Creato da endoke il 25/05/2009

LIBERA NOS, DOMINE

Non costituisco un esempio sono solo fedele a ciò che sono

 

 

Preferisco trovare...

Post n°1299 pubblicato il 30 Aprile 2017 da endoke


... sempre una soluzione!

 

...

 

 

 
 
 

...

Post n°1298 pubblicato il 29 Aprile 2017 da endoke

 

...!...

 
 
 

Dalle differenze nasce...

Post n°1297 pubblicato il 29 Aprile 2017 da endoke


...una zona di incontri.

In linea di massima sono d'accordo con questa affermazione, ma purtroppo a volte capita che le "zone differenti" siano troppo piene di una mancanza di tatto talmente radicata che finisce per trascendere diventando ineducazione o addirittura  ingiusta e gratuita cattiveria.

E quando queste "zone" si estendono sempre di più, alimentate da una serie di "non reazioni" perchè c'è un disinteresse di fondo, il danno diventa irreparabile.

Se non c'è la voglia/interesse di trovare un vero punto di incontro, ma solo la pretesa di restare "incatramati" su posizioni che rasentano l' "ignoranzità", non si può fare più nulla e probabilmente non c'è davvero più nulla da dire.

Cerco sempre di capire tutto: le abitudini (addirittura quelle cattive), il modo di difendersi e persino quello di autolesionarsi, i tempi di azione/reazione soggettivamente diversi, ma purtroppo "sento" tutto e quando si arriva a pensare di punirmi imponendomi arbitrariamente e ingiustamente il "buio", peraltro usando solo a me tale cortesia, è proprio allora che gli altri miei sensi diventano più attenti e più sensibili, rendendomi iperpercettiva e iperreattiva a qualsiasi dettaglio, seppur minimo, proprio come sappiamo accadere ad un cieco.

Cerco di capire sempre tutto (persino ciò che non condivido) e cerco di essere sempre propositiva perchè non soffro di alcuna forma di sudditanza psicologica, ma ci sono corde che nessuno deve permettersi di andare a stuzzicare, neanche casualmente, soprattutto perchè non mi risparmio nel chiedere cortesemente che non si faccia.

Non bisogna mai confondere la mia disponibilità con l'abnegazione o la mia innata educazione al rispetto del prossimo, con la mancanza di attributi, magari interpretando il mio silenzio come un infantile assenso che non potrà mai esserci, a maggior ragione quando si pretende di mettermi con le spalle al muro consegnadomi la palla del "fai tu".

E se poi me lo si dice come a sfidarmi che possa sentirmi mancare il terreno sotto i piedi comprendo che della sottoscritta non si è capito nulla...

Potrei spiegare (ma soprattutto dimostrare) il mio ragionamento in modo inconfutabile fino a sfinirmi perchè quando affermo qualcosa ho l'abitudine di... documentarmi. Non parlo mai a vanvera e quando non sono totalmente esplicita non è per mandare messaggi subliminali, ma perchè non tutti hanno voglia di affrontare la cruda realtà e preferiscono di gran lunga vestirsi il santo come fa più comodo trovando mille ed una scusa/giustificazione a comportamenti inqualificabili solo per non doversi questionare in primis sul proprio comportamento.

Potrei parlare per ore dicevo, ma sarebbe inutile se mi si ascolta interpretando le mie parole con i paraocchi dei propri limiti dimostrando quanto poco si sia disposti a conoscere il mondo oltre lo zerbino della propria dimora.

Ritengo conti molto l'aspetto caratteriale. Tuttavia, in piena onestà, chi vuole stare nella mia vita non dovrebbe mai dimenticare che non trattengo nessuno a forza, men che meno con ricatti emotivi e che, sapendo molto bene la differenza tra "essere" e "stare", le continue ingerenze, tanto puerili quanto innecessarie, non è alcun segreto che mi diano profondamente al... caxxo.

Ho la sana abitudine di crearmi aspettative solo per quanto concerne la mia persona visto che non sono usa deludermi, ma certamente mi aspetto dagli altri il minimo sindacale di quanto liberamente e spontaneamente affermano. Non sono responsabile se si è abituati ad esprimersi ad minkiam perchè altrettanto abituati a non essere ascoltati.

Ognuno di noi ha dei limiti che non è salutare superare e comprendo che la coerenza tra affermazione e comportamento sia pregio di pochi, ma purtroppo non ho bisogno che mi si addolciscano le orecchie con affermazioni che si contraddicono prima ancora di pronunciare l'ultima lettera.

Accetto ogni tipo di contraddittorio (e a dirla tutta ne anelo uno che je farebbe passá la voja 'na vorta pe' tutte!!!), ma a che servono le finte critiche mosse ad oc per ovviare una discussione, quando poi ciò che si evince da una osservazione attenta e scevra da pregiudizi di sorta, è che alla fine della fiera si alimentano e si accettano e si legittimano i comportamenti da... stampella?

Siamo seri. E smettiamola di girarci attorno perchè fare un passo in avanti per poi farne due indietro non vale neanche per ballare un... cha cha cha.




EndokeCheNonSiNascondeMaiDietroUnDito

 
 
 

Desejos...

Post n°1296 pubblicato il 28 Aprile 2017 da endoke

...desfeitos.


EndokeIrresignada

 

 
 
 

E scegliere sempre dove si vuole stare perchŤ...

Post n°1295 pubblicato il 23 Aprile 2017 da endoke

... quando si è troppo impegnati a disegnare confini
ci si dimentica di quanto sia infinito l'orizzonte!


EndokeOrgogliosamenteEndoke

 

 
 
 

Bellissima! jajajajaja

Post n°1294 pubblicato il 19 Aprile 2017 da endoke



(Ricordarti di qualcuno, scrivergli, manco ti risponde,
sentirti ridicolo, giurare che non gli scriverai più...)


E il bello è che ci passiamo tutti!

Deve essere anche questo uno dei motivi per cui io... non giuro mai!!!

E poi non mi paice per niente giocare di... rimessa!!!

jajajajajajajaja


EndokeAlDrittoEAlRovescioEndoke

 
 
 

Machiavelli docet :-)

Post n°1293 pubblicato il 18 Aprile 2017 da endoke

ovvero
"La saggezza del vivere consiste nella giusta armonia di gravità e leggerezza"

Sono assolutamente d'accordo con questo pensiero di Machiavelli e faccio davvero molta fatica a legarmi... le mani!!! jajajajaja

Se fosse dipeso da me il grande Houdini sarebbe morto di fame perchè anche il numero di illusionismo più complicato deve durare poco grrrrrrrrrrrrrrrr !!! jajajajaja

Comunque per non saper nè leggere, nè scrivere inizio a cercare il vitello più grasso che... non si sa mai!

 

EndokeApertisVerbis

 
 
 

Non bisogna mai smettere...

Post n°1292 pubblicato il 18 Aprile 2017 da endoke

 

...di essere ironici.


Endoke

 
 
 

Dimenticandomi che...

Post n°1291 pubblicato il 17 Aprile 2017 da endoke




... si noterebbe di più il mio dispiacere, se piangessi o mi lamentassi ad ogni angolo o peggio se interferissi nella vita (tempo/spazio) altrui, cercando ogni banale scusa, così tanto per far vedere che esisto e invece agisco come sempre da bastian contrario e mi dò alla cucina delle mie origini.

Cucinare mi rilassa, non posso dire che mi distragga del tutto perchè comunque le mie sinapsi sono sempre troppo sveglie, ma va bene così.

Ho scoperto un angolo della mia terra nascosto in mezzo alle campagne romane e così ho comprato della ricotta di pecora e dopo averla fatta asciugare per bene per 24 ore, l'ho insaporita con zafferano, scorza di arancia e limone, zucchero e uova e stamattina con non poco olio di gomito ho preparato la pasta in casa per "is cruguxionis"  e "is padruas" proprio come me li faceva la mia nonna preferita.

Sono imperfetti e a dirla tutta non ce ne sono due uguali, ma ormai è risaputo che il mio emisfero femminile ogni tanto va in... corto circuito specialmente quando si tratta di compiti troppo precisini che mi fanno annoiare velocemente.

Mentirei se dicessi che va tutto bene ma quando sono malinconica rifugiarmi nei sapori della mia infanzia mi fa bene e abbiamo il dovere di cercare di stare bene sempre specialmente per tutto ciò che dipende da noi... per tutto il resto vale il vecchio adagio secondo il quale "un problema che non ha soluzione, è risolto".



