di esserne capace anch'io.
Anche se avesse dovuto significare
partenza, solitudine, tristezza,
l'amore valeva comunque
ogni centesimo del suo prezzo.
(Paulo Coelho)


 

Quem nos decepciona
não necessariamente
não presta.
Ás vezes,
a decepção é causada
por nós mesmos
que esperamos
das pessoas além
do que elas podem dar...
Especialmente por...
compararlas conosco.

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

...

 

ULTIME VISITE AL BLOG

antoniotufano0amanti.infedeliendokekatiafarmandreacatocciNaughtyDoctorEkkekkazz0tonino510TUTTO_HA_UN_PREZZOdivagazioni1SabrinaeLucalgpompili18maandraxbonfocodario
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 

CONTIGO (MA COME SONO STATA BRAVA)


No puedo dejar de quererte...
Te añoro y te quiero...
Y si volvieras...
Aqui estaré esperándote...
me perdería en tu abrazo...
callando en ti... mi llanto...

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom