Creato da StregaM0rgause il 28/03/2010

IRaccontiDelCuscino

TEMPI NOSTRI: Biancaneve, nani, megere , principi,serpenti e mele

 

« *Attenzione, ci stanno r...*Un grande esempio di sv... »

*Lune di miele e fiele**

Post n°564 pubblicato il 26 Maggio 2012 da StregaM0rgause
 

luna di miele

 

Regalami una poesia stanotte
maestro di carezze e di parole.

Scrivi
di incanti spezzati
e prosciugate risorse
esegesi conclusa
di incomprensioni aperte
sequel di meraviglie
trasformate in cumuli
di inquietudini.

Racconta
di naufragi improvvisi
tra angoscia e stanchezza
di vizi duraturi e spontanei
quanto il battito cardiaco
pronti a esigere immediata
soddisfazione.

Ma anche
di come ti piaceva
guardarmi quando,in candidi petali
di seta e pizzo
mi aprivo a te come un fiore
mostrandoti lo stelo
delle gambe
avvolte in trasparente nero
con lo splendore della seta che saliva
fino all'ultimo baluardo delle cosce
come una promessa
d'intima fessura.

Scrivi
di quando credevamo d'essere il mattino
del mondo
e non udivamo quel rumore di risacca
che annunciava il cadere
della notte.
Allora avremmo dovuto separarci
amore mio
per eccesso di armonia.

Regalami una poesia stanotte
maestro di carezze e di parole.
Mescola il miele e il fiele
delle nostre lune
che io non possa dimenticarle
mai.


Carissimi, buon sabato, oggi vi lascio una "quasipoesia"  autobiografica con un pensiero: lune di miele e fiele...il dolce e l'amaro, quale di questi due gusti torna più di frequente alla mente quando una storia finisce?

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

bandiera inglese

TRANSLATE

 

 

 

AREA PERSONALE

 

danza streghe

Danza delle streghe

Le streghe non si vedono,
ma le streghe ci sono
Nel buio si radunano,
in riva a fiumi e laghi
Corrono senza un frullo,
volano senza un suono
Non le sentono gli uomini,
non le vedono i maghi.

Le streghe sono magiche,
le streghe sono donne
Incendiano le tenebre
con le risa e la danza
Fanno ruotar mantelli,
le favolose gonne
Finché dura la notte,
finché ne hanno abbastanza.

E gli umani le cercano,
le vogliono vedere
Curiosi delle favole,
stupiti delle grida.
E furtivi si accostano,
chini nelle ombre nere
Tremanti di paura,
ubriachi di sfida.

Ma le streghe li sentono,
corrono sulle sponde
Sopra le acque fuggono,
gioiose equilibriste
E per gli umani restano
i cerchi delle onde
Come gonne che ridono:
"Le hai viste? Non le hai viste?"

Bruno Tognolini
da Melevisione
Il libro nero di Strega Salamandra
Giunti Junior Editore

 

 

 

*Patria o Muerte: Che Guevara before the United Nations General Assembly on 11 December 1964**

 

edimburgo 2000

Edimburgo giugno 2000

 

berlinguer e pertini

 

ULTIMI COMMENTI

https://www.youtube.com/watch?v=xb411X9c1CA
Inviato da: viacatalanbelmonte
il 27/01/2015 alle 21:59
 
Per un caso simile in Corea del Sud (li i morti sono stati...
Inviato da: blumannaro
il 27/01/2015 alle 21:26
 
Burdell aux cieil apreeč.
Inviato da: viacatalanbelmonte
il 27/01/2015 alle 21:25
 
ce lo ritroviamo a ischia un'altranno, tranqui!
Inviato da: StregaM0rgause
il 27/01/2015 alle 21:04
 
ben detto, anzi ben scritto
Inviato da: StregaM0rgause
il 27/01/2015 alle 21:03
 
 

 

IL FATTO

 

DELGADO

Delgado

 

 

 

 

Carne viva - Mina

 

universo blogger

Community e blog

 

Francesco Guccini-Canzone per il Che

 

 

skyfall

 

casinò royale

 

quantum of solace

 

david craig - Rooney Mara

 
 

SHINY STAT 3

 

CONTATORE

    tracker
 

istruzione superiore