..Uomini...

visti da una donna

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

MARIONeDAMIELWeb_Londonfalsapiriteolgy120mpt2003mlr777pepedgl16lettorecautopoeta.sorrentinocassetta2ansa007bartriev1yaros.rosamgf70
 

I BLOGGERS E I BANNER DI LIBERO

TAGLIASPRECHI

UN NUOVO BLOG TAGLIA SPRECHI  

LUGLIO, 2013

 

IO AIUTO CHIARA

 


Il cielo stellato sopra di me,
e la legge morale in me (Kant)

 

Verba volant, scripta manent

 

 

Gli uomini  ti cambiano, di solito in peggio

           A Mia e a me.

 

Messaggi di Marzo 2009

Le ciocche rosse

Post n°723 pubblicato il 28 Marzo 2009 da MARIONeDAMIEL
 
Foto di MARIONeDAMIEL


Una tragedia immane. Epica. Incommensurabile. Irrimediabile.

Ma no. Mica la nascita del partito dei nanetti della libertà... che peraltro dopo il discorso pieno di ovvietà, di enfasi e di stantia retorica di Berlusca, brilla una nuova stella: Fini.

E' lui il vero capo, è lui che ha fatto un discorso politico, è lui che furbescamente riconosce tutti i meriti al suo provvisorio superiore, ma che ha l'intelligenza per capire che ci sono delle posizioni assurde e insostenibili...sarà lui il vero leader, è solo questione di tempo..

Ma no. Non è questa la tragedia di questa settimana.

.. sono le mie ciocche rosse.. sigh...

No dico, io son sempre stata castana di un bel castano quercia (ottima trovata marion, peraltro sarebbe sempre un comune marrone....); solo una volta mi venne il ghiribizzo di farmi una tinta ramata; l'esperimento fallì: di ramato uscirono i riflessi e si vedevano solo sotto il sole...

Però oggi dopo averci pensato per mesi, ho deciso: taglio tutto e voglio due ciocche rosse ai lati del viso.

Già il drastico taglio mi ha messo, alla prova dei fatti, in difficoltà, perchè quando la parrucchiera ha avuto almeno 20 cm di capelli sulle forbici e mi chiesto "sei sicura? vado?", ho si risposto convintamente, ma per aggiungere subito dopo il fatidico zac  "ma mi ricresceranno per pasqua???".....

Ma le ciocche rosse..... Dopo aver trascorso venti minuti per decidere la tonalità, non troppo scura, non troppo chiara, non tropo rossa, e averla incredibilmente trovata, paf, me la mette.

Ho azzardato un dubbio "non è che non prende come quella volta...", "no, tranquilla"... e dopo mezz'ora invece, non aveva preso. I capelli erano invariabilmente marroni.

"Lori lascia perdere..."
Ma a quel punto era diventata una sfida tra la mia parrucchiera e i miei capelli, con grande nocumento del mio tempo... io non ho mai passato quattro ore e mezza lì dentro!

"ora te li decoloro e voglio proprio vedere...."

Conclusione: le due strisce rossastre ci sono, ma le punte non hanno preso affatto pertanto si vedono partire dal centro della testa per arrivare da nessuna parte... che tragedia...

La mia parrucchiera si è finalmente convinta che non ho assolutamente pigmento rosso nei capelli.

Per forza, secondo me ce l'ho tutto nel cuore.

Notte Marion....

 
 
 

Il principio cristiano della centralità della vita?

Post n°722 pubblicato il 26 Marzo 2009 da MARIONeDAMIEL
 


"Sono entrata e l'ho vista. Era rannicchiata in questo letto, era girata e l'ho vista di spalle poi mi sono avvicinata a lei.
Non c'era niente di quella persona che ricordavo dalle foto, era una donna di 38 anni, con il volto contratto il corpo completamente immobile, gli occhi semiaperti e rivolti uno da una parte e uno dall'altra, e rivolti leggermente verso su, la bocca era sempre semiaperta, la lingua era leggermente sporgente e in movimento continuo, le orecchie avevano delle callosità, anche delle piaghe, perchè la testa era sempre spostata da una parte all'altra e questo per evitare che ingoiasse saliva; non deglutiva mai.
Il corpo era assolutamente immobile, un sacco, un manichino, il corpo non c'era, non c'era; le mani rattrappite vicino al petto e il piede stirato del tetraplegico, me l'hanno spiegato i medici.
Una cosa che mi ha colpito dopo questo incontro, è che continuo a pensare 17 anni, lei sta così da 17 anni, quante cose ho fatto io in 17 anni? lei non ha fatto niente in 17 anni."

Marinella Chirico, giornalista della rai3 del Friuli.

Ecco.

E io non posso dire niente, non posso dire che non voglio finire così. Io non conto niente. Io non posso scomunicare nessuno per non aver rispettato il "mio" credo, le "mie" regole, la "mia" volontà assolutamente libera. Mia e soltanto mia, e non pretendo di imporla a nessuno.

Ma loro possono imporla a me. L'oscurantismo cala su tutti noi.

Voi, voi, proprio voi, mi state facendo una violenza incredibile.

Per me, siete tutti scomunicati dalla mia coscienza.

Vergognatevi.

 

 
 
 

Le mappe del mondo

Post n°721 pubblicato il 23 Marzo 2009 da MARIONeDAMIEL
 
Foto di MARIONeDAMIEL


Le mappe del mondo sono una cosa pazzesca.

Mi ricordavo poco o nulla dei corsi di comunicazione, troppi anni fa. Anzi, mi sono ricordata che li avevo fatti solo quando siamo arrivati all'esercizio di gruppo "dell'isola deserta".

In effetti è una cosa semplice, così semplice che uno ce l'ha nell'inconscio di sicuro, cioè la capisce inconsciamente che non so se sia la stessa cosa.

E cioè che la realtà non è uguale per tutti, ma ognuno la vede, la filtra, la percepisce, sulla base di una serie di parametri, vissuto, esperienze, ambiente, carattere, influenze esterne ecc.ecc.

Pertanto se noi non ci poniamo in maniera flessibile in una qualsiasi comunicazione, di solito fallisce.

Costa una certa fatica, mettersi nei panni dell'altro, cercare di capire quali sono le motivazioni che spingono a dire quella cosa, ovvero a pensarla.

Certo fondamentale è il modo. Poi dopo, forse e solo se il modo ci piace, arriva anche il contenuto. C'è il rischio che se il modo è sbagliato il contenuto non arrivi, ovvero si smetta di ascoltare (o nel caso dei blog ad esempio, di leggere).

Poi ci sarebbe il fatto del limbico e della neurocorteccia. Che secondo me (ma questo non ho osato chiederlo) le donne di solito reagiscono d'impulso molto troppo troppissimo emotivamente... (che però costituisce anche una interessante ed attrattiva caratteristica: sei-femmina-fino-all'osso, ragioni-con-la-....) ....

... gli uomini invece,reagiscono con la corteccia, cioè la parte più razionale (per questo bisogna piangere a volte per ricordare loro che hanno anche un cuore .... consiglio: importante è piangere sempre in loro presenza, non è altrettanto efficace dirgli ieri-ho-pianto,non è sufficiente per far si che attivino il sistema limbico, continuano tranquillamente a ragionare come se niente fosse, mentre tu hai sofferto come un cane) .....

Tornando al punto, secondo me sarebbe utile fare un confronto tra le rispettive mappe del mondo prima di sposarsi o di mettersi insieme a qualcuno.

In alternativa, al posto dei corsi pre matrimoniali coi preti che non servono a nulla, corsi di comunicazione per tutti.

Notte Marion.....


                          "A volte parlo troppo lo so...."
                          "A me piace sentirti parlare. Bacio...."

 
 
 

Coso-gramma

Post n°720 pubblicato il 21 Marzo 2009 da MARIONeDAMIEL
 

Copiato da Sogno.

Il tuo nome
: Oh, Marion           
Una parola di quattro lettere: osso
Un nome maschile : Ovidio (bleach)
Un nome femminile : Ofelia           
Una professione :orefice      
Un colore: ocra (fa assolutamente schifo in assoluto)  
Qualcosa da indossare: opperbacco….
Un cibo: mangio un o.. mangio un o…. che cacchio mangio???  
Qualcosa che si trova in bagno: o…… o….
Un luogo: Oristano (ci può stare anche se Oristano mi sa di steppa…) 
Un motivo per essere in ritardo: oddio, mi si è rotta un’unghia… 
Qualcosa che urleresti: opperbacco…
Il titolo di un film: o… o….
Qualcosa da bere: o… o….
Un gruppo musicale: o… o….
Un animale: orso 
Il nome di una via: Oriana Fallaci (so che vale il cognome porca eva…. )
Un tipo di macchina: opel! (brillante Marion!)
Il titolo di una canzone: o… o…   

 

In pratica ho scoperto che col mio nome non ci si fa niente. Sempre detto io ai miei che avrei voluto chiamarmi Monica…..

 

Il tuo nome: Marion                   
Una parola di quattro lettere:  Mora
Un nome maschile :  Marco
Un nome femminile :  Marialuisa
Una professione :          Manager!
Un colore:  Marrone (assolutamente mi sta benissimo)
Qualcosa da indossare:  Maglione
Un cibo:   Mela
Qualcosa che si trova in bagno: Microtalco
Un luogo:  Milano
Un motivo per essere in ritardo:  Mi sono rotta un’unghia…
Qualcosa che urleresti:  Ma vai a cag…..! Solo a quelli che se la tirano e sempre con classe, è ovvio…
Il titolo di un film:   Mission to Mars                                                 
Qualcosa da bere:   Malvasia
Un gruppo musicale: Metallica
Un animale: Muflone
Il nome di una via: Marco Aurelio
Un tipo di macchina: Mercedes!
Il titolo di una canzone: Mama mia degli Abba (Eric non fiatare……)

 

 
 
 

Viva i guerriglieri

Post n°719 pubblicato il 19 Marzo 2009 da MARIONeDAMIEL
 

Che già uno si incazza quando torna a casa e vede che la lavatrice non ha centrifugato.

Ma su Brunetta si va a nozze. Dice che lui è democratico.

"Sono dei guerriglieri, verranno trattati come guerriglieri".

Impedire i cortei degli studenti coi poliziotti, questo no.. no, no e poi no...

.. hanno paura che l'unica parte vitale del paese oltre alla cgil, mentre l'altra parte combatte per la sopravvivenza, possa farsi sentire.. ma qualcosa sta scricchiolando...

che pare ci sia una sorta di ribellione interna, bisognava aspettare una donna per far uscire le palle a quegli altri inetti che stanno in quel "partito"... certo che dire "viva la Mussolini" fa un pò impressione...

"Lui" intanto scrive lettere. Scrive lettere ai suoi, per dirgli cosa si aspetta da loro, cosa da pazzi... ho sentito dire che "si sta discutendo in parlamento".. avran sbagliato.. questi giornalisti disfattisti.. è una cosa altamente improbabile.. non può essere proprio..

Per fortuna la centrifuga ha poi funzionato... notte Marion..

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: MARIONeDAMIEL
Data di creazione: 09/08/2005
 

AREA PERSONALE

 
 

TAG

 

SIBILLA ALERAMO

"Mi pareva strano, inconcepibile, che le persone colte dessero così poca importanza al problema sociale dell'amore. Non già che gli uomini non fossero preoccupati della donna; al contrario, questa pareva la preoccupazione principale o quasi. Poeti e romanzieri continuavano a rifare il duetto e il terzetto eterni, con complicazioni sentimentali e pervensioni sensuali. Nessuno però aveva saputo creare una grande figura di donna."

 

ARCHIVIO POST

  '05 '06 '07 '08 '09 '10
gen/feb - x x x x x
mar/apr - x x x x x
mag/giu - x x x x x
lug/ago x x x x x x
set/ott x x x x x x
nov/dic x x x x x x
 

ARCHIVIO POST 2

  '11 '12 '13 '14 '15
gen/feb x x x x x
mar/apr x x x x x
mag/giu x x x x x
lug/ago x x x x x
set/ott x x x x x
nov/dic x x x x x
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2009 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31