EndokeNull'AltroCheEndoke

 
 
 

Y hay aquellas rarŪsimas...

Post n°1290 pubblicato il 16 Aprile 2017 da endoke

...veces en que el último intento se quisiera que fuese el... penúltimo. Y ésta es una de ellas.



EkodnE

 
 
 

Non posso farci nulla...

Post n°1289 pubblicato il 15 Aprile 2017 da endoke

... mi piace essere così impunita da permettermi il lusso di dire sempre quello che penso, quando lo penso non affinchè le cose cambino ma semplicemente perchè... me lo posso permettere...E poco importa se capiscono fischi per fiaschi: io sono responsabile di ciò che dico, non di quanto capiscono. E ancor meno importa che alimenti l'ego altrui, visto che il mio è comunque...alimentatissimo!

 

EndokeScientementeEndoke

 
 
 

E poi i pensieri corrono velocemente...

Post n°1288 pubblicato il 14 Aprile 2017 da endoke

 

... nella stessa direzione ma prima di subito meglio dare una bella... sterzata.

Un paio di telefonate e il poker è organizzato, tanto i pensieri non si fermano comunque, ma almeno per qualche ora, l'unica cosa che m'impegnerò a inseguire sarà la carta per... la scala a incastro.

E poi??? Poi di sicuro... mi inventerò qualcos'altro.


EndokePerLaSerieUnaCosaNonToglieL'AltraMaNonDipendeSoloDaMe

 
 
 

Adoro vocÍ!

Post n°1287 pubblicato il 13 Aprile 2017 da endoke

...ninguém melhor do que o Zeca Pagodinho pra levantar o astral.



A saudade bate mas não precisa
ficar chorando pelos cantos ou... torrar o saco dos outros!


EndokeDixit

 
 
 

E ora che dovrei fare?

Post n°1286 pubblicato il 12 Aprile 2017 da endoke

Probabilmente il copione standard prevede che si inizi con una valanga di critiche che diventano poi insulti, rinnegando in ogni dove, magari cercando ossessivamente empatiche spalle altrettanto lamentose, quanto si è affermato fino ad ora.

A me però i copioni non sono mai piaciuti e ci sono comportamenti che, seppur legittimati dall'uso comune, mi sono del tutto estranei. Il che non significa che nelle mie vene scorra il sangue di uno scarafaggio (o forse si? ) o che non senta anche io il dispiacere o addirittura del dolore perchè mi tocca subire una scelta a me incomprensibile o persino immeritata (e ricordiamoci che la comprensione e il concetto di meritocrazia sono sempre oltremodo soggettivi), ma la coerenza impone (e soprattutto MI impone) che, seppur obtorto collo, l'accetti con il medesimo rispetto che pretendo e MI pretendo.

Se poi invece, tornando ad un piano assolutamente soggettivo, dovessimo parlare di quel che avrei fatto io allora sarebbe tutta un'altra storia non ultimo perchè i presupposti sarebbero stati ovviamente altri, ma in questa circostanza meglio lasciar perdere le ipotesi, che spesso non sono dimostrabili anche se solo per una mera mancanza di tempo, preferendo di gran lunga la messa in pratica di quanto lungamente asserito.

In nome della sincerità che mi appartiene, ammetto che non sono stata colta del tutto in contropiede, un po' perchè gli anni sul groppone sono tanti, ma anche (o soprattutto) perchè, come dico sempre, non c'è nulla di meglio di un giorno dietro l'altro per vedere come, eventualmente, ci si possa perdere... sull'allungo, mentre per quanto mi riguarda mi si ritroverà sempre dalla stessa parte perchè, come dice il buon Guccini... scusate non mi lego a questa schiera, morrò pecora nera!

Quindi in conclusione, giunga a chi di dovere la mia richiesta previa di essere perdonata (chissà se si percepirà insita ironia) se non sarò incline a dare spunti di sorta perchè ci si allevii la coscienza perchè ognuno di noi ha i propri mostri da sconfiggere (sempre!) o da assecondare (mai!) ed io ho già il mio gran da fare con miei.

Probabilmente per una grande serie di aspetti caratteriali che esulano dalle circostanze, ma che, allo stesso tempo, convivono e "litigano" con la mia personalità (la bipolarità la trovo esigua per quel che mi concerne ) non riesco proprio a trattenere il pensiero che corre verso l'enorme esercito di principesse, copie sbiadite di uno scarnificato Pirro, mentre sorseggio un buon Negroni al bar all'angolo e alla fine, torna sempre la conclusione della pokerista che è in me che i conti... si fanno sempre sulla porta!


EndokeCostantementeEndoke

 
 
 

Italo Calvino non mi Ť mai piaciuto...

Post n°1285 pubblicato il 11 Aprile 2017 da endoke


...probabilmente perchè alle superiori avevo una Professoressa di italiano che io non stimavo e che ad ogni piè sospinto tirava fuori Calvino a destra e Calvino a sinistra, tuttavia oggi sono inciampata in questa frase tratta da "Il Barone Rampante" e che oggi come oggi, ha il suo perchè e per questo la riporto integralmente:

"Si conobbero. Lui conobbe lei e se stesso, perchè in verità non s'era mai saputo. E lei conobbe lui e se stessa perchè pur essendosi saputa sempre, mai s'era potuta riconoscere così."

 

EndokeMaiS'EraPotutaRiconoscereCosì

 

 

 
 
 

Essere svegliata all'improvviso...

Post n°1284 pubblicato il 10 Aprile 2017 da endoke

...con la TV che urla questa canzone...

Vuoi vedere che la prossima volta ti ricordi di spegnerla???

grrrrrrrrrrrrr!

 

EndokeStorta

 

 

 
 
 

» sempre doveroso...

Post n°1283 pubblicato il 09 Aprile 2017 da endoke

... saper differenziare ciò che è importante
da ciò che non lo è!
E dato che non dimentico mai di essere figlia
da figlia immagino che ne sia rimasto contento.
Per il resto, il tempo è galantuomo!


EndokeSaggiamenteEndoke

 

 
 
 

Se cadendo un bicchiere si rompe...

Post n°1282 pubblicato il 09 Aprile 2017 da endoke

... si raccolgono i pezzi e si va avanti senza mai perdere il sorriso!


^_^EndokeTutt'AltroCheErmetica^_^

 
 
 

DiŠletica...

Post n°1281 pubblicato il 07 Aprile 2017 da endoke

É claro que a vida é boa
E a alegria, a única indizível emoção
É claro que eu te acho linda
Em ti bendigo o amor das coisas simple
É claro que eu te amo
E tenho tudo pra ser feliz

Mas acontece que eu sou triste.


                              Vinicius de Moraes

 
 
 

Con il tempo ho imparato a...

Post n°1280 pubblicato il 06 Aprile 2017 da endoke

... far finta di nulla. No. Mi correggo. Con il tempo ho imparato a far finta di nulla se si tratta di azioni e comportamenti che avvengono oltre la distanza dei cinque palmi dal mio bip!

Tutto il resto mi tocca "eccòme". L'unico vantaggio che mi riconosco è che, siccome lo spazio racchiuso nella circolare distanza dei palmi di cui sopra è esiguo, ho ridotto al minimo ciò che mi dispiace o che addirittura mi fa stare male. Lo svantaggio è che, siccome chi sta dentro questo spazio è per me davvero importante, ci resto male o ci soffro e pure parecchio anche se, la maggior parte delle volte, non lo do a vedere.

Spesso e volentieri passo per insensibile solo perchè si è più abituati a chi si lagna o si perde in tristissime sceneggiate. Passo per menefreghista solo perchè ho un alto concetto del rispetto degli spazi e dei tempi tanto altrui, quanto miei.

Ho la sana abitudine di mettermi in discussione ed è per questo che quando parto in quarta, avendo già analizzato tutto a priori -oltrettutto scevra da sovrastrutture mentali (ecco! ho trovato un eufemismo per i "mezzucci" e anche per la rottura di cogxioni che ne consegue) che non mi appartengono- non ci sono nè Santi, nè Madonne che mi possano riportare indietro.

Capisco che i tempi di reazione siano diversi da soggetto a soggetto, ma è altrettanto vero che, avendo l'abitudine di non mostrarmi diversa da ciò che sono, ho l'evidentemente troppo ardita pretesa di un comportamento che se non in linea con il mio pensiero (che sarebbe davvero troppo!!) sia quantomeno con quanto si afferma, oltrettutto senza mia espressa sollecitazione.

Ho una vera repulsione verso le bugie e davvero non capisco quale possa essere la molla che induca a dirle almeno quando l'intorlocutore sono io, ma posso comprendere che si sia abituati a farlo vista la generale poca familiarità con la verità. Se poi aggiungiamo anche il fatto che per mentire bisogna avere anche una buona memoria di due una: o non si è abituati ad essere ascoltati o si è troppo abituati a raccontarsi caxxate che poi alla fine ci si convince che sia la verità.

Dal mio personale punto di vista, chi mente è per me doppiamente colpevole perchè essendo persona che custodisce e difende la propria individualità non nego l'esistenza ma caldeggio anche quella degli altri. Si mente a chi non vuole ascoltare la verità. Si mente se si tradisce (e non parlo solo si relazioni sentimentali) ma il tradimento esiste solo se si sta in un posto  quando si vorrebbe stare in un altro o si prende una posizione invece di un'altra, ma siccome per me non esiste il fare una cosa controvoglia, non ne capisco la ragione.

Scherzo sempre sul fatto che mi conosco troppo bene e che alla fine per pigrizia (o anche per favorire una sorta di... preselezione) ho stilato una specie di bugiardino... ma non c'è niente da fare.

Alla fine della fiera si rivela inutile perchè non viene "letto" e se viene "letto" non lo si considera veritiero e invece io sono proprio così: lineare. Quando dico "si" è "si" e quando dico "no" è "no". Giuro che non è difficile.

E infatti ciò che mi fa più paura è quando mi sento dire "anche io sono come te" o "anche io la penso come te". Quello è l'esatto momento in cui mi aspetto da un momento all'altro che, scava scava, la patina dell'empatia sparisce e ci si rivela per quel che si è: un'accozzaglia di sovrastrutture piene zeppe di "due pesi e due misure" e di comportamenti che, anche quando non arrivano allo scherno del mio malessere abbondantemente comunicato, con il mio comportamento non hanno proprio niente a che vedere. Altro che "sono d'accordo con te". Se si fosse d'accordo con me, il comportamento diametralmente opposto non lo si avrebbe

C'è una grande differenza tra un comportamento distratto ed uno reiteramente ingiusto. La stessa differenza che passa tra un caso, una coincidenza e un... vizio. La stessa differenza che passa tra chi, come me, non conosce l'egoismo nella più bassa delle accezioni e chi mal cela la sindrome "mani sulla città" perchè piagne er morto e frega ar vivo, oltrettutto con l'avallo e la legittimazione di un pedissequo comportamento lassista.

L'aspetto che più mi diverte di questi contenti orbi (ricordo che nel plurale è incluso anche il genere femminile) in terra di ciechi è che dimenticano con troppa facilità che la vittoria si misura in base alla potenza del nemico e a rubbà le carammelle ai regazzini so' boni tutti.



EndokeConUnaLeggeraBrezzaDi...GiramentoDiCoglxoni

 

 
 
 
Successivi »
 

Avevo sempre saputo che
il vero amore è al di sopra di tutto
e che sarebbe stato meglio morire,
piuttosto che cessare di amare.
Ma pensavo che solo gli altri
ne avessero il coraggio.
In quel momento, invece,
scoprivo di esserne capace anch'io.
Anche se avesse dovuto significare
partenza, solitudine, tristezza,
l'amore valeva comunque
ogni centesimo del suo prezzo.
(Paulo Coelho)


 

 

Quem nos decepciona
não necessariamente
não presta.
Ás vezes,
a decepção é causada
por nós mesmos
que esperamos
das pessoas além
do que elas podem dar...
Especialmente por...
compararlas conosco.

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

...

 

ULTIME VISITE AL BLOG

EnfureEndokeendokeTerzo_Blog.GiusPierluigiFrancolorenzoemanueNoirNapoletanoestempora_neacris.lom0anto33gables_mots_de_sablea_solitary_manun_uomo_della_follaletizia_arcurimarcello_0871
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 20
 

CHI PU“ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CONTIGO (MA COME SONO STATA BRAVA)


No puedo dejar de quererte...
Te añoro y te quiero...
Y si volvieras...
Aqui estaré esperándote...
me perdería en tu abrazo...
callando en ti... mi llanto